Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Q

By Luther Blissett

(765)

| Hardcover

Like Q ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

1227 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Agguati, complotti, lotte religiose, truffe e libri proibiti: c'è proprio tutto in Q, romanzo che ha reso famoso il collettivo di scrittori che opera sotto lo pseudonimo di Luther Blissett e, più di recente, con quello di Wu Ming. Uno straordi ...(continue)

    Agguati, complotti, lotte religiose, truffe e libri proibiti: c'è proprio tutto in Q, romanzo che ha reso famoso il collettivo di scrittori che opera sotto lo pseudonimo di Luther Blissett e, più di recente, con quello di Wu Ming. Uno straordinario affresco storico del periodo compreso fra il 1518 e il 1555, anni segnati dal conflitto fra la Chiesa cattolica e le idee riformiste di Lutero, così come con tutti i movimenti ereticali sorti in seguito alla polveriera scatenata dalle 95 tesi.
    http://athenaenoctua2013.blogspot.it/2014/10/q-luther-b…

    Is this helpful?

    Cristina - Athenae Noctua said on Oct 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro veramente impegnativo.

    Una sfida per la mia capacità di concentrazione. Romanzo molto - forse troppo - lungo e decisamente affollato: personaggi che entrano ed escono dalla vicenda, che escono e rientrano con nuovi nomi, rimbalzi continui dal libro a wikipedia maledicendo ...(continue)

    Una sfida per la mia capacità di concentrazione. Romanzo molto - forse troppo - lungo e decisamente affollato: personaggi che entrano ed escono dalla vicenda, che escono e rientrano con nuovi nomi, rimbalzi continui dal libro a wikipedia maledicendo le mie lacune in storia... tutto ha reso difficile e stentata la lettura. Eppure è un gran bel romanzo, scritto benissimo.

    Is this helpful?

    citrosodina said on Oct 11, 2014 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    Quel che dovevo fare

    Due anni fa avevo iniziato Q,ma dopo nemmeno 40 pagine l'avevo mollato. Flashback,lettere,un contesto storico che non mi interessava minimamente: cancellai l'ebook pensando "machimelofafare".
    Poi decido di dargli un'altra chance.

    Ed ecco che stavol ...(continue)

    Due anni fa avevo iniziato Q,ma dopo nemmeno 40 pagine l'avevo mollato. Flashback,lettere,un contesto storico che non mi interessava minimamente: cancellai l'ebook pensando "machimelofafare".
    Poi decido di dargli un'altra chance.

    Ed ecco che stavolta scatta la scintilla : trovo di nuovo le prime pagine pesanti,ma poi inizio a seguire questo affresco che si espande per mezza Europa.
    I flashback diventano finalmente comprensibili (e più rari),le missive di Q diventano un conto alla rovescia verso il finale.

    Se devo trovare un "difetto" è che le lotte religiose in cui si trova il protagonista tendono un po' alla ripetitività e infatti la truffa ai banchieri Fugger e i capitoli Veneziani sono forse la parte migliore.
    La lettura non è stata sempre priva di ostacoli,vuoi per lo stile di scrittura o per argomenti troppo specifici sulla religione. Il finale è equilibrato,anche se forse non imponente come il resto degli eventi.
    In chiusura,Q ha avuto il grande merito di avermi fatto appassionare ad una storia ambientata in un periodo che a scuola non riuscivo nemmeno a leggere.

    Per quanto mi riguarda è il mio Book of the year.

    Is this helpful?

    Michele Palvarini said on Oct 10, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Q è un romanzo storico di Luther Blissett, “nome multiplo sotto il quale agisce programmaticamente un nucleo di destabilizzatori del senso comune”, pubblicato per la prima volta in Italia nel 1999.
    Dietro al nome collettivo si celavano quattro scritt ...(continue)

    Q è un romanzo storico di Luther Blissett, “nome multiplo sotto il quale agisce programmaticamente un nucleo di destabilizzatori del senso comune”, pubblicato per la prima volta in Italia nel 1999.
    Dietro al nome collettivo si celavano quattro scrittori residenti a Bologna: Roberto Bui, Giovanni Cattabriga, Federico Guglielmi e Luca Di Meo, in seguito conosciuti come Wu Ming, benché “la giusta attribuzione di Q [vada] all'intero universo comunicazionale definito dall'uso del nome multiplo”.
    Il romanzo si apre nel 1555, a Costantinopoli, il protagonista ricorda la sua vita iniziando a leggere il diario di Q con in mano varie reliquie di quelle che sono state le sue battaglie.
    Anno Domini 1555. Sopravvissuto a quarant'anni di lotte che hanno sconvolto l'Europa, un eretico dai mille nomi racconta la sua storia e quella del suo nemico, Q.
    Predicatori, mercenari, banchieri, stampatori di libri proibiti, principi e papi compongono un grande affresco che si estende dalla Germania di Lutero al regno anabattista di Münster, dai mercati di Anversa alle città italiane insidiate dall'Inquisizione.
    La storia in sostanza di un eretico anabattista che nel corso del romanzo cambierà luoghi ed identità per sfuggire alla mano letale dell’Inquisizione.
    Accanto a questo protagonista che funge anche da narratore si contrappone Q che il suo nemico, spia del cardinale di Roma che tenterà con tutti i mezzi, di scongiurare ogni cambiamento dell’ordine.
    La scrittura corale si percepisce molto, e non disturba affatto, e forse è l’elemento che rende ancor più interessante questo libro, anche perché si diversificano e alternano anche i toni e gli stili di scrittura non stancando il lettore, raccontandoci una storia all’apparenza lontana da noi, ma che in realtà è il riflesso e l’antecedente di un disastro e una sete di potere che regna ancora oggi.

    Is this helpful?

    Jack said on Sep 26, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book