Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

L'uccello che girava le viti del mondo

By Haruki Murakami

(459)

| Mass Market Paperback | 9788884900593

Like L'uccello che girava le viti del mondo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Lui, protagonista e voce narrante, è un giapponese di oggi. Trent'anni,felicemente sposato con una donna in carriera, nullafacente (o casalingo tuttofare?), il nostro si trova all'improvviso al centro di una rete intricata di vicende passate e presen Continue

Lui, protagonista e voce narrante, è un giapponese di oggi. Trent'anni,felicemente sposato con una donna in carriera, nullafacente (o casalingo tuttofare?), il nostro si trova all'improvviso al centro di una rete intricata di vicende passate e presenti più grandi di lui. Tutto prende il via da due episodi insignificanti: la scomparsa del gatto di casa e una misteriosa telefonata anonima durante la quale una sensuale voce femminile gli chiede un incontro. L'uomo inizia un duplice viaggio nella geografia della megalopoli giapponese e nei labirinti delle passioni amorose. Lungo il percorso troverà i fantasmi del passato di una nazione che non si è ancora riconciliata con la propria storia.

713 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Chi mi segue sa che adoro Murakami; ecco, stavolta no... un po' fiacco, con troppi personaggi "abbandonati", troppi interrogativi irrisolti. Sono davvero poco convinta, e mi dispiace.

    Is this helpful?

    Eli Zeta said on Sep 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Finora uno dei miei preferiti. Nonostante la lunghezza, le varie storie che si inframezzano a quella principale trasportano verso la fine del libro, e quasi non te ne accorgi.
    Quando la fine invece arriva ti lascia un po' di stucco. Forse si poteva d ...(continue)

    Finora uno dei miei preferiti. Nonostante la lunghezza, le varie storie che si inframezzano a quella principale trasportano verso la fine del libro, e quasi non te ne accorgi.
    Quando la fine invece arriva ti lascia un po' di stucco. Forse si poteva dire qualcosa in più.

    Is this helpful?

    Sir Babylon said on Sep 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Dopo IQ84 faccio fatica a dare 5 stelle, ma il libro mi ha lasciato quella sensazione di averci abitato dentro che solo i libri ben scritti lasciano. La storia è fatta più di stasi che di azione, ad un certo punto sembra che tutto debba rimanere com' ...(continue)

    Dopo IQ84 faccio fatica a dare 5 stelle, ma il libro mi ha lasciato quella sensazione di averci abitato dentro che solo i libri ben scritti lasciano. La storia è fatta più di stasi che di azione, ad un certo punto sembra che tutto debba rimanere com'è. Il protagonista stesso fa fatica, porta avanti la sua ricerca faticosamente, non sa cosa deve cercare, ma il suo impegno è profondo e senza compromessi. L'intreccio tra la sua quotidianità, fatta di piccoli gesti minuziosamente descritti, e "l'altra dimensione", che balugina nella sua inafferrabilità, contraddistingue la trama. Metafora dell'impossibilità di afferrare la realtà, quella degli eventi che ci trascinano e quella dentro di noi. Ma il protagonista ha un obiettivo, la sua realtà ha un nome e un cognome e tutto il resto viene piegato in funzione di esso. L'importanza di avere almeno un'idea chiara in mezzo a confusione, stranezze, personaggi bizzarri, alberghi labirintici, inconsci feriti....

    Is this helpful?

    Effimera said on Aug 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ancora un viaggio dentro se stessi, attraverso le allegorie tipiche di Murakami. Il pozzo dei sentimenti, la meditazione, il sogno. L'amore e la ricerca. Col contorno di personaggi strani e interessanti che la mente geniale dell'autore sa regalarci.

    Is this helpful?

    francescamare said on Aug 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una lettura lunghissima e interminabile, ma alla fine....boh...io non l'ho mica capito!

    Is this helpful?

    Giuly said on Aug 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un bravo editor, forse, avrebbe potuto trasformarlo in un buon libro, come un giardiniere che sfoltisca una siepe troppo frondosa. Il romanzo, infatti, andrebbe ampiamente tagliato per porre un limite all’incontinenza di Murakami, che qui risulta par ...(continue)

    Un bravo editor, forse, avrebbe potuto trasformarlo in un buon libro, come un giardiniere che sfoltisca una siepe troppo frondosa. Il romanzo, infatti, andrebbe ampiamente tagliato per porre un limite all’incontinenza di Murakami, che qui risulta particolarmente infruttuosa o tutt’al più genera un albero carico di frutti acerbi. La mole del libro non spaventerebbe se il contenuto fosse all’altezza e meritasse tanto spazio. Riesco facilmente ad immaginare Gordon Lish, forbici in mano, intento a scorticare vivo il corpo obeso del romanzo fino a far emergere l’essenziale. La scrittura è poco matura, ossessionata da metafore spesso banali. Ossessiva nelle descrizioni che spesso non aggiungono nulla a quanto già detto, nemmeno a livello di atmosfera o realismo interno. Incapace di cambiare stile quando si frammenta in racconti di personaggi diversi dal protagonista. Perfino l’idea totalizzante di introspezione profonda, fulcro dogmatico della narrazione, non riesce ad essere originale, forte e focale, in un libro che si disperde nelle sue ambizioni come brandelli di carta al vento.

    [Sì, le metafore di questa recensione erano ironiche.]

    Nota sull’edizione: Qualche refuso in un libro di 832 pagine è accettabile, ma la quantità che ho trovato è davvero vergognosa.

    Is this helpful?

    tiamotiodio said on Jul 19, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book