Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

砂丘之女

By

Publisher: 志文

4.2
(250)

Language:繁體中文 | Number of Pages: 270 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Japanese , Spanish , Italian , French , Chi simplified , Swedish , Farsi , Czech , Polish

Isbn-10: 9575457668 | Isbn-13: 9789575457662 | Publish date: 

Translator: 吳憶帆

Category: Fiction & Literature , Philosophy

Do you like 砂丘之女 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 4

    immedesimazione senza speranza

    triste e solitario. Mi ha molto ricordato il clima apocalittico de "la strada" dove anch'io arrancavo con il carrello ma perlopiù volevo solo scappare da lì. Qui siamo in un buco dove la sabbia frana e tocca spalarla senza smettere e il mio animo pratico mi diceva "non è possibile, chi mai può d ...continue

    triste e solitario. Mi ha molto ricordato il clima apocalittico de "la strada" dove anch'io arrancavo con il carrello ma perlopiù volevo solo scappare da lì. Qui siamo in un buco dove la sabbia frana e tocca spalarla senza smettere e il mio animo pratico mi diceva "non è possibile, chi mai può decidere di costruire una casa che frana? anzi un intero villaggio?", e il mio animo ingenuo si è sentito sconfortato, sporco, coi capelli stopposi e la bocca secca. Quello romantico si sarebbe consolato con una storia d'amore. Dentro la casa nella buca nel villaggio sommerso dalla sabbia vive una donna rimasta vedova da poco. Durante una gita al mare, un entomologo ingannato da una falsa promessa di ospitalità viene catturato e confinato nella buca con la donna. Da qui comincia la sua ricerca per la libertà. Nonostante i numerosi tentativi ( e io combattuta se tifare per lui o per la donna) risalire una buca dai bordi di sabbia che si sgretolano senza farsi scoprire da nessuno non è possibile. E ad ogni prova di fuga, il castigo. Niente più acqua. E le priorità cambiano di botto. I sogni e le speranze sono annientati dalla passività e rassegnazione. Tremendo.

    said on 

  • 5

    TIPI DI DUNA TIPI DI DUNA TIPI DI BODI BIDU..

    forse il miglior libro letto fino ad oggi tra quelli scritti ad Est di Mosca e ad Ovest di Los Angeles.
    Oltre alla bellezza del racconto e all'originalità dei toni mi ha colpito la molteplice metafora della sabbia, mobile, irriducibile, elemento contro cui lottare e da cui farsi proteggere, sabbi ...continue

    forse il miglior libro letto fino ad oggi tra quelli scritti ad Est di Mosca e ad Ovest di Los Angeles. Oltre alla bellezza del racconto e all'originalità dei toni mi ha colpito la molteplice metafora della sabbia, mobile, irriducibile, elemento contro cui lottare e da cui farsi proteggere, sabbia viscosa, sfuggente, sabbia finissima e onnipresente.

    A latere suggerisco qualche approfondimento sui meccanismi che regolano la formazione, la sedimentazione e gli spostamenti delle dune, basta anche una piccola vena nerd per gustarsi appieno tutta la questione.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Duna

    said on 

  • 4

    Ovvio il paragone con Kafka più per le metafore surreali, ma come stile di scrittura siamo agli antipodi. descrittivo nei dettagli, ma semplice nella composizione delle frasi Abe Kobo può essere letto con a facilità che Kafka si sogna. In questo libro poi il paragone decade ulteriormente, non lav ...continue

    Ovvio il paragone con Kafka più per le metafore surreali, ma come stile di scrittura siamo agli antipodi. descrittivo nei dettagli, ma semplice nella composizione delle frasi Abe Kobo può essere letto con a facilità che Kafka si sogna. In questo libro poi il paragone decade ulteriormente, non lavora d'accumulo, non crea metamorfosi (come nel suo bel "Tre metamorfosi"), infila un'uomo in una situazione al limite e (da bravo entomologo) lo guarda dibattersi.

    said on 

  • 5

    130

    Era pesante il tempo dell'attesa. Le ore nascondevano profonde pieghe una dietro l'altra come un soffietto. Per andare avanti, bisognava scendere in ognuna di queste cavità. E ogni piega nascondeva un nuovo sospetto ancora più strano, ciascuno con un'arma particolare. Richiedeva uno sforzo fuori ...continue

    Era pesante il tempo dell'attesa. Le ore nascondevano profonde pieghe una dietro l'altra come un soffietto. Per andare avanti, bisognava scendere in ognuna di queste cavità. E ogni piega nascondeva un nuovo sospetto ancora più strano, ciascuno con un'arma particolare. Richiedeva uno sforzo fuori del comune l'andare avanti, talvolta respingendo questi sospetti, talvolta ignorandoli, o ributtandoli a terra.

    said on 

  • 4

    il nostro scavare sabbia canonico

    Avevo già letto "L'incontro segreto" di Kobo Abe che non mi dispiacque, così sono stato incuriosito a leggere quella che viene considerata la sua opera più importante. Su questo non ho nulla da ridire, certamente superiore a quello che avevo già letto.


    Un racconto kafkiano (sebbene lo sia ...continue

    Avevo già letto "L'incontro segreto" di Kobo Abe che non mi dispiacque, così sono stato incuriosito a leggere quella che viene considerata la sua opera più importante. Su questo non ho nulla da ridire, certamente superiore a quello che avevo già letto.

    Un racconto kafkiano (sebbene lo sia in maniera non splendida), piacevole nella scrittura e spaventoso nelle vicende. Un incubo seppellito tra le dune, asfissiante come un buco per terra e frustrante come il dove scavare sabbia che ogni giorno è destinata a riaccumularsi. Abe ci lascia una metafora terribile dell'inutilità dell'esistenza umana e della futilità dei suoi comportamenti.

    Un libro molto europeo per essere stato scritto da uno dei più famosi scritori giapponesi del '900.

    said on 

  • 3

    In una giornata di sole calda e secca come il carapace di un millepiedi addormentato sul muro screpolato di un fienile abbandonato, un topo campagnolo cadde nella rete di un biologo dilettante. In cattività i topi vivono mediamente tre anni meno dei loro simili in libertà, ma questo il nostro top ...continue

    In una giornata di sole calda e secca come il carapace di un millepiedi addormentato sul muro screpolato di un fienile abbandonato, un topo campagnolo cadde nella rete di un biologo dilettante. In cattività i topi vivono mediamente tre anni meno dei loro simili in libertà, ma questo il nostro topo, che non aveva imparato a leggere e neppure a parlare, non poteva saperlo. Ciononostante nei giorni seguenti saltò, squitti, fece il morto, morse la compagna che il biologo gli aveva trovato, picchiò la testa contro le sbarre, cercò di rosicchiare il fondo della gabbia, invano. Un anno dopo scoprì che se tratteneva il fiato dopo due giorni di digiuno riusciva a passare agevolmente tra le sbarre. Ebro di gioia montò selvaggiamente la sua topa sopra a un mucchio di segatura, mangiò a sazietà e dimenticò di essere stato libero.

    said on 

  • 0

    Ho seri problemi di fronte a fantasie fervide e dettagliate a matrice e/o a connotazione misogina, violenta, omofobica. Soprattutto quando queste diventano un libro. Ancor di più se il libro attira plausi e premi. Problematica e serena mi congedo dunque, in modo definitivo, da Kōbō Abe.
    Ah, notev ...continue

    Ho seri problemi di fronte a fantasie fervide e dettagliate a matrice e/o a connotazione misogina, violenta, omofobica. Soprattutto quando queste diventano un libro. Ancor di più se il libro attira plausi e premi. Problematica e serena mi congedo dunque, in modo definitivo, da Kōbō Abe. Ah, notevole l'idea dei cumuli di tempo addosso. Nella forma di istanti diametro 1/8 mm (e non solo di quelli). E il sottovivere. Splendido. Problematica, serena e dissociata mi congedo, in modo definitivo, da Kōbō Abe.

    said on 

  • 5

    breve storia del mondo

    che La donna di sabbia sia un libro politico non c'è il minimo dubbio, e non lo dico perché ho la minima idea di come stessero le cose in giappone nei mezzi sessanta in cui è stato dato alle stampe, quanto, piuttosto, perché rievoca nella prigionia dell'uomo e poi nella sua assuefazione i meccani ...continue

    che La donna di sabbia sia un libro politico non c'è il minimo dubbio, e non lo dico perché ho la minima idea di come stessero le cose in giappone nei mezzi sessanta in cui è stato dato alle stampe, quanto, piuttosto, perché rievoca nella prigionia dell'uomo e poi nella sua assuefazione i meccanismi base dell'utopia totalitarista. via, per farla più semplice, anche se non riesco a immaginare due libri più diversi, 'la donna di sabbia' è politico quanto il ciclo della fondazione di Asimov. inoltre è una marea (mai termine fu più appropriato) di altre cose: thriller, fiaba, poesia, racconto erotico e film dell'orrore, il tutto talmente impastato di sabbia, sabbia, sabbia, che tendendo l'orecchio mentre sfogliate le pagine la sentirete scricchiolare nella colla della rilegatura.

    said on