Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

1984

Di

Editore: Euroclub

4.5
(30958)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 318 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Russo , Chi semplificata , Chi tradizionale , Portoghese , Tedesco , Norvegese , Catalano , Olandese , Giapponese , Svedese , Ungherese , Polacco , Sloveno , Greco , Basco , Galego , Ceco , Danese , Indiano (Hindi) , Turco

Isbn-10: A000029831 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Rilegato in pelle , eBook

Genere: Fiction & Literature , Political , Science Fiction & Fantasy

Ti piace 1984?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
1984 (Nineteen Eighty-Four) è uno dei più celebri romanzi di George Orwell, pubblicato nel 1949 ma iniziato a scrivere nel 1948 (anno da cui deriva il titolo, ottenuto appunto dall'inversione delle ultime due cifre). Il protagonista del romanzo, Winston Smith, è un membro subalterno del partito, incaricato di "correggere" i libri e gli articoli di giornale già pubblicati, cioè modificarli in modo da rendere riscontrabili e veritiere le previsioni fatte dal partito; egli inoltre si occupa di modificare la storia scritta, contribuendo così ad alimentare la fama di infallibilità del Partito stesso. Apparentemente è un tipo malleabile, ma Winston in realtà mal sopporta i condizionamenti del partito e non riesce ad adeguare la propria mente al bispensiero. Accanto a lui agiscono altri due personaggi: Julia (della quale Winston è innamorato malgrado i divieti del partito), una giovane che si adatta al partito solo per convenienza, e O'Brien, un importante funzionario nel quale il protagonista vede una figura paterna.
Nonostante il partito imponga la castità, Winston e Julia diventano amanti e decidono di collaborare con un'organizzazione clandestina, la Confraternita(Brotherhood): così ricevono da O'Brien un libro, Teoria e prassi del collettivismo oligarchico, il manifesto dell'organizzazione, che ne espone le ideologie. Arrestati, vengono interrogati proprio da O'Brien, che in realtà è un agente della psicopolizia, il cui fine è far penetrare in Winston, evidentemente refrattario al condizionamento sociopolitico del Socing, la tecnica del Bispensiero attraverso tre fasi: apprendimento, comprensione, accettazione. Il tentativo riuscirà perfettamente, e Winston finirà così allineato al regime.
Ordina per
  • 5

    Travolgente

    Opera scritta nel 1948 e purtroppo molto attuale. Offre profondi spunti di riflessione sul sistema politico e concede al contempo una trama incalzante che tiene incollati al libro.
    Consiglio vivamente ...continua

    Opera scritta nel 1948 e purtroppo molto attuale. Offre profondi spunti di riflessione sul sistema politico e concede al contempo una trama incalzante che tiene incollati al libro.
    Consiglio vivamente la lettura di questo libro a chi ancora non lo avesse fatto. Soprattutto per chi crede che il totalitarismo Russo sia stato un periodo di poco conto e su cui non vale la pena soffermare le proprie attenzioni. Tutti i totalitalismi sono un male,al di là dei colori di bandiera.

    ha scritto il 

  • 5

    Imprescindibile

    Ci sono libri che non possono non essere letti: per le loro implicazioni culturali, sociali, politiche e umane. "1984" di Orwell è uno di questi: relegarlo alla fantascienza, pur appartenendovi di dir ...continua

    Ci sono libri che non possono non essere letti: per le loro implicazioni culturali, sociali, politiche e umane. "1984" di Orwell è uno di questi: relegarlo alla fantascienza, pur appartenendovi di diritto, sarebbe riduttivo. Questo romanzo è una visione, nel senso che è visionario ma anche che dipinge un intero universo, complesso, spaventoso, perverso. E' un romanzo apparentemente senza speranza, in realtà nasconde nel suo cuore un segreto imprescindibile: l'amore vince sempre su tutto, sia esso per una donna, per un luogo o per la vita stessa.

    ha scritto il 

  • 5

    Avevo letto 1984 durante il liceo. Leggerlo a distanza di quasi quattro anni mi ha dato quella stessa sensazione di sconforto e smarrimento che provai durante la prima lettura. La follia e l'isteria c ...continua

    Avevo letto 1984 durante il liceo. Leggerlo a distanza di quasi quattro anni mi ha dato quella stessa sensazione di sconforto e smarrimento che provai durante la prima lettura. La follia e l'isteria collettiva sono il vero compagno del protagonista, un compagno che inconsciamente lo diventa presto anche per il lettore e difficilmente si riesce ad abbandonare Oceania.

    ha scritto il 

  • 4

    I read Nineteen Eighty Four at about the age of 17, during the full swing of my science-fiction era, and I took it just like another science-fiction novel. I re-read it some years later and I still re ...continua

    I read Nineteen Eighty Four at about the age of 17, during the full swing of my science-fiction era, and I took it just like another science-fiction novel. I re-read it some years later and I still remember the gloomy sensation that it left me.
    The book is indeed gloomy and part of its success is due to Orwell's ability to render almost real the gloomy world in which the novel is set. I have now just finished reading the original English version of Nineteen Eighty Four, and the gloomy sensation obviously returned again, unchanged.
    Life can be gloomy but it can also be bright, so I choose the bright side and hereby declare that I won't read this book again until the last of my days.

    "It is impossible to found a civilization on fear and hatred and cruelty. It would never endure. [...] Somehow you will fail. Something will defeat
    you. Life will defeat you."

    ha scritto il 

  • 0

    "Le grand frère vous regarde"

    Ammetto, non l'ho mai finito! ma non perchè non mi sia piaciuto, anzi. Ho comprato l'edizone in francese durante il mio Erasmus a Montpellier ed è stata veramente una fatica tenere il filo. Mi sono ri ...continua

    Ammetto, non l'ho mai finito! ma non perchè non mi sia piaciuto, anzi. Ho comprato l'edizone in francese durante il mio Erasmus a Montpellier ed è stata veramente una fatica tenere il filo. Mi sono ripromessa di rileggerlo in italiano, ma ancora non ne ho avuto occasione.

    ha scritto il 

  • 4

    Per i cine-maniaci, è il romanzo che ha ispirato “L’uomo che venne dal futuro” di George Lucas e, in anni più recenti, Equilibrium. Per chi troneggia davanti alla TV, è seccante sottolineare che abbia ...continua

    Per i cine-maniaci, è il romanzo che ha ispirato “L’uomo che venne dal futuro” di George Lucas e, in anni più recenti, Equilibrium. Per chi troneggia davanti alla TV, è seccante sottolineare che abbia in qualche modo dato il via – se non altro nel titolo – alla moda dei reality. Per gli amanti della musica, è un libro che ha ispirato i Muse, Rage Against the Machine, Morgan (…) ed è persino presente in un frame del video di “Sotto bombardamento” di Ligabue.

    Per i fumettisti, è la musa ispiratrice di “V per vendetta”. Per gli appassionati di letteratura, è semplicemente il romanzo distopico per eccellenza, con alcune caratteristiche del capolavoro ed altre un filo più rivedibili.
    “1984″, opera immortale di George Orwell, non è un romanzo di semplicissima lettura. O meglio, è dotato di una trama che in qualche misura trascina, incuriosendo il lettore con l’immaginazione di un mondo futuro in cui tutto è sotto il controllo di un Partito, il mondo è diviso in tre aree di influenza (tutte sostanzialmente dittatoriali) e il lavoro del protagonista consiste nel modificare gli archivi dei giornali per renderle adatti al presente, in una continua opera di revisione agghiacciante. Contribuisce alla seduzione del romanzo anche la storia d’amore fra il protagonista e Julia, le traversie affrontate per un semplice incontro, la necessità di mantenerlo segreto alla Psicopolizia così come i proprio pensieri.

    Poi procedi, e ti rendi conto che Orwell ha scritto (anche) un (bel) saggio politico: l’occasione è la lettura di un testo, naturalmente proibito, su cui il protagonista mette le mani, e che gli rileva – da un punto di vista decisamente più alto – la genesi del mondo in cui respira e le sue caratteristiche liberticide. E’ qui che fa capolino la biografia di Orwell, socialista tradito dalle purghe di stampo massimalista persino durante la Guerra di Spagna. Ed è qui che il lettore è chiamato ad una scelta: far scorrere le pagine allegramente per tornare alla narrazione e scoprire come finirà per i due amanti, oppure concedersi una digressione e analizzare il testo e il suo significato anche alla luce di quello che la seconda metà del XX secolo ci ha insegnato. Io consiglio la seconda strada, ma se vi indirizzate sulla prima avrete comunque la mia comprensione.

    “1984″ è un romanzo ricchissimo, la cui lettura nell’immediato dopoguerra (è datato 1948) deve aver provocato più di un brivido. E’ una sensazione che vale anche oggi, motivo per cui non posso far altro che consigliarvelo caldamente.

    -- recensione pubblicata su http://www.masedomani.com/2015/02/18/recensione-1984-di-george-orwell/ -

    ha scritto il 

  • 5

    BIG BROTHER IS WATCHING YOU

    Era parecchio tempo che non leggevo un libro che riusciva a mettermi così tanta ansia e angoscia addosso.. Sono comunque felice di averlo letto! So già che anche tra qualche mese ripenserò a 1984 e tr ...continua

    Era parecchio tempo che non leggevo un libro che riusciva a mettermi così tanta ansia e angoscia addosso.. Sono comunque felice di averlo letto! So già che anche tra qualche mese ripenserò a 1984 e troverò altri spunti di riflessione.

    Lettura davvero consigliata, ma chi è che ancora non ha letto questo libro?! Io non mi decidevo ad iniziarlo, ma adesso ho La fattoria degli animali che mi osserva dalla libreria e non penso che aspetterò un'altro anno XD

    ha scritto il 

Ordina per