潛水鐘與蝴蝶

Le Scaphandre et le papillon

By

Publisher: 大塊文化出版股份有限公司

4.0
(2479)

Language: 繁體中文 | Number of Pages: 127 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , French , Italian , Spanish , Greek , Swedish , German , Catalan , Portuguese , Dutch

Isbn-10: 9578468334 | Isbn-13: 9789578468337 | Publish date:  | Edition 1

Translator: 邱瑞鑾

Category: Biography , Fiction & Literature , Health, Mind & Body

Do you like 潛水鐘與蝴蝶 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
1995 年,鮑比還是法國時尚雜誌 Elle 的總編輯,才情俊逸,開朗健談,熱愛人生。然而,到了年底, 44 歲的他突然腦幹中風,全身癱瘓,不能言語,只利下左眼還有作用。在友人的協助下,靠著眨動左眼,他一個字母一個字母地寫下這本不同尋常的回憶錄。出書後二天,他去世。但他只告訴世人,他被禁錮的靈魂永遠活著。
Sorting by
  • 4

    Ingredienti: un giornalista famoso colpito dalla “locked-in syndrome”, una mente rimasta lucida in un corpo paralizzato, una sola palpebra per comunicare col mondo, ricordi e pensieri scritti con un o ...continue

    Ingredienti: un giornalista famoso colpito dalla “locked-in syndrome”, una mente rimasta lucida in un corpo paralizzato, una sola palpebra per comunicare col mondo, ricordi e pensieri scritti con un occhio sulla soglia della morte.
    Consigliato: a chi vive con un’anima di farfalla dentro un corpo di pietra, a chi rimane in bilico tra voglia di vivere e voglia di morire.

    said on 

  • 3

    Quando rimangono solo le parole, nessuna parola è di troppo.

    Sono assolutamente convinta che alcuni libri vadano letti al momento giusto, a costo di aspettare mesi, se non anni. Lo scafandro e la farfalla mi guardava dallo scaffale da tantissimo tempo, e nonost ...continue

    Sono assolutamente convinta che alcuni libri vadano letti al momento giusto, a costo di aspettare mesi, se non anni. Lo scafandro e la farfalla mi guardava dallo scaffale da tantissimo tempo, e nonostante sia piuttosto corto e mi incuriosisse molto, non avevo mai trovato la giusta occasione per iniziarlo. La scelta è stata piuttosto casuale in effetti, non avevo in programma di leggerlo, ma per me la lettura funge anche da terapia e, quando mi trovo ad affrontare momenti e situazioni difficili, inconsciamente mi avvicino a romanzi che trattano lo stesso tema, e così ho fatto anche questa volta. Accompagnare un famigliare nel lungo percorso della riabilitazione non è semplice, e leggere questa breve testimonianza mi ha aiutato a concretizzare alcuni pensieri e a capire meglio cosa può passare per la testa a chi ha vissuto l'ictus in prima persona.

    L'automobile di Vincent di ferma al parcheggio dell'ospedale. È qui che i visitatori hanno bisogno di un po' di coraggio per superare gli ultimi metri che mi separano dal mondo. A certi manca il respiro. Devono prima perdersi un po' per arrivare da me con la voce più ferma e gli occhi meno lucidi. Quando finalmente si lanciano sembrano subacquei in apnea.

    Letture come questa sono difficili da giudicare, se da un lato vorrei analizzare il testo, dall'altro penso che le testimonianze vadano prese così come sono, perché nella maggior parte dei casi mettere le emozioni nero su bianco è liberatorio e terapeutico per chi scrive e racconta, più che per chi legge. Il libro mi è piaciuto, il numero di pagine fa sì che lo si possa leggere senza problemi in poche ore e, visto il tema toccante, il risultato è un testo piacevole e interessante. L'autore ha saputo parlare della sua condizione in maniera molto ironica e, pur essendo palpabile la tristezza della sua storia, il romanzo è leggero e scorrevole.
    Mi aspettavo una lettura emotivamente forte, invece sono rimasta sorpresa dalla semplicità di queste poche pagine, in cui si alternano riflessioni profonde e capitoli più vaghi, ma non sono comunque rimasta delusa. Non è stato il romanzo d'impatto che immaginavo, ma poter entrare nella testa di chi si trova intrappolato nel proprio corpo ti da la possibilità di guardare il mondo con altri occhi, credo che di tanto in tanto a tutti faccia bene ridimensionare i propri pensieri, le preoccupazioni e le priorità. Prendere coscienza di ciò che è davvero importante nella nostra vita è il primo passo verso la crescita personale, e questi libri possono regalare molto, se si fa tesoro di ciò che vogliono dirci.

    RECENSIONE SUL MIO BLOG: http://ombre-angeliche.blogspot.ch/2016/05/recensione-lo-scafandro-e-la-farfalla.html

    said on 

  • 3

    Mentre leggevo pensavo alla difficoltà che deve aver avuto l'autore a dettare questo libro usando solo una palpebra... Pensavo alle piccole cose che ci sembrano scontate e che invece per persone come ...continue

    Mentre leggevo pensavo alla difficoltà che deve aver avuto l'autore a dettare questo libro usando solo una palpebra... Pensavo alle piccole cose che ci sembrano scontate e che invece per persone come lui sono così irraggiungibili... Pensavo: "io, al suo posto, sarei stata così o sarei stata una che si piange addosso?". Un'incredibile forza esce da queste poche pagine, una forza nata per sopravvivere, perché 24h su 24 senza poter far nulla se non volare con il pensiero e con la fantasia come le ali di una farfalla deve essere veramente terribile, soprattutto se le tue facoltà mentali restano così limpide e cristalline..

    said on 

  • 4

    Immagino che ciascuno di noi sia terrorizzato dall'idea di poter essere colpito da una malattia così atroce come la locked-in syndrome, ma come molti libri che trattano argomenti così drammatici sono ...continue

    Immagino che ciascuno di noi sia terrorizzato dall'idea di poter essere colpito da una malattia così atroce come la locked-in syndrome, ma come molti libri che trattano argomenti così drammatici sono lì a ricordarci che bisogna godere di ogni piccolo momento perchè, se in buona salute, siamo già dei privilegiati

    said on 

  • 2

    la biografia dell'autore trovatosi a vivere dentro un corpo che non può governare e una pensiero che vola come una farfalla , unico modo di relazionarsi con la realtà esterna è il battito di ciglia ...continue

    la biografia dell'autore trovatosi a vivere dentro un corpo che non può governare e una pensiero che vola come una farfalla , unico modo di relazionarsi con la realtà esterna è il battito di ciglia di un occhio.

    said on 

  • 5

    一個熱愛自由的靈魂
    卻被禁錮在動彈不得的身軀裡
    無法想像遭遇到如此事故會有多麽深受打擊

    這本書非常薄
    只有127頁
    但卻是作者用他唯一能活動的左眼
    一個字母、一個字母拼出來的
    敘述了他腦海中的千頭萬緒
    用一種淡然的語氣說著他的故事
    好像作者也把我們帶進潛水鐘
    隔著一段距離看世界

    看完之後才了解到平凡最可貴
    日常生活當中的一切是作者遙不可及的奢望
    那我們還在抱怨什麼呢? ...continue

    一個熱愛自由的靈魂
    卻被禁錮在動彈不得的身軀裡
    無法想像遭遇到如此事故會有多麽深受打擊

    這本書非常薄
    只有127頁
    但卻是作者用他唯一能活動的左眼
    一個字母、一個字母拼出來的
    敘述了他腦海中的千頭萬緒
    用一種淡然的語氣說著他的故事
    好像作者也把我們帶進潛水鐘
    隔著一段距離看世界

    看完之後才了解到平凡最可貴
    日常生活當中的一切是作者遙不可及的奢望
    那我們還在抱怨什麼呢?

    said on 

  • 4

    Questa è la storia vera dell'autore, un giornalista colpito da un ictus poco prima del Natale 1995, a poco più di quarant'anni. Quando torna in sé, scopre di essere vittima della locked-in syndrome, l ...continue

    Questa è la storia vera dell'autore, un giornalista colpito da un ictus poco prima del Natale 1995, a poco più di quarant'anni. Quando torna in sé, scopre di essere vittima della locked-in syndrome, lui è cosciente ma riesce a muovere solo la palpebra sinistra. È con quella che detta l'intero libro, che comunica con il mondo. Si sente quasi la fatica di ripercorrere ogni volta l'intero alfabeto per arrivare alla lettera corretta, ma anche la levità di una grande mente.
    Di questo libro mi aveva parlato qualche anno fa Rosaria, un'amica che ora non c'è più, ma che ha lasciato tanto amore intorno a sé. Grazie per quest'ultimo regalo.

    said on 

  • 4

    Un libro molto intenso. La cosa che colpisce di più è che per quelle 120 pagine ci si riesca a immedesimare nel vissuto del protagonista: un cambio di prospettiva fondamentale per tentare di capire al ...continue

    Un libro molto intenso. La cosa che colpisce di più è che per quelle 120 pagine ci si riesca a immedesimare nel vissuto del protagonista: un cambio di prospettiva fondamentale per tentare di capire almeno in parte ciò che questa persona realmente prova. Reputo il prendere coscienza di tale storia un modo per crescere come persona, lo consiglio a tutti, in special modo a tutti i lavoratori nella sanità. Consiglio vivamente anche il film, che rispetto al libro è meno riflessivo e dà modo di entrare fin dal primo momento nel vivo della storia.
    E' anche un modo per riflettere: la vera ricchezza non sta nel possedere, ma si "limita" a ciò che sempre si dà per scontato, ed è ciò che permette a ognuno di essere sè stesso come meglio crede.

    said on 

  • 0

    La tesi di Emozione e coscienza di Damasio è l'importanza del corpo nei meccanismi di costruzione della coscienza e dell'espressione del sè. Nella sua esposizione accenna anche alla sindrome locked-in ...continue

    La tesi di Emozione e coscienza di Damasio è l'importanza del corpo nei meccanismi di costruzione della coscienza e dell'espressione del sè. Nella sua esposizione accenna anche alla sindrome locked-in: dice che un fatto sempre presente, ma trascurato, della malattia è che i pazienti manifestano una vasta gamma di espressioni, dalla tristezza alla gioia, ma non la grande angoscia legata alla loro situazione di impotenza e immobilità che in genere immaginiamo anche solo pensando al loro stato e che ho trovato in molte recensioni...ma non nel libro, infatti. C'è un certo grado di distacco in queste persone, a volte anche un senso di quiete.
    All'inizio ero stupita. Poi ho ricordato la recensione di questo libro del mio amico Maigret, che descriveva alla perfezione proprio la condizione di cui Damasio parla.
    "Tutto rimane sospeso a mezz'aria, come se quel corpo non gli appartenesse"
    "Il cervello è privato del corpo come teatro della realizzazione emotiva"
    Quanto dell'espressione di Bauby può essere raccontata con questa spiegazione scientifica-filosofica? Quanto con l'esigenza di sopravvivere che ti impone di adattarti perfino alle condizioni più estreme? Quanto alle propensioni personali, al modo di vedere il mondo, o al condizionamento dell'ambiente in cui è vissuto, della cultura che l'ha formato?
    Certo non basta il racconto dell'esperienza-limite di Bauby per capirlo.
    Ho voluto leggere il libro per avere un esempio concreto a mente, il vissuto di una persona reale.

    said on 

Sorting by