Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

! SCHEDA DOPPIA ! Il Diavolo e la Signorina Prym

ELIMINARE DALLE LIBRERIE

Di

3.5
(3368)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: A000094606 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , Philosophy , Religion & Spirituality

Ti piace ! SCHEDA DOPPIA ! Il Diavolo e la Signorina Prym?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
SCHEDA DOPPIA da non aggiungere in libreria o, se lo si possiede, da eliminare. La scheda corretta è una delle seguenti:

http://www.anobii.com/books/Il_Diavolo_e_la_Signorina_Prym/0120839165ffa24fa9/

http://www.anobii.com/books/Il_Diavolo_e_la_Signorina_Prym/9788845247002/0079d4196e31da32cd/

Ordina per
  • 5

    Un libro per me molto intenso che mi ha fatto riflettere di più sulle cose che possono capitare ogni giorno, in ogni momento. Un libro dove nostalgia delle persone amate, una vita sempre uguale con le sue certezze e i suoi ritmi ma che non soddisfa, e poi gli eventi che ci sorprendono e ci fanno ...continua

    Un libro per me molto intenso che mi ha fatto riflettere di più sulle cose che possono capitare ogni giorno, in ogni momento. Un libro dove nostalgia delle persone amate, una vita sempre uguale con le sue certezze e i suoi ritmi ma che non soddisfa, e poi gli eventi che ci sorprendono e ci fanno vacillare, la possibilità di scappare verso qualcosa i nuovo e con il brivido dell avventura e poi… e poi torniamo sempre a casa nonostante tutto perché la sicurezza è qualcosa di concreto e reale che sia l abbraccio di una madre o il conforto dell’amico. Dire di si alle cose è molto facile, vuoi perché lo fanno in tanti o perché a volte è meglio prendere le cose come vengono invece di lottare. È dire no la cosa difficile, perché si va controcorrente, perché si rischia di litigare con gli altri o perché dicendo no si rischia di perdere tutto. È allora che viene voglia di scappare e di andare altrove pur di non dover scegliere, ma anche quando siamo andati via dalla scelta da fare alla fine abbiamo comunque fatto una scelta che comporterà del bene o del male. È solo quando siamo obbligati a sceglie che diciamo un si o un no ma alla fine torniamo sempre dove per noi è casa. Che sulla piazza della ns vita ci sia una forca o una croce.

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro bellissimo. Di Coelho solo l'Alchimista mi ha emozionato e rapito come questo! Durante la lettura sembra di essere nella testa della protagonista e vivere insieme a lei il conflitto, forte, tra Bene e Male e rivivere con lei i nostri conflitti quotidiani. lo consiglio assolutamente!

    ha scritto il 

  • 5

    Il diavolo e la signorina Prym

    Libro incantevole. Scritto benissimo, narra una storia semplice, ma che fa profondamente riflettere. Non solo sulle azioni di un piccolo gruppo di persone, ma sulla società intera, moderna, avida, irresponsabile, opportunista. Un libro da divorare perché scorrevole e raccontato benissimo, ma che ...continua

    Libro incantevole. Scritto benissimo, narra una storia semplice, ma che fa profondamente riflettere. Non solo sulle azioni di un piccolo gruppo di persone, ma sulla società intera, moderna, avida, irresponsabile, opportunista. Un libro da divorare perché scorrevole e raccontato benissimo, ma che non si può chiudere senza pensare: potrebbe realmente succedere? La risposta può fare paura...

    ha scritto il 

  • 2

    Il libro è semplicemente la fiera della banalità. Coelho inserisce frasi filosofiche (ma in realtà sentite e risentite) in contesti in cui non c'entrano nulla.
    Oltre questo aspetto molto irritante, la storia è lentissima e nonostante il libro sia breve (170 pagine) ho fatto fatica ad andare ...continua

    Il libro è semplicemente la fiera della banalità. Coelho inserisce frasi filosofiche (ma in realtà sentite e risentite) in contesti in cui non c'entrano nulla.
    Oltre questo aspetto molto irritante, la storia è lentissima e nonostante il libro sia breve (170 pagine) ho fatto fatica ad andare avanti nella lettura. Personaggi banali e veramente stereotipati. Il concetto della lotta interiore poteva essere interessante ma l'ho trovato talmente mal sviluppato da risultare ridicolo.
    Credo di aver chiuso con Coelho.

    ha scritto il 

  • 4

    partendo dal fatto che Coelho non delude (quasi) mai, questo romanzo mi è piaciuto tanto perchè rispecchia tantissimo la mentalità della nostra società...l'eterna lotta tra il bene e il male, raccontata come una "parabola". Coelho insegna sempre qualcosa e cosa ancora più importante ci fa guardar ...continua

    partendo dal fatto che Coelho non delude (quasi) mai, questo romanzo mi è piaciuto tanto perchè rispecchia tantissimo la mentalità della nostra società...l'eterna lotta tra il bene e il male, raccontata come una "parabola". Coelho insegna sempre qualcosa e cosa ancora più importante ci fa guardare dentro noi stessi.

    ha scritto il 

  • 4

    Coehlo racconta la storia di Viscos raccontando la storia del mondo. Nel Tempo e nello Spazio la storia è la stessa, e Coehlo non si esime dal compito di ribadirlo più di una volta.

    ha scritto il 

  • 3

    Lo ammetto: non mi ha affatto convinto. Le riflessioni potevano essere tante, ma non le ho colte tutte, forse perché lo scrittore lascia che fioriscano autonomamente, ma questo non avviene con la stessa grazia che forse lui stesso si aspetterebbe; l'ho letto con fatica e con grandi pause nel cont ...continua

    Lo ammetto: non mi ha affatto convinto. Le riflessioni potevano essere tante, ma non le ho colte tutte, forse perché lo scrittore lascia che fioriscano autonomamente, ma questo non avviene con la stessa grazia che forse lui stesso si aspetterebbe; l'ho letto con fatica e con grandi pause nel contempo, ed invece che sfruttare quest'ultime, tentavo di occuparmi con altro per non sentirmi troppo in colpa nei confronti del povero volume abbandonato.
    Forse, è il solito libro da rileggere, per comprenderne il valore. Forse, sono io che non l'ho capito.
    Ma in qualsiasi caso, concludo: non mi ha convinto.

    ha scritto il 

Ordina per