Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

打鬼戰士Ⅱ

檔案Z

By Max Brooks

(129)

| Paperback | 9789866973925

Like 打鬼戰士Ⅱ ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

檔案Z!

檔案Z,是從台灣與以色列之間的通訊為起點。

解放軍內部突然出現大量密碼傳輸訊息,台灣看不懂,於是請以色列協助解碼。以色列調查後發現,中國境內出現一種難以控制的新疾病…同時間,南非傳出「非洲狂犬病」,疫情立刻橫掃全球,美國在兩個月內火速通過新藥「方陣」上市,對抗「非洲狂犬病」。

整個地球亂了。伊朗與巴基斯坦爆發短暫可怕的核戰,以色列宣布封鎖邊境,俄羅斯政府用殘酷的手段鎮壓境內的兵變,日本全國撤遷,大量美國難民湧入古巴後住在 Continue

檔案Z!

檔案Z,是從台灣與以色列之間的通訊為起點。

解放軍內部突然出現大量密碼傳輸訊息,台灣看不懂,於是請以色列協助解碼。以色列調查後發現,中國境內出現一種難以控制的新疾病…同時間,南非傳出「非洲狂犬病」,疫情立刻橫掃全球,美國在兩個月內火速通過新藥「方陣」上市,對抗「非洲狂犬病」。

整個地球亂了。伊朗與巴基斯坦爆發短暫可怕的核戰,以色列宣布封鎖邊境,俄羅斯政府用殘酷的手段鎮壓境內的兵變,日本全國撤遷,大量美國難民湧入古巴後住在集中營裡。

人類首度面臨滅絕的噩運。

每一國的臨時政府都必須做出痛苦的決定:在資源不足的情況下,只能拯救一小撮人。南非甚至實施了人類歷史上最具爭議性的計畫:在幾個區域內留下活口,定期補給,充當人餌誘開危險,好讓政府在「安全區」內繼續運作…

這是一部壯闊的史詩,從大中華地區打到巴勒斯坦,從美國內陸打到愛爾蘭,從地球水面打到外太空,參戰的單位有正規軍和善良平民組成的自衛武力,有男人有女人,有大人有少年,共同投入這場挽救人類文明的聖戰。使用的武器有坦克、飛機、竹竿、白刃……

人類經歷了史無前例的悽慘遭遇。在這末日的劫難裡,帶小孩的、懷孕的、體弱多病的,你們有禍了!你們在逃跑的時候,如過遇到冬天、大風、飢荒,你們斷無一人能夠熬過這場末日災難……

本書是全球頂尖生存專家麥克斯?布魯克斯繼《打鬼戰士:世界末日求生指南》之後又一巨著,以精細的遠見提醒當代世人:天國近了,你要先做準備!

檔案Z 極神秘 內容記載最詳細
活下去 照這裡 打鬼戰士第二集

本書特色

發揮群體力量、事前做好準備等等老生常談,在這本書裡面用最新、最新引人的方式加以呈現。

對於目前銀幕上常見的殭屍主題,本書從大眾文化的角度加以成功詮釋,把殭屍拉近到「個人生活」的實用層次。

《打鬼戰士》系列共有兩部作品,推出後持續暢銷不墜,解開了「殭屍」這個大眾文化主題背後的迷思:只要打法對,殭屍會被打死。

300 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    「你們美國人真的很少問過自己的新腎臟、新胰臟是從哪來的,你們不知道,因為你們不在乎,不在乎它原來屬於某個貧民窟的小孩,或是關在中國政治監獄裡面的學生。」

    Is this helpful?

    Holf91 said on Aug 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ahimè, devo confessare che pur apprezzando intellettualmente il tentativo, pur trovando che ci sono pagine pregevoli e molti spunti interessanti, mi sono annoiata a morte. La vicenda non mi ha preso, non mi sono immedesimata in niente e in nessuno, e ...(continue)

    ahimè, devo confessare che pur apprezzando intellettualmente il tentativo, pur trovando che ci sono pagine pregevoli e molti spunti interessanti, mi sono annoiata a morte. La vicenda non mi ha preso, non mi sono immedesimata in niente e in nessuno, e tutte quelle disquisizioni su armi e attrezzature e strategie belliche mi hanno ucciso. L'ho finito in diagonale, per non dire in verticale. Eppure capisco chi l'ha trovato geniale, si vede che la qualità c'è, ma proprio non è nelle mie corde oppure non l'ho preso in mano al momento giusto.
    Mi dispiace, Mara, ci ho provato... :-)

    Is this helpful?

    Lucy van Pelt said on Aug 13, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Il terrore del Verosimile

    Diciamolo subito: la Cooper ha fatto un autogoal straordinario nella sua scelta editoriale di sottotitolare in italiano quest'opera con "La guerra mondiale dei zombie", perché a parte l'inutile ripetizione del titolo dal sapore di film americano degl ...(continue)

    Diciamolo subito: la Cooper ha fatto un autogoal straordinario nella sua scelta editoriale di sottotitolare in italiano quest'opera con "La guerra mondiale dei zombie", perché a parte l'inutile ripetizione del titolo dal sapore di film americano degli anni pre2000 tradotto in italiano per essere adattabile al bacino d'utenza spaghetti e mandolino che non sapeva una parola di inglese, più o meno tutti, a meno di essere genere nerd già condannati, pensavano a questo libro come alla vaccata più grossa degli ultimi anni (roba da Van Helsing o perchè no, Troll 2). Io stesso mi muovevo per la stazione Termini con circospezione, forse talvolta ho messo in luce la quarta di copertina mimetica, che mi faceva sembrare un po' meno coglione.
    Eppure il figlio di Mel Brooks ha sfornato un vero e proprio capolavoro di genere. Il realismo con cui viene affrontato un fenomeno così tanto abusato nel cinema come nella narrativa, rende la lettura estremamente attraente, piacevole, persino con riflessioni a loro modo profonde che proprio non ti aspetti da un testo del genere. La modalità "An oral history of zombie war" che in inglese rende molto meglio rispetto al suo gemello tardone italiano, conferisce al romanzo una fisionomia che travalica il genere, che regala credibilità al tutto, sottolineando le conseguenze a tutti i livelli. Max qui dà prova di aver studiato molto i fenomeni umani reali (gli effetti di una guerra, gli addestramenti militari, la psiche nella sua estrema variabilità, la disperazione) creando qualcosa di nuovo che, per un appassionato di zombie come lo scrivente, destabilizza e restituisce al contempo fiducia nella creatività umana.

    Is this helpful?

    Marco Migliorato said on Aug 3, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Zombi contro tutti

    La forza di questo libro è la frammentarietà, una serie di interviste ai protagonisti della guerra contro gli zombi, che consente al lettore di creare il proprio affresco personale. Per chi ha visto il film: purtroppo i produttori del film omonimo ha ...(continue)

    La forza di questo libro è la frammentarietà, una serie di interviste ai protagonisti della guerra contro gli zombi, che consente al lettore di creare il proprio affresco personale. Per chi ha visto il film: purtroppo i produttori del film omonimo hanno cercato di incanalare il tutto nei soliti binari in cui il solito 'eroe protagonista' si erge al di sopra della massa, mentre è la coralità trasmessa dal libro la vera forza e -a mio avviso- il tratto più originale. Più incisivo nella prima metà, ma bello.

    Is this helpful?

    Rouge said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book