Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Nine Stories

(161)

| Paperback | 9780316769501

Like Nine Stories ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Since the publication of The Catcher in the Rye in 1951, the works of J.D. Salinger have been acclaimed for their humor, intensity, and their lack of phoniness. A collection of short fiction, Nine Stories contains works with those qualities that make Continue

Since the publication of The Catcher in the Rye in 1951, the works of J.D. Salinger have been acclaimed for their humor, intensity, and their lack of phoniness. A collection of short fiction, Nine Stories contains works with those qualities that make Salinger such a well-loved author.

246 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 4 people find this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    La bellezza e gli oppressi.

    Queste 200 pagine di Salinger contano per 1000: la densità di sofferenza e stupore, di squallore e di tenerezza è elevatissima - quasi ogni parola sembra portare la forza gentile dello sguardo lucido e amorevole dell'autore. La scrittura è incredibil ...(continue)

    Queste 200 pagine di Salinger contano per 1000: la densità di sofferenza e stupore, di squallore e di tenerezza è elevatissima - quasi ogni parola sembra portare la forza gentile dello sguardo lucido e amorevole dell'autore. La scrittura è incredibile, capace di passare da una comicità gentile ad uno strazio silenzioso, da una indagine profonda e quasi oscena delle bassezze umane ad un lieve disegno infantile di ingenuità.
    L'ultimo racconto, Teddy, è il più complesso e traumatico: Salinger riesce anche ad affrontare il tabù immenso della morte del bambino, lasciandoci spaesati, colpiti e molto molto più indifesi davanti ad un mondo così crudele e così difficile.

    Is this helpful?

    Habemus_Apicellam said on Jul 16, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    bei racconti, chi più chi meno, ma sempre belli. Niente da dire sul modo che ha Salinger di scrivere. Tra tutti mi sono piaciuti molto: UN giorno ideale per i pesci banana, Per Esmé: con amore e squallore e Teddy. Ottima lettura, consigliata.

    Is this helpful?

    Antonio said on Jul 5, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "La gente crede che le cose finiscano a un certo punto. Se le cose sembra che finiscano a un certo punto, è solo perchè la gente di solito non le sa guardare che in quel modo...ma questo non vuol dire che vedano giusto" ("Teddy")

    Is this helpful?

    Misia (cartacei) said on Jun 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Some short stories, like "For Esme, with love and squalor" or "A perfect day for Bananafish" succeed perfectly in their aim of picturing the effects of the horrors of war. I also liked "Teddy", "The Laughing Man" and "Just Before the War with the Esk ...(continue)

    Some short stories, like "For Esme, with love and squalor" or "A perfect day for Bananafish" succeed perfectly in their aim of picturing the effects of the horrors of war. I also liked "Teddy", "The Laughing Man" and "Just Before the War with the Eskimos", the other stories were less significative.

    Is this helpful?

    Zooz92 said on May 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'arte dello scrivere racconti non concede l'alibi dell'imperfezione naturale delle cose: è per questo che la perfezione formale di ciascuna di queste brevi opere stupisce tanto quanto la consapevolezza che la fama di Salinger non viene da queste ben ...(continue)

    L'arte dello scrivere racconti non concede l'alibi dell'imperfezione naturale delle cose: è per questo che la perfezione formale di ciascuna di queste brevi opere stupisce tanto quanto la consapevolezza che la fama di Salinger non viene da queste bensì da un romanzo, tutto sommato sopravvalutato, come "Il giovane Holden".
    Attraverso una sontuosa architettura formale, fatta di minuziosi rimandi interni e di un controllo assoluto della narrazione, Salinger infatti riesce ad addentrarsi nella psiche dei diversi bambini che popolano i suoi racconti, concedendosi di riflettere sugli adulti guardandoli attraverso i loro occhi.
    Sarà per questo che Holden è sopravvalutato: lì questa trasfigurazione appariva artificiosa, frutto più di un travestimento da adulto che di una vera e profonda immersione.

    Is this helpful?

    Ro Di Gi said on Apr 26, 2014 | 2 feedbacks

  • 2 people find this helpful

    Bellissimi

    Tutti racconti bellissimi, nella mia top 3 vanno "L'uomo Ghignante", "Per Esmè: con amore e squallore" e "Il periodo blu di De Daumier-Smith".

    Is this helpful?

    Enrico Ventu said on Mar 21, 2014 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book