Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La strada

By Cormac McCarthy

(773)

| Hardcover

Like La strada ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Un uomo e un bambino, padre e figlio, senza nome. Spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo una strada americana. La fine del viaggio è invisibile. Circa dieci anni prima il mondo è stato distrutto da un'apocalisse nucleare che lo ha Continue

Un uomo e un bambino, padre e figlio, senza nome. Spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo una strada americana. La fine del viaggio è invisibile. Circa dieci anni prima il mondo è stato distrutto da un'apocalisse nucleare che lo ha trasformato in un luogo buio, freddo, senza vita, abitato da bande di disperati e predoni. Non c'è storia e non c'è futuro. Mentre i due cercano invano più calore spostandosi verso sud, il padre racconta la propria vita al figlio. Ricorda la moglie (che decise di suicidarsi piuttosto che cadere vittima degli orrori successivi all'olocausto nucleare) e la nascita del bambino, avvenuta proprio durante la guerra. Tutti i loro averi sono nel carrello, il cibo è poco e devono periodicamente avventurarsi tra le macerie a cercare qualcosa da mangiare. Visitano la casa d'infanzia del padre ed esplorano un supermarket abbandonato in cui il figlio beve per la prima volta un lattina di cola. Quando incrociano una carovana di predoni l'uomo è costretto a ucciderne uno che aveva attentato alla vita del bambino. Dopo molte tribolazioni arrivano al mare; ma è ormai una distesa d'acqua grigia, senza neppure l'odore salmastro, e la temperatura non è affatto più mite. Raccolgono qualche oggetto da una nave abbandonata e continuano il viaggio verso sud, verso una salvezza possibile...

2249 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    generatore di emozioni

    Ho finito di leggere questo libro da più di un mese, ma finora non ero riuscita a mettere giù le solite 4 righe di recensioni perché l'"ho ancora in pancia". Non è un libro facile: io poi mi ci sono avventurata senza precauzioni, non avevo letto la t ...(continue)

    Ho finito di leggere questo libro da più di un mese, ma finora non ero riuscita a mettere giù le solite 4 righe di recensioni perché l'"ho ancora in pancia". Non è un libro facile: io poi mi ci sono avventurata senza precauzioni, non avevo letto la trama o altre recensioni per cui non sapevo cosa aspettarmi e l'approccio iniziale è stato del tipo "ma che me sto a leggere?". Già categorizzare il romanzo è complicato: non è nè un romanzo di fantascienza, nè di fantasia, lo si può definire "distopico" ma per me è una definizione che gli sta molto stretta.
    Effettivamente la domanda "ma che me sto a leggere?" l'ho portata fino alla fine del libro, ma sempre con più consapevolezza di trovarmi tra le mani un piccolo capolavoro: un 200 pagine che generano le più diverse emozioni. Angoscia, tristezza, speranza, forza di vivere, coraggio, disperazione... Ogni pagina, ogni passo dell'Uomo lascia il segno perché mentre lo leggi senti gli odori, vedi ciò che vede il protagonista, provi la paura, l'angoscia, il terrore di un padre e un figlio dispersi in un mondo ostile, apocalittico e violento.

    Ho letto questo romanzo prima e nel mentre di qualche giorno di vacanza e mi sono portata dietro/dentro il grigio, il freddo, quel "gelido e sterile deserto" mentre ero in montagna per una passeggiata nel verde e davanti al frusciare del mare della Puglia, blu e pieno di pesciolini sotto il sole "rovente" di agosto. Oltre a questo io vivo in Umbria in una zona in cui si è immersi nel verde della natura e probabilmente per questo l'ho vissuto in maniera forte perché pensare di essere privati dei colori, degli odori e del calore proprio del "mondo" (della natura) fa veramente paura.

    Is this helpful?

    StellaCara said on Sep 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Da Brivido.

    Grigio. Grigio ovunque in questo mondo post-apocalittico di cui ci è dato sapere poco o nulla.
    Deserto. Un deserto metaforico attraversato da sporadiche apparizioni (in)umane.
    Amore. L'amore che lega i due protagonisti, padre e figlio e l'amore per ...(continue)

    Grigio. Grigio ovunque in questo mondo post-apocalittico di cui ci è dato sapere poco o nulla.
    Deserto. Un deserto metaforico attraversato da sporadiche apparizioni (in)umane.
    Amore. L'amore che lega i due protagonisti, padre e figlio e l'amore per la vita che anima pochi dei superstiti alla morte.
    Queste sono le parole chiave di questo romanzo dalla trama lineare e decisamente piatta. Eppure nonostante tutto, è uno di quei libri che ti fa venire i brividi e che, nonostante imponga un ritmo di lettura piuttosto lento per la complessità dei temi affrontati, tiene incollati alle pagine. Toccante il finale.
    Unica pecca da persona pignola: come è possibile che per un libro intero questi due non trovano nemmeno l'ombra di un buono e alla fine il bimbo ne trova subito, così un'intera famiglia? :/

    Is this helpful?

    Eu said on Aug 31, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    I approached this novel by Cormac McCarthy knowing nothing about it.
    Shocking and full impact from the beginning, this tale brings slowly the reader into a real nightmare.
    A father and a son are facing the post-apocaliptic dead world, trying to sur ...(continue)

    I approached this novel by Cormac McCarthy knowing nothing about it.
    Shocking and full impact from the beginning, this tale brings slowly the reader into a real nightmare.
    A father and a son are facing the post-apocaliptic dead world, trying to survive day by day, crossing what remains of a supposed US land.
    The author leaves them nameless, as well as places and details about causes. The impression to read compulsively, for fear of what might happen to them.
    The prose of McCarthy is dramatically poetic and all is felt very real and credible. The landscapes descript of the nothingness. The story delivers the worst and the best of the human essence in its darkest hour.
    Extraordinary the force of hope and love between father and son, so well represented as "carrying the fire".

    Is this helpful?

    _rita maria vittoria_ said on Aug 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il romanzo è un delimitare. Si sa dove si andrà fin dalle prime pagine: nel nulla, sostenuti dalla speranza, esattamente una parola, unica VITA: inizio e fine. I confini si sa quali sono: prima pagina e ultima pagina del romanzo, nascita e morte. N ...(continue)

    Il romanzo è un delimitare. Si sa dove si andrà fin dalle prime pagine: nel nulla, sostenuti dalla speranza, esattamente una parola, unica VITA: inizio e fine. I confini si sa quali sono: prima pagina e ultima pagina del romanzo, nascita e morte. Nonostante questo si porta il fuoco, simbolo di che bontà, uno forte appiglio per non mangiarsi l'un l'altro, in quel mondo letterario semplice e di poche parole di Mc Carthy. E si porta nel nostro mondo, un appello alla non belligeranza, alla dignità. E anche questa "Strada" segue un unico percorso senza bivi e biforcazioni che può arrivare a un solo punto, ok? Si, ok.
    La terra (ma è la terra?) è ridotta in cenere, fusa, catalettica. Niente piante, niente animali, nulla solo cenere. Qualche uomo transita sulla strada, cattivi e buoni. I protagonisti: il bambino e l'uomo ovvero noi. Di fronte a niente si domandano se Dio esiste, non esiste o è scappato con il fuoco. Intenso e straziante, è riuscito ad angosciarmi

    Is this helpful?

    Sorbetto said on Aug 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un viaggio faticoso anche per il lettore

    In un contesto post-apocalittico seguiamo il cammino fatto da un padre e un figlio tra le macerie di un mondo ridotto in cenere. Un libro non facile per temi e per stile, ma che vale la pena di leggere. Ne parlo su YouTube: https://www.youtube.com/wa ...(continue)

    In un contesto post-apocalittico seguiamo il cammino fatto da un padre e un figlio tra le macerie di un mondo ridotto in cenere. Un libro non facile per temi e per stile, ma che vale la pena di leggere. Ne parlo su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=qSa5tXktxUA&list=UU18Dszf4qj1GMMLQd8h0ZQw

    Is this helpful?

    TheRevolutionaryAct said on Aug 20, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book