Åskgudens Son

By

Förlag: Brombergs bokförlag AB

3.8
(622)

Language: Svenska | Number of Pages: 310 | Format: Others | På andra språk: (andra språk) Italian , French , Finnish , German

Isbn-10: 9176088588 | Isbn-13: 9789176088586 | Publish date:  | Edition 1

Category: Fiction & Literature , Humor , Religion & Spirituality

Do you like Åskgudens Son ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Bokbeskrivning
Åskgudens son sänds ned till jorden för att omvända finländarna till forntida gudstro. Klädd i en mantel av björnskinn, en huvudbonad hopfogad av stjärtfjädrar, en grov stenklubba instucken i bältet och tjärade näverskor på fötterna sticker han ut alltför mycket och bestämmer sig för att byta gestalt med en människa.
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Dall'alto della mia ignoranza come Rutja a cavallo di un tuono mi sono tuffato nella lettura di questo romanzo pazzo, gustoso e divertente. Se come me non sapevate che anche in Finlandia esistono auto ...fortsätt

    Dall'alto della mia ignoranza come Rutja a cavallo di un tuono mi sono tuffato nella lettura di questo romanzo pazzo, gustoso e divertente. Se come me non sapevate che anche in Finlandia esistono autori potreste procurarvi questo libro, ma attenzione! È un libro sacro. Trattasi infatti del racconto di come le divinità neoancestrali Finniche, ormai sull'orlo di scomparire, decidano di fare un po' di proselitismo. Ma come fare? Non può esserci che una risposta: copiando la più grande operazione di marketing divino della storia, la più grande multinazionale dello spirito, la Apple delle religioni: Il Cristianesimo. Ed è così che il figlio del dio del tuono, novello Gesù, scenderà sulla terra incarnandosi grazie ad una scatenata polka antropofaga in un povero antiquario/agricoltore.
    Il nostro amico ha il carisma del dio, ma anche l'intelligenza dell'uomo d'affari. Prima cosa imparare le abitudini umane fantasticando sull'apertura di ristoranti ultraterreni, poi cambiare nome (ma non il cognome, problemi burocratici...), trovare proseliti grazie al suo sguardo, le sue capacità amatorie e qualche fulmine nel posto giusto, scrivere i suoi comandamenti (solo 6, ma gli sembrava bastassero) costruire un istituto per miracoli su larga scala (utilizzando per la costruzione e la gestione folletti finlandesi che lavorano in nero, non hanno previdenza sociale né pensione perché non sono esseri cosiddetti umani)...
    Il nostro Paasilinna (ex guardaboschi, ex giornalista, ex poeta) è uno zuzzurellone, ma uno zuzzurellone che conosce e ama la sua terra. Non è un grande autore. Al contrario: è un piccolo autore, che con divertimento e leggerezza attraverso il pensiero degli uomini e degli dei di Finlandia ci apre uno spiraglio per iniziare a scoprire la meravigliosa quanto criptica terra dei Sami. Personalmente trovo il suo vangelo molto più accattivante di quello del suo predecessore, e mi torna in mente un viaggio, alcuni fa, in moto, attraverso tutta la Finlandia, tra boschi e laghi e ancora boschi, e ripensandoci sono quasi sicuro di aver sentito sotto il sole di mezzanotte una voce che invocava:
    O Ukko Ylijumala
    Signore dei cieli tempestosi
    Dì a noi il tuo detto
    Parlaci, parla!

    sagt den 

  • 3

    Il suo umorismo mi ha convinta poco, ma forse è un limite mio. Lo stile gli vale un'altra stellina in meno: troppo, troppo, troppo narrato. Rimane comunque la trama simpatica e ultraterrena che fa eco ...fortsätt

    Il suo umorismo mi ha convinta poco, ma forse è un limite mio. Lo stile gli vale un'altra stellina in meno: troppo, troppo, troppo narrato. Rimane comunque la trama simpatica e ultraterrena che fa eco a quella de L'isola di Odino, con la differenza che qui dimoriamo in terra finnica e non ci sono difetti di memoria a ostacolare Rutja, il dio protagonista che, impossessatosi del corpo di un essere umano, si dimostra più determinato che mai nel raggiungimento del suo pazzo obiettivo.
    Carino nel complesso, ma non è un libro che invogli ad approfondire la bibliografia dell'autore.

    sagt den 

  • 4

    Il figlio del dio del tuono è un romanzo sgangherato, divertente, ma anche ricco di spunti di riflessione: fra un siparietto e l'altro, assistiamo al crollo dei grandi ideali su cui sono state costrui ...fortsätt

    Il figlio del dio del tuono è un romanzo sgangherato, divertente, ma anche ricco di spunti di riflessione: fra un siparietto e l'altro, assistiamo al crollo dei grandi ideali su cui sono state costruite le religioni, con i naturali effetti di repentine crisi di fede, conversioni di comodo, predicazioni amplificate dai mass-media e stravolgimenti del comune sentire.
    http://athenaenoctua2013.blogspot.it/2016/12/il-figlio-del-dio-del-tuono-paasilinna.html

    sagt den 

  • 3

    PIACEVOLE 2,5 STELLE

    Lettura piacevole, induce al sorriso. Storia molto "raccontata", personaggi bizzarri, solo maschere, non approfonditi. La storia strampalata è carina, ma procede per accumulo, manca di ritmo e di un v ...fortsätt

    Lettura piacevole, induce al sorriso. Storia molto "raccontata", personaggi bizzarri, solo maschere, non approfonditi. La storia strampalata è carina, ma procede per accumulo, manca di ritmo e di un vero arco narrativo e si trascina verso un finale scontato. Maggiori peripezie e soprattutto paradossi derivanti dal confronto fra la divinità arcaica e le sue abitudini e convinzioni e quelli della moderna umanità finlandese sarebbero stati graditi.

    sagt den 

  • 3

    Così, così

    Non è uno dei migliori di Paasilina, un po' troppo fumoso, in alcune parti debole e poco credibile.
    Rimane pur sempre una lettura piacevole, rilassante

    sagt den 

  • 3

    E' il secondo libro che leggo di Paasilinna e, pur avendo preferito il primo, anche questo è stato una lettura piacevole. Con i suoi personaggi così particolari riesce sempre a strapparmi un sorriso, ...fortsätt

    E' il secondo libro che leggo di Paasilinna e, pur avendo preferito il primo, anche questo è stato una lettura piacevole. Con i suoi personaggi così particolari riesce sempre a strapparmi un sorriso, i suoi libri sono rilassanti e non mi mettono l'ansia di finirli per vedere cosa succederà.
    Alla loro prima apparizione gli dei dell'Olimpo finnico mi hanno ricordato quelli del cartone animato Pollon, per il modo strampalato in cui sono descritti, ma in fondo non sono molto diversi dalle divinità romane o greche.
    Il popolo finlandese si è convertito al cristianesimo e nessuno crede più alle antiche divinità finniche, che fare? Niente di più semplice! Rutja, il figlio del dio del tuono, viene spedito sulla terra per riconvertire la Finlandia.
    Tra chiese vuote, improbabili discepoli e miracolose guarigioni che mettono in allerta le più alte sfere dei ministeri della salute, della pubblica sicurezza e della difesa, ma non il presidente, assistiamo ai tentativi di Rutja di convincere i finlandesi della necessità di tornare all'antico culto, anche attraverso l'utilizzo dei fulmini come ulteriore incentivo.

    Il libro è divertente, strappa spesso una risata, certo ci sono parecchie cose da accettare così come sono e senza porsi troppe domande, altrimenti non si riuscirebbe a gustarsi la storia.

    sagt den 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Un romanzo ironico e scorrevole, in cui l'improbabile Rutja, figlio del dio finnico del tuono, scende sulla Terra per convertire i Finlandesi. Prenderà l'aspetto di Sampsa, un antiquario irresoluto ch ...fortsätt

    Un romanzo ironico e scorrevole, in cui l'improbabile Rutja, figlio del dio finnico del tuono, scende sulla Terra per convertire i Finlandesi. Prenderà l'aspetto di Sampsa, un antiquario irresoluto che non sapeva farsi valere. Tutto andrà meravigliosamente come deve: Rutja farà proseliti, diffondendo la religione neoancestrale e nel frattempo risolverà i problemi di Sampsa.

    sagt den 

Sorting by