Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il più grande uomo scimmia del Pleistocene

By Roy Lewis

(173)

| Hardcover

Like Il più grande uomo scimmia del Pleistocene ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"Il libro che avete fra le mani è uno dei più divertenti degli ultimi cinquecentomila anni" ha scritto Terry Pratchett. E' vero, tanto tempo è passato, da quando vissero Ernest, il narratore di questo libro, con la sua ingegnosa famiglia, dal padre E Continue

"Il libro che avete fra le mani è uno dei più divertenti degli ultimi cinquecentomila anni" ha scritto Terry Pratchett. E' vero, tanto tempo è passato, da quando vissero Ernest, il narratore di questo libro, con la sua ingegnosa famiglia, dal padre Edward, che fu senza dubbio "il più grande uomo scimmia del Pleistocene", a quell'amabile reazionario di zio Vania, che tornava sempre a vivere sugli alberi, a quel viaggiatore incallito dello zio Ian, per non parlare delle ragazze. Un curioso gruppetto, che si trovò, sotto la guida del grande Edward, nella delicata situazione di chi dà all'evoluzione una spinta che non si riequilibrerà mai: la spinta da cui siamo nati tutti noi. Ragionando con impeccabile acume scientifico, nonchè un delizioso humour freddo, Edward e i suoi scoprirono "alcune delle cose più pericolose su cui la specie umana abbia messo le mani: il fuoco, la lancia, il matrimonio e così via", sempre sulla base di una elementare esigenza: quella di "cucinare senza essere cucinati e mangiare senza essere mangiati". E naturalmente non mancarono le dispute e i crucci, perchè ogni volta si poteva discutere se quelle nuove invenzioni erano davvero buone o cattive, se non rischiavano di sfuggire al controllo e soprattutto se non andavano un pò troppo contro la natura. Mah ...
Pubblicato per la prima volta nel 1960, e poi ripreso più volte sotto vari titoli, questo libro si è fatto strada silenziosamente fra i classici della fantascienza a ritroso. Ma in realtà è un libro inclassificabile: una riflessione romanzesca, acutissima e leggera, su tutta la storia dell'umanità, contrassegnata in ogni dettaglio da quella limpidezza e da quell'ironia che appartengono alla migliore tradizione letteraria e scientifica inglese. Quando il celebre biochimico Jacques Monod lesse questo libro, segnalò all'autore uno o due errori tecnici, subito aggiungendo "che non importavano niente perchè la lettura del libro l'aveva fatto ridere tanto che era caduto da un cammello in mezzo al Sahara".

786 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Delusione

    Leggendo questo libercolo mi sono più volte domandato se devo considerarmi una persona triste o priva di senso dell'umorismo. In tante recensioni avevo letto di un libro spassosissimo, pieno di verve, di una rivisitazione in chiave ironica dell'evolu ...(continue)

    Leggendo questo libercolo mi sono più volte domandato se devo considerarmi una persona triste o priva di senso dell'umorismo. In tante recensioni avevo letto di un libro spassosissimo, pieno di verve, di una rivisitazione in chiave ironica dell'evoluzione umana nel periodo del Pleistocene. Sulla terza di copertina si legge poi che questo libro "è uno dei più divertenti degli ultimi cinquecentomila anni". Beh, io dico Boom! I libri spassosi sono altri, qui al massimo si sorride e anche un po' a denti stretti. Peccato perché l'idea è davvero eccellente ma d'altra parte questo è l'unico romanzo di Roy Lewis, di professione giornalista e saggista e forse un motivo ci sarà...

    Is this helpful?

    Massimo Carcano said on Jul 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    sarà per il mio particolare momento, ma non mi è piaciuto. l'inizio era carino, ma lo sviluppo mi ha lasciato indifferente, e il finale non mi è affatto piaciuto. peccato.

    Is this helpful?

    Amberle said on Jul 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    carino, scorre velocemente, ma se avete letto la saga de "i figli della terra" non leggetelo perchè sembra una barzelletta ! ...quindi non è colpa sua ;)

    Is this helpful?

    FRAFOG* said on Jul 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Spassoso e intelligente. Divertente salto nella preistoria. Ho apprezzato soprattutto i numerosi anacronismi (voluti) e il punto in cui il padre parla del linguaggio.

    Is this helpful?

    Samantha said on Jun 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Avrei dovuto,naturalmente, darle il fracco di legnate lì per lì e senza esitare; ma avevo il fiatone e anche una gran fame;e ad ogni modo la clava ce l'aveva in mano lei. Decisi di rimandare le effusioni."

    Is this helpful?

    Me, My Shelf and I said on Jun 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ironia preistorica

    Romanzo piuttosto originale e brillante che si legge volentieri per l'aspetto paradossale che lo caratterizza e per l'ironia.
    E' un gioiellino di genere fanta-scientifico che ci racconta con un linguaggio moderno la vita di un gruppo di ominidi che v ...(continue)

    Romanzo piuttosto originale e brillante che si legge volentieri per l'aspetto paradossale che lo caratterizza e per l'ironia.
    E' un gioiellino di genere fanta-scientifico che ci racconta con un linguaggio moderno la vita di un gruppo di ominidi che vivono in Africa centrale in un'epoca pari a circa 3 milioni di anni fa.
    Anche se a raccontare il tutto in prima persona è il figlio Ernest, il personaggio principale è Edward, capobranco di un'orda di cavernicoli che ha idee innovative e vuole progredire rapidamente. Per esempio scopre come procurarsi il fuoco e poi anche come ricrearlo, spinge tutta la famiglia a cavalcare i propri talenti e introduce cambiamenti che donano un certo benessere alla tribù.
    Nella sua ricerca di cose nuove si potrebbe dire che usa il metodo scientifico basato sull'osservazione e sulla sperimentazione. Poco importa se poi nei suoi tentativi manda a fuoco tutta la savana. La sua missione è il progresso della specie umana.
    Contrapposti a lui altri personaggi più tradizionalisti e conservatori.
    L'umorismo del romanzo nasce dall'anacronismo tra testo ed eventi raccontati.
    Qualcuno definisce questo romanzo esilarante e divertentissimo. Per quanto mi riguarda l'ho trovato solo simpatico, ma si sa, l'umorismo inglese non è per tutti.
    E' un libro dove c'è un po' di paleontologia, un po' di sociologia, un pizzico di filosofia e tanta ironia, che in modo intelligente sa far sorridere ma anche riflettere perché, usando questa famiglia di Homo Erectus come esempio, l'autore descrive diversi comportamenti umani e aspetti della società moderna.

    Is this helpful?

    Denise said on Jun 6, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book