羅麗泰 (Lolita)

By

Publisher: 先覺

4.1
(9530)

Language: 繁體中文 | Number of Pages: 368 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Spanish , French , Chi simplified , Portuguese , Italian , German , Catalan , Dutch , Finnish , Galego , Japanese , Slovenian , Russian , Swedish , Greek , Hungarian , Czech

Isbn-10: 9576074649 | Isbn-13: 9789576074646 | Publish date: 

Translator: 黃秀慧

Also available as: Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like 羅麗泰 (Lolita) ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

  「二怚@紀最具說服力的愛情故事!」《浮華世界》雜誌如是評論。因為這是一部誠實的告白;不是不食人間煙火的浪漫,而是攸關淫慾、占有、嫉妒等赤裸裸的愛慾低鳴,而這個愛情故事──難以見容的不倫之愛──發生在一個四抪釭漱丹~男子與一個怳G歲的稚齡女孩之間。

  一度傳為醜聞的禁書,在一九六二及一九九七兩度被拍成電影,納博可夫這部經典作品貴於用字的豐富華麗,微妙情緒的精心鋪陳,還有對於那令人顫抖的慾望所做的完美刻劃。書中男主角,一個歐裔知識份子,以第一人稱的回顧方式,敘述羅麗泰──這個稚嫩、明亮而粗野的美國女孩──在他身上所喚起的欣喜愛憐與醜惡獸性,還有導致他自我毀滅的宿命。今日,羅麗泰已成為一個迷思,一則傳奇,泛指年輕而挑逗的女孩。但是納博可夫的羅麗泰仍是無人可替代的唯一。「羅麗泰,我生命之光,我腰胯的火焰,我的罪,我的靈魂。羅-麗-泰:舌尖跳著輕快的三步舞,於上顎輕叩牙齒三次,羅.麗.泰。」

Sorting by
  • 3

    Un sano "disprezzo"

    «Lolita» è stata certamente una lettura controversa e complicata. La scrittura di Nabokov è, di sicuro, qualcosa di meraviglioso, il suo stile è incredibilmente elegante e sublime, a volte anche tropp ...continue

    «Lolita» è stata certamente una lettura controversa e complicata. La scrittura di Nabokov è, di sicuro, qualcosa di meraviglioso, il suo stile è incredibilmente elegante e sublime, a volte anche troppo, ma quello che rende complicata la lettura di questo libro è il personaggio perverso e profondo di Humbert. Nabokov attraverso le parole di Humbert - narratore del libro - ci racconta la storia d'amore di quest'ultimo per Dolores Haze, ragazza di soli 12 anni, figlia di una donna vedova che si risposa con Humbert. L'innamoramento del protagonista per Dolores ci viene presentato in tutte le fasi più amare di questo rapporto così complicato e che non lascia certamente indifferenti.
    Pagina dopo pagina non potevo ignorare quello che era il rapporto malato che si creava tra Humbert e Lolita, e allo stesso modo non potevo accettarlo.
    Nel complesso è stata una lettura affascinante, ma il decorso degli eventi mi ha un po' delusa sopratutto l'ultima parte che mi è parsa dilungarsi troppo in descrizioni molto lunghe e un seguirsi di fatti che mi hanno lasciato al quanto perplessa.

    said on 

  • 2

    No, no!

    Mi dispiace, ma più di due stelline non riesco a dare, e forse sono anche troppe. Non sono riuscita ad andare oltre il tema trattato e godermi questo libro. Ho fatto fatica a finirlo. E' scritto in ma ...continue

    Mi dispiace, ma più di due stelline non riesco a dare, e forse sono anche troppe. Non sono riuscita ad andare oltre il tema trattato e godermi questo libro. Ho fatto fatica a finirlo. E' scritto in maniera egregia, assolutamente non disquisisco sulla bravura di Nabokov, ma il tema è insopportabile, e a tratti mi ha disgustato profondamente!

    said on 

  • 5

    Finis, amici miei; finis, demoni miei

    La perfezione di una prosa variopinta, tragica e dagli spazi enormi che crea un contrasto così forte con la malattia della passione. Un dipinto vero, ingiusto, che forse neanche vorremmo vivere; ma ch ...continue

    La perfezione di una prosa variopinta, tragica e dagli spazi enormi che crea un contrasto così forte con la malattia della passione. Un dipinto vero, ingiusto, che forse neanche vorremmo vivere; ma che, proprio nel momento in cui viviamo, ci avvolge, inebria, esalta, e ci fa chiedere: è malattia questa, malattia lo è, ma è malattia anche questa sofferenza, questo dolore?
    E il solo fatto che ci porti a chiedercelo - il solo fatto è pure forza letteraria. Capolavoro.

    said on 

  • 0

    La primera mitad de este libro es muy ágil y nos mantiene atentos, sin embargo después se vuelve un poco lento pudiendo ocasionar pérdida del interés en el mismo. Sin duda un libro que en su época deb ...continue

    La primera mitad de este libro es muy ágil y nos mantiene atentos, sin embargo después se vuelve un poco lento pudiendo ocasionar pérdida del interés en el mismo. Sin duda un libro que en su época debió causar mucha controversia.

    said on 

  • 5

    Un libro memorabile.

    Un altro libro come questo non esiste. Scorre talmente leggero che non ti accorgi neppure di essere arrivato alle ultime pagine. Trama originale e senza tempo. Scritto talmente bene che non si riesce ...continue

    Un altro libro come questo non esiste. Scorre talmente leggero che non ti accorgi neppure di essere arrivato alle ultime pagine. Trama originale e senza tempo. Scritto talmente bene che non si riesce a non "giustificare" il punto di vista, seppur assai perverso, del protagonista. Geniale!

    said on 

  • 4

    Odi et amo

    Ho letto questo libro con grande fatica e tra me e lui si è instaurato un rapporto di odio-amore. Il modo di scrivere di Nabokov è elevato, dotto, elegante, ho apprezzato ogni singola parola di quel l ...continue

    Ho letto questo libro con grande fatica e tra me e lui si è instaurato un rapporto di odio-amore. Il modo di scrivere di Nabokov è elevato, dotto, elegante, ho apprezzato ogni singola parola di quel libro, nonostante alcune frasi risuonassero un po' oscure. A volte mi sono completamente immersa nelle digressioni del protagonista e penso di essermi persa qualche pezzo della storia. Eppure per me è stato così difficile leggerlo - ho impiegato più di un mese per terminarlo - che a volte ho dovuto abbandonare la sua lettura per sfogliare libri molto più frivoli.
    Di sicuro non è un romanzo da leggere a cuor leggero e consiglio la sua lettura a chi magari ha già un'idea di chi sia Nabokov.

    said on 

  • 5

    Relazioni scabrose con parole soavi

    Se voi foste parte di quel tribunale che deve giudicare Humbert Humbert (d'ora in poi HH), il protagonista del romanzo di Nobokov, che fareste? L’imputato è sicuramente colpevole, certo, ma di cosa? O ...continue

    Se voi foste parte di quel tribunale che deve giudicare Humbert Humbert (d'ora in poi HH), il protagonista del romanzo di Nobokov, che fareste? L’imputato è sicuramente colpevole, certo, ma di cosa? Omicidio, pedofilia, incesto; sono diversi i capi d’accusa che pendono sulla sua testa. E mentre il tribunale giudica HH, Nobokov con il suo romanzo giudica la società del suo tempo.

    Lolita è ambientato negli anni Cinquanta, siamo nel pieno dell’American Dream e il professore HH è un arguto disadattato straniero con tendenze pedofile. La prematura scomparsa del suo amore giovanile proietta il suo appetito sessuale sempre a quel tempo, al tempo –più o meno– della preadolescenza. Così, sebbene HH nel romanzo abbia relazioni con persone adulte, lui rimane affascinato soprattutto da giovanissime donne. Che sono giovani sì, ma allo stesso tempo sensuali e spregiudicate. Delle ninfette, così le chiama. E tra queste, la più amata –anzi, l’unica amata– sarà Lolita.

    Il romanzo è scritto in prima persona da HH. Quindi abbiamo una sola prospettiva e quel che sappiamo dei personaggi del romanzo ce lo dice solo HH. Non sappiamo, quindi, quel che Lolita pensa veramente di lui. Abbiamo solo i pensieri, le vedute, le manie, del professore. Che è un uomo malato, senza ombra di dubbio, ma ha un'ironia tagliente sia su se stesso sia sulla società che lo circonda.

    Si dice che Vladimir Nabokov abbia tentato più volte di distruggere il suo romanzo prima di darlo alle stampe e che solo l’intervento di sua moglie Vera l’abbia impedito. Chissà se è vero o no. Certo che un romanzo del genere negli anni Cinquanta deve essere stata una bomba, anche se Nobokov tiene per tutto l’arco del romanzo un registro molto alto e non descrive nessun atto sessuale. Del resto non ce n’è bisogno poiché la confessione di HH è scritta (quasi) come una storia d’amore.

    Da questo libro sono stati tratti due film, il primo di Kubrick con sceneggiatura dello stesso Nobokov. Vale la pena vederlo? Sì; per confermare che per l'ennesima volta i libri vincono sul cinema, non viceversa.

    said on 

  • 2

    Sopravvalutato

    Credo che molte volte sia la fama di un libro a renderlo appetibile a tal punto da incuriosire il lettore a verificare se il tanto sentir dire sia effettivamente veritiero o meno. Questo è quello che ...continue

    Credo che molte volte sia la fama di un libro a renderlo appetibile a tal punto da incuriosire il lettore a verificare se il tanto sentir dire sia effettivamente veritiero o meno. Questo è quello che è capitato a me con Lolita.
    Sfogliando le prime pagine appare inizialmente un romanzo piacevole e scorrevole e siamo quasi incuriositi dalle vicende di gioventù raccontate dall’ormai cresciuto professore Humbert Humbert, ma con il crescere della narrazione, l’euforia iniziale svanisce.
    La divisione in due parti del libro non aiuta, a mio parere, e ammetto di aver arrancato per arrivare alla fine: le descrizioni diventano eccessivamente lunghe, con un carattere ridondante e pedissequo e la noia diventa la protagonista principale. Uno stile assai raffinato e minuzioso quello usato da Nabokov, nulla da dire su questo, ma troppo puntiglioso su un tema che "scotta"; ricordiamo infatti che siamo negli anni 50' e lo scrittore fu molto criticato per il contenuto eccessivamente scabroso (tanto da costringerlo a pubblicare il libro prima a Parigi nel 1955 per poi tradurlo in russo solo dopo dieci anni).
    Continua su http://www.lastambergadeilettori.com/2015/02/lolita-vladimir-nabokov.html

    said on 

  • 3

    Il giudizio "buono " deriva unicamente dalla scrittura .... non ho apprezzato per nulla il contenuto .....a tratti noioso ripetitivo ..... non lo consiglierei

    said on 

Sorting by
Sorting by