¡Guardias! ¿Guardias?

Mundodisco, 8

By

Publisher: DeBolsillo (Biblioteca Terry Pratchett,6)

4.3
(2022)

Language: Español | Number of Pages: 396 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian , Czech , Chi traditional

Isbn-10: 8497931866 | Isbn-13: 9788497931861 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Cristina Macía ; Illustrator or Penciler: Ron Kirby

Also available as: Hardcover , Mass Market Paperback , Others

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like ¡Guardias! ¿Guardias? ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Un ejército de enanos ha de viajar a Ankn Morpork para enfrentarse a un enorme dragón que aterroriza a los habitantes del lugar. Pero se trata de un ejército muy peculiar, pues, además de enanos, sus combatientes son unos cobardes recalcitrantes. Así las cosas, el panorama no parece muy alentador, aunque nunca se sabe...Una nueva entrega de la saga de ciencia ficción más hilarante de todos los tiempos.
Sorting by
  • 4

    A me le guardie! è il romanzo della saga del Mondo Disco che segue cronologicamente Maledette piramidi, quindi l’ottavo. Terry Pratchett si sposta a Ankh-Morpork, il maggiore centro urbano del Mondo D ...continue

    A me le guardie! è il romanzo della saga del Mondo Disco che segue cronologicamente Maledette piramidi, quindi l’ottavo. Terry Pratchett si sposta a Ankh-Morpork, il maggiore centro urbano del Mondo Disco, per raccontarci le strampalate avventure delle guardie cittadine.
    http://www.ryo.it/2016/01/26/a-me-le-guardie-terry-pratchett-citazioni/

    said on 

  • 3

    Proseguo nell'esplorazione di Terry Pratchett, rimanendo più o meno della stessa opinione del precedente romanzo letto (Mort). Un buon romanzo, piacevole, ma che fa sudare la fine rallentando il ritmo ...continue

    Proseguo nell'esplorazione di Terry Pratchett, rimanendo più o meno della stessa opinione del precedente romanzo letto (Mort). Un buon romanzo, piacevole, ma che fa sudare la fine rallentando il ritmo proprio quando invece dovrebbe accelerare.

    In questo caso c'è anche una buona dose di satira, vengono messe subito in ridicolo le autorità e i meccanismi militari, la prima parte del libro va alla grande. Purtroppo la seconda metà sarebbe dovuta durare... la metà. Non arriva a rovinare l'esperienza, ma davvero tirare così per le lunghe un colpo di scena che si intuisce ben prima è un errore e quando finalmente si arriva alla risoluzione questa è un po' troppo sbrigativa.

    Memorabili alcuni personaggi, esplosivi alcuni giochi di parole. Come dire, la stoffa c'è, serve ancora un po' di esercizio.

    said on 

  • 4

    I nobili draghi non hanno amici. Quello che più si può avvicinare a tale concetto è un nemico ancora in vita.

    Come dice l'autore nell'introduzione, nelle opere fantasy le Guardie sono sempre molto bistrattate. In secondo piano, arrivano solo per fare brutta figura e poi morire da sciocchi.
    Qui, invece, le Gua ...continue

    Come dice l'autore nell'introduzione, nelle opere fantasy le Guardie sono sempre molto bistrattate. In secondo piano, arrivano solo per fare brutta figura e poi morire da sciocchi.
    Qui, invece, le Guardie sono le protagoniste. Nello specifico, lo sono quelle della povera, vecchia e sgangherata Guardia Notturna di Ankh-Morpork. Quattro uomini buffi, sempliciotti e demotivati che non sanno di essere speciali e di avere in mano il destino della loro città.
    La storia è costruita molto bene. Il mistero rimane quasi fino all'ultima pagina, le sorprese non finiscono quasi mai. A metà libro sembrava quasi che la storia dovesse concludersi da un momento all'altro, invece è proseguita tra numerosi colpi di scena.
    I personaggi sono dipinti tutti con grande maestria. Ogni membro della Guardia ha la sua peculiare personalità a cui affezionarsi indistintamente. Il mio preferito rimarrà comunque Carota, il grande nano alto due metri.
    Il libro è, in fondo, molto semplice, ma costituisce una lettura estremamente piacevole. Lo stile, la scorrevolezza, il realismo molto ben inserito in una storia fantasy e alcune piccole "surrealità" che si inseriscono alla perfezione nella storia compongono un romanzo leggero, ma ben strutturato e piacevolissimo da leggere.

    said on 

  • 4

    "«Be', d'accordo, tutte le probabilità disperate che sono una su un milione si avverano, giusto, non c'è problema,ma... come dire, è abbastanza comecavolosidice, specifico. Voglio dire, non vi pare?»
    ...continue

    "«Be', d'accordo, tutte le probabilità disperate che sono una su un milione si avverano, giusto, non c'è problema,ma... come dire, è abbastanza comecavolosidice, specifico. Voglio dire, non vi pare?»
    «E quindi, per esempio una su 999.943...» cominciò a dire Colon.
    Carota scosse la testa. «Non ci sarebbe speranza. Nessuno ha mai detto C'è una probabilità su 999.943 ma potrebbe funzionare»."

    Capisci che amerai un libro quando inizi a ridere dopo una manciata di righe.
    Già la premessa è geniale: "Potete chiamarli Guardie di Palazzo, Guardie Cittadine o Guardie e basta. Qualunque nome abbiano, in ogni opera di genere fantasy-eroico il loro scopo è lo stesso: più o meno al capitolo 3 (o dopo dieci minuti di film) irrompono nella stanza, attaccano l'eroe uno alla volta e vengono massacrati.
    Nessuno chiede mai se sono d'accordo. Questo libro è dedicato a quei nobilissimi uomini."

    Ed ecco che ci troviamo ad assistere alle avventure di questa scalcagnata guardia all'interno di una città in cui "gli assassini assassinavano, i ladri ladravano e le passeggiatrici passeggiavano".
    I personaggi stanno tutti su un gradino tra il grandioso e l'epico: i componenti della guardia, dal capitano ubriacone ma coraggioso Vines, alla recluta ligia al dovere Carota, omone di due metri che si crede un nano; senza dimenticare l'aristocratica lady che alleva i draghi di palude e la società segreta disposta ad evocare un drago perchè "il prezzo della frutta è troppo alto".....
    Altro gran pregio di Pratchett è quello di saper ribaltare e giocare coi luoghi comuni del fantasy, dal drago che dorme sulla montagna d'oro all'eroe munito di spada sbrilluccicosa, ergo magica.
    E se non bastasse, il tutto viene condito con scenette surreali da morire dalle risate e che ricordano il british humor del gruppo comico dei Monty Python. Come non citare, in tal senso, la "vita da nano" dell'appuntato Carota e l'episodio della "una possibilità su un milione", davvero dissacranti.
    Quindi, a chi consigliare questo "A me le Guardie!"? Innanzitutto a chi ama il fantasy,a chi adora l'umorismo inglese, ma anche e soprattutto a chi non si prende mai troppo sul serio!

    said on 

  • 5

    Brutal

    ¡Guardias! ¡Guardias! de Terry Pratchett es tan excelente como todo el mundo dijo que era. Sin duda, es de mis novelas favoritas de Mundodisco, incluso aunque algunos de los mejores momentos ya me los ...continue

    ¡Guardias! ¡Guardias! de Terry Pratchett es tan excelente como todo el mundo dijo que era. Sin duda, es de mis novelas favoritas de Mundodisco, incluso aunque algunos de los mejores momentos ya me los habían contado antes (como el dispararle la flecha al dragón). Simplemente genial.

    said on 

Sorting by
Sorting by