Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Cider House Rules

By John Irving

(11)

| Mass Market Paperback | 9780553258004

Like Cider House Rules ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

First published in 1985, The Cider House Rules is John Irving's sixth novel. Set in rural Maine in the first half of this century, it tells the story of Dr. Wilbur Larch--saint and obstetrician, founder and director of the orphanage in the town of St Continue

First published in 1985, The Cider House Rules is John Irving's sixth novel. Set in rural Maine in the first half of this century, it tells the story of Dr. Wilbur Larch--saint and obstetrician, founder and director of the orphanage in the town of St. Cloud's, ether addict and abortionist. It is also the story of Dr. Larch's favorite orphan, Homer Wells, who is never adopted.

152 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Penso ci vorrà del tempo prima che io riesca ad abbandonare tutti i personaggi di questo libro, che ti rimangono dentro come se fossero persone della tua vita. Questa sensazione di perdita che provo alla fine del libro è riservata solo ai libri che r ...(continue)

    Penso ci vorrà del tempo prima che io riesca ad abbandonare tutti i personaggi di questo libro, che ti rimangono dentro come se fossero persone della tua vita. Questa sensazione di perdita che provo alla fine del libro è riservata solo ai libri che reputo davvero bellissimi e di cui mi sono sentita parte.

    Arriva dritto nella mia top ten, così come mi è rimasto in testa.

    Is this helpful?

    Kleinefrau said on Oct 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Personaggi che prendono vita, imperfetti e reali. Un libro che ti urla dentro di non giudicare, mai.

    Is this helpful?

    Daniela Allione said on Sep 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Gran bel libro. Le pagine sono molte ma vale la pena di affrontarle per trovarci personaggi indimenticabili.

    Is this helpful?

    mavi said on Aug 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Qui a St. Cloud's" aveva scritto Wilburn Larch, "impariamo ad amare il difficile"

    Oltre a essere un libro bello, a tratti prolisso e lunghetto (lo ammetto!!), è anche tanto tanto emozionante e commuovente. Non solo la storia degli orfani, ma anche quella delle donne disperate che cercano qualcuno che le aiuti nella scelta di non e ...(continue)

    Oltre a essere un libro bello, a tratti prolisso e lunghetto (lo ammetto!!), è anche tanto tanto emozionante e commuovente. Non solo la storia degli orfani, ma anche quella delle donne disperate che cercano qualcuno che le aiuti nella scelta di non essere mamma. Toccante.

    Is this helpful?

    Micol said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Coraggioso

    Bellissimo romanzo che a un'osservazione epidermica potrebbe sembrare prolisso per lunghi tratti. Invece le vicende di Omer Wells vengono fuori spinte da un'eregia fortissima che anima la storia. Irving gioca sulle diverse visioni sull'aborto e lo f ...(continue)

    Bellissimo romanzo che a un'osservazione epidermica potrebbe sembrare prolisso per lunghi tratti. Invece le vicende di Omer Wells vengono fuori spinte da un'eregia fortissima che anima la storia. Irving gioca sulle diverse visioni sull'aborto e lo fa con coraggio e maestria.

    Is this helpful?

    Giovanni Davide Piras said on May 21, 2014 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    John Irving - Le regole della casa del sidro

    Letta l'ultima pagina ieri sera verso le undici mi è scesa una lacrimuccia, sia perché mi mancheranno Homer, Candy, Wally, Angel, Larch, Melony (e tanti altri), sia perché le ultime pagine di questo romanzo non possono lasciare insensibili. Insomma u ...(continue)

    Letta l'ultima pagina ieri sera verso le undici mi è scesa una lacrimuccia, sia perché mi mancheranno Homer, Candy, Wally, Angel, Larch, Melony (e tanti altri), sia perché le ultime pagine di questo romanzo non possono lasciare insensibili. Insomma un capolavoro (o almeno per me lo è) che metto sicuramente tra i migliori dieci libri letti fino ad oggi. Irving non sbaglia un colpo e si rivela, romanzo dopo romanzo, una costante e piacevole sicurezza.

    Le regole della casa del sidro è un libro molto vasto, incentrato sulla figura dell'orfano Homer Wells, sulla sua crescita umana e "professionale". Un viaggio in cui verranno affrontati i temi essenziali della nascita, della vita, dell'amore e della morte, attraverso la prosa di Irving che in certi momenti ha quasi il sapore della fiaba tanto è dolce e raffinata. Si parte da un orfanotrofio, fulcro di tutto il libro, dove vengono praticati aborti clandestini. Questo contrasto tra vita e morte sarà uno dei motivi dominanti di questo romanzo, assieme sicuramente all'amore e soprattutto la famiglia, qualcosa che per un orfano rappresenta gioia e felicità ma al contempo anche mistero ed insicurezza. Homer Wells vivrà il suo percorso, avrà un unico grande maestro ed un unico grande amore, imparerà che il confine sottile tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato è ancora più tenue di quanto possa sembrare ma soprattutto imparerà che le regole spesso sono fatte per non essere rispettate. Imparerà che spesso bisogna sacrificarsi per gli altri, magari anche andando oltre la propria coscienza morale.

    Personalmente mi sono lasciato trasportare dalle pagine di questo libro, mi sono lasciato a tratti travolgere ed a tratti cullare dalla prosa impetuosa di Irving, sempre però dolcissima e ricca di colori e profumi. Non ci sono momenti morti in questo romanzo, non ci sono intermezzi o altro, una volta partiti non ci si ferma più. In certi momenti non sarà un romanzo facile ma anche la vita non lo è e Le regole della casa del sidro affronta proprio i quesiti fondamentali che la vita ci pone davanti.

    Consigliato. Forse il miglior Irving, ma affermandolo mi sembrerebbe di fare un torto ad Hotel New Hampshire e Preghiera per un amico che sono altrettanto splendidi. Un libro da regalare.

    Is this helpful?

    david said on Apr 7, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection