Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Canterbury Tales

By Geoffrey Chaucer

(156)

| Paperback | 9780140424386

Like The Canterbury Tales ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Inspired by Boccaccio's "Decameron", and framed as a storytelling competition between a group of pilgrims, Geoffrey Chaucer's "The Canterbury Tales" is one of the greatest works of English literature, translated from the Middle English with an introd Continue

Inspired by Boccaccio's "Decameron", and framed as a storytelling competition between a group of pilgrims, Geoffrey Chaucer's "The Canterbury Tales" is one of the greatest works of English literature, translated from the Middle English with an introduction by Nevill Coghill in "Penguin Classics". In "The Canterbury Tales" Chaucer created one of the great touchstones of English literature, a masterly collection of chivalric romances, moral allegories and low farce. A story-telling competition between a group of pilgrims from all walks of life is the occasion for a series of tales that range from the Knight's account of courtly love and the ebullient Wife of Bath's Arthurian legend, to the ribald anecdotes of the Miller and the Cook. Rich and diverse, "The Canterbury Tales" offers us an unrivalled glimpse into the life and mind of Medieval England. Nevill Coghill's masterly and vivid English verse translation is rendered with consummate skill to retain all the vigour and poetry of Chaucer's fourteenth-century Middle English. Geoffrey Chaucer (c.1343-1400) was an English author, poet, philosopher, courtier and diplomat, best known as the author of "The Canterbury Tales".
Chaucer is credited as being the first author to demonstrate the artistic legitimacy of the vernacular English language. The first poet to have been buried in the Poet's Corner of Westminster Abbey, his other works include "The House of Fame", "Troilus and Criseyde" and "The Book of the Duchess". If you enjoyed "The Canterbury Tales", you might like Boccaccio's "Decameron", also available in "Penguin Classics". "Nevill Coghill's easy, seductive translation ensures that this, the most popular work in English Literature - now 600 years old - will run through yet more centuries, delighting yet more readers, shaping more writers". (Melvyn Bragg).

63 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Ho letto molte recensioni negative su questo libro e per questo vorrei spendere qualche parola per un'opera che, personalmente, ho trovato unica e frutto di un sapiente (eppur non artificioso) studio. "I Racconti di Canterbury" di Geoffrey Chaucer è ...(continue)

    Ho letto molte recensioni negative su questo libro e per questo vorrei spendere qualche parola per un'opera che, personalmente, ho trovato unica e frutto di un sapiente (eppur non artificioso) studio. "I Racconti di Canterbury" di Geoffrey Chaucer è considerato il primo poema nazionale inglese. In effetti Chacer fece quello che fecero, in Italia, Dante e Boccaccio. Chaucer infatti mescola gli stili e i linguaggi più diversi e avvicina personaggi dalla più disparata provenienza sociale, ognuno caratterizzato con un'ironia più o meno sottile, a volte con bonaria simpatia a volte con sarcasmo. Ciò che rende Chaucer un poeta nazionale è l'aver rappresentato la società inglese del XIV secolo in tutte le sue componenti, cogliendone la vitalità e, come parte integrante di essa, gli anacronismi e i difetti.
    Il confronto con i grandi suoi contemporanei italiani ha spinto molti a considerare l'opera come un'unione di elementi presi da una parte dalla Divina Commedia (ritorna il tema del pellegrinaggio associato a un'elevazione spirituale) e dall'altra dal Decameron (per quanto riguarda l'impianto strutturale dell'opera). Come scrive il critico letterario Harold Bloom al termine di questa edizione, l'unicità di Chaucer risulta nel suo uso inimitabile dell'ironia che non sempre lascia comprendere quale sia il suo parere sui personaggi.
    Personalmente, non ho letto il Decameron e, come lettore ingenuo, sembra veramente che i punti di contatto tra Chaucer e Boccaccio siano molti e forti. Tuttavia preferirei leggerlo prima di esprimermi.
    Questo libro mi è piaciuto molto, soprattutto per la presenza di voci così eterogenee così ben sviluppate, in modo realistico e divertente. Inoltre, come viene detto nell'introduzione, Chaucer ha la straordinaria capacità di comunicare perfettamente con il lettore: è divertente quando vuole essere divertente, è noioso quando vuole essere noioso, è volgare quando vuole essere volgare.
    Unica pecca di quest'edizione è la trasposizione in prosa dell'opera. Personalmente faccio fatica ad apprezzare un'opera in versi e preferisco la prosa. Tuttavia, terminato il libro, mi sono reso conto che un'opera del genere, assunta a primo poema nazionale inglese, merita di essere letta quanto meno in versi, se possibile in lingua.

    Is this helpful?

    Davide Gobbo said on Jan 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    splendida opera trecentesca (in questa versione, tradotta ma senza testo originale a fronte) che fornisce preziosi indizi sulla vita dell'epoca

    Is this helpful?

    Athena said on Jan 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Che tempi quelli di Chaucer! O santi o diavoli! E in mezzo, la comare di Bath che sembra l'egida d'una emancipata donna di oggi, come oggi ancor poche ce ne sono.
    Non sempre scorrevole, non sempre originale, ma certi racconti sono perle rare.
    Il tut ...(continue)

    Che tempi quelli di Chaucer! O santi o diavoli! E in mezzo, la comare di Bath che sembra l'egida d'una emancipata donna di oggi, come oggi ancor poche ce ne sono.
    Non sempre scorrevole, non sempre originale, ma certi racconti sono perle rare.
    Il tutto, solo 650 anni fa!

    Is this helpful?

    Taldetali said on Oct 9, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' uno dei grandi capolavori della letteratura mondiale. Eppure l'ho trovato molto simile al Decamerone e con un trattato finale sui vizi e peccati capitali un po' pedante. Da leggere per cultura personale.

    Is this helpful?

    Ardis said on Sep 13, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho acquistato questo libro in una delle più antiche librerie (Blackwell's Bookshop Oxford) di Oxford durante un viaggio.
    Stavo studiando Chaucer a scuola e mi intrigava averne una copia nella mia libreria. Ogni tanto capita di sfogliarlo e leggerne u ...(continue)

    Ho acquistato questo libro in una delle più antiche librerie (Blackwell's Bookshop Oxford) di Oxford durante un viaggio.
    Stavo studiando Chaucer a scuola e mi intrigava averne una copia nella mia libreria. Ogni tanto capita di sfogliarlo e leggerne un pezzettino, ma certo rimane un piccolo gioiellino da consultazione più che una piacevole lettura in un momento di relax.

    Is this helpful?

    pianetino89 said on Aug 26, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Collection with this book