È solo una storia d'amore

Di

Editore: Newton Compton

3.5
(115)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8854194697 | Isbn-13: 9788854194694 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace È solo una storia d'amore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Cinque anni fa Aidan Tyler ha lasciato New York sul carro dei vincitori, diretto nella solare e assai più divertente California. Fresco di premio Pulitzer grazie al suo primo libro, coccolato dalla critica e forte di un notevole numero di copie vendute, era certo di essere diventato a tutti gli effetti un vero scrittore. Peccato che al momento le cose siano molto diverse: il primo libro è rimasto l'unico, l'agente e l'editore gli stanno con il fiato sul collo perché ha firmato un contratto e incassato un lauto anticipo per un romanzo che proprio non riesce a scrivere. Disperato e a corto di idee, prova a rientrare nella sua città natale, dove tutto è iniziato. E sarà proprio a New York che conoscerà Laurel, autrice molto prolifica di romanzi rosa, un genere che Aidan disprezza. Perché secondo lui quella è robaccia e non letteratura. Senza contare che chiunque al giorno d'oggi è capace di scrivere una banale storia d'amore. O no?
Ordina per
  • 5

    Ho appena iniziato il libro e devo già fare un commento. A pagina 18 c'è scritto "i culturisti non sono noti per essere grandi amatori" e il mio commento è: "Aaaah cara la mia autrice, ti sbagli di gr ...continua

    Ho appena iniziato il libro e devo già fare un commento. A pagina 18 c'è scritto "i culturisti non sono noti per essere grandi amatori" e il mio commento è: "Aaaah cara la mia autrice, ti sbagli di grosso, questo è un grandissimo clichè!!!!"
    A parte questo è esattamente il genere di libro che piace a me, divertente, leggero, parla di sentimenti in modo vero, semplice, scorrevole. Come sempre Anna Premoli non delude, brava! :)

    ha scritto il 

  • 2

    Nello scorso romanzo ho avuto un problema con la protagonista della Premoli (insopportabile), stavolta non so dire quale sia il problema. Ho amato tutti i romanzi di quest'autrice, chi più chi meno, ...continua

    Nello scorso romanzo ho avuto un problema con la protagonista della Premoli (insopportabile), stavolta non so dire quale sia il problema. Ho amato tutti i romanzi di quest'autrice, chi più chi meno, ma con questi ultimi due pubblicati non ho ritrovato ciò che ho sempre amato nei suoi romanzi.

    Forse l'ho letto anche in un periodo no, ma posso dire che stavolta non mi ha entusiasmato granché la storia d'amore. Dato che si tratta di un romanzo d'amore, direi che allora c'è un problema. Lo schema è quello classico: all'inizio lui e lei non si sopportano, ma per una serie di circostanze si avvicinano e passano del tempo insieme e si innamorano. Tutto molto semplice. Purtroppo io proprio la parte dell'innamoramento non l'ho sentita e l'ho trovata troppo repentina. Peccato perché in questo romanzo si parlava tanto d'amore, dovuto anche al lavoro dei due protagonisti, che sono entrambi due scrittori. Laurel è una scrittrice di romanzi rosa molto prolifica mentre Aidan ha scritto un solo romanzo grazie al quale ha vinto il Pulitzer. Sono anni però che non pubblica nulla e si trova bloccato e si considera quasi uno scrittore fallito e come molti scrittori (ma non solo) considera il genere rosa inferiore e così, dopo un incontro con Laurel, nasce una scommessa in lui e scommette che non ci voglia nulla a scrivere un romanzo rosa.

    Pensavo di trovare un romanzo nel romanzo ma non è proprio così. Certo, il mestiere dei due protagonisti ha tirato fuori varie questioni che ho sempre notato, però a livello di trama mi aspettavo di più. Mi aspettavo che Aidan avesse qualche difficoltà, invece la scrittura fila liscia come l'olio; una scelta particolare, visto che si parla dei pregiudizi sui romanzi d'amore. Se l'intento era dimostrare che anche questo genere ha le sue difficoltà, non condivido la scelta di far vedere che Aidan, bloccato per anni nella scrittura, come inizia a scrivere un romanzo rosa supera improvvisamente il blocco dello scrittore.

    Si parla tanto della concezione del genere romantico e tutto quello che si dice in questo romanzo è vero. Forse io stessa che leggo questo genere lo tratto un po' come un genere inferiore. Ammettiamolo, il romanzo rosa è quello su cui ci sono più pregiudizi. Altra verità che mi ha fatto notare, quando è un uomo a scrivere un romanzo d'amore allora si tratta di un romanzo ricercato e profondo e poche volte si mette nel genere "rosa"; quando è una donna il discorso è diverso. E non parliamo di copertina e titolo.
    La parità tra i sessi si vede anche da queste cose. Purtroppo mi rendo conto che non è facile da applicare, io stessa ho dei pregiudizi. La stessa Laurel, che scrive quel genere, ha dei pregiudizi. Ci sono delle convizioni radicate nella nostra società difficili da abbattere.

    La morale mi è piaciuta, ma non mi ha entusiasmato tanto la storia tra Aidan e Laurel. Mi ha interessato molto invece il rapporto contrastato tra la sorella di Aidan e il suo editore, ma non ho capito se il prossimo romanzo parlerà di loro. Lo spero.

    ha scritto il 

  • 4

    [...] Nonostante la presenza di errori ortografici, i primi che noto in un romanzo cartaceo di Anna Premoli e quindi causa di un leggero colpo al cuore per una sua fan come lo sono io, Grammar Nazi pe ...continua

    [...] Nonostante la presenza di errori ortografici, i primi che noto in un romanzo cartaceo di Anna Premoli e quindi causa di un leggero colpo al cuore per una sua fan come lo sono io, Grammar Nazi per definizione, e l’assenza di alcuni collanti tra una scena e l’altra, creando perciò in me non pochi dubbi sull’effettiva dinamica dell’evento a cui stavo assistendo come pubblico non pagante e intruso, È solo una storia d’amore celebra il cliché dei cliché, dimostrando quanto le convinzioni ben radicate possano fuorviare e portare a vedere in maniera errata la realtà quotidiana, nostra compagna di sublime bellezza, inducendoci a guardare con occhi diversi ciò che abbiamo intorno, aiutandoci a capire che ogni individuo di questo mondo può essere una vittima prescelta dall’amore, predestinata da una qualche forza più grande e decisamente persuasiva a vivere una fiaba dalle tinte rosa, dove i principi e le principesse, unici e classici protagonisti di tali storie, prendono vita, rinascendo in noi e per noi, donandoci una nuova speranza e un’inedita visione della nostra ordinarietà. Perché, alla fine, è la realtà la vera favola.

    Per la recensione completa: http://lanicchialetteraria.altervista.org/%E2%99%A5-cuori-in-viaggio-recensione-de-e-solo-una-storia-damore/

    ha scritto il 

  • 3

    Bello, ironico, con batture davvero spassose, come in tutti i suoi romanzi, anche se in questo mi è sembrato di scoprire una Premoli davvero più matura dal punto di vista narrativo. Si intuisce anche ...continua

    Bello, ironico, con batture davvero spassose, come in tutti i suoi romanzi, anche se in questo mi è sembrato di scoprire una Premoli davvero più matura dal punto di vista narrativo. Si intuisce anche una certa vena autobiografica ed è davvero brava a sdoppiarsi e a mettersi nei panni di un uomo. Davvero bella la storia raccontata da due punti di vista (femminile e maschile) e per me è il suo romanzo migliore, qualcosa di più impegnato e profondo della solita storia rosa. Ho trovato adorabile il protagonista maschile e credibile il suo percorso psicologico, anche se era comunque "uno stronzo simpatico" già dalle pagine iniziali. E' il romanzo della Premoli che ho preferito finora.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Tu dì loro di aspettare. Prima o poi quello giusto arriva sempre.

    E' solo una storia d'amore è il primo romanzo che leggo della Premoli, sapete che non sono solita leggere romanzi di questo genere ma devo ammettere che questo libro mi ha conquistata!
    I protagonisti ...continua

    E' solo una storia d'amore è il primo romanzo che leggo della Premoli, sapete che non sono solita leggere romanzi di questo genere ma devo ammettere che questo libro mi ha conquistata!
    I protagonisti della storia sono Aidan e Laurel, entrambi scrittori. Aidan Tyler con il suo primo romanzo ha vinto il Premio Pulitzer e credeva ormai di essere diventato uno scrittore a tutti gli effetti, purtroppo l'ispirazione sembra essersi volatilizzata e ormai non sembra riuscire a scrivere più nulla di decente. Pressato dall'editore e dal suo agente, Aidan viene spinto a scrivere un romanzo d'amore, genere da lui disprezzato, ed entra in contatto con Laurel, una scrittrice di romanzi rosa famosissima. Tra incomprensioni, dispetti e battutine al vetriolo, Aidan e Laurel troveranno il modo di collaborare.
    Questo romanzo è una boccata d'aria fresca, una storia frizzante, ironica e romantica senza essere melensa!
    Aidan, nel pieno del suo blocco da scrittore, viene praticamente costretto a scrivere un romanzo "rosa", spinto sia dal suo agente che da un'assurda scommessa fatta con Laurel, una famosissima scrittrice di romanzi rosa. Dopo vari battibecchi, Aidan e Laurel iniziano a scrivere i loro nuovi romanzi in contemporanea, litigando e collaborando, fino a quando si accorgono che da quella collaborazione sta nascendo qualcosa in più di due belle storie.
    La Premoli ha uno stile frizzante, scorrevole e molto ironico. La narrazione segue i punti di vista di entrambi i protagonisti e devo dire che questa scelta ci permette di cogliere al meglio le emozioni di entrambi. Mi è piaciuta moltissimo la storia e il modo in cui affronta in maniera molto ironica, attraverso il preconcetto di Aidan, il mondo dei romanzi rosa e il modo in cui solitamente vengono considerati.
    La storia si legge davvero in un battito di ciglia, è ovviamente un romanzo d'amore ma che non scade mai nel melenso. Piuttosto tutto viene narrato attraverso una voce ironica che dà all'intera storia una marcia in più e rende la lettura molto divertente. Chapeau alla Premoli che è riuscita a farmi piacere un romanzo rosa! Leggetelo anche voi, non vi deluderà!

    ha scritto il 

  • 3

    Ci sono rimasta male.
    L'inizio splendido, ottime premesse, personaggi interessanti... ma a metá crolla tutto, diventa lento, non ti viene voglia di leggerlo e cosi fai fatica a finirlo.

    ha scritto il 

  • 3

    Gli uomini che ti mandano fiori sono ormai una specie in via d'estinzione. La nostra unica speranza è che ci siano forme di vita aliene nell'universo.

    Schietto, rilassante, veloce , buoni dialoghi ma ...continua

    Gli uomini che ti mandano fiori sono ormai una specie in via d'estinzione. La nostra unica speranza è che ci siano forme di vita aliene nell'universo.

    Schietto, rilassante, veloce , buoni dialoghi ma, soprattutto, al di là della semplice storia d'amore, analizza il sentimento della "non vergogna" di leggere/scrivere romance, quasi liberatorio in un certo senso.

    “Se scrivi rosa devi per forza essere una donnina debole e sentimentale, sentivo dire un po’ ovunque. E io non sono né debole né sentimentale. Chi pensava di farmi un grande complimento mi diceva che io ero l’eccezione, perché avevo alle spalle un percorso di studi molto serio e una carriera in un ambiente finanziario che in genere è maschile. Come a dire, tu ti salvi ma il resto è un disastro.
    Ci ho pensato.
    E pensato.
    E alla fine mi sono resa conto che oggi ci sono poche cose davvero più femministe e progressiste del rosa, e chi critica il rosa nelle sue moltissime sfaccettature lo fa allo stesso modo con cui una volta noi donne venivamo criticate perché pretendevamo i diritti politici. O la parità di opportunità, di salario e carriera. O perché volevamo parlare di sessualità femminile.
    Il mio messaggio per tutti quelli che oggi storcono il naso di fronte al mondo del rosa è uno solo: fatevene una ragione.”

    Da "Ringraziamenti" di Anna Premoli. “È solo una storia d'amore (eNewton Narrativa) (Italian Edition)”. iBooks.

    ha scritto il 

Ordina per