Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

11/22/63

A Novel

By Stephen King

(37)

| eBook | 9781451627305

Like 11/22/63 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description


ON NOVEMBER 22, 1963, THREE SHOTS RANG OUT IN DALLAS, PRESIDENT KENNEDY DIED, AND THE WORLD CHANGED. WHAT IF YOU COULD CHANGE IT BACK?

In this brilliantly conceived tour de force, Stephen King—who has absorbed the social, political, and popular c Continue


ON NOVEMBER 22, 1963, THREE SHOTS RANG OUT IN DALLAS, PRESIDENT KENNEDY DIED, AND THE WORLD CHANGED. WHAT IF YOU COULD CHANGE IT BACK?

In this brilliantly conceived tour de force, Stephen King—who has absorbed the social, political, and popular culture of his generation more imaginatively and thoroughly than any other writer—takes readers on an incredible journey into the past and the possibility of altering it.

It begins with Jake Epping, a thirty-five-year-old English teacher in Lisbon Falls, Maine, who makes extra money teaching GED classes. He asks his students to write about an event that changed their lives, and one essay blows him away—a gruesome, harrowing story about the night more than fifty years ago when Harry Dunning’s father came home and killed his mother, his sister, and his brother with a sledgehammer. Reading the essay is a watershed moment for Jake, his life—like Harry’s, like America’s in 1963—turning on a dime. Not much later his friend Al, who owns the local diner, divulges a secret: his storeroom is a portal to the past, a particular day in 1958. And Al enlists Jake to take over the mission that has become his obsession—to prevent the Kennedy assassination.

So begins Jake’s new life as George Amberson, in a different world of Ike and JFK and Elvis, of big American cars and sock hops and cigarette smoke everywhere. From the dank little city of Derry, Maine (where there’s Dunning business to conduct), to the warmhearted small town of Jodie, Texas, where Jake falls dangerously in love, every turn is leading eventually, of course, to a troubled loner named Lee Harvey Oswald and to Dallas, where the past becomes heart-stoppingly suspenseful, and where history might not be history anymore. Time-travel has never been so believable. Or so terrifying.

850 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    'In the Line of Fire', once again...

    767 pagine di un Stephen King da me sempre evitato per il preconcetto legato alle numerose trasposizioni cinematografiche dei suoi libri che raramente mi hanno entusiasmato.
    Un'amica anobiana mi ha invitata a leggerlo in contemporanea e nonostante le ...(continue)

    767 pagine di un Stephen King da me sempre evitato per il preconcetto legato alle numerose trasposizioni cinematografiche dei suoi libri che raramente mi hanno entusiasmato.
    Un'amica anobiana mi ha invitata a leggerlo in contemporanea e nonostante le perplessità, l'ho iniziato. Non leggo mai le sinossi prima di cominciare un libro: qualche volta giusto il genere, il personaggio principale, collocazione geografica, ambientazione e periodo storico; questa volta non ho neppure guardato la copertina né voluto sapere a cosa si riferiva quella data lì.
    Quando il libro è iniziato con il rapporto di un uomo con le sue lacrime, mi si sono drizzare le antenne: - interessante, l'uomo ed il suo perenne tabù, (o almeno uno dei suoi tabù);
    - traduzione di Wu Ming 1: ho sentito che ci sono state polemiche in merito: - bene!, vediamo com'è la traduzione;
    - un viaggio nel tempo, bello!, mi piacciono i viaggi nel tempo e mi suona sempre il campanello de 'La casa sull'estuario' di Daphne du Maurier a questo proposito; ma ultimamente mi suona anche la Quinta di Beethoven, de 'Il dio sordo' di Antonio Scotto di Carlo: gran bei viaggi, peccato che finiscano...
    Ma presto ho capito che sarei dovuta ritornare in pieno American Graffiti e poi di nuovo a Dallas, attraverso una serie di luoghi comuni e cliché che contraddistinguono il genere: troppe le analogie con le già mille volte viste produzioni hollywoodiane - 'Ritorno al futuro' compreso – e poi Dallas, Kennedy e Oswald che veramente ormai mi escono dalle orecchie.
    Ho chiesto scusa alla mia amica, e mi ha già perdonato per il mio abbandono, ma non sono una molto tenace, soprattutto nella letteratura.

    Is this helpful?

    AdrianaT. said on Sep 8, 2014 | 6 feedbacks

  • 2 people find this helpful

    Adoro Stephen King, forse il mio giudizio non è imparziale, ma la scrittura è come al solito articolata e scorrevole e la trama avvincente dalla prima all'ultima pagina, mai scontata.

    Is this helpful?

    CiPi said on Aug 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Beware

    La vita è un lancio di monetina. Tutto è dettato dal caso, sembra volerci dire King in questo incredibile romanzo.ma è un caso che a Natale abbia ricevuto proprio questo romanzo? Come possa una mente così pensare un plot talemente mastodontico, riman ...(continue)

    La vita è un lancio di monetina. Tutto è dettato dal caso, sembra volerci dire King in questo incredibile romanzo.ma è un caso che a Natale abbia ricevuto proprio questo romanzo? Come possa una mente così pensare un plot talemente mastodontico, rimane una dote che solo il maestro di Bangor ha e riesce a governare in maniera così meravigliosa. Si rimane a bocca aperta nelle descrizioni degli anni sessanta. Si vive con i personaggi fianco a fianco e si soffre, ahimè, con loro. Per molto tempo, chiudendo gli occhi alla sera, poco prima di addormentarmi, sentirò risuonare In the Mood nelle orecchie, e vedrò George/Jake e Sadie al centro del palco nella palestra di Jodie danzare il Lindy-hop. La vita è un lancio di monetina. I libri di King mai, fidatevi.

    Is this helpful?

    jcf said on Aug 24, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Tre Grandi I:
    Incredibile, Indescrivibile, Immenso.

    Is this helpful?

    Mary Lou said on Aug 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un bel King di una volta...

    Non ai massimi livelli, quelli sono ormai perduti, ma almeno ti viene la voglia fottuta di sapere come va a finire

    Is this helpful?

    Baccio said on Aug 11, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Capolavoro

    Avete presente quei libri che ami fin da subito, che non riesci a staccarti, che quando finisce ti manca? Capolavoro.

    Is this helpful?

    Francesco Minardi said on Aug 9, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book