玫瑰的名字

By

Publisher: 皇冠文化出版有限公司

4.4
(23574)

Language: 繁體中文 | Number of Pages: 448 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi simplified , Spanish , Italian , German , French , Catalan , Russian , Finnish , Polish , Dutch , Portuguese , Hungarian , Norwegian , Slovak , Slovenian , Swedish , Czech , Greek , Turkish , Romanian , Korean

Isbn-10: 9573302926 | Isbn-13: 9789573302926 | Publish date:  | Edition 3

Translator: 謝瑤玲

Category: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Do you like 玫瑰的名字 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
故事以中世紀修道院為背景,一間原本就被異端的懷疑和僧侶個人私欲弄得烏煙瘴氣的寺院。卻又發生一連串離奇的死亡事件。一位博學多聞的聖芳濟修士負責調查真相,卻被捲入恐怖的犯罪之中……。

本書為艾可的第一部小說,也是最膾炙人口的經典之作,中文版出版多年,一直有穩定的銷售,本次為方便讀者閱讀,特別重新以大字排版,並更換新封面,希望給讀者耳目一新的感覺。

 舊版原已有名家張大春導讀,本次改版又特別再增加的最新導讀。

 本書自1980年出版以來,即迅速贏得各界一致的推崇及好評,除了獲得義大利和法國等國的文學獎之外,也席捲歐美各地的排行榜,銷售迄今已超過一千六百萬冊,並被翻譯成三十五國語言。並曾被改編為同名電影,史恩康納萊主演。

◎關於安伯托‧艾可

生於一九三二年,義大利亞歷山卓亞人。他是當前極負盛譽的記號語言學權威,也是知名的哲學家、歷史學家、文學評論家和美學家。現居米蘭,執教於波隆納大學,研究範圍從聖湯馬士‧阿奎納到詹姆士‧喬伊思到超人,極為廣博,發表過十餘本重要學術著作,包括著名的《讀者的角色──記號語言學的探討》一書。《玫瑰的名字》是他的第一本小說,在一九八○年出版後,立刻博得各界一致的推崇和好評,不但贏得法國和義大利最重要的文學獎,銷售亦達五十萬冊以上,席捲歐美各地的暢銷排行榜。第一本小說獲得了非凡的成就,他卻遲至八年後才再出版第二本小說──《博科擺》,一如各方所預期的,這本書再度在歐美引起了極大的轟動。

Sorting by
  • 5

    Magnifico romanzo storico.
    Riesce a ricreare alla perfezione il clima politico e spirituale del '300, fornisce importanti nozioni storiche e riporta profonde riflessioni filosofiche, tutto ciò senza t ...continue

    Magnifico romanzo storico.
    Riesce a ricreare alla perfezione il clima politico e spirituale del '300, fornisce importanti nozioni storiche e riporta profonde riflessioni filosofiche, tutto ciò senza tralasciare quell'aura di suspance e di mistero che costringe il lettore a leggere con avidità fino alla fine.
    Una lettura che arricchisce e che fa desiderare al lettore che il romanzo non finisca mai.
    Un'opera che, come scrisse Burgess, dimostra che "l'alta qualità e il successo non si escludono a vicenda".

    said on 

  • 4

    Ennesima rilettura....

    Lo rileggo sempre con goduria.
    Storia avvincente con garbato contorno di storia e filosofia. Vado matta per le argomentazioni dotte di frate Gugliemo, per l'ingenuità di Adso, per le stranezze di Salv ...continue

    Lo rileggo sempre con goduria.
    Storia avvincente con garbato contorno di storia e filosofia. Vado matta per le argomentazioni dotte di frate Gugliemo, per l'ingenuità di Adso, per le stranezze di Salvatore. E per i libri, oh, i libri!

    said on 

  • 4

    son passati tanti anni...

    ...eco lo scrisse a 48 anni. in quell'epoca preistorica destò scandalo che l'avesse, si dice, scritto al computer. violato il sacro dogma della penna. il miglior romanzo di eco, bello da leggere, avvi ...continue

    ...eco lo scrisse a 48 anni. in quell'epoca preistorica destò scandalo che l'avesse, si dice, scritto al computer. violato il sacro dogma della penna. il miglior romanzo di eco, bello da leggere, avvincente. troppo facile però risolvere l'enigma.

    said on 

  • 2

    L'ho trovato noioso, prevedibile e davvero poco scorrevole. Linguaggio arcaico, numerose citazioni in latino, tanta filosofia, insomma una lettura per nulla facile. Forse non sono abituato a questo ge ...continue

    L'ho trovato noioso, prevedibile e davvero poco scorrevole. Linguaggio arcaico, numerose citazioni in latino, tanta filosofia, insomma una lettura per nulla facile. Forse non sono abituato a questo genere di letture, è stato molto difficile finire questo romanzo.

    said on 

  • 0

    Per il momento non assegno stelle perché darei un giudizio non corretto.
    Mio padre tentò di farmelo leggere quando ero adolescente. Probabilmente non era il momento giusto e lo abbandonai dopo poche p ...continue

    Per il momento non assegno stelle perché darei un giudizio non corretto.
    Mio padre tentò di farmelo leggere quando ero adolescente. Probabilmente non era il momento giusto e lo abbandonai dopo poche pagine, con uno strano senso di vergogna visto che di solito se mio padre si entusiasmava per un libro si trattava di qualcosa che meritava di essere letto.
    Ora, a "qualche" anno di distanza mi incuriosisce e mi chiama perché riprovi a leggerlo... prima o poi dovrò dargli ascolto.

    said on 

  • 4

    Dove Miriam con un sorriso vittorioso completa la lettura...

    Noi viviamo per i libri. Dolce missione in questo mondo dominato dal disordine e dalla decadenza.”

    Che dire? Sicuramente un capolavoro, testimonianza dell'immensa cultura del buon professor Eco, ros ...continue

    Noi viviamo per i libri. Dolce missione in questo mondo dominato dal disordine e dalla decadenza.”

    Che dire? Sicuramente un capolavoro, testimonianza dell'immensa cultura del buon professor Eco, rosa all'occhiello (scusate non ho resistito), vanto italiano, best seller mondiale ma terribilmente pesante.
    Un libro impegnativo che offre spunti di meditazione, che si perde in lunghe descrizioni di fatti, cose e luoghi e che toglie punti a una trama geniale e originale.
    Parliamo di un thriller - storico ambientato in un'abbazia benedettina sperduta tra i monti del Nord-Italia in pieno medioevo dove personaggi immaginari si incontrano con personaggi realmente esistiti negli anni bui dell’ inquisizione, di Papa Giovanni XXII e la sua corte avignonese, di Fra Dolcino e i movimenti ereticali medioevali.
    Nel suo romanzo Eco ironizza sull’ipocrisia medioevale, critica la corruzione morale ecclesiastica dell’epoca (e sicuramente anche quella attuale) e tira qualche sassata più o meno velata all’ambiente politico italiano degli anni 70’.
    La mia lettura è stata spesso sofferta, spesso sono stata vinta dal sonno, spesso ho avuto voglia di saltare paragrafi noiosi ma poi all’ improvviso ecco lo spiraglio di luce e il libro non lo volevo più posare (dopo le prime 300 pagine il ritmo si fa più veloce). Eccomi qui, e concludo, dopo quasi 2 mesi di lettura - complici impegni lavorativi e non oltre alla pesantezza del libro (caro Eco non me ne volere) - è terminata la mia lettura e confesso che è con pizzico di tristezza il giovane Adso e l’arguto Guglielmo miei compagni di viaggio in questo best-seller made in Italy.

    said on 

  • 4

    Con un po' di timore mi sono avvicinata a questo romanzo, l'aura che avvolge la figura di Umberto Eco mi intimoriva e avevo paura di trovarmi davanti ad un'opera monumentale e difficile da leggere. In ...continue

    Con un po' di timore mi sono avvicinata a questo romanzo, l'aura che avvolge la figura di Umberto Eco mi intimoriva e avevo paura di trovarmi davanti ad un'opera monumentale e difficile da leggere. Invece la lettura di Tommaso Ragno mi ha aiutata ad assaporare la bellezza di questo classico, degli intrecci all'interno di un monastero del Nord Italia e del suo messaggio, a mio avviso principale: il peso delle parole e dei segni e significati che esse portano con sé possono segnare (nel bene o nel male) una vita.
    Book challenge 2017: un libro ambientato in Italia.

    said on 

Sorting by
Sorting by