È ricca, la sposo e l'ammazzo

Di

Editore: Marcos y Marcos

4.2
(153)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 211 | Formato: Altri

Isbn-10: 8871681509 | Isbn-13: 9788871681504 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Sandro Ossola , S. Ossola

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace È ricca, la sposo e l'ammazzo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Qualcuno, forse un suo personaggio, dichiarò una volta: "Ebbi la sensazioneche quel tipo avrebbe potuto scrivere "Guerra e pace" sul retro di unacartolina". Ebbene Jack Ritchie sarebbe anche stato capace di proporre nuoveversioni per il finale di "Rashomon", di mostrare che Pietro Gambadilegno inrealtà era una dama della San Vincenzo, indurre il sospetto che Marilyn Monroefosse una spia. Lo scopo? Truffare i lettori a ogni racconto. LeggendoRitchie, si viene folgorati da un elemento impensabile e imprevedibile, nonvisto, nascosto nella storia dall'abilità di un prestigiatore. E allafolgorazione, si accompagna molto spesso una solenne risata.
Ordina per
  • 4

    Autore: statunitense (1922-1983). Racconti.

    Non mia piace granché il bourbon e odio il ghiaccio in un buon whisky.
    Quindi un whisky liscio. E questo libretto. Una comoda poltrona e un paio d’ore.

    I cu ...continua

    Autore: statunitense (1922-1983). Racconti.

    Non mia piace granché il bourbon e odio il ghiaccio in un buon whisky.
    Quindi un whisky liscio. E questo libretto. Una comoda poltrona e un paio d’ore.

    I cubetti di ghiaccio sono sostituiti da questi racconti.
    Brevi, asciutti, noir e scorretti.
    Il delitto o il crimine qui pagano o si ripagano.

    Capisco che piacessero ad Hitchcock.
    Ne ricordo uno della sua serie tv bianco/nero che non mai più rivisto, ma che ricordo ancora. dopo anni.
    Marito e moglie vanno a visitare un appartamento che hanno deciso di comperare. Il marito dimentica le sigarette e fa un passo ad acquistarle. La faccio corta. La signora gira e trova solo un pomodoro semimarcio in frigo; le finestre hanno le tende, ma sono chiuse dall’esterno, la scala di sicurezza non è stata ancora montata. Per farla breve è sola, il marito sparito, senza possibilità di uscire. Dopo qualche giorno il marito ritorna, chiama la moglie, questa non risponde e lui comincia a cercarla per la casa fino a che non sente chiudere la porta d’ingresso.

    Dei racconti non dico nulla. Lascio la sorpresa a chi volesse provarci.
    Quello che da nome alla raccolta forse qualcuno lo conosce (un piacevole film con Matthau, diretto, sceneggiato e interpretato da Elaine May).
    Le stelle vanno alla precisione dei meccanismi che chiudono le varie trappole.

    PS: oggi David Bowie avrebbe compiuto 70 anni.

    08.01.1947

    ha scritto il 

  • 5

    Alcuni racconti folgoranti; tutti sorprendenti, ironici con finali imprevedibili e personaggi perfettamente delineati in poche righe. E per quello che da il titolo alla raccolta impossibile non veders ...continua

    Alcuni racconti folgoranti; tutti sorprendenti, ironici con finali imprevedibili e personaggi perfettamente delineati in poche righe. E per quello che da il titolo alla raccolta impossibile non vedersi davanti il fantastico Walther Matthau. Ottima rilettura di inizio anno. 05/01/17

    ha scritto il 

  • 4

    non è sempre il maggiordomo!

    Marcos y Marcos ripropone nella collana miniMARCOS i dodici racconti brevi di Jack Ritchie che condensano in poche pagine tutta la tensione di un omicidio a tinte fosche, anzi nere, con esplosione co ...continua

    Marcos y Marcos ripropone nella collana miniMARCOS i dodici racconti brevi di Jack Ritchie che condensano in poche pagine tutta la tensione di un omicidio a tinte fosche, anzi nere, con esplosione conclusiva: perché Ritchie è un vero maestro del noir, dove il brivido si sposa con la perfidia e il cinismo e il finale è sempre una sorpresa. Non a caso, tra i suoi più fervidi ammiratori, Ritchie contava un tale Alfred Hitchcock, che trasse ispirazione da numerosi suoi racconti per girare i telefilm della splendida serie Alfred Hitchcock presenta. E dal racconto “Una nuova foglia” fu tratto quel gioiellino cinematografico il cui titolo sta a capo della raccolta di Marcos y Marcos, appunto E’ ricca, la sposo e l’ammazzo con Walter Matthau. Non è certo uno scrittore vittoriano, Jack Ritchie: non spende una parola più del necessario per descrivere il paesaggio o l’architettura o gli abiti o l’aspetto fisico dei personaggi, a volte non gli importa nemmeno precisare il luogo dove si svolgono le storie, anche se molto spesso si tratta del Winsconsin. Nonostante non ci sia un personaggio ricorrente che unisca i vari racconti, spesso la voce narrante mantiene gli stessi tratti caratteriali anche saltando da una storia all’altra, creando una sorta di unità nella diversità. Più che i personaggi ridotti sempre ai minimi termini, però, sono le storie in sé il vero fulcro dei racconti di Ritchie. Truffe, evasioni, omicidi sono i fondamentali intorno a cui si sviluppa la trama che non è difficile da riassumere, ma solo apparentemente: tua moglie ti ha stufato? Beh, falla fuori; il tuo maggiordomo sta cercando derubarti? Uccidilo; l’autista del bus maltratta le vecchiette? Eliminalo definitivamente. Prendiamo atto: quale che sia il problema che disturba il lieto e tranquillo passare dei tuoi giorni, l’omicidio offre una soluzione rapida, pulita e senza sofferenze inutili (se sai come farlo, ovviamente). Certo, a volte ti va male, perché pare che il delitto perfetto non esista. Ma se invece dell’omicida sei il lettore, allora la perfezione c’è!

    ha scritto il 

  • 5

    Dodici raccontini che sono altrettanti piccoli gioielli. Forse il voto sarà un po' generoso, ma vale per il grande livello di intrattenimento che Ritchie riesce a realizzare: stile sempre leggero unit ...continua

    Dodici raccontini che sono altrettanti piccoli gioielli. Forse il voto sarà un po' generoso, ma vale per il grande livello di intrattenimento che Ritchie riesce a realizzare: stile sempre leggero unito a idee graffianti, efficaci e originali.

    ha scritto il