1Q84

Books 1, 2 & 3

By

Publisher: Brilliance Audio

4.0
(548)

Language: English | Number of Pages: | Format: Audio CD | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , Italian , Finnish

Isbn-10: 1455830496 | Isbn-13: 9781455830497 | Publish date: 

Translator: Jay Rubin , Philip Gabriel ; Marc Vietor , Alison Hiroto , Mark Boyett

Also available as: Hardcover , eBook , Paperback , Boxset , Others

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like 1Q84 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 0

    Onirico, poetico, a tratti crudo perde potenza nel corso della narrazione diventando prolisso, lento e ripetitivo: un po di sintesi, sul finale, non avrebbe guastato.

    said on 

  • 3

    Il maratoneta

    Il maratoneta Murakami si cimenta in una ultramaratona: taglia si il traguardo, ma dalla metà in poi si vede che è in debito di ossigeno.
    Dalle cinque stelle dell'inizio alle due della fine. ...continue

    Il maratoneta Murakami si cimenta in una ultramaratona: taglia si il traguardo, ma dalla metà in poi si vede che è in debito di ossigeno.
    Dalle cinque stelle dell'inizio alle due della fine.

    said on 

  • 5

    Uno dei migliori libri che abbia mai letto

    Premessa: Murakami sembra sempre parlare diretto al mio cuore, oltrepassa qualunque barriera io possa costruire e con naturalezza e semplicità mi lascia un bagaglio di emozioni che culminano con la se ...continue

    Premessa: Murakami sembra sempre parlare diretto al mio cuore, oltrepassa qualunque barriera io possa costruire e con naturalezza e semplicità mi lascia un bagaglio di emozioni che culminano con la sensazione di essere meno sola, meno incompresa di quanto non pensassi.

    1Q84: Una storia che inizia a rallentatore... Due protagonisti, due percorsi paralleli che sembrano condividere qualche piccola peculiarità qui e là, ma che in fondo sono divisi e nettamente diversi. Il solito ambiente con qualche elemento sovrannaturale che emerge senza però sconfinare nel fantasy, dettagli onirici che Murakami padroneggia e che non stufano mai. Un intero libro che mostra gradualmente Aomame e Tengo, e che prendendosi tutto il tempo necessario, permette al lettore una conoscenza profonda dello spirito stesso che anima questi due giovani. E poi un secondo libro dove si svolge l'azione vera e propria, le strade si intrecciano in talmente tanti punti che ci si stupisce di come fluiscano e si intersechino alla perfezione, iniziando però ad instillare in maniera molto semplice e naturale, con gradualità, l'attesa di quell'incontro.
    Un terzo libro che è il vero e proprio capolavoro, il ritmo che incalza, l'incapacità totale di staccarsi dalla lettura e finalmente gli avvenimenti che vengono collegati capitolo dopo capitolo fino al finale, per quanto mi riguarda, perfetto.

    said on 

  • 5

    La trilogia di 1Q84 e` una storia d’amore tra uno scrittore e un’assassina entrambi ricercati da una societa` che tenta di ucciderli. Nel primo libro predomina la trama riguardante gli avvenimenti sov ...continue

    La trilogia di 1Q84 e` una storia d’amore tra uno scrittore e un’assassina entrambi ricercati da una societa` che tenta di ucciderli. Nel primo libro predomina la trama riguardante gli avvenimenti sovrannaturali che iniziano ad accadere quando nel cielo appaiono due lune: si percepisce una forte aura di mistero e il romanzo sembra quasi essere un giallo con atmosfere oniriche. Nel secondo libro, invece, si sposta l’attenzione alla storia d’amore tra le due voci narranti.Un romanzo che mi ha colpito profondamente; uno stile narrativo decisamente originale e dissimile da altri generi di romanzo finora da me letti. La storia di due personaggi, Aomame e Tengo, che hanno vicissitudini completamente diverse. Entrambi non riescono a rincontrarsi ma percepiscono, in qualche modo, la presenza l'uno dell'altra; un intreccio armonico di realtà, fantasia, sogno, immaginazione. La storia appare surreale ma affascinante; la metafisica, regna sovrana fino a far osservare ai due protagonisti una seconda luna nel cielo. " una speranza simile a una sorgente di calore piccola ma preziosa che avrebbe scaldato il loro cuore. Un'esile fiamma che le mani avrebbero circondato per proteggerla dal vento. Per evitare che le potenti raffiche della realtà potessero spegnerla " Il tema principale dell’azione è senz’altro quello della storia d’amore, e quello secondario il delitto, ma nel libro non c’è solo, appunto, l’azione, ma molto altro. In particolare nel terzo volume trova molto spazio la figura di Ushikawa, il personaggio cui mi sono più affezionata, e con lui i temi della solitudine e dell’incapacità o impossibilità di integrarsi. Tutto il romanzo è un elogio dell'attenzione, dell'ardore intimo del pensiero e del sentimento, ma anche del freddo che penetra nelle ossa.

    said on 

  • 5

    1Q84 è un romanzo intenso, probabilmente il più ambizioso di Murakami, e non solo per la sua mole. Riducendo al minimo gli elementi di irrazionalità e fantasia ma mantenendosi sempre entro quella dime ...continue

    1Q84 è un romanzo intenso, probabilmente il più ambizioso di Murakami, e non solo per la sua mole. Riducendo al minimo gli elementi di irrazionalità e fantasia ma mantenendosi sempre entro quella dimensione onirica che i lettori di Haruki conoscono e amano, lo scrittore costruisce una storia dominata non dal non-sense o dalla sovrapposizione di indizi di un'indagine destinata a restare irrisolta, ma dall'amore e dalla necessaria corrispondenza fra due anime.
    http://athenaenoctua2013.blogspot.it/2015/11/1q84-murakami.html

    said on 

  • 1

    Non male fino a pagina 586 quando banalizza tutto "Brava. Il 1984 il 1Q84 fondamentalmente sono strutturati allo stesso modo. Se non credi al mondo, se non hai l'amore, tutto non è altro che finzione. ...continue

    Non male fino a pagina 586 quando banalizza tutto "Brava. Il 1984 il 1Q84 fondamentalmente sono strutturati allo stesso modo. Se non credi al mondo, se non hai l'amore, tutto non è altro che finzione.In ognuno di questi due mondi, in qualunque mondo, nella maggior parte dei casi la linea che separa l'ipotesi dai fatti è invisibile. Non la si può vedere che con gli occhi del cuore". Impossibile continuare...

    said on 

  • 2

    Non dico che sia privo di inventiva. Non dico che i personaggi non siano ben delineati. E non dico nemmeno che sia banale, scontato o male orchestrato. Eppure, non riesce a convincermi fino in fondo, ...continue

    Non dico che sia privo di inventiva. Non dico che i personaggi non siano ben delineati. E non dico nemmeno che sia banale, scontato o male orchestrato. Eppure, non riesce a convincermi fino in fondo, questo corposissimo romanzo in tre volumi. In alcuni passi l’ho trovato ridondante, se non pleonastico: un accumulo di dettagli che in più di una occasione non hanno ragione d’esserci, nel libro. Parti che rallentano, a volte per me esasperandolo, il ritmo della narrazione. Io credo che tutta la struttura portante del libro sia giocata, non senza una abilità fuori dal comune e ciò va tenuto presente, su due o tre elementi chiave, di cui io purtroppo non riesco a condividere la bontà: il sesso, che trova nel romanzo un ruolo tanto ampio da cadere in alcuni passaggi in un voyeurismo più sensazionalistico che pertinente ai fini del racconto; la suspense circa l’incontro dei due protagonisti, asse narrativo per 1100 pagine sfruttato fino all’osso ovvero fino ad alcuni tratti di una banalità e scontatezza che non mi aspettavo da un autore di questa caratura; e la trama fantascientifica, vero elemento positivo a mio avviso dell’opera, trattata molto intelligentemente con i canoni della narrazione “gialla” che invita il lettore a una lenta indagine e scoperta su quanto accade, purtroppo anch’essa “sporcata” con un ruolo non secondario affidato a una forma nemmeno del tutto “politically correct” di vedere la sessualità, che per me va a minare dalle basi anche quello che di buono il romanzo tentava di far passare al lettore. La sensazione globale che ne traggo è quella di essere alle prese con un libro molto ben scritto, che contiene due-tre trovate intelligenti che ne giustificano la lettura, ma costruito enfatizzando gli aspetti sbagliati di una vicenda, pensata in maniera un po’ troppo ammiccante.

    said on