Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

The Bell Jar

By Sylvia Plath

(6)

| Others | 9780965026338

Like The Bell Jar ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

182 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Stavo cercando di spiegare a Elvira che cosa ho provato mentre guardavo Roma uccidersi, soprattutto cosa ho provato mentre mangiavo i pop corn, ma mi sono bloccato quando le ho dovuto spiegare la differenza fra piacere e dolore non ci sono riuscito. ...(continue)

    Stavo cercando di spiegare a Elvira che cosa ho provato mentre guardavo Roma uccidersi, soprattutto cosa ho provato mentre mangiavo i pop corn, ma mi sono bloccato quando le ho dovuto spiegare la differenza fra piacere e dolore non ci sono riuscito. Sono stato ore e ore a farle esempi, troppo sale, mi si attaccavano ai denti, quelli non scoppiati erano difficili da rompere e altri dettagli, ma Elvira gli esempi male li sopporta e così si è distratta e ha cominciato a leggere un articolo sulle qualità del colore rosso e del colore verde e del colore blu. Tu avevi le tende una blu e una rossa, vero?, mi ha chiesto lei. Già, erano belle, ho detto io. E quali sono le differenze fra blu e rosso?, ha detto Elvira, non lo so, ho detto io, e tra verde e rosso?, ha detto Elvira, non so neanche questo, ma lo possiamo chiedere alla mia pianta di pomodoro. Vero, ha detto Elvira, mi sono sempre chiesta perché diventa ansiosa quando le faccio vedere il giallo. Andiamo?, ho detto io. Aspettiamo un po', ha detto Elvira, l'ho appena spostata in serra, forse sta riposando. E mentre pensavo alla mia pianta che riposava mi è arrivata un'email da pop artist.

    Is this helpful?

    (skate) said on Sep 26, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Tralasciando la prima parte, in cui si mette in evidenza una "malignità" immatura e, di conseguenza, piuttosto irritante della ragazza, il romanzo "cresce" immensamente in seguito ai tentativi di suicidio della protagonista (alter ego della Plath, a ...(continue)

    Tralasciando la prima parte, in cui si mette in evidenza una "malignità" immatura e, di conseguenza, piuttosto irritante della ragazza, il romanzo "cresce" immensamente in seguito ai tentativi di suicidio della protagonista (alter ego della Plath, a quanto pare), grazie ad una maggiore introspezione e ad una descrizione precisa degli eventi (stavolta molto più interessanti, a mio avviso).
    Di notevole rilevanza le riflessioni sulla campana di vetro, l'angoscia in cui si sente imprigionata la giovane, senza mai trovare, nonostante la dimissione, un vero barlume di speranza (difatti, ella dice tra sé di non essere sicura di non cadere nuovamente sotto la "campana di vetro").
    Apprezzo da tempo la Plath poetessa, leggere il suo unico romanzo è stato interessante

    Is this helpful?

    EmptyWords said on Jul 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro bellissimo. E' facile immedesimarsi nella protagonista, anche quando i pensieri sono cupi e tristi. L'ho trovato di grande ispirazione, mi ha fatto riflettere sugli stereotipi che ci sono ancora sulle donne e sulle aspettative che vi si ripo ...(continue)

    Un libro bellissimo. E' facile immedesimarsi nella protagonista, anche quando i pensieri sono cupi e tristi. L'ho trovato di grande ispirazione, mi ha fatto riflettere sugli stereotipi che ci sono ancora sulle donne e sulle aspettative che vi si ripongono.

    Is this helpful?

    On Reading said on Jul 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Il silenzio era deprimente.
    Non era il silenzio del silenzio, era il mio silenzio."

    Is this helpful?

    RozzEmilia77 said on Jun 21, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book