il 25 agosto 1960. A Roma è in pieno svolgimento la cerimonia d'apertura della XVII Olimpiade: quella destinata a essere ricordata per Cassius Clay e Livio Berruti, Wilma Rudolph e Abebe Bikila. Sotto gli occhi dei capi di Stato di tutto il mondo, n ...Continua
VittorioC
Ha scritto il 06/05/17
(2014)
1960 è l’anno del “Miracolo”, della Dolce vita di Federico Fellini e dei Giochi della XVII Olimpiade, svoltisi a Roma dal 25 agosto all'11 settembre. In questi 15 giorni si svolgono anche gli avvenimenti del romanzo, che ruotano intorno a un tentativ...Continua
Enrichetta
Ha scritto il 26/08/16

Prolisso, spesso noioso, presuntuoso,finito solo per puntiglio. Mi sono persa tra intrighi, personaggi, aggettivi. La parte migliore é quella finale. Non ci ho capito nulla, né mi é sembrato valesse la pena di sforzarsi a farlo.

giu
Ha scritto il 03/04/16

Mi è piaciuto tantissimo. Un lavoro enorme di studio e documentazione per una storia nella quale il confine tra realtà e fantasia è sottile. Ricchissimo di citazioni, da leggere seguendo passo passo l'appendice che si trova alla fine.

Alliss (a breve...
Ha scritto il 22/02/16

Grandissimo lavoro di documentazione dell'autore, molto preciso, argomenti interessanti...ci sarebbe tutto. Si fa leggere ma non c'è alcun piacere nel leggerlo.

Jacques le...
Ha scritto il 10/01/16
Storia, mi pare, strasentita e di scarsa rilevanza affettiva; tessitura culturale senza guizzi, incapace di impressionare (in particolare, i personaggi famosi paiono figurine raccolte in un album per stanco puntiglio); disegno generale assente — o qu...Continua

Michele Pizzi
Ha scritto il Jan 15, 2015, 17:26
“Non posso voltare le spalle a me stesso. Tanto vale seguirlo dovunque mi vorrà portare.”
Pag. 381
Michele Pizzi
Ha scritto il Jan 15, 2015, 17:25
«il dubbio è il limite del sapere umano: l’uomo conosce soltanto segni vuoti.»
Pag. 375
Michele Pizzi
Ha scritto il Jan 15, 2015, 17:24
«Ma nessuno è innocente! Le masse condividono il cinismo di chi le governa. L’uomo è per sua natura un animale malvagio che non sa cosa vuole. Ecco perché il potere supremo non deve mai sforzarsi di spiegare o giustificare se stesso in termini razion...Continua
Pag. 374
Michele Pizzi
Ha scritto il Jan 15, 2015, 17:22
«Ognuno di noi partecipa a un destino comune. Ma ciascuno di noi ha in sé anche la spinta a volersi differenziare dagli altri per diventare unico. Se fraintesa, questa tendenza diventa un desiderio di originalità che può arrivare fino alla stravaganz...Continua
Pag. 219

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi