Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

砂丘之女

By

Publisher: 志文

4.2
(264)

Language:繁體中文 | Number of Pages: 270 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Japanese , Spanish , Italian , French , Chi simplified , Swedish , Farsi , Czech , Polish

Isbn-10: 9575457668 | Isbn-13: 9789575457662 | Publish date: 

Translator: 吳憶帆

Category: Fiction & Literature , Philosophy

Do you like 砂丘之女 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 0

    Giappone sconfitto e soffocato

    Sepolcrale, claustrofobico e soffocante, questo notevole romanzo risente, a mio avviso, della situazione di prigionia del Giappone occupato del dopoguerra, e del terrore radioattivo del post Hiroshima ...continue

    Sepolcrale, claustrofobico e soffocante, questo notevole romanzo risente, a mio avviso, della situazione di prigionia del Giappone occupato del dopoguerra, e del terrore radioattivo del post Hiroshima.
    Ancorché assenti - nell'esplicito - questi temi gravano sul colore del romanzo e danno un senso anche storico alll'ossessione delle dune sabbiose, e al bruciore vergognoso che ad esse si accompagna

    said on 

  • 3

    me lo aspettavo differente, più "giapponese" e delicato. Kafka non è mai stato per me un autore congeniale, nelle mie corde, e nemmeno il Dino Buzzati del Deserto dei Tartari... e infatti questo roman ...continue

    me lo aspettavo differente, più "giapponese" e delicato. Kafka non è mai stato per me un autore congeniale, nelle mie corde, e nemmeno il Dino Buzzati del Deserto dei Tartari... e infatti questo romanzo mi è piaciuto, ma non troppo.

    said on 

  • 5

    Gran libro que me hipnotizó en la adolescencia.
    Tan real y sutil como irreal y opresivo, este texto fue mi primera aproximación a la literatura oriental.
    Es un experiencia única, si tienen ocasión de ...continue

    Gran libro que me hipnotizó en la adolescencia.
    Tan real y sutil como irreal y opresivo, este texto fue mi primera aproximación a la literatura oriental.
    Es un experiencia única, si tienen ocasión de tenerlo en sus manos, por favor, léanlo. No lo sentirán.

    said on 

  • 4

    immedesimazione senza speranza

    triste e solitario. Mi ha molto ricordato il clima apocalittico de "la strada" dove anch'io arrancavo con il carrello ma perlopiù volevo solo scappare da lì. Qui siamo in un buco dove la sabbia frana ...continue

    triste e solitario. Mi ha molto ricordato il clima apocalittico de "la strada" dove anch'io arrancavo con il carrello ma perlopiù volevo solo scappare da lì. Qui siamo in un buco dove la sabbia frana e tocca spalarla senza smettere e il mio animo pratico mi diceva "non è possibile, chi mai può decidere di costruire una casa che frana? anzi un intero villaggio?", e il mio animo ingenuo si è sentito sconfortato, sporco, coi capelli stopposi e la bocca secca.
    Quello romantico si sarebbe consolato con una storia d'amore.
    Dentro la casa nella buca nel villaggio sommerso dalla sabbia vive una donna rimasta vedova da poco. Durante una gita al mare, un entomologo ingannato da una falsa promessa di ospitalità viene catturato e confinato nella buca con la donna. Da qui comincia la sua ricerca per la libertà. Nonostante i numerosi tentativi ( e io combattuta se tifare per lui o per la donna) risalire una buca dai bordi di sabbia che si sgretolano senza farsi scoprire da nessuno non è possibile. E ad ogni prova di fuga, il castigo. Niente più acqua. E le priorità cambiano di botto.
    I sogni e le speranze sono annientati dalla passività e rassegnazione. Tremendo.

    said on 

  • 5

    TIPI DI DUNA TIPI DI DUNA TIPI DI BODI BIDU..

    forse il miglior libro letto fino ad oggi tra quelli scritti ad Est di Mosca e ad Ovest di Los Angeles.
    Oltre alla bellezza del racconto e all'originalità dei toni mi ha colpito la molteplice metafora ...continue

    forse il miglior libro letto fino ad oggi tra quelli scritti ad Est di Mosca e ad Ovest di Los Angeles.
    Oltre alla bellezza del racconto e all'originalità dei toni mi ha colpito la molteplice metafora della sabbia, mobile, irriducibile, elemento contro cui lottare e da cui farsi proteggere, sabbia viscosa, sfuggente, sabbia finissima e onnipresente.

    A latere suggerisco qualche approfondimento sui meccanismi che regolano la formazione, la sedimentazione e gli spostamenti delle dune, basta anche una piccola vena nerd per gustarsi appieno tutta la questione.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Duna

    said on 

  • 4

    Ovvio il paragone con Kafka più per le metafore surreali, ma come stile di scrittura siamo agli antipodi. descrittivo nei dettagli, ma semplice nella composizione delle frasi Abe Kobo può essere letto ...continue

    Ovvio il paragone con Kafka più per le metafore surreali, ma come stile di scrittura siamo agli antipodi. descrittivo nei dettagli, ma semplice nella composizione delle frasi Abe Kobo può essere letto con a facilità che Kafka si sogna. In questo libro poi il paragone decade ulteriormente, non lavora d'accumulo, non crea metamorfosi (come nel suo bel "Tre metamorfosi"), infila un'uomo in una situazione al limite e (da bravo entomologo) lo guarda dibattersi.

    said on 

  • 5

    130

    Era pesante il tempo dell'attesa. Le ore nascondevano profonde pieghe una dietro l'altra come un soffietto. Per andare avanti, bisognava scendere in ognuna di queste cavità. E ogni piega nascondeva un ...continue

    Era pesante il tempo dell'attesa. Le ore nascondevano profonde pieghe una dietro l'altra come un soffietto. Per andare avanti, bisognava scendere in ognuna di queste cavità. E ogni piega nascondeva un nuovo sospetto ancora più strano, ciascuno con un'arma particolare. Richiedeva uno sforzo fuori del comune l'andare avanti, talvolta respingendo questi sospetti, talvolta ignorandoli, o ributtandoli a terra.

    said on 

  • 4

    il nostro scavare sabbia canonico

    Avevo già letto "L'incontro segreto" di Kobo Abe che non mi dispiacque, così sono stato incuriosito a leggere quella che viene considerata la sua opera più importante. Su questo non ho nulla da ridire ...continue

    Avevo già letto "L'incontro segreto" di Kobo Abe che non mi dispiacque, così sono stato incuriosito a leggere quella che viene considerata la sua opera più importante. Su questo non ho nulla da ridire, certamente superiore a quello che avevo già letto.

    Un racconto kafkiano (sebbene lo sia in maniera non splendida), piacevole nella scrittura e spaventoso nelle vicende. Un incubo seppellito tra le dune, asfissiante come un buco per terra e frustrante come il dove scavare sabbia che ogni giorno è destinata a riaccumularsi.
    Abe ci lascia una metafora terribile dell'inutilità dell'esistenza umana e della futilità dei suoi comportamenti.

    Un libro molto europeo per essere stato scritto da uno dei più famosi scritori giapponesi del '900.

    said on