Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

101 storie zen

Editore: Adelphi

3.9
(2039)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco

Isbn-10: A000036055 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati , Altri

Genere: Fiction & Literature , Philosophy , Religion & Spirituality

Ti piace 101 storie zen?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    26. Dialogo commerciale per avere alloggio

    Qualunque monaco girovago può fermarsi in un tempio Zen, a patto che sostenga coi preti del posto una discussione sul Buddhismo e ne esca vittorioso. Se inve ...continua

    26. Dialogo commerciale per avere alloggio

    Qualunque monaco girovago può fermarsi in un tempio Zen, a patto che sostenga coi preti del posto una discussione sul Buddhismo e ne esca vittorioso. Se invece perde, deve andarsene via.

    In un tempio nelle regioni settentrionali del Giappone vivevano due confratelli monaci. Il più anziano era istruito, ma il più giovane era sciocco e aveva un occhio solo.

    Arrivò un monaco girovago e chiese alloggio, invitandoli secondo la norma a un dibattito sulla sublime dottrina. Il fratello più anziano, che quel giorno era affaticato dal molto studio, disse al più giovane di sostituirlo. «Vai tu e chiedigli il dialogo muto» lo ammonì.

    Così il monaco giovane e il forestiero andarono a sedersi nel tempio.

    Poco dopo il viaggiatore venne a cercare il fratello più anziano e gli disse: «Il tuo giovane fratello è un tipo straordinario. Mi ha battuto».

    «Riferiscimi il vostro dialogo» disse il più anziano.

    «Be',» spiegò il viaggiatore «per prima cosa io ho alzato un dito, che rappresentava Buddha, l'Illuminato. E lui ha alzato due dita, per dire Buddha e il suo insegnamento. Io ho alzato tre dita per rappresentare Buddha, il suo insegnamento e i suoi seguaci, che vivono la vita armoniosa. Allora lui mi ha scosso il pugno chiuso davanti alla faccia, per mostrarmi che tutti e tre derivano da una sola realizzazione. Sicché ha vinto e io non ho nessun diritto di fermarmi». E detto questo, il girovago se ne andò.

    «Dov'è quel tale?» domandò il più giovane, correndo dal fratello più anziano.

    «Ho saputo che hai vinto il dibattito».

    «Io non ho vinto un bel niente. Voglio picchiare quell'individuo».

    «Raccontami la vostra discussione» lo pregò il più anziano.

    «Accidenti, non appena mi ha visto lui ha alzato un dito, insultandomi con l'allusione che ho un occhio solo. Dal momento che era un forestiero, ho pensato che dovevo essere cortese con lui e ho alzato due dita, congratulandomi che avesse due occhi. Poi quel miserabile villano ha alzato tre dita per dire che tra tutti e due avevamo soltanto tre occhi. Allora ho perso la tramontana e sono balzato in piedi per dargli un pugno, ma lui è scappato via e così è finita».

    18. Una parabola

    In un sutra, Buddha raccontò una parabola: Un uomo che camminava per un campo si imbatté in una tigre. Si mise a correre, tallonato dalla tigre. Giunto a un precipizio, si afferrò alla radice di una vite selvatica e si lasciò penzolare oltre l'orlo. La tigre lo fiutava dall'alto. Tremando, l'uomo guardò giù, dove, in fondo all'abisso, un'altra tigre lo aspettava per divorarlo. Soltanto la vite lo reggeva. Due topi, uno bianco e uno nero, cominciarono a rosicchiare pian piano la vite. L'uomo scorse accanto a sé una bellissima fragola. Afferrandosi alla vite con una mano sola, con l'altra spiccò la fragola. Com'era dolce!

    ha scritto il 

  • 5

    Da riprendere in mano più volte

    Uno dei primi libri in cui una persona che voglia avvicinarsi allo zen si imbatte. Alla prima lettura alcune storie sono chiare, mentre altre sono semplicemente tronche, insipide. Rileggendolo una vol ...continua

    Uno dei primi libri in cui una persona che voglia avvicinarsi allo zen si imbatte. Alla prima lettura alcune storie sono chiare, mentre altre sono semplicemente tronche, insipide. Rileggendolo una volta approfondita la propria conoscenza e il proprio sentimento zen, le prime rimangono piacevoli e le seconde trovano nuova vita.

    ha scritto il 

  • 4

    Brevi storie, sono i contenuti e i messaggi a destare curiosità. Filosofia, teologia,mitologia, si rincorrono e analizzano pensieri, difficoltà e tematiche.

    ha scritto il 

  • 3

    Dichiamo che per quanto le filosofie orientali mi sembrino da sempre affini al mio io interiore, questi maestri Zen mi sembrano un po' troppo 'disciplinati' per i miei gusti :) In ogni caso è un libri ...continua

    Dichiamo che per quanto le filosofie orientali mi sembrino da sempre affini al mio io interiore, questi maestri Zen mi sembrano un po' troppo 'disciplinati' per i miei gusti :) In ogni caso è un libricino breve e piacevole, alcune storie riescono davvero a strappare sorrisi arguti. Buona meditazione!

    ha scritto il 

  • 4

    Una piccola pausa nel caos di ogni giorno

    101 brevi racconti, veloci da leggere ma profondi nel loro semplice messaggio. Un messaggio non certo esplicito ma che induce a metterci in discussione, a riflettere sugli aspetti della vita che potev ...continua

    101 brevi racconti, veloci da leggere ma profondi nel loro semplice messaggio. Un messaggio non certo esplicito ma che induce a metterci in discussione, a riflettere sugli aspetti della vita che potevano apparirci come più scontati e banali. 101 brevi racconti da leggere poco per volta, sorsate di un pensiero diverso da quello in cui abitualmente viviamo. 101 storie che ci impongono di rallentare, di fare una breve pausa nelle nostre frenetiche vite per leggere e comprendere poche e semplici parole, spesso più profonde di intere opere saggistiche.

    ha scritto il 

Ordina per