! SCHEDA DOPPIA ! Il Diavolo e la Signorina Prym

ELIMINARE DALLE LIBRERIE

Di

3.5
(3512)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Portoghese

Isbn-10: A000094606 | Data di pubblicazione: 

Genere: Narrativa & Letteratura , Filosofia , Religione & Spiritualità

Ti piace ! SCHEDA DOPPIA ! Il Diavolo e la Signorina Prym?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
SCHEDA DOPPIA da non aggiungere in libreria o, se lo si possiede, da eliminare. La scheda corretta è una delle seguenti:

http://www.anobii.com/books/Il_Diavolo_e_la_Signorina_Prym/0120839165ffa24fa9/

http://www.anobii.com/books/Il_Diavolo_e_la_Signorina_Prym/9788845247002/0079d4196e31da32cd/

Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Insulso

    Insulso, superficiale, senza spessore, senza nulla. Ho dopo 40 pagine di sbadigli, fatica e irritazione abbandonato definitivamente questa paccottiglia inadatta persino alle casalinghe di Voghera dell ...continua

    Insulso, superficiale, senza spessore, senza nulla. Ho dopo 40 pagine di sbadigli, fatica e irritazione abbandonato definitivamente questa paccottiglia inadatta persino alle casalinghe di Voghera dell'Arbasino.

    ha scritto il 

  • 1

    Anni fa lessi un libro di Coelho che non mi piacque assolutamente, ma mi son detta: vabè, leggiamone un altro, diamogli una seconda possibilità. Morale? Anche stavolta sono rimasta delusa. Storia che ...continua

    Anni fa lessi un libro di Coelho che non mi piacque assolutamente, ma mi son detta: vabè, leggiamone un altro, diamogli una seconda possibilità. Morale? Anche stavolta sono rimasta delusa. Storia che si trascina lentamente, di una banalità disarmante, personaggi piatti e frasi da Bacio Perugina buttate qui e lì per fare bella figura. Il tema di per sé è interessante (la lotta tra il bene e il male), ma poteva decisamente essere sfruttato meglio.

    ha scritto il 

  • 4

    L'anno scorso ho letto per la prima volta uno dei suoi libri più famosi "L'alchimista" e per me è stata una piacevole scoperta, leggendo questo invece ho avuto la conferma di che grande autore sia Pau ...continua

    L'anno scorso ho letto per la prima volta uno dei suoi libri più famosi "L'alchimista" e per me è stata una piacevole scoperta, leggendo questo invece ho avuto la conferma di che grande autore sia Paulo Coelho. Racconta storie semplici ma con un grande significato e una morale ben precisa, in questo caso, il piccolo paese di Viscos abitato da persone lavoratrici ma dove ogni giorno passa uguale all'altro viene sconvolto dall'arrivo di un misterioso straniero che non è nient'altro che il male o appunto il diavolo che farà una proposta: lingotti d'oro in cambio di un delitto per dimostrare che il genere umano è per natura cattivo. Insomma è l'eterna lotta tra bene e male, il serpente che porta alla tentazione. E' quel genere di libro che da spunti per riflettere. E' una lettura che consiglio

    ha scritto il 

  • 1

    Incredibilmente deludente.
    La scrittura semplice non è un prblema, ma la pretestuosità di una storia scopiazzata malamente si; la bidimensionalità dei personaggi (anche dei due protagonisti); la presu ...continua

    Incredibilmente deludente.
    La scrittura semplice non è un prblema, ma la pretestuosità di una storia scopiazzata malamente si; la bidimensionalità dei personaggi (anche dei due protagonisti); la presunzione che infarcendo il testo di noiosi dialoghi sui massimi sistemi lo si renda direttamente un libro colto (anche quando i dialoghi sono di una pochezza imbarazzante); e anche dei apssaggi logici che vengono fuori dalla prosa di un ragazzino.
    L'ho avuto in casa per anni prima di leggerlo e per finirlo ci si impiega meno di una giornata (per me due, ma io sono lento); ma a fine lettura tutto quello che mi è rimasto è qualche citazione degna dei baci perugina.

    ha scritto il 

  • 5

    È il primo libro di Coelho che leggo, e non ne sono rimasta delusa, anzi. Scritto in modo semplice ma arguto, a mio parere questo romanzo racconta la classica lotta del Bene contro il Male in maniersa ...continua

    È il primo libro di Coelho che leggo, e non ne sono rimasta delusa, anzi. Scritto in modo semplice ma arguto, a mio parere questo romanzo racconta la classica lotta del Bene contro il Male in maniersa diversa dal solito, più sottile e sorprendente. È un libro che mi ha fatto riflettere molto su una cosa tanto semplice quanto difficile da ricordare al giorno d'oggi, che è anche uno dei messaggi della religione cristiana: l'uomo non nasce buono, né cattivo, nasce semplicemente con un dono meraviglioso ma allo stesso tempo terribile, cioè la possibilità di scegliere tra Bene e Male tutti i giorni. Ogni azione che compiamo può essere buona, ma sta solo a noi la scelta, anche quando tutte le circostanze sembrerebbero "giustificarci" un'azione cattiva. Coelho secondo me ha centrato bene il messaggio con la sua storia e a questo punto sta al lettore accogliere o meno questa riflessione e cominciare ad agire di conseguenza.

    ha scritto il 

  • 3

    E' l'ultimo libro di una trilogia con protagoniste donne: qui vi è la lotta con il diavolo, i pregiudizi, la paura e il male. Ostico per me dare un giudizio anche per le diverse vedute con altri "Anob ...continua

    E' l'ultimo libro di una trilogia con protagoniste donne: qui vi è la lotta con il diavolo, i pregiudizi, la paura e il male. Ostico per me dare un giudizio anche per le diverse vedute con altri "Anobiani", ma è un autore che si legge e basta in certi momenti della vita in cui c'è bisogno delle sue parole. Questa parabola sulla contrapposizione a ciò che è accidentale, accessorio, contingente della natura umana, sulla libera scelta fra bene e male, sulla volontà di essere angeli o demoni, fa parlare le sue idee, ciò che ha in mente e non i personaggi del libro, è la sconvolgente forza che ciascun essere umano racchiude dentro di sé: la capacità di scelta, in ogni momento della vita, del giusto o errato percorso da intraprendere. A volte la scrittura può diventare monotona, ma il testo è ben strutturato. Il tema centrale del libro è, evidentemente, l’antica lotta tra il Bene e il Male, con una novità, ossia la consapevolezza che si stia parlando di un’unica medaglia con le canoniche due facce, così che il loro aspetto dipenda esclusivamente dal momento in cui esse si presentano nella nostra esistenza. Insomma, come dicevo prima, un buon libro da leggere in determinati periodi di vita con animo sensibile e riflessivo, per chi preferisce lasciare spiragli aperti a nuove prospettive. In conclusione, mi è parsa molto bella la metafora del dipinto leonardesco dell'Ultima cena" in cui “Il Bene e il Male hanno la stessa faccia. Tutto dipende dal momento in cui attraversano il cammino di ogni essere umano”.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per