Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

大亨小傳

By

Publisher: 新經典圖文傳播有限公司

4.0
(17091)

Language:繁體中文 | Number of Pages: 296 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi simplified , Spanish , Japanese , Portuguese , French , Italian , German , Swedish , Dutch , Finnish , Catalan , Slovak , Polish , Romanian , Greek , Czech

Isbn-10: 9868761646 | Isbn-13: 9789868761643 | Publish date:  | Edition 1

Translator: 徐之野

Also available as: Hardcover , Others , Mass Market Paperback

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like 大亨小傳 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
《時代》雜誌票選百大經典小說 ★全新中譯本 ★獨家收錄:村上春樹專文導讀 ★費滋傑羅風格裝幀 這一切,都是為了拭去鑽石上的灰,都是為了這本光芒耀眼的世紀經典 「如果沒有《大亨小傳》,我不會走上寫作這條路。」──村上春樹 你一定聽過它、翻過它,甚至擁有過它;但若沒有全新的中譯本,你將再度錯過它! 一則爵士年代哀淒美麗的夏日戀情,一本讓村上春樹等待1/4個世紀才敢翻譯的經典之作 「我將《大亨小傳》立基在『幻象的破滅』上──正是這樣的幻象,世界才能如此鮮豔。你無須理會真假,但求沾染上那份魔術般的光彩就是了。」──費滋傑羅 出版緣起:從《大亨小傳》到費滋傑羅 ── 一則爵士時代的尋夢傳奇 《大亨小傳》初版誕生於1925年,當時已經是暢銷作家的費滋傑羅,一心想寫出一本真正的文學小說,為此他放棄了雜誌高額稿費的大眾短篇寫作,與妻子塞爾妲搬到法國蔚藍海岸專心創作。他告訴知名編輯柏金斯(Maxwell Perkins),這本書和他其他輕鬆的流行作品不同,他想寫出一個「在真誠且光輝燦爛的世界裡能夠被留下來的故事」。 於是,他創造出蓋茲比這樣的人物,一如一次世界大戰後的美國爵士年代裡,從中西部到東部闖蕩、一夕致富的人們,蓋茲比從一文不名的窮小子搖身變成夜夜宴客的慷慨富人,他盯著夢幻般的紐約長島燈塔,尋覓著他夢寐以求的女人黛西。東部的名流貴客川流不息地來到他家中作客,私下卻鄙視他;而他癡心等待、早已嫁作貴婦的黛西,也只當他是婚姻走味後的逃避調劑。只有他的鄰居、也是故事的敘事者尼克,眼看著賓客們接受蓋茲比的熱情款待卻冷漠無情,眼看著蓋茲比奮力追求那腐敗可厭的虛榮。但尼克終於看出蓋茲比心中癡傻熱烈的追夢之心,蘊含著讓他敬畏的純真。 美國明尼蘇達州出身的費滋傑羅一如敘事者尼克,當他來到東部時,正逢美國舊富世代因「上帝已死、所有的仗都打完,對人類文明信心動搖」而開始醉生夢死,但費滋傑羅懷抱著新的夢想,他得努力賺錢維持自己和妻子渴望的奢華生活,他敏銳的寫作天份讓他很快成為時代名流,但同時他也一眼看穿流金幻象後腐蝕人心的靡爛,他設身處地瞭解奢華,也冷眼旁觀鄙視奢華。 所以他創造了一個蓋茲比這樣的人物,一個無視浮華虛實,全心尋夢的傻人。透過他,費滋傑羅彷彿向世人訴說著:幻象是世界美好的基礎,即使現實人生悲涼無常,只要你持續凝望著長島燈塔,相信那裡仍有值得追求的夢、值得燒盡靈魂去追求的愛情,世界就會停在這美好的時刻。 中文世界早已有許多《大亨小傳》譯本,但是深愛《大亨小傳》的村上春樹提醒了我們:「即便存在不朽的名著,但不朽的名譯作品基本上是不存在的。無論哪本翻譯作品,隨著時代推移都會顯得老舊,雖然可能只是程度上的差異。」 而這是一本真正不朽的經典,我們渴望讓新世代讀者認識的經典。它精妙華美地如一顆鑽石,新的翻譯與裝幀都是為了擦拭時間在這顆鑽石上蒙蓋的灰塵。它好得太傳奇,一經擦拭,便綻放出耀目的光芒。再現它,我們深深體會不朽之理。 得獎紀錄 ★《時代》雜誌票選百大經典小說 ★BBC大閱讀書單 ★NPR全國公共廣播電台世紀百大選書No.2 ★美國藍燈書屋世紀百大經典小說No.2 ★英國Radcliffe Publishing Course百大小說No.1 ★英國Waterstone’s書店世紀百大小說 ★德國White Ravens國際圖書館推薦書目 ★澳洲CBCA圖書協會年度推薦書目 作者簡介 史考特.費滋傑羅F. Scott Fitzgerald(1896 ~ 1940) 20世紀美國最具代表性的小說家。費滋傑羅被後世喻為「爵士年代」的代表作家,他自己將這段時期定義為「一個成長之後,卻發現所有上帝都已死亡,所有仗都已打完,所有對人類的信心都已動搖的世代」。 1896年出生於美國明尼蘇達州聖保羅市,費滋傑羅在求學時期便展現出異人的天賦和對文學極高的敏銳度。他於普林斯頓大學就讀期間參與許多社團,替三角社撰寫音樂喜劇,並依此完成一部小說投稿至Scriber’s出版社(之後替他出版第一本小說《塵世樂園》),雖被退稿但獲得編輯極高的評價。 1917年費滋傑羅投身第一次世界大戰,期間他結識了未來的妻子──豪門之女塞爾妲(Zelda),這段婚姻加劇了他高潮起伏的一生。1920年出版《塵世樂園》(This Side of Paradise)一書成名,同年與塞爾妲結婚。當時許多雜誌社紛紛以巨額稿費(最高至四千美金,相當於現在二萬元台幣)向他邀稿,為了滿足塞爾妲夜夜笙歌、舉辦宴會的奢華生活,他開始替這些雜誌社撰寫大量快速賺錢的流行短篇小說。然而,儘管《塵世樂園》非常暢銷,費滋傑羅其他作品銷售卻始終沒有起色。 1922年6月,費滋傑羅開始著手寫作《大亨小傳》(The Great Gatsby),他對這部作品抱著極大的信心,傾盡心血,深信《大亨小傳》能為他再創事業高峰。1923年,為了節省家中開銷並全心投入《大亨小傳》的創作,費滋傑羅夫婦搬到法國南部的蔚藍海岸定居。但隨著費滋傑羅集中心力在創作之中,塞爾妲也有了新對象──年輕的飛行官愛德華.強森,塞爾妲提出離婚不成,兩人的婚姻從此埋下不安的火種。1925年《大亨小傳》出版,獲得當時眾名家和媒體一面倒的好評,海明威更誇讚道:「費滋傑羅寫出這麼好的一部作品,他未來一定能寫得更好。」但銷售依然慘淡,讓費滋傑羅非常失望。 1930年塞爾妲精神崩潰,患上精神分裂症。為了支付妻子巨額的醫療費用跟女兒的教育費,負債累累的費滋傑羅甚至屢次向編輯柏金斯借錢。而塞爾妲在住院期間,將自己和費滋傑羅的婚姻生活,寫成一部半自傳式小說Save Me the Waltz,費滋傑羅非常惱怒,認為塞爾妲出賣了自己。接著於1934年出版第四部小說《夜未央》(Tender Is The Night),許多評論家將《夜未央》視為費滋傑羅夫婦腐敗生活的縮影,批評費滋傑羅生活頹廢、自視高傲,以及他嚴重的酗酒問題都間接導致了他自身的毀滅。 1937年,費滋傑羅與電影專欄作家格拉姆(Sheilah Graham)一見鍾情,陷入熱戀,費滋傑羅旋即搬進格拉姆位於好萊塢的公寓,為好萊塢編劇。1939年,他開始寫《最後一個影壇大亨》(The Last Tycoon)(未完),也是費滋傑羅生平最後一部作品。1940年聖誕節前夕,費滋傑羅心臟病發作,過世於格拉姆家中,年僅44歲。直至二戰之後,美國文壇幾位文藝評論家為首,發起了費滋傑羅文學再評價運動,從此建立費滋傑羅在文壇上堅如磐石的盛名。 譯者簡介 徐之野 台灣人,攻讀英美文學,現任職於出版社。因為喜歡村上春樹,喜歡本書,遂試筆迻譯。
Sorting by
  • 3

    Dalle stalle alle stelle... e tornare a riveder le stalle

    Il grande sogno americano; Partire dal nulla e arrivare ad avere tutto. Potere e Ricchezza smisurata, donne, amici, feste a base di caviale e champagne. Ma tutto questo non è niente in confronto a un ...continue

    Il grande sogno americano; Partire dal nulla e arrivare ad avere tutto. Potere e Ricchezza smisurata, donne, amici, feste a base di caviale e champagne. Ma tutto questo non è niente in confronto a un sogno d'amore mai avverato...
    Amor, ch'a nullo amato amar perdona (?)

    said on 

  • 4

    Affascinante ritratto della New York dei "ruggenti" anni '20, tra feste decadenti i cui partecipanti non conoscono neanche chi sia il padrone di casa, "Il grande Gatsby" è in fondo una storia d'amore: ...continue

    Affascinante ritratto della New York dei "ruggenti" anni '20, tra feste decadenti i cui partecipanti non conoscono neanche chi sia il padrone di casa, "Il grande Gatsby" è in fondo una storia d'amore: amore reso impossibile da varie vicende e scelte, amore a lungo sognato, amore per cui si dedica tutta una vita, amore per cui anche si muore.

    Colpisce molto lo stile efficace dell'autore, che riesce a descrivere con genialità gesti e modi di essere dei personaggi con poche parole che suscitano nel lettore un'immagine precisa e completa.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Gatsby credeva nella luce verde...

    mi fa tenerezza questo Gatsby: da povero ragazzo ambizioso a ricco self-made man; è riuscito a far avverare tutti i suoi sogni, ma è stato poi annientato dall'amore per una ragazza frivola e viziata c ...continue

    mi fa tenerezza questo Gatsby: da povero ragazzo ambizioso a ricco self-made man; è riuscito a far avverare tutti i suoi sogni, ma è stato poi annientato dall'amore per una ragazza frivola e viziata come Daisy, che dalla vita ha sempre avuto tutto, che incarna il mondo a cui lui ha sempre voluto appartenere.
    Il film è eccezionale e trasposto benissimo: li amo entrambi.

    said on 

  • 2

    Povera Zelda

    Mi sono persa qualcosa in questi cinquant’anni in cui mi sono tenuta rigorosamente lontana dal Grande Gasby, che tutti citano e osannano (V. anobii)? Di Caprio ha fatto centro dove Redford aveva forse ...continue

    Mi sono persa qualcosa in questi cinquant’anni in cui mi sono tenuta rigorosamente lontana dal Grande Gasby, che tutti citano e osannano (V. anobii)? Di Caprio ha fatto centro dove Redford aveva forse fallito?
    Evidentemente no, visti l’effetto di noia, di superfluità, di banalità che aspira all’universalità e l’inconsistenza dei personaggi e del mondo vacuo in cui si muovono. Mondo che, anche se fosse stato reale, non mi sembra abbia le carte in regola per essere scelto come topos autoriale.
    Un po’ di amarcord, ora, che non guasta per risalire alle tappe che giustificano sia il pregiudizio che il giudizio.
    Il primo e ultimo Fidgerald lo lessi, infatti, nel ’67: “Tenera è la notte”, un prestito di un ragazzotto del V piano - Mario il cui nome ho ricordato solo ora - studente del liceo classico più bacchettone della città, mica il mio, il figo Meli. E già non fu un buon biglietto da vista.
    Se ci aggiungiamo che lo Scott Fidgerald era uno dei nomi della trinità americana, con Dos Passos e Hemingway, non proprio ben visti dall’intellighenzia italiana a cui pedissequamente mi accodavo (per darmi importanza più che per convinzione personale, avendo adorato clandestinamente per “Chi suona la campana”), il mio giudizio sul libro fu scontato: una cagata di alcolisti in eterna vacanza sulla costa azzurra.

    Con questo sono bastate le prime pagine, perché la mente partisse per la tangente verso “Le interviste impossibili” del secondo programma radio degli anni ’70.
    Particolarmente quella a Zelda, la mitica moglie dello scrittore, morta ustionata in una clinica psichiatrica andata a fuoco.
    Di tutte le interviste – non me ne perdevo nemmeno una con l’orecchio incollato al transistor- quella di Zelda mi è rimasta più impressa perché era sputata al personaggio Nicole Warren, protagonista e moglie dello psichiatra Dick Diver, l’alterego dell’alcolista Fidgerald, nonché psichiatra di “Tenera è la Notte”.

    Ma anche Daisy, l’amata da Gatsby, è Zelda, “La leggendaria maschietta Zelda che baciava gli uomini dietro le uscite di sicurezza per il loro naso o la loro marsina”, come lei dice a Fabio Carpi che l’intervista. Si trova già in manicomio dove lui, prima di premorirle, l’andava a trovare piangendo di “aver perso la donna che "avevo messo nel mio libro”. Zelda non lo dice, ma sospetto che il bel tomo le facesse visita già strafatto di scotch, visto che le sussurrava che “l’alcol sulle mie labbra è dolce per te”.
    Quando Zelda confessa nostalgica a Carpi, che in quegli anni ‘20 newyorchesi le donne creavano se stesse come un prodotto, un vestito di un gran sarto che il lui di turno avrebbe indossato, non può che essere Daisy. Era ciò che questa, lasciando Gatsby al suo destino anzi confezionandogli il destino, voleva realmente: “godermi la vita… essere me stessa…mangiare pesche a colazione, fare golf, poltrire, né mangiare né leggere … una vacuità pressoché completa ... la sera una riunione rumorosa … brillante…ricca e felice …il denaro non significa possedere felicità ma il fatto di possedere cose fa felice una donna: il profumo giusto, un paio di scarpe alla moda sono di conforto per l’animo femminile”. Una gran bella filosofia di vita.
    Si potrebbe obiettare che quella di Carpi non fosse che una finzione. Chi la faceva, però, era informatissimo e documentatissimo e quella fu la “drammatizzazione” di un’intervista che lei stessa aveva rilasciato al marito.

    Se dovessi dare un giudizio su Scott e questo libro, il cui insuccesso alla sua uscita mi sembra meritatissimo, userei le parole della povera Zelda: “Gli ho scritto, elencando le sue qualità ma non riesco trovarne nemmeno una sulla quale basare un possibile giudizio tranne che fosse un bell’uomo e di begli uomini ce ne sono decine come il capocameriere del Plaza e il mio parrucchiere a Parigi”.

    Due stelle per la brevità. Che purtroppo non è una mia qualità.

    said on 

  • 4

    Made two mistakes ...

    I made two mistakes before reading this book: first, I should have read it years ago, second I shouldn't have watched the movie before reading it! It completely spoiled the whole book, its atmosphere, ...continue

    I made two mistakes before reading this book: first, I should have read it years ago, second I shouldn't have watched the movie before reading it! It completely spoiled the whole book, its atmosphere, my imagination towards the setting and characters.What else? That's written in a great way, none can deny it, but I would have had the chance to enjoy it first for what it is: a masterpiece of American literature.Shame on me.

    said on 

  • 2

    Una storia sopravvalutata.

    Terribilmente sopravvalutato a causa del suo contesto: le feste anni '20 a New York.
    La cosa che colpisce è la prosa, non proprio intuitiva e si nota una complessità maggiore rispetto alla lingua amer ...continue

    Terribilmente sopravvalutato a causa del suo contesto: le feste anni '20 a New York.
    La cosa che colpisce è la prosa, non proprio intuitiva e si nota una complessità maggiore rispetto alla lingua americana contemporanea, lunghe le descrizioni di personaggi e scene.
    Terribili i dialoghi, tanto quanto i personaggi, nessuno di loro ha qualcosa da dire, tranne Gatsby.

    said on 

  • 5

    All'inizio non riusciva a catturarmi, poi sono rimasto incantato dalla nostalgia per il passato, quell'ostinata determinazione a voler farlo rivivere e quel bellissimo senso di decadenza che sembra al ...continue

    All'inizio non riusciva a catturarmi, poi sono rimasto incantato dalla nostalgia per il passato, quell'ostinata determinazione a voler farlo rivivere e quel bellissimo senso di decadenza che sembra aleggiare in ogni momento...

    said on 

  • 2

    Critica al consumismo americano... e allora?

    Non si può imparare niente da questo libro che non sia già stato detto da stereotipi triti e ritriti come quello del sogno americano, del capitalismo sfrenato, della scalata sociale, della vergogna de ...continue

    Non si può imparare niente da questo libro che non sia già stato detto da stereotipi triti e ritriti come quello del sogno americano, del capitalismo sfrenato, della scalata sociale, della vergogna delle proprie origini. La storia poi non mi ha interessato, come neanche i personaggi. Noiosi! Nulla sotto la loro superficialità

    said on 

Sorting by