风之影

By

Publisher: 人民文学出版社

4.2
(34131)

Language: 简体中文 | Number of Pages: 488 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) German , English , Chi traditional , Spanish , Italian , Catalan , Dutch , French , Swedish , Polish , Portuguese , Russian , Danish , Finnish , Croatian , Slovenian , Czech , Greek

Isbn-10: 7020058280 | Isbn-13: 9787020058280 | Publish date: 

Translator: 范湲

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like 风之影 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
      书是镜子,人只能在书里看到自己的内心。   二次世界大战后的巴塞罗那,达涅尔十一岁生日那天,父亲带他前往“遗忘之书墓园”,这是一座专门收罗为世人所遗忘的各种书籍的图书馆。在父亲的怂恿之下,达涅尔挑了一本胡利安·卡拉斯的小说《风之影》,并且深深为之着迷。于是他开始寻找同一作者的其他作品,却惊讶地发现一名自称“谷柏”的畸形男人,正四处寻找卡拉斯的所有著作,并欲将之焚毁殆尽。而达涅尔手中的这本《风之影》很可能是最后一本。原本一场单纯的文学寻根之旅,却意外开启了通往巴塞罗那阴暗过去的恐怖冒险之门。当神秘作者胡利安的轮廓一点一滴浮现时,达涅尔的人生却也逐渐和他产生重叠,若不及早找出真相,他身边的至亲至爱,都会沦为谋杀、魔法与疯狂的牺牲品……   这是一段因追索书中潜藏的灵魂而展开的传奇旅程。在巴塞罗那的光与影中,人性、爱欲、仇恨重重交叠,飘荡如风中的幻影。
Sorting by
  • 5

    Personaggi vivi....

    ... quei personaggi a cui ti affezioni come se li avessi conosciuti realmente; trama complessa e incentrata sui libri, visti come "specchi che riflettono ciò che abbiamo dentro"; l'amore descritto in ...continue

    ... quei personaggi a cui ti affezioni come se li avessi conosciuti realmente; trama complessa e incentrata sui libri, visti come "specchi che riflettono ciò che abbiamo dentro"; l'amore descritto in maniera intensa e concreta, come in questa considerazione di Fermìn: "Il fatto è che gli uomini, tornando a Freud e mi si passi la metafora, si scaldano come lampadine: bollenti in un attimo, fredde un istante dopo. Le donne, invece, ed è una verità scientifica, si scaldano come un ferro da stiro, mi capisce? Poco a poco, a fuoco lento, come una buona "escudella", la zuppa di carne con cavolo e ceci. Ma una volta che si sono scaldate, non le ferma più nessuno. Come gli altiforni della Biscaglia"

    said on 

  • 2

    Uno di quei libri che ti viene consigliato da tutte le tue amicizie e che, una volta lettolo, ti chiedi se non sia il caso di cambiare giro di amici.

    said on 

  • 0

    null

    alla fine devo ammettere che l' ho abbandonato... speravo che dopo un po' il ritmo si facesse più veloce e che la trama diventasse più avventurosa invece ha continuato uguale e alla fine mi ha scoccia ...continue

    alla fine devo ammettere che l' ho abbandonato... speravo che dopo un po' il ritmo si facesse più veloce e che la trama diventasse più avventurosa invece ha continuato uguale e alla fine mi ha scocciato

    said on 

  • 0

    lo sto leggendo ed è carino però... non eccezionale, scorre un po' lento e alcune scene erano prevedibili secondo me... ad ogni modo niente male

    said on 

  • 4

    Votare un libro a distanza di tempo

    Ho letto questo libro qualche anno fa' e, ricordandone per buona parte la trama, non ho voluto rileggerlo recentemente prima di completare la trilogia.
    E' passato troppo tempo per fornire un giudizio ...continue

    Ho letto questo libro qualche anno fa' e, ricordandone per buona parte la trama, non ho voluto rileggerlo recentemente prima di completare la trilogia.
    E' passato troppo tempo per fornire un giudizio dettagliato. Penso di essermi entusiasmato di più durante la lettura dei capitoli successivi fatta in questi giorni, ma è probabile che questo ricordo sia distorto dal tempo.
    Assegno perciò 4/5 come voto finale giudicandolo solo come il primo capitolo di una trilogia che ho riscoperto e letto con molto piacere.

    said on 

  • 4

    L'ombra del vento di Carlos Ruiz Zafon

    LIBRO DEL MESE DI MARZO 2016
    http://www.ilclubdellibro.it/forum/4-libri-del-mese/11206-marzo-2016-lombra-del-vento.html?limitstart=0

    SINOSSI
    Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio ...continue

    LIBRO DEL MESE DI MARZO 2016
    http://www.ilclubdellibro.it/forum/4-libri-del-mese/11206-marzo-2016-lombra-del-vento.html?limitstart=0

    SINOSSI
    Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, nel cuore della città vecchia di Barcellona al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo in cui migliaia di libri di cui il tempo ha cancellato il ricordo, vengono sottratti all'oblio. Qui Daniel entra in possesso del libro "maledetto" che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un labirinto di intrighi legati alla figura del suo autore e da tempo sepolti nell'anima oscura della città. Un romanzo in cui i bagliori di un passato inquietante si riverberano sul presente del giovane protagonista, in una Barcellona dalla duplice identità: quella ricca ed elegante degli ultimi splendori del Modernismo e quella cupa del dopoguerra.

    RECENSIONE
    Per me è il primo libro letto all’interno del “Club del libro”, come libro del mese, il quale mi diverte e mi appassiona; mi riporta indietro, ai tempi della scuola.
    Dopo questa piccola parentesi, Vi parlo del libro di Zafon, che nell’insieme è stato bello ed emozionante, anche se mi ha preso verso la fine. Mi spiego meglio: l’inizio è stato un pochino pesante, lento, perchè si ripeteva sempre sulle scoperte e sull’evolversi della storia e per poter seguire bene la vicenda ogni tanto tornavo indietro per riprendere il filo.
    Daniel, bambino undicenne, uno dei protagonisti e la voce narrante, mi ha portato con la fantasia in luogo eccezionale “il cimitero dei libri dimenticati”, e da lì in una concatenazione di intrighi, sofferenze, menzogne ed emozioni; mano mano che lui diventava adulto la storia si intrecciava in numerose vicende accattivanti, tristi e passionali. Grazie ad un libro “l’ombra del vento” e al suo autore, Daniel scopre la falsità, la cattiveria, ma soprattutto l’amore.
    Gli altri protagonisti della storia per me sono: Julian Carax, lo scrittore dello stesso, l’uomo misterioso che osserva il ragazzo, intimorendolo; e poi sicuramente Fermin, l’amico un po’ pazzo di Daniel, che grazie alla sua figura ed il suo modo di essere, alleggerisce il racconto, ogni tanto, con qualche idea strabiliante. La storia è stata complessa, piena di suspense e di personaggi cattivi, malati dall’odio, intriganti, che hanno dato un bella dose di mistero rendendo il libro complicato e avvincente. Di solito non considero mai i personaggi in assoluto per i loro comportamenti, per quello che fanno, non li giudico, ma in questo libro il personaggio che ho odiato di più è stato il padre di Penelope. E’ stato un mostro…..e non dico altro perché chi non l’avesse letto, possa farlo!
    Grazie al club per questa opera e spero in futuro di incontrarne delle altre che mi facciano viaggiare in luoghi sconosciuti ed emozionanti.

    RECENSIONE A CURA DI BRUNY

    Passa a trovarci!!
    www.ilclubdellibro.it

    said on 

  • 4

    Solo allora – le dissi – avevo compreso che si trattava di una storia di solitudini e che proprio per questo vi avevo cercato rifugio, fino a confonderla con la mia vita.

    Libro che ti catapulta in un'atmosfera magica e surreale, di un tempo andato, e sembra di essere al centro della vicenda.. Bel libro, molto triste, ma molto bello

    said on 

Sorting by
Sorting by