Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

1984

Di

Editore: Euroclub

4.5
(31342)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 318 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Russo , Chi semplificata , Chi tradizionale , Portoghese , Tedesco , Norvegese , Catalano , Olandese , Giapponese , Svedese , Ungherese , Polacco , Sloveno , Greco , Basco , Galego , Ceco , Danese , Indiano (Hindi) , Turco

Isbn-10: A000029831 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Rilegato in pelle , eBook

Genere: Fiction & Literature , Political , Science Fiction & Fantasy

Ti piace 1984?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
1984 (Nineteen Eighty-Four) è uno dei più celebri romanzi di George Orwell, pubblicato nel 1949 ma iniziato a scrivere nel 1948 (anno da cui deriva il titolo, ottenuto appunto dall'inversione delle ultime due cifre). Il protagonista del romanzo, Winston Smith, è un membro subalterno del partito, incaricato di "correggere" i libri e gli articoli di giornale già pubblicati, cioè modificarli in modo da rendere riscontrabili e veritiere le previsioni fatte dal partito; egli inoltre si occupa di modificare la storia scritta, contribuendo così ad alimentare la fama di infallibilità del Partito stesso. Apparentemente è un tipo malleabile, ma Winston in realtà mal sopporta i condizionamenti del partito e non riesce ad adeguare la propria mente al bispensiero. Accanto a lui agiscono altri due personaggi: Julia (della quale Winston è innamorato malgrado i divieti del partito), una giovane che si adatta al partito solo per convenienza, e O'Brien, un importante funzionario nel quale il protagonista vede una figura paterna.
Nonostante il partito imponga la castità, Winston e Julia diventano amanti e decidono di collaborare con un'organizzazione clandestina, la Confraternita(Brotherhood): così ricevono da O'Brien un libro, Teoria e prassi del collettivismo oligarchico, il manifesto dell'organizzazione, che ne espone le ideologie. Arrestati, vengono interrogati proprio da O'Brien, che in realtà è un agente della psicopolizia, il cui fine è far penetrare in Winston, evidentemente refrattario al condizionamento sociopolitico del Socing, la tecnica del Bispensiero attraverso tre fasi: apprendimento, comprensione, accettazione. Il tentativo riuscirà perfettamente, e Winston finirà così allineato al regime.
Ordina per
  • 5

    Potente

    Un libro potente, capace di raccontare il potere e la sua attitudine distruttiva senza ideologia. Molti autori hanno parlato di potere ma sempre schierandosi chi per questo chi per quell'altro. Orwell ...continua

    Un libro potente, capace di raccontare il potere e la sua attitudine distruttiva senza ideologia. Molti autori hanno parlato di potere ma sempre schierandosi chi per questo chi per quell'altro. Orwell rifugge questa trappola narrativa e ne viene fuori un volume senza tempo, astrattamente aderente ad ogni epoca.
    Rivolto a ciascuno di noi, la storia è un grido a tentare di mantenere integra la propria libertà di pensare, di errare, di morire, di vivere; e di discernere il vero dal falso.
    In fondo però cos'è il vero? Esiste "un vero oggettivo-materiale" oppure il vero è tale solo se pensato come tale da una delle innumerevoli menti umane?
    La conclusione è amara: anche le menti più determinate ad esercitare il pensiero e a fuggire la bieca sottomissione all'oligarchia, alla fine soccombono. Non si può sopravvivere a Lui, l'onnipotente partito.

    ha scritto il 

  • 4

    Inutile prolungarsi su quando fu scritto il romanzo o sulla visione che sembra una profezia. Più passa il tempo più questo libro è attuale. Si possono tranquillamente adattare gli scenari ipotizzati d ...continua

    Inutile prolungarsi su quando fu scritto il romanzo o sulla visione che sembra una profezia. Più passa il tempo più questo libro è attuale. Si possono tranquillamente adattare gli scenari ipotizzati da Orwell allo scacchiere geopolitico di oggi. Quando uscì sembrava fantascienza, poi negli anni chi ebbe la fortuna di rileggerlo trovò sempre nuove connessioni, coincidenze...e se oggi #twitter fosse un primo approccio alla "neolingua"?

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro forte, politico, molto attuale e per niente banale. Una dittatura imposta in cui la parola chiave è "Controllo", un controllo serrato a cui nessuno si oppone e chi ha la forza per farlo viene ...continua

    Un libro forte, politico, molto attuale e per niente banale. Una dittatura imposta in cui la parola chiave è "Controllo", un controllo serrato a cui nessuno si oppone e chi ha la forza per farlo viene individuato e torturato con un osceno lavaggio del cervello. E' vietato amare, è vietato divertirsi, bisogna vivere secondo le leggi imposte dal Grande Fratello (che nessuno ha mai visto).

    ha scritto il 

  • 4

    Anacronistico genio.

    Ho paura di non riuscire a trovare le parole adatte a descrivere questo libro e ciò che ha suscitato in me. Delusione? Esaltazione? Dipende da come lo guardo. Se infatti considero l'intreccio e la tra ...continua

    Ho paura di non riuscire a trovare le parole adatte a descrivere questo libro e ciò che ha suscitato in me. Delusione? Esaltazione? Dipende da come lo guardo. Se infatti considero l'intreccio e la trama non posso dire che mi abbia appassionato più di tanto: la storia è piuttosto monotona e non sono riuscita ad entrare in sintonia con i protagonisti, Winston, un uomo abbastanza mediocre e che mi ha lasciato un senso quasi di ribrezzo, e Julia, un'ochetta pronta alla ribellione tanto per, senza un motivo profondo e radicato. D'altronde non posso non riconoscere la grandezza di questo libro da un punto di vista idealistico, che è senza dubbio il più importante.Letto oggi molti dei fatti spiegati e raccontati sembrano quasi banali, scontati, ma se si considera che é stato scritto nel 1950 fa venire quasi i brividi per la sua eversività e per la sua brillantezza. Senza tralasciare lo stile del mio amato Orwell che riuscirebbe a rendere semplice e interessante anche il libretto di istruzioni del forno a Microonde. Grazie Orwell per l'ennesima tua perla. Ovviamente continuerò a leggere i tuoi capolavori.

    ha scritto il 

  • 5

    Da leggere assolutamente

    Dopo averlo iniziato e interrotto dopo appena 50 pagine, finalmente sono riuscito a leggerlo per intero. Un libro monumentale, che riesce a mostrare un intero mondo distopico che a tratti non di disco ...continua

    Dopo averlo iniziato e interrotto dopo appena 50 pagine, finalmente sono riuscito a leggerlo per intero. Un libro monumentale, che riesce a mostrare un intero mondo distopico che a tratti non di discosta poi troppo da quello attuale. Ho apprezzato moltissimo il discorso legato alla neolingua e di come questa sia direttamente connessa alla capacità o meno di formulare un'idea e di esprimerla. A pensarci è tremendamente vero. Magistrali le descrizioni e la resa dello stato d'animo dei protagonisti, nonché l'atmosfera asfittica che caratterizza l'intera storia. Ho trovato un po' pesante l'inserzione del libro di Goldstein, forse non indispensabile per l'intera storia.
    Per un attimo ho sperato in un finale diverso, ma nonostante tutto è giusto che sia finito così.

    ha scritto il 

Ordina per