Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

怪钟疑案

阿加莎·克里斯蒂作品全集

By ,

Publisher: 贵州人民出版社

3.7
(891)

Language:简体中文 | Number of Pages: 330 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , Italian , German , French , Spanish , Czech , Dutch , Catalan

Isbn-10: 7221046867 | Isbn-13: 9787221046864 | Publish date: 

Translator: 张为民

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like 怪钟疑案 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 5

    Blog Stories Review: http://storiesbooksandmovies.blogspot.it/2015/03/sfida-poirot-agatha-christie.html

    Dopo aver percorso lunghi ed intricati sentieri letterari negli ultimi mesi, sono tornata a casa ...continue

    Blog Stories Review: http://storiesbooksandmovies.blogspot.it/2015/03/sfida-poirot-agatha-christie.html

    Dopo aver percorso lunghi ed intricati sentieri letterari negli ultimi mesi, sono tornata a casa. Il genere giallo per tutto questo tempo è stato lì ad attendermi a braccia aperte. Negli ultimi giorni, infatti, ho sentito un richiamo provenire dall'angolino Christie della mia piccola libreria. In quelle pagine mi aspettano tantissime ma mai troppe avventure di Hercule Poirot e Miss Marple. La scelta è, quindi, ricaduta su Sfida a Poirot, una delle ultime indagini del detective belga. Questo romanzo si colloca nel gruppo delle storie del Dopoguerra, composto da molte avventure considerate 'minori' - nella maggior parte dei casi - rispetto ai grandi classici del primo periodo. Fortunatamente non condivido questa diffusa credenza: in passato ho apprezzato molto Macabro Quiz [recensione] del 1959 e ho intenzione di leggere molti, molti altri romanzi di Poirot.

    Dimenticatevi la rigida struttura narrativa tipica degli altri romanzi di questa autrice. Sfida a Poirot segue uno schema alternativo, tutto suo. E' quindi difficile fare paragoni con le precedenti opere. In questo caso, quindi, formula vincente... si cambia ma non delude. Sin dalla prima pagina, infatti, il lettore viene rapito dalla serie degli eventi. Impossibile sfuggire alla curiosità, la stessa che anima e mantiene giovane la mente del detective Poirot, qui ritratto sempre e solo in luoghi chiusi, stanze della sua abitazione o di un albergo. Questa lettura è un elogio alla brillante ed infallibile mente dell'ometto paffuto con i baffi, capace di risolvere un delitto quasi perfetto senza mai recarsi sui luoghi del crimine. Il suo personaggio rimane sullo sfondo per più di tre quarti del romanzo: solo alla fine farà la sua trionfale e grandiosa apparizione.

    Il vero protagonista è, infatti, Colin Lamb, un biologo marino arruolato nei servizi segreti di Sua Maestà con l'incarico di indagare su alcuni loschi affari di un individuo di Wilbraham Crescents. Inaspettatamente si ritroverà coinvolto, insieme all'ispettore Hardcastle, nelle indagini sul ritrovamento di un cadavere di uno sconosciuto in un'abitazione. Ogni vicino è sospettato, nessuno può affermare di non essere anche solo incuriosito da quanto avvenuto. Proprio la curiosità è la vera arteria di questa lettura. Il lettore è curioso, i personaggi sono curiosi e, addirittura, Poirot ammette di essere curioso. Questa teoria, nata dopo poche pagine, trova una dimostrazione in uno degli ultimi capitoli con cui, volontariamente o no, la Christie ha omaggiato La Finestra sul cortile, film del 1854 che figura tra i miei preferiti in assoluto. Non vi svelo altro su questo particolare: dovete scoprire tutto da soli.

    Interessante anche la lunga riflessione di Poirot su alcuni celebri personaggi di romanzi polizieschi. L'investigatore belga si improvvisa portavoce della stessa autrice ed esprime pareri positivi ed entusiasti su - udite, udite! - mr. Sherlock Holmes.
    Unica pecca di questo libro: il titolo originale, The Clocks, si riferisce evidentemente ad alcuni oggetti considerati indizi importanti per l'indagine. Purtroppo, dopo l'importante ruolo ricoperto nella prima parte, vengono un po' abbandonati a loro stessi.

    Con queste chicche spero di avervi incuriosito ;)

    said on 

  • 3

    Mmmmmm....stavolta la zia Agatha mi ha un po delusa!! Forse perchè il nostro caro Hercule compare solo di sfuggita...non è lui il vero detective in questa avventura, ma non so.....carino ma niente a c ...continue

    Mmmmmm....stavolta la zia Agatha mi ha un po delusa!! Forse perchè il nostro caro Hercule compare solo di sfuggita...non è lui il vero detective in questa avventura, ma non so.....carino ma niente a che vedere con altre sue perle che ho letto!!!

    said on 

  • 1

    Trovo questa avventura di Poirot particolarmente scadente ovvia e senza particolare carisma. Il colpevole di capisce subito e il buon investigatore appare solo in qualche pagina del libro...

    said on 

  • 4

    “Il Tricheco e il Carpentiere"

    ...E stavolta sono riuscito a scoprire il colpevole prima della risoluzione del caso grazie a pochi indizi minuscoli!! Anche se comunque non sono riuscito a scoprire tutta la storia che la prozia Agat ...continue

    ...E stavolta sono riuscito a scoprire il colpevole prima della risoluzione del caso grazie a pochi indizi minuscoli!! Anche se comunque non sono riuscito a scoprire tutta la storia che la prozia Agatha ci aveva messo dietro...

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Ultracomplicato doppio (o triplo) intrigo nel quale come al solito non si capisce una mazza sino al finale. Solo Poirot riuscirà ad arrivare ai colpevoli. Beato lui, perché con questi indizi...
    Curios ...continue

    Ultracomplicato doppio (o triplo) intrigo nel quale come al solito non si capisce una mazza sino al finale. Solo Poirot riuscirà ad arrivare ai colpevoli. Beato lui, perché con questi indizi...
    Curiosità: alla mitica Ariadne Oliver si aggiunge nel panorama dei giallisti fittizi della Christie il defunto Garry Gregson. A giudicare dalla trama dei suoi libri immagino non verrà rimpianto particolarmente.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Ogni tanto ci vuole la cara vecchia Agatha, anche se in questo romanzo di sicuro non ha dato il meglio di sé, ha voluto raccontare un omicidio bizzarro e poi non è stata in grado di reggere la soluzio ...continue

    Ogni tanto ci vuole la cara vecchia Agatha, anche se in questo romanzo di sicuro non ha dato il meglio di sé, ha voluto raccontare un omicidio bizzarro e poi non è stata in grado di reggere la soluzione.

    Un uomo sconosciuto viene assassinato al numero 19 di Wilbraham Crescent, nella casa di una signora non vedente, tale Millicent Pebmarsh. A scoprire il cadavere è Sheila Webb, una giovane impiegata di una copisteria che era stata inviata proprio a quell’indirizzo per svolgere un lavoro. Mentre la ragazza fugge urlando a perdifiato, si scontra con Colin Lamb, un giovane agente dei servizi segreti che stava conducendo delle indagini lì intorno.
    A rendere più strana tutta la faccenda, che già vede un cadavere non identificato che non aveva alcuna ragione per trovarsi in quella casa, è la presenza nell’abitazione di alcuni orologi che mostrano l’ora 4.13 e che non appartengono alla padrona di casa.

    Le indagini vengono affidate all’ispettore Hardcastle che cerca di barcamenarsi insieme a Lamb tra le testimonianze degli abitanti di Wilbraham Crescent.

    A seguito di una richiesta di Lamb, Poirot interviene solo a metà del romanzo con un paio di citazioni criptiche (in questo romanzo sembra un tantino rimbambito) e poi apparecchia la soluzione senza sforzo nelle pagine finali.
    A parte l’inutile e assurda storia d’amore tra Colin Lamb e Sheila, anche il colpevole e il movente (che non avevo assolutamente intuito) sono un po’ tirati per i capelli. Ma la cosa meno riuscita è la spiegazione legata agli orologi: l’assassina li ha posizionati sulla scena del delitto, solo per complicare la faccenda, in realtà non hanno alcuna ragion d’essere! Bè vabbè…

    said on 

  • 2

    Ben lontano dai capolavori di Christie: Poirot quasi assente, quindi indagine piuttosto noiosa, un movente che non sta in piedi, così come in realtà tutta la soluzione.

    said on 

  • 3

    No me ha parecido de los mejores de esta autora. Hercules Poirot solo aparece en unas tres escenas de todo el libro, pero no es por eso que me ha decepcionado tanto este libro, si no porque los person ...continue

    No me ha parecido de los mejores de esta autora. Hercules Poirot solo aparece en unas tres escenas de todo el libro, pero no es por eso que me ha decepcionado tanto este libro, si no porque los personajes me han parecido poco consistentes y la resolución tampoco me ha parecido convincente.

    said on