11/22/63

By

Publisher: Hodder & Stoughton

4.3
(4260)

Language: English | Number of Pages: 928 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Chi simplified , Italian , Dutch , Polish , German , Spanish , Turkish , Greek , French , Portuguese , Czech , Chi traditional

Isbn-10: 144472729X | Isbn-13: 9781444727296 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Audio CD , Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , History , Science Fiction & Fantasy

Do you like 11/22/63 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
WHAT IF you could go back in time and change the course of history? WHAT IF the watershed moment you could change was the JFK assassination? 11/22/63, the date that Kennedy was shot - unless...

King takes his protagonist Jake Epping, a high school English teacher from Lisbon Falls, Maine, 2011, on a fascinating journey back to 1958 - from a world of mobile phones and iPods to a new world of Elvis and JFK, of Plymouth Fury cars and Lindy Hopping, of a troubled loner named Lee Harvey Oswald and a beautiful high school librarian named Sadie Dunhill, who becomes the love of Jake's life - a life that transgresses all the normal rules of time.

With extraordinary imaginative power, King weaves the social, political and popular culture of his baby-boom American generation into a devastating exercise in escalating suspense.
Sorting by
  • 4

    22/11/63

    Che bravo Stephen King, mi verrebbe da dire "quasi" perfetto.
    Per oltre 700 pagine cesella una lunga lettera d'amore ad un tempo che non c'è più, contestualizzandone pregi e difetti, costruendo una tr ...continue

    Che bravo Stephen King, mi verrebbe da dire "quasi" perfetto.
    Per oltre 700 pagine cesella una lunga lettera d'amore ad un tempo che non c'è più, contestualizzandone pregi e difetti, costruendo una trama credibile e dosando i colpi di scena con la giusta cadenza per non fare mai venire meno l'attenzione e la tensione.
    Dove 22/11/63 mostra il fianco sono le ultime 100 pagine, forse le più importanti: il momento topico dell'attentato a Kennedy viene liquidato rapidamente, così come il potenzialmente spettacolare ritorno ad un presente/futuro distopico.
    Qualche anobiano ha elogiato il finale, descrivendolo come toccante e commovente: non concordo. Da un punto di vista narrativo è perfettamente coerente e riesce addirittura a sorprendere, dal punto di vista personale avrei preferito una risoluzione diversa.

    said on 

  • 5

    22/11/63 è un romanzo dal taglio sicuramente diverso rispetto a quello degli horror a cui lo scrittore ci ha sempre abituati. Questa volta Stephen King riprende una tematica come quella del viaggio ne ...continue

    22/11/63 è un romanzo dal taglio sicuramente diverso rispetto a quello degli horror a cui lo scrittore ci ha sempre abituati. Questa volta Stephen King riprende una tematica come quella del viaggio nel tempo e dei mondi paralleli, , legandola a vicende storiche, e lo fa in modo superbo a mio parere. Da ogni pagina traspare il grande lavoro di ricerca e documentazione che ha guidato la scrittura di questo romanzo. Il background socio-culturale è descritto in modo così particolareggiato che sembra davvero di poter viaggiare nel tempo e calarsi nella vita quotidiana, negli usi e nei costumi di un tempo ormai lontano. I personaggi sono più che verosimili, sono veritieri. Non importa quali siano di fantasia e quali realmente esistiti, in questa sorta di “fantastoria” creata da King si percepiscono come reali gli appartenenti ad entrambe le categorie. In particolare il protagonista Jake/George, un uomo che si trova a indossare i panni dell’eroe, spicca soprattutto per la sua umanità e familiarità, per il fatto di essere sostanzialmente debole, non immune al timore e agli errori, la cui forza d’animo però lo spinge a lottare con tutte le sue forze per ciò in cui crede. E bellissima è la storia d’amore tra il nostro protagonista e Sadie, una ragazza che incontrerà nel passato. Infatti sebbene le implicazioni del viaggiare nel tempo e la teoria dell’effetto farfalla (secondo cui ad ogni piccola variazione nelle condizioni iniziali di un sistema, in questo caso il sistema-evento “morte di Kennedy”, seguono grandi variazioni nel comportamento a lungo termine del suddetto sistema) rappresentano una scelta narrativa interessantissima, sostanzialmente King ha scritto una storia d'amore, una di quelle che ti levano il fiato e ti fanno commuovere. romanzo è fantasioso, intrigante ma allo stesso tempo concreto. Nonostante la mole imponente il libro scorre benissimo, Dopo aver chiuso il libro, anzi dopo aver riletto le ultime pagine almeno 3-4 volte prima di chiudere il libro, è stato difficile riuscire a lasciare i personaggi al loro destino e ritornare al “mio” presente. Sì, perché anche io ho viaggiato nel tempo insieme a Jake e ho amato, lottato, sofferto e sperato insieme a lui. Non voglio illudervi, questo libro non vi dà la soluzione dell’enigma che accompagna la morte di Kennedy però vi farà molto riflettere sul senso del tempo, del destino e di quanto possa essere importante anche quella che sembra essere la più insignificante delle azioni. Essa invece, nell’architettura generale del flusso degli eventi, riveste un grande valore. Una presa di coscienza che può spaventare ma allo stesso tempo rendere consapevoli. Insomma, consiglio assolutamente la lettura di questo romanzo

    said on 

  • 4

    Un bel viaggio nel tempo e una riflessione su quello che ogni azione provoca

    Un buon colpo dello "Zio Stephen", un protagonista che mi piace, un viaggio nel tempo spettacolare come resa e come fa respirare la fine degli anni cinquanta, una lettura che scorre bene e un pizzico ...continue

    Un buon colpo dello "Zio Stephen", un protagonista che mi piace, un viaggio nel tempo spettacolare come resa e come fa respirare la fine degli anni cinquanta, una lettura che scorre bene e un pizzico di romanticismo che non guasta.

    Un buon libro, letto nel poco tempo libero e divorato nella sua seconda parte.. bella la storia e fa pensare durante tutto l'arco del libro che il passato non vuole essere cambiato, perchè le conseguenze potrebbero essere ancora peggiori.

    said on 

  • 5

    prendete un'idea comune molto comune ovvero quella di poter riuscire a cambiare il passato, immaginate più di 700 pagine intorno a un viaggio nel passato prossimo e a una grande impresa da compiere, u ...continue

    prendete un'idea comune molto comune ovvero quella di poter riuscire a cambiare il passato, immaginate più di 700 pagine intorno a un viaggio nel passato prossimo e a una grande impresa da compiere, una di quelle che potrebbe cambiare il corso del mondo, se non avete uno scrittore che sa spaziare in vari generi e non possiede una magnifica scrittura ne uscirebbe sicuramente una schifezza di quelle colossali. Per fortuna lo scrittore esiste, non lo conosco ancora bene ma i primi approcci sono stati più che positivi; lo scrittore è Stephen King, il libro si intitola 22-11-63 ed è un capolavoro di scrittura. Si legge dalla prima all'ultima pagina immergendosi totalmente nelle storie che si intersecano e alla fine quando sai già che non può andare diversamente da come è andata nella realtà, ti ritrovi a sperare e a tifare per l'impossibile. Magia della scrittura o meglio dei geni della scrittura.

    said on 

  • 2

    Troppo arzigogolato

    Ho iniziato la lettura incuriosito dalla recensione che ambientava la vicenda nel 1958 proprio l'anno in cui sono nato ed inizialmente mi e' piaciuto molto. Poi mi sono un po' perso nell'intrigo della ...continue

    Ho iniziato la lettura incuriosito dalla recensione che ambientava la vicenda nel 1958 proprio l'anno in cui sono nato ed inizialmente mi e' piaciuto molto. Poi mi sono un po' perso nell'intrigo della vicenda. Successivamente mi sono rianimato soprattutto quando descriveva il mancato assassinio d iJFK e quando e' stata sfregiata Sedie. Ho letto libri migliori di King!

    said on 

  • 4

    È il primo e unico libro di Stephen King che ho letto. Non mi piacciono gli elementi di sovrannaturale inseriti nei romanzi. In questo romanzo il sovrannaturale non è preponderante; non è un horror, m ...continue

    È il primo e unico libro di Stephen King che ho letto. Non mi piacciono gli elementi di sovrannaturale inseriti nei romanzi. In questo romanzo il sovrannaturale non è preponderante; non è un horror, ma un thriller. Nel complesso è un bellissimo romanzo, un po' lento nella parte iniziale, ma scalpitante negli ultimi capitoli.

    said on 

  • 4

    你可以改變歷史,傑克,你懂嗎? 約翰.甘迺迪可以不必死。/即使你非殺他不可,也用不著挑現在啊!

    如果能夠穿梭時空(從1958年開始),能否阻止1963年的甘迺迪遇刺事件?
    「過去」不想被改變,它會不計代價阻止你!
    人生變幻莫測,誰能預料?又有誰知道原因?

    「我們的理智壓根無法認同,
    如此一個渺小的人能夠獨立在禮車成列.隨扈環伺.人頭鑽動.護衛森嚴之中撂倒一位巨人。
    如此一個藉藉無名之人竟能摧毀是上首霸的元首,
    我們存在的世界豈不是毫無章法可言?我們生活的宇宙豈不荒謬?」~諾曼.梅勒

    "這要花 ...continue

    如果能夠穿梭時空(從1958年開始),能否阻止1963年的甘迺迪遇刺事件?
    「過去」不想被改變,它會不計代價阻止你!
    人生變幻莫測,誰能預料?又有誰知道原因?

    「我們的理智壓根無法認同,
    如此一個渺小的人能夠獨立在禮車成列.隨扈環伺.人頭鑽動.護衛森嚴之中撂倒一位巨人。
    如此一個藉藉無名之人竟能摧毀是上首霸的元首,
    我們存在的世界豈不是毫無章法可言?我們生活的宇宙豈不荒謬?」~諾曼.梅勒

    "這要花多久的時間,艾爾?...花多少時間由你決定...
    因為實際上只要兩分鐘,每次都是兩分鐘;你願意的話,也可以花兩小時,仔細看看。

    ...放輕鬆,傑克,你回來了。...我去了多久?兩分鐘,我跟你說,每次都是兩分鐘,無論你停留多久。
    ...每次都是重新設定...而且你遇見的每一個人都是第一次見到你,無論你去過多少回。"pg.57
    每次都一樣,因為每次都是重新設定。
    我願意到過去住幾年嗎?不。但我確實想回去...

    "艾爾,那個...那個通道過去的動會怎麼樣?...我不知道...我是覺得它會消失
    我覺得它是一種自然的奧祕...因為艾爾可能說得對:
    通往過去的裂隙幾乎可以肯定是很脆弱的。...
    我又怕聯邦政府會派特別幹員到過去,改變他們想要改變的事情。..."pg.66
    你可以改變歷史,傑克,你懂嗎?
    約翰.甘迺迪可以不必死。

    "除非我能改變它。
    而我既然看見了他們,真實的人過著真實的日子,我似乎也沒有別的選擇了。"pg.155
    抗拒改變的力量跟未來被改變的程度是呈正比的!
    他們會知道我是誰,來自何處?我來到這裡的目的,我能夠改變歷史嗎?

    雖然才讀完上冊,但是整個故事概念與設定非常吸引人
    希望圖書館預約的下冊早點通知取書囉!
    ~接近4顆星

    ===========================================================

    "...我看見他們,他們沒看見我,可真不錯,算是個開始
    可是艾爾,我的終點在哪裡?
    ...如果一九六三年四月十日晚上奧斯華是自己一個人
    那麼七個月後甘迺迪遇刺案有另一名槍手的機率就幾乎降到零..."pg.436

    "...你是不是來自未來?...傑克,是不是?
    ...跟我說一件即將發生的事,要我相信你,我覺得你就必須要說"pg.603
    在連聖哲都徬徨的黑暗時代中
    只有愛的宣言永遠是那麼鏗鏘有力~

    "...李轉過來,臉孔是一張狂怒.痛恨,失望交雜的的面具
    他再一次舉槍,這次瞄準的不是美國總統...而自始至終他臉上都掛著那抹駭人的獰笑
    我跟你說,到最後他不是人,識別的東西,是我們屈從壞天使後佔據我們靈魂的東西..."pg.722
    我一向是男兒有淚不輕彈,但失掉了心愛的女人,大概沒有哪個男人不流淚的吧
    但是,我沒有,因為我知道我必須做什麼~
    我必須要扭轉一切,扭轉一切,扭轉一切...

    "...你知道你必須做什麼...這和想不想要關,你必須再回去最後一次
    ...你必須要把循環終止..."pg.791
    "...你必須再回去最後一次...你必須要把循環終止,這和想不想要關...
    回來,你不必當吉姆拉,當回傑克還不遲,當好人,好天使,不要管能不能拯救總統了
    拯救世界吧,趁還來得及..."pg.796
    歷史會重複

    ===========================================================
    註記頁數:
    pg.4~5,19,36,38,57,60,62,66~67,69,76,80,86~87,154~155
    164,186~187,256~257,274~275,294~295,322,332~333,
    384~385,392,396
    ============================================================
    pg.426~427,436,462~463,474~475,482~483,534~535,566~567
    590~591,596,598,602~603,629~630,654,664,667,670,685,
    719,721~724,726,728~729,731~732,735~737,741,757,763,
    785,791,793,796,802~803,809,

    said on 

  • 5

    Si possono dire tante cose su King, c'è anche chi dice che non sappia scrivere (tu guarda la follia della gente). Ma scrivere non è ricamare, scrivere è raccontare una storia e, cavolo, questo King lo ...continue

    Si possono dire tante cose su King, c'è anche chi dice che non sappia scrivere (tu guarda la follia della gente). Ma scrivere non è ricamare, scrivere è raccontare una storia e, cavolo, questo King lo sa fare da Dio. Questa è tra le sue migliori. Geniale.

    said on 

  • 5

    il passato è passato

    l'ipotesi che cambiare eventi "bivio" della storia migliori il presente è sciocca, per ognuno contano le vicende minime (si fa per dire) e non solo il quadro in cui si svolgono. E anche se tutti sappi ...continue

    l'ipotesi che cambiare eventi "bivio" della storia migliori il presente è sciocca, per ognuno contano le vicende minime (si fa per dire) e non solo il quadro in cui si svolgono. E anche se tutti sappiamo come è andata a finire, e Zapruder ce lo ha fatto proprio vedere, mi ha tenuta incollata alla lettura per ore e ore: da una parte chiedendomi ingenuamente se l'agente del cambiamento ce l'avrebbe fatta e dall'altra da furbetta come l'autore poteva risolvere i tanti problemi che si creava.
    King è un grande narratore, mi ha emozionato fino alle lacrime in diversi passaggi e scrive pagine bellissime sull'influenza che un insegnante può avere sulla vita degli studenti, e lui insegnante lo è stato. Descrive con feroce realismo il perbenismo della middle class delle piccole città (non solo negli anni 60) che distrae dal "male" celato, mettendo alla gogna l'immoralità del sesso.
    In più l'ha tradotto Wu Ming1

    said on 

  • 5

    Ogni nuovo incontro con King mi incanta e mi affascina e anche questa volta il re non delude. Storia accattivante, avvincente, una di quelle storie che fatichi ad abbandonare nonostante la vita quotid ...continue

    Ogni nuovo incontro con King mi incanta e mi affascina e anche questa volta il re non delude. Storia accattivante, avvincente, una di quelle storie che fatichi ad abbandonare nonostante la vita quotidiana reclami la tua presenza. Ma non é nemmeno questo che mi ha catturato, che ogni volta mi cattura: é l'umanitá, la profonda, la meravigliosa umanitá che permea i personaggi (almeno i buoni), quella sensazione di un mondo che nonostante tutto merita di essere vissuto. É l'umanitá di un eroe che di eroico non ha nulla, o forse tutto, di una donna coraggiosa che sfida difficoltá e preconcetti per portare avanti ció in cui crede, di un vecchio insegnante per cui l'amicizia vale piú della tranquillitá. É l'umanitá che vedo brillare nelle persone accanto a me e che King sa rappresentare come nessun altro, sempre fiducioso che accanto a tanto orrore la vita possa regalare anche qualcosa di buono.

    said on 

Sorting by
Sorting by