Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Sök Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ängelns lek

By

Förlag: Albert Bonniers Förlag

3.7
(12575)

Language:Svenska | Number of Pages: 586 | Format: Hardcover | På andra språk: (andra språk) Spanish , English , Italian , Polish , Catalan , Portuguese , Dutch , Chi traditional , Finnish , French , Slovenian , Chi simplified , German , Czech , Russian

Isbn-10: 9100122912 | Isbn-13: 9789100122911 | Publish date: 

Translator: Yvonne Blank

Även tillgänglig som: Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like Ängelns lek ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Bokbeskrivning
Barcelona på 1920-talet. En stad fylld av våld, märkliga sammanträffanden - och gåtor. De fördömdas stad.

Den unge David Martín har bosatt sig i ett gammalt förfallet tornhus i stadsdelen Raval. Han skriver gotiska berättelser och är på väg att slå igenom som bestsellerförfattare. Men allt blir inte som han tänkt sig: hans liv förmörkas av olycklig kärlek och det avtal han tecknat med förläggarna Barrido och Escobillas visar sig vara ett slavkontrakt.

En dag träder en man, som påstår sig vara förläggare, fram ur skuggorna och ger honom ett märkligt erbjudande som han inte kan motstå: David ska skriva en bok åt honom, en bok av ett slag som världen aldrig tidigare skådat. I utbyte ska han få en stor summa pengar - och kanske något annat. Är det djävulen eller en ängel som David ingått avtal med? Snart finner han sig fångad i en gåtfull och mardrömslik labyrint ur vilken det inte tycks finnas någon utväg.

Ängelns lek förflyttar oss på nytt till den Barcelonas skymmningsvärld och De bortglömda böckernas gravkammare som vi lärde känna i Zafóns förra bok, Vindens skugga. I denna nya äventyrsrika och fantastiska roman visar Zafón än en gång vilken unik och mästerlig berättare han är.

Sorting by
  • 5

    Recensione

    Per la mia recensione ---> http://booksandpassions.altervista.org/recensione-il-gioco-dellangelo-di-carlos-ruiz-zafon/
    Se passaste ve ne sarei grata! :) Nessuno spoiler ^-^

    sagt den 

  • 3

    Questo libro di Zafòn non mi ha entusiasmato come gli altri: ci sono troppi personaggi e troppi intrecci che ogni tanto fanno perdere il filo della storia. Come trama comunque rimane buona e lo stile ...fortsätt

    Questo libro di Zafòn non mi ha entusiasmato come gli altri: ci sono troppi personaggi e troppi intrecci che ogni tanto fanno perdere il filo della storia. Come trama comunque rimane buona e lo stile dell'autore è inconfondibile e merita di essere letto.

    sagt den 

  • 4

    SÀ COS'È UNA RELIGIONE, MARTÌN, AMICO MIO?

    Ci ritroviamo nuovamente in quella Barcellona cupa e nebbiosa assaporata con “L’ombra del vento”, e non è cambiata moltissimo. Ambientazioni oscure e fredde, pioggia e neve, mistero e amore.
    Credevo f ...fortsätt

    Ci ritroviamo nuovamente in quella Barcellona cupa e nebbiosa assaporata con “L’ombra del vento”, e non è cambiata moltissimo. Ambientazioni oscure e fredde, pioggia e neve, mistero e amore.
    Credevo fosse difficile abbandonare il legame stretto con Daniel Sempere e Fermin, per tuffarmi in una nuova avventura vissuta nella stessa città; invece Zafon riesce a creare una nuova sceneggiatura degna di nota. Non è paragonabile a “L’ombra del vento” semplicemente perché è un altro libro, diverso, complicato, intrecciato ma soprattutto bello e coinvolgente.
    Una storia vissuta con molta intensità ci accompagnerà, con il nostro amico Martin, attraverso un mondo cinico e misterioso, dove i vari colpi di scena ci lasceranno senza fiato e con i brividi. Non manca un pizzico di horror e qualche storia d’amore, che ci toccherà nel profondo, perché è impossibile non vivere un romanzo di Zafon con un legame particolare con i personaggi creati.
    Il finale potrebbe lasciare un po’ l’amaro in bocca, ma tutto lascia intendere che proseguirà ne “Il prigioniero del cielo”.
    Ciao Martìn, amico mio…

    sagt den 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    1

    Molto meglio l'ombra del vento

    Troppo lungo e il finale, a mio parere, è fin troppo complicato e assurdo anche per un "fantasy" nello stile di Zafon. Non mi è piaciuto molto.

    sagt den 

  • 1

    Nemmeno paragonabile all'ombra del vento"

    Rispetto all'ombra del vento, che mi aveva letteralmente conquistata, questo romanzo mi ha lasciato con l'amaro in bocca.
    Non giudico la scrittura o lo stile dell'autore, in entrambi i libri scorrevol ...fortsätt

    Rispetto all'ombra del vento, che mi aveva letteralmente conquistata, questo romanzo mi ha lasciato con l'amaro in bocca.
    Non giudico la scrittura o lo stile dell'autore, in entrambi i libri scorrevoli, ma la trama sembra un pò campata in aria, in particolar modo il finale, che sembra l'autore abbia deciso con i dadi unicamente per conckludere la storia.
    L'ho trovata anche un pò ripetititva per quanto concerne alcune tematiche, dopo aver letto l'ombra del vento.
    L'unico lato positivo è che l'ho preso dalla biblioteca senza comprarlo....

    sagt den 

  • 4

    Libro sicuramente molto particolare e accattivante. Nonostante la trama inizialmente non sia chiara, l'autore riesce a renderla interessante proprio per questo!!! Finale a sorpresa che lascia un sorri ...fortsätt

    Libro sicuramente molto particolare e accattivante. Nonostante la trama inizialmente non sia chiara, l'autore riesce a renderla interessante proprio per questo!!! Finale a sorpresa che lascia un sorriso sulle labbra. E' il primo che leggo scritto di suo pugno...ne leggerò anche altri :)

    sagt den 

  • 3

    angosciante

    fa venire l'ansia!!! troppo complesso, personaggi la cui presenza è inutile (vedi Isabella) e troppo triste. sto povero disgraziato fin da bambino, quante disavventure! meglio se moriva di cancro! ch ...fortsätt

    fa venire l'ansia!!! troppo complesso, personaggi la cui presenza è inutile (vedi Isabella) e troppo triste. sto povero disgraziato fin da bambino, quante disavventure! meglio se moriva di cancro! che poi non hon capito l'ispettore alla fine, sembrava avere capito che lui fosse innocente (vedendo il suo libro a casa della Sabini) come mai poi fanno credere che David sia solo nella sua maledizione? mahhhh non mi ha fatto dormire ma in negativ. ansia ansia angoscia. se volete leggere per rilassarvi e svagarvi cambiate autore. e poi mille descrizioni inutili. ho saltato interi passaggi di descrizioni alla fine tanta era l'ansia di trovare uno spiraglio di luce che non è arrivato. era il primo lavoro dell'autore che leggevo ma non leggerò più Zafòn mi spiace,

    sagt den 

Sorting by