Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Se questo è un uomo

By Primo Levi

(1008)

| Mass Market Paperback

Like Se questo è un uomo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Se questo è un uomo è uno dei libri più alti usciti dall'inferno del Lager: una testimonianza sconvolgente, nella sua nudità di cronaca, e al tempo stesso un capolavoro letterario di una misura, di una compostezza già classiche.
E' il lib Continue

Se questo è un uomo è uno dei libri più alti usciti dall'inferno del Lager: una testimonianza sconvolgente, nella sua nudità di cronaca, e al tempo stesso un capolavoro letterario di una misura, di una compostezza già classiche.
E' il libro della dignità e dell'abiezione dell'uomo di fronte agli spietati meccanismi dello sterminio di massa. La vicenda della moltitudine che non aveva più nome, ma solo un numero impresso col tatuaggio sul braccio sinistro, viene evocata senz'ombra di retorica, lasciando alla tremenda realtà di commentare se stessa. Dal coro degli indimenticabili personaggi del libro si alza un messaggio morale e civile ancora tutto da meditare.

974 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    In un mondo non-mondo. Questa è la sensazione che da Primo Levi quando scrive della sua prigionia ad Auschwitz, del momento in cui l'uomo smette di essere uomo e non riesce, non ha tempo, di domandarsi cosa sia diventato ma deve seguire e istintivame ...(continue)

    In un mondo non-mondo. Questa è la sensazione che da Primo Levi quando scrive della sua prigionia ad Auschwitz, del momento in cui l'uomo smette di essere uomo e non riesce, non ha tempo, di domandarsi cosa sia diventato ma deve seguire e istintivamente patire tutto ciò mai è stato, riducendosi a ladro a truffatore a belva, cosa che non sarebbe mai arrivato ad essere, diventando infine "un uomo che muore per un si o per no".

    Is this helpful?

    Luigi said on Jul 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non si può aggiungere nulla a questo capolavoro. Da leggere assolutamente, per adultui e soprattutto per i giovani.

    Is this helpful?

    mavi said on Jul 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    fa male per quanto è crudo.. incredibile pensare quanto possano essere crudeli le persone

    Is this helpful?

    Simona said on Jun 21, 2014 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    Anni fa entrai in una libreria di nicchia per comprare questo libro, mi trovai davanti un vecchietto sulla settantina.
    Gli dissi il titolo del libro e lui dopo avermi fatto un gran sorriso mi mise il libro tra le mani e mi disse:
    "Non lo hai ancora ...(continue)

    Anni fa entrai in una libreria di nicchia per comprare questo libro, mi trovai davanti un vecchietto sulla settantina.
    Gli dissi il titolo del libro e lui dopo avermi fatto un gran sorriso mi mise il libro tra le mani e mi disse:
    "Non lo hai ancora letto!?"
    "No.." gli risposi, senza nascondere un pò di imbarazzo.
    "Beh allora leggilo e non dimenticare... è importante!"
    pagai il libro e tornai a casa pensando a tutt'altro.

    A distanza di anni ricordo ancora quel vecchio e posso affermare che aveva ragione. L'ho letto e non l'ho dimenticato. Non l'ho farò mai. è essenziale ricordarlo.

    Is this helpful?

    Andrea Pennywise said on May 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Primo Levi, Se questo è un uomo.
    "
    Considerate se questo è un uomo
    Che lavora nel fango
    Che non conosce pace
    Che lotta per mezzo pane
    Che muore per un sì o per un no."

    Primo Levi descrive il suo ingresso e l'uscita dalla Buna. Racconta dei suoi comp ...(continue)

    Primo Levi, Se questo è un uomo.
    "
    Considerate se questo è un uomo
    Che lavora nel fango
    Che non conosce pace
    Che lotta per mezzo pane
    Che muore per un sì o per un no."

    Primo Levi descrive il suo ingresso e l'uscita dalla Buna. Racconta dei suoi compagni di "viaggio", molti dei quali non faranno ritorno. Ma soprattutto ci racconta del dolore, del freddo e della fame che ogni prigioniero provava, parlandoci della crudele principio secondo cui ogni cosa avveniva : "a chi ha, sarà dato; a chi non ha, a quello sarà tolto."
    Un libro inevitabilmente duro e crudo, che lascia il segno in qualsiasi persona, un libro che bisogna leggere se si vuole toccare in mano ciò che i nostri nonni, nemmeno un secolo fa hanno vissuto. Un libro che era sepolto lì in fondo alla lista da un pò di tempo e che finalmente ho potuto leggere, un'esperienza che mi ha toccato ancora di più avendolo letto poco dopo aver visitato il primo campo di concentramento che fu costruito : Dachau.

    Is this helpful?

    EmJeremy said on May 15, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book