Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

質數的孤獨

By

Publisher: 寂寞出版社股份有限公司

3.4
(26007)

Language:繁體中文 | Number of Pages: 312 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , English , Spanish , Portuguese , Catalan , French , Dutch , Finnish , German , Chi simplified , Polish

Isbn-10: 9868461464 | Isbn-13: 9789868461468 | Publish date:  | Edition 1

Translator: 林玉緒

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Teens

Do you like 質數的孤獨 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

「哪樣比較孤獨?是活在自己的世界裡,誰也不愛;還是心裡愛著一個人,卻始終無法向愛靠近?」

☆義大利出版史上,最驚人的處女作暢銷紀錄。兩年銷售逾120萬本,上榜近100週
☆ 34國版權售出,暢銷全歐逾500萬本,在西班牙成為唯一超越《龍紋身的女孩》與《暮光之城》的小說
☆ 義大利最高文學獎「史特雷加文學獎」得獎作
☆ 於義大利掀起三十世代讀者的迷戀狂潮,書迷們甚至在城市各角落塗鴉書中佳句。

他們就像一對中間只隔一個數字的「孿生質數」,如此相似、如此接近,卻又永遠無法真正靠在一起......

兩個質數,代表兩個不幸的小孩、兩個孤獨的青少年、兩個脆弱的大人。

艾莉契討厭滑雪,卻在父親的逼迫下不得不去上滑雪課,因此遭逢了生命中最大的意外。

馬提亞有一個智能不足的雙胞胎妹妹,父母卻總是硬將他們綁在一起。當終於有同學願意邀請他們去參加生日餐會的那天,馬提亞做出了讓他一生懊悔的抉擇。

兩個人生曾經面臨缺憾的青少年,在另外一場生日會上相遇了...他們如此相像,卻又如此不同;如此接近,卻又難以真實碰觸,像兩個「孿生質數」,緊密卻又非獨自存在不可。他們,究竟會面對怎樣的未來?

這是個關於童年經驗、孤單與愛的動人故事。看完之後你會想問:當你愛上另一個人時,是否還能保有自己的完整性?為何越是相愛的人,卻越是無法彼此靠近?

26歲便和安伯托.艾可同樣榮獲義大利最高文學獎的裘唐諾知道,生命,是由殘缺不全卻極為珍貴的片段所組成的。而這一切的不完美,讓我們不得不陷落在整個故事中無法自拔。

作者簡介

保羅.裘唐諾 Paolo Giordano

生於1982年,目前正在攻讀粒子物理學博士學位。2008年1月於義大利出版處女作《質數的孤獨》,兩年內售出逾34國版權,全歐暢銷逾500萬冊,贏得五座文學獎,包括義大利最重要的史特雷加文學獎,成為該獎項有史以來最年輕的得主。得過該獎項的都是義大利重量級小說家,包括安伯托.艾可、《週期表》作者普利摩.李維等人。

譯者簡介

林玉緒

政大統計系畢。七年半的公務員生涯之後,辭職前往義大利中部語言大學就讀,選修文化組;之後,又考上翡冷翠大學,選讀義大利近代文學。旅居義大利近九年。曾為特約記者,現為自由文字工作者。

Sorting by
  • 5

    Peccato averlo letto solo ora!

    Un romanzo che merita, effettivamente, il posto di uno dei bestseller più venduti in Italia. L'unico mio cruccio è quello di averlo scoperto così tardi! Bellissimo

    said on 

  • 4

    Quando venni a conoscenza di questo romanzo fu al liceo, il primo o secondo anno, le mie compagne di scuola che lo leggevano erano "sconvolte" dalla crudezza di certi passaggi per cui l'ho sempre tenuto a dovuta distanza, ben guardandomi dal mettermi a leggere "roba così pesante" non rientrando n ...continue

    Quando venni a conoscenza di questo romanzo fu al liceo, il primo o secondo anno, le mie compagne di scuola che lo leggevano erano "sconvolte" dalla crudezza di certi passaggi per cui l'ho sempre tenuto a dovuta distanza, ben guardandomi dal mettermi a leggere "roba così pesante" non rientrando nei miei canoni.
    Qualche mese fa, per una serie di coincidenze, mi sono trovata dell'umore giusto per dire "ok, mi sa che l'unica cosa che mi serve è leggere "quel" libro".
    L'ho adora, mi ha aiutata a superare dei momenti particolari e la prosa di Giordano, a volte cruda ma in modo giustificato mi ha estasiata. La storia di Matteo e Alice ha per certi versi quall'inquietudine di cui avevo bisogno, adesso lo cito spesso come uno dei miei romanzi preferiti, subendo il giudizio di chi, quasi tutti, mi guarda strana e si stupisce per la scelta. Io mi sono del tutto convinta leggendolo, che ogni libro debba esser letto nel giusto momento per cui una seconda/terza chance va data a quei libri accantonati da tempo o che non abbiamo mai avuto il coraggio di cominciare.

    said on 

  • 4

    Bisognerebbe lasciar sfumare l'interesse mediatico...

    La solitudine dei numeri primi
    Ho aspettato un po’ prima di decidermi a leggere questo libro. Forse troppo…
    Quando un libro, nel bene o nel male, riscuote questo enorme successo, magari lo compro, lo porto a casa ma mi blocco e non riesco nemmeno a guardarlo. Tanto lo so che è li, tra ...continue

    La solitudine dei numeri primi
    Ho aspettato un po’ prima di decidermi a leggere questo libro. Forse troppo…
    Quando un libro, nel bene o nel male, riscuote questo enorme successo, magari lo compro, lo porto a casa ma mi blocco e non riesco nemmeno a guardarlo. Tanto lo so che è li, tra gli altri e prima o poi gli tocca.
    Iniziavo a sentirne parlar meno, finalmente. Le opinioni non erano più così discordanti e non sentivo più dire che il libro è carino, forse piatto ma Giordano... è figo.
    Ed eccomi qua a commentarlo, nonostante siano passati un paio di mesi. Infatti non parlerò della trama, ma solo di sensazioni.
    Alice e Mattia non sono bambini, non sono ragazzi e non sono adulti, nel senso che io non li ho vissuti come tali. Sono semplicemente due esseri umani segnati da un episodio che si porteranno dietro per tutta la vita. Sono due perfetti sconosciuti che potremmo incrociare per strada, in qualunque momento, che potremmo deridere o trattar male, soprattutto perché non ne conosciamo il passato. Ho trovato affascinante il modo di raccontarli, il modo in cui Giordano ci racconta delle loro famiglie e della loro vita in generale. Soprattutto il modo in cui, pur essendo delle persone decisamente al di fuori dai comuni canoni estetici, passano inosservate. Mi è piaciuto il modo in cui Giordano lascia scorrere le loro vite vicine, parallele, come i numeri primi, appunto. Un romanzo decisamente forte, intelligente e sicuramente complesso nei temi, nonostante una prosa asciutta ed efficace, almeno per me.
    Qualche riserva sul finale.
    Voto: 7

    said on 

  • 1

    Paolo Giordano, "La solitudine dei numeri primi"

    Una scorrevole carrellata di personaggi abbastanza ben delineati e di vicende prevedibili. Purtroppo uno dei libri più insignificanti che abbia mai letto. Uno di quelli in cui a ogni pagina che volti pensi "Ok, ora succederà qualcosa che darà un senso a quanto ho letto finora..." ma non accade ma ...continue

    Una scorrevole carrellata di personaggi abbastanza ben delineati e di vicende prevedibili. Purtroppo uno dei libri più insignificanti che abbia mai letto. Uno di quelli in cui a ogni pagina che volti pensi "Ok, ora succederà qualcosa che darà un senso a quanto ho letto finora..." ma non accade mai.
    Una cosa carina di questo libro è il titolo; peccato che quasi certamente sia un'idea dell'editor e non dell'autore, che nel corso della storia non sfrutta mai veramente le potenzialità narrative di questo concetto. Peccato.

    said on 

  • 4

    Questo libro si lascia leggere tutto d'un fiato.
    Storia molto bella e ben scritta, che delude un po' sul finale (per quanto mi riguarda o comunque per come "sentivo" la storia).
    So che esiste un film ma suppongo che non lo vedrò, mi piace il ricordo che mi ha lasciato il libro e non v ...continue

    Questo libro si lascia leggere tutto d'un fiato.
    Storia molto bella e ben scritta, che delude un po' sul finale (per quanto mi riguarda o comunque per come "sentivo" la storia).
    So che esiste un film ma suppongo che non lo vedrò, mi piace il ricordo che mi ha lasciato il libro e non vorrei rovinarmi la visione che ho creato (non sono pazza).
    I personaggi si evolvono pur restando sempre gli stessi, crescono, si incontrano, scontrano più volte e sinceramente avrei voluto che succedesse altro, che continuasse almeno un altro po'.

    said on 

  • 2

    Il problema di questo libro, per quel che mi riguarda, non è che sia scritto male o che non scorra, al contrario, è una storia scritta bene, piena di colpi di scena e che costringe a riflettere su temi su cui a volte si preferisce chiudere gli occhi, fa luce su ambiti che si preferisce lasciare i ...continue

    Il problema di questo libro, per quel che mi riguarda, non è che sia scritto male o che non scorra, al contrario, è una storia scritta bene, piena di colpi di scena e che costringe a riflettere su temi su cui a volte si preferisce chiudere gli occhi, fa luce su ambiti che si preferisce lasciare in ombra: maldicenze, bullismo, anoressia.
    [SPOILER]
    eppure non concepisco che un fratello maggiore abbandoni quello minore, proprio non posso accettarlo, che ci sia un tale egoismo e indifferenza da parte di un fratello non lo tollero proprio. e poi la scena della caramella mi ha disgustata talmente tanto che ancora a pensarci ho la pelle d'oca.

    said on 

Sorting by