Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

如果在冬夜,一个旅人

By 伊塔洛・卡尔维诺

(60)

| Paperback | 9787544701983

Like 如果在冬夜,一个旅人 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

  如果在冬夜,一个旅人,在马尔堡市郊外,从陡壁悬崖上探出身躯,不怕寒风,不怕眩晕,望着黑沉沉的下面,在线条交织的网中,在线条交叉的网中,在月光照耀的落叶上,在空墓穴的周围,最后的结局是什么。
  卡尔维诺用小说搭起迷宫,与读者你,一起做文字和思想的游戏,正如情欲,开放了男人和女人的时空,阅读,也让读者、作者和作品,碎成万花筒里的玻璃,自由变幻着世界,繁华镜像之问,你是否看见了,卡尔维诺的狡黠。
  这部作品由框架故事和嵌入小说两部分组成。框架故事以男性读者“你”作主角,“你”是 Continue

  如果在冬夜,一个旅人,在马尔堡市郊外,从陡壁悬崖上探出身躯,不怕寒风,不怕眩晕,望着黑沉沉的下面,在线条交织的网中,在线条交叉的网中,在月光照耀的落叶上,在空墓穴的周围,最后的结局是什么。
  卡尔维诺用小说搭起迷宫,与读者你,一起做文字和思想的游戏,正如情欲,开放了男人和女人的时空,阅读,也让读者、作者和作品,碎成万花筒里的玻璃,自由变幻着世界,繁华镜像之问,你是否看见了,卡尔维诺的狡黠。
  这部作品由框架故事和嵌入小说两部分组成。框架故事以男性读者“你”作主角,“你”是整本书的“隐设读者”,也是实际在进行阅读的读者。话说,你兴致勃勃地买来卡尔维诺的新小说《如果在冬夜,一个旅人》,正看到入迷之处,没想却因书页装订错误而被迫中断阅读。你迫不及待地去寻找下文,不料拿回来却是另一部小说,读到高潮迭起之际,书又戛然而止……如此这般的阴错阳差一再发生,你锲而不舍地追索其下文,一部接一部地找来读,前后总共阅读了十部互异其趣的小说之开头,这些“嵌入的小说”的标题正好串成一个句子:(1)如果在冬夜,一个旅人,(2)在马尔泊克镇外,(3)从陡坡斜倚下来,(4)不怕风吹或晕眩,(5)在逐渐累聚的阴影中往下望,(6)在一片缠绕交错的线路网中,(7)在一片穿织交错的线路网中,(8)月光映照的银杏叶地毯,(9)环绕一空墓,(10)什么故事在那头等待结束?
  这本书有时隐约,有时直接地把阅读(及写作)和性爱等同齐观,混为一谈。不少章节的前文和各篇嵌入小说皆涉及情欲挑逗,描写露骨,香艳刺激,不亚于坊间所见的煽色腥小说;同时又隐含深刻寓意,可从心理分析的角度加以诠释。光从这一点,就可以约略看出,这是一本后现代作品:兼容并蓄严肃和通俗文学的特色于一炉,所谓“外行看热闹,内行看门道”,正好人人各取所需,皆大欢喜。

1076 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Il romanzo nel romanzo

    Se una notte d’inverno un viaggiatore è l’ultimo romanzo di Italo Calvino, scritto nel 1979 durante il soggiorno parigino, ed è l’opera che meglio rappresenta la concezione Calviniana di letteratura come artificio.
    Mi sono avvicinato a questo libro d ...(continue)

    Se una notte d’inverno un viaggiatore è l’ultimo romanzo di Italo Calvino, scritto nel 1979 durante il soggiorno parigino, ed è l’opera che meglio rappresenta la concezione Calviniana di letteratura come artificio.
    Mi sono avvicinato a questo libro dopo aver letto il Marcovaldo e alcuni estratti di Palomar, affascinato dallo stile semplice ma ricco di sfumature di Calvino di raccontare storie, anche se già da molto tempo, colpito dal titolo dell’opera (errore spesso commesso dai così detti ‘lettori casuali’), mi ero promesso di doverlo leggere.
    Protagonista della vicende è il Lettore, che apprestatosi a leggere l’ultimo capolavoro di Calvino (intitolato proprio Se una notte d’inverno un viaggiatore), si accorge che il libro presenta un difetto di stampa che non permette di procedere nella lettura dell’opera. E così si imbatte in un viaggio che lo porterà a conoscere la sua controparte femminile, la Lettrice, Ludmilla, a leggere dieci romanzi tutti diversi tra loro e tutti che s’interrompono improvvisamente, fino ad arrivare a contatto con una cospirazione mondiale romantica di manipolazione di testi ad opera di un losco individuo di cui non si trovano più tracce chiamato Ermes Marana.
    Calvino si era proposto di scrivere un romanzo sul piacere di leggere romanzi, identificandosi non più come l’autore, ma come il lettore di essi, cimentandosi così nella stesura di dieci testi apocrifi (attribuiti falsamente ad un autore) tutti diversi da loro sia per temi sia per stile, ma che possono essere facilmente riproposti seguendo lo schema che lo stesso Calvino suggerisce (posseggo l’opera edita da Oscar Mondadori, con presentazione di Giovanni Raboni): “Se una notte d’inverno un viaggiatore” romanzo della nebbia dal forte stampo noir, “Fuori dell’abitato di Malbork” romanzo dell’esperienza corposa, “Sporgendosi dalla costa scoscesa”, romanzo simbolico interpretativo (mi ha colpito particolarmente), “Senza temere il vento e la vertigine” romanzo politico-esistenziale, “Guarda in basso dove l’ombra s’addensa” romanzo cinico-brutale, con forte componente pulp, “In una rete di linee che s’allacciano” romanzo dell’angoscia, tipico esempio di post-modernismo americano con il quale lo stesso Calvino entrerà in contatto nel suo ultimo periodo, “In una rete di linee che s’intersecano”, romanzo logico-geometrico, “Sul tappeto di foglie illuminato dalla luna” romanzo erotico della perversione, “Intorno a una fossa vuota” romanzo tellurico-primordiale, e in fine “Quale storia attende laggiù la fine?” romanzo apocalittico.
    Il romanzo dunque presenta una struttura molto originale, presentando un racconto sempre interrotto (spesso nel climax, proprio quando iniziava a catturarci e avremmo voluto saperne di più) e poi un intervallo che ripropone le peripezie del Lettore e della Lettrice Ludmilla.
    Se una notte d’inverno un viaggiatore è un libro piacevole da leggere, che ci illude, ci accudisce, ci vizia, ci fa innamorare e poi ci risveglia bruscamente, senza mai arrivare ad una vera conclusione. I dieci romanzi apocrifi sono quasi tutti di alto livello e, almeno personalmente di quasi tutti avrei piacevolmente continuato la lettura (eccezion fatta per “In una rete di linee che s’intersecano”, “Intorno a una fossa vuota” e “Quale storia attende laggiù la fine?”). Non posso dire lo stesso per la parte narrata del lettore e della lettrice, che è solo un mero intermezzo necessario al corretto compimento di questo esperimento Calviniano, ma che non presenta nessuna peculiarità, nessun colpo di scena rilevante e nessun momento di particolare riflessione.

    Is this helpful?

    Hal Incandenza said on Aug 15, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    "Vorrei poter scrivere un libro che fosse solo un incipit, che mantenesse per tutta la sua durata la potenzialità dell'inizio, l'attesa ancora senza oggetto".

    Questo è un romanzo sul romanzo.
    No.
    E' un romanzo nel romanzo.
    No, un attimo.

    Sono dei romanzi nel romanzo.

    [...]

    Calvino è un ottimo scrittore perchè con poche precise parole sa portarti dritto in un mondo che è diver ...(continue)

    Questo è un romanzo sul romanzo.
    No.
    E' un romanzo nel romanzo.
    No, un attimo.

    Sono dei romanzi nel romanzo.

    [...]

    Calvino è un ottimo scrittore perchè con poche precise parole sa portarti dritto in un mondo che è diverso da quello che ti sta circondando al momento della lettura.
    Questo libro -che parla di libri, che contiene libri, che pullula di amore per i libri- , però, non mi ha convinta del tutto.
    E credo anche di aver capito il perchè: io odio iniziare un romanzo. Devo rileggere la prima frase due o tre volte, devo cercare di capire bene dove mi trovo, con chi ho a che fare, etc. etc.

    E questo, per l'appunto, è un libro sugl'inizi.
    Fate due più due.

    Is this helpful?

    Josephine.March. said on Aug 6, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Geniale!

    Una storia bellissima, scritta in modo magistrale da un Calvino che in questo libro si cimenta nella scrittura di tanti incipit con stili e atmosfere differenti.
    Un esercizio di stile si, ma non fine a se stesso: la trama è avvincente e l'identificaz ...(continue)

    Una storia bellissima, scritta in modo magistrale da un Calvino che in questo libro si cimenta nella scrittura di tanti incipit con stili e atmosfere differenti.
    Un esercizio di stile si, ma non fine a se stesso: la trama è avvincente e l'identificazione con i "protagonisti", se si ama leggere, è praticamente immediata.
    Unica pecca: resta l'amaro in bocca di non poter leggere tutti i romanzi incompiuti descritti nel libro!
    Consigliatissimo

    Is this helpful?

    Dafne said on Aug 5, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    « È un romanzo sul piacere di leggere romanzi; protagonista è il Lettore, che per dieci volte comincia a leggere un libro che per vicissitudini estranee alla sua volontà non riesce a finire. Ho dovuto dunque scrivere l'inizio di dieci romanzi d'autor ...(continue)

    « È un romanzo sul piacere di leggere romanzi; protagonista è il Lettore, che per dieci volte comincia a leggere un libro che per vicissitudini estranee alla sua volontà non riesce a finire. Ho dovuto dunque scrivere l'inizio di dieci romanzi d'autori immaginari, tutti in qualche modo diversi da me e diversi tra loro. »
    (I. Calvino, durante una conferenza stampa, tenutasi a Buenos Aires nel 1984)
    Divertente, ben scritto e ricco di colpi di scena! Lo stratagemma stilistico del romanzo dentro al romanzo è spettacolare, come sempre.
    Aggiungo che è un libro a digestione lenta: a distanza di giorni mi tornano in mente frasi che mi fanno riflettere.

    Is this helpful?

    Frasca said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Elogio della lettura

    Un libro difficile, che mi ha emozionato molto all'inizio.
    Ho fatto fatica a continuare quando le storie iniziano a intrecciarsi, ma il finale mi ha commosso.

    Is this helpful?

    Somaro Mannaro said on Jul 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho apprezzato l'esercizio di stile. Credo sia un buon libro per approcciarsi a Calvino (è il suo primo libro che leggo). Non mi sono dispiaciuti i romanzi che si interrompono poichè risultano essere soltanto delle sottotrame.

    Is this helpful?

    Stef said on Jul 26, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection