先知

By

Publisher: 時報文化出版企業股份有限公司

4.0
(5399)

Language: 繁體中文 | Number of Pages: 126 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Spanish , Chi simplified , Italian , French , German , Portuguese , Norwegian , Arabic , Dutch , Swedish , Romanian , Afrikaans

Isbn-10: 9571351695 | Isbn-13: 9789571351698 | Publish date: 

Translator: 莊安祺

Also available as: Hardcover , Softcover and Stapled , Paperback , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Philosophy , Religion & Spirituality

Do you like 先知 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
一生必讀的心靈經典,在懵懂人生之中歇息,聆聽先知對生命的解答。若我的聲音在你的耳中消逝,我的愛由你的記憶裡褪色,那麼我將重返,以更豐富的心靈、更服從性靈的雙唇說話。如果我曾說出真理,真理將以更清楚的聲音、更易懂的言語,吐露自己。十五歲時我初遇紀伯倫,這種既遠離屈原、李白,又遠離歌德、拜倫的詩意對我是那麼陌生。等到讀完才明白,從安靜、孤獨走向聖潔,世間的詩意都不陌生。五十多歲時我在戰雲密布的戈蘭高地踮腳北望紀伯倫的家鄉,幾乎流出眼淚。對於今天的世界,他確實成了一種陌生。他的聲音因微弱而分外珍貴,關於靈魂,關於永恆。-余秋雨新世紀經典重現,擷取最雋永的生命智慧出版於1923年的經典作品《先知》,已成為世人洞悉心靈哲理所必讀的生命之歌。卡里.紀伯倫以詩意、洗練的文筆,闡釋關於愛、婚姻、孩子、施予、工作、時間、自由、善與惡、喜悅與悲傷、理性與熱情等至為基本卻也無比深邃的生命議題,其所展現的真知灼見,無論經過多少歲月,都依然顯得鏗鏘有力、引人深思,優美雋永的字字句句,更成為無數轉化思想、飽含力量的警句良言。這本全新翻譯的最新版《先知》,是一份最純粹的心靈獻禮。或許你正為多變的人生感到疑惑,也可能對不明的未來覺得徬徨,它將成為你心靈的導航,願你我都能從這智慧的語花、明澈的忠告裡,重溫生命的美好,也獲得更多新生的力量,活出永恆的意義與光采。初識先知的智慧之語【關於愛】不要以為你能指出愛的路徑,因為愛若認為你值得,就會導引你的道路。【關於婚姻】彼此相愛,但不要讓愛成為束縛,寧可讓它成為流動的海洋,在你們靈魂的兩岸之間。【關於施予】因別人請求而施予是好的,但更好的是無需請求就藉由瞭解而施予。【關於工作】讓自己持續勞動,其實就是熱愛生命,而經由勞動熱愛生命,就是親近人生最深奧的祕密。【關於自由】唯有追尋自由的欲望都成了牽絆,當你不再提起以自由為目標為成就,你才能真正自由。【關於痛苦】它是你心中的良醫治療你病痛自我的苦藥。因此信賴這醫生,沉靜且平和地飲下他的藥物。【關於友誼】你的朋友,是你的需求所獲得的回應。他是你以愛播種,在感恩中收成的田地。【關於美】美是生命掀起面紗展露她神聖的臉龐,但你是生命,你也是面紗。美是在鏡中注視自己的永恆,但你是永恆,你也是鏡子。
Sorting by
  • 5

    Un libro molto profondo

    Da leggere e rileggere, perché con una lettura unica non si comprende pienamente la totalità del significato. Un libro che è poesia e religiosità, e lo è senza confini ideologici, tanto da offrire una ...continue

    Da leggere e rileggere, perché con una lettura unica non si comprende pienamente la totalità del significato. Un libro che è poesia e religiosità, e lo è senza confini ideologici, tanto da offrire una visione sincretisitca ma non riduttiva sia della religiosità orientale sia di quella occidentale.

    said on 

  • 3

    Sono sicuro che l'aura di "buonismo" e spiritualismo facilone che questo libro emana sia l'ingannevole apparenza di una profonda comprensione della mistica di ogni tempo e di ogni luogo. Questa opera ...continue

    Sono sicuro che l'aura di "buonismo" e spiritualismo facilone che questo libro emana sia l'ingannevole apparenza di una profonda comprensione della mistica di ogni tempo e di ogni luogo. Questa opera è quindi per me difficile da giudicare senza una buona conoscenza del background culturale dell'autore. Ma molto rimanda a Eckhart - anche se soffro di una personale deformazione amatoriale che mi porta a vedere Eckhart ovunque.

    said on 

  • 1

    Retorica apologia del buonismo

    Il profeta Almustafa sta x lasciare la città in cui ha vissuto dodici anni x tornare alla sua isola. La popolazione è addolorata x la sua partenza e gli chiede di fare un ultimo discorso. I cittadini ...continue

    Il profeta Almustafa sta x lasciare la città in cui ha vissuto dodici anni x tornare alla sua isola. La popolazione è addolorata x la sua partenza e gli chiede di fare un ultimo discorso. I cittadini gli propongono a turno un argomento di riflessione e il profeta dona loro i frutti delle sue meditazioni. I temi sono i più scontati e banali della vita: l’amore, la famiglia, il lavoro, il cibo, la gioia e il dolore. Le perle di saggezza del profeta sono enunciate in pensierini di una riga, simili all’elenco delle Beatitudini o alla preghierine della buona notte in un asilo infantile gestito da suore. Sono noiose, piene di luoghi comuni e di domande retoriche, un inno al buonismo dal vago tono orientaleggiante. Sono immerse in un lago di melassa, in sintesi il contenuto è: “Siate buoni e sarete felici”. Infastidisce che nella prefazione il libro sia definito un “breviario x laici”: è, infatti, di chiarissima ispirazione religiosa, i riferimenti alla divinità e alla vita ultraterrena sono frequenti ed espliciti. Gibran propone le sue massime come verità assoluta, un vangelo in pillole “In verità vi dico... ”, ma forse paragonare se stesso a Gesù Cristo è un po’ presuntuoso, anche dal mio punto di vista di ateo. Chi ritiene di avere ricette infallibili x la felicità altrui è irritante. Lo stile, insopportabilmente retorico, è un ibrido fra prosa e poesia, ridondante, ripetitivo, barocco, con infinite similitudini auliche. Leggere un libro non implica un giudizio positivo. Questo fortunatamente non l’ho acquistato, l’ho solo letto come e-book, un capitolo alla settimana. Non l’ho abbandonato solo perché non mi piace lasciare a metà un libro, e non si può esprimere un giudizio senza averlo letto. Certo, stupisce il successo editoriale di questo volumetto, a quasi un secolo dalla prima pubblicazione nel 1923.

    said on 

  • 2

    un giorno mi recai nel paese di ...

    dove c'era una ragazza dal culo grosso e il sorriso ammiccante

    che mi diceva con molto trasporto di amare molto questo libro, e altro

    però poi si è messa con u ...continue

    un giorno mi recai nel paese di ...

    dove c'era una ragazza dal culo grosso e il sorriso ammiccante

    che mi diceva con molto trasporto di amare molto questo libro, e altro

    però poi si è messa con un altro di quindici anni più grande di lei

    il profeta è rimasto tale, in fondo pure lei

    said on 

  • 2

    un giorno mi recai nel paese di m-ra (secondo l'uso dostoevskiano)

    dove c'era una diciottenne dal culo grosso e il sorriso ammiccante

    che mi diceva con molto trasporto di amare molto questo libro

    però ...continue

    un giorno mi recai nel paese di m-ra (secondo l'uso dostoevskiano)

    dove c'era una diciottenne dal culo grosso e il sorriso ammiccante

    che mi diceva con molto trasporto di amare molto questo libro

    però poi si è messa con un altro di quindici anni più grande di lei

    il profeta è rimasto tale, in fondo pure lei

    troppo hippie il primo, la seconda non mi esprimo

    said on 

Sorting by