1Q84

Libro 3

By

Publisher: Tusquets

3.9
(5708)

Language: Español | Number of Pages: 414 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Japanese , Chi traditional , Korean , Chi simplified , Dutch , German , English , Catalan , Swedish , French , Galego , Italian , Portuguese , Polish

Isbn-10: 6074212988 | Isbn-13: 9786074212983 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Gabriel Álvarez Martínez

Also available as: Hardcover , Others , Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like 1Q84 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
A las voces de Aomame -la enigmática instructora de gimnasia y asesina- y de Tengo -el profesor de matemáticas y escritor-, se suma, en este tercer volumen de la novela 1Q84, la de un nuevo personaje, un detective llamado Ushikawa. Su última misión, encargada por Vanguardia, el misterioso culto religioso, consistió en comprobar si Aomame era digna de confianza para trabajar para el líder. Ushikawa dio el visto bueno a la joven, pero ésta los traicionó a todos, cometió un nuevo asesinato y luego desapareció. Si el detective no logra encontrarla, la venganza de la secta se abatirá sobre él. Entretanto, Aomame y Tengo, cada uno a su modo, siguen deseándose en la ausencia, buscándose -en el más puro estilo de Murakami- casi sin moverse de su sitio, aislados, quizás a punto de experimentar un giro radical en sus vidas y esperando un reencuentro que los redima... en el mundo de 1984, o en el de 1Q84, ese fantasmagórico universo con dos lunas.
Sorting by
  • 4

    Scrivere diMurakami, analizzarne i pregi, difendere gli ovvi difetti, è complesso, ed il mio commento arriva dopo tanti supendi commenti. Posso dire solo che non so se si tratti del suo capolavoro ( p ...continue

    Scrivere diMurakami, analizzarne i pregi, difendere gli ovvi difetti, è complesso, ed il mio commento arriva dopo tanti supendi commenti. Posso dire solo che non so se si tratti del suo capolavoro ( per me, nel mio cuore, il capolavoro è Dance, dance, dance), so che sono entrata per giorni in un intero mondo, un giappone che non è solo giappone. Sono entrata lentamente, in punta di piedi, assaporando uno stile che non è neppure eccelso eppure ti avviluppa a particolari insignificanti come i preprativi minunziosi di una cena come se non volessi leggere altro, sempre. Sono stata avvinghiata sempre più vorticosamente alla storia di Aomame e di Tenko, alle loro vite, ai loro drammi infantili, al loro cercarsi. Avvinghiata alle due lune, tanto da guardare il cielo e chiedermi :ma potrebbe succedere? Questa è la magia di Murakami, creare un mondo, portarti dentro e rendertelo talmente familiare che vorresti restare lì anche tu, nell'Iq84.
    I libri sono in realta un romanzo solo e li ho letti di seguito.

    said on 

  • 5

    Con buona pace di Čechov

    Nel capitolo conclusivo la fine è un nuovo inizio. La visione di Murakami, in questo terzo libro, si chiarisce fino in fondo: la realtà è falsa come una banconota del Monopoli, una luna di carta sospe ...continue

    Nel capitolo conclusivo la fine è un nuovo inizio. La visione di Murakami, in questo terzo libro, si chiarisce fino in fondo: la realtà è falsa come una banconota del Monopoli, una luna di carta sospesa nel cielo, e l'unica verità che possiamo cercare di afferrare è quel miracoloso istante di comunione che avvicina le persone. Niente viene spiegato fino in fondo, ma, dopotutto, che ne potrebbe sapere un semplice autore del mistero in cui siamo avvolti? 1Q84 è una domanda, una domanda benedetta, e non una risposta.

    said on 

  • 4

    Con questa lettura si conclude la storia sospesa precedentemente di Tengo e Aomame, i due interessanti personaggi descritti da Murakami. Col libro 3 di 1q84 si cercano di chiarire i dubbi e le domande ...continue

    Con questa lettura si conclude la storia sospesa precedentemente di Tengo e Aomame, i due interessanti personaggi descritti da Murakami. Col libro 3 di 1q84 si cercano di chiarire i dubbi e le domande in sospeso lasciate aperte nel primo volume,introducendo un terzo punto di vista: quello di Ushikawa che aiuta ancora di più a fare chiarezza sulla vicenda e sul mondo irreale in cui vivono i personaggi. L'epilogo mette in risalto la forza del sentimento che lega i due protagonisti immersi in questo fantomatico universo del 1q84. Soddisfatta dell'esperimeto Murakami e nonostante le storie con elementi appunto irreali non siano il mio genere, la lettura non mi ha annoiata o delusa.

    said on 

  • 5

    al di là della realtà, ma con i piedi a mollo nella realtà

    Murakami ti porta via, e allo stesso ti fa scoprire cose della realtà che tu normalmente non vedi

    said on 

  • 3

    Non c'è 2 senza 3

    Come sempre accade, dopo la lettura dei primi due capitoli di una trilogia, sfogliare il terzo diventa conseguenza naturale.
    Rispetto ai primi due libri in cui la narrazione viene alternata solamente ...continue

    Come sempre accade, dopo la lettura dei primi due capitoli di una trilogia, sfogliare il terzo diventa conseguenza naturale.
    Rispetto ai primi due libri in cui la narrazione viene alternata solamente dai personaggi principali (Tengo e Aomame), qui Murakami aggiunge per esigenze di narrazione il punto di vista di un terzo (l'ispettore ushikawa). La lettura è risultata piacevole ed il mio giudizio generale sul libro, anche in questo caso, è positivo. L'unica critica che potrei fare riguarda il finale che poteva essere sviluppato meglio.
    Leggerò sicuramente altri libri di questo autore.

    said on 

  • 3

    Quando il confine tra mondo reale e immaginazione è impossibile da distinguere

    Leggere Murakami per me è una specie di vizio . Lo leggo quando ho voglia di staccare la spina e ogni volta mi dà la stessa sensazione , di un'immersione in un'altra dimensione
    E questo mi piace .
    1Q8 ...continue

    Leggere Murakami per me è una specie di vizio . Lo leggo quando ho voglia di staccare la spina e ogni volta mi dà la stessa sensazione , di un'immersione in un'altra dimensione
    E questo mi piace .
    1Q84 è un altro mondo , apparentemente identico a quello in cui viviamo, eppure molto differente , l'indizio è evidente con il calare della sera...
    lo diceva bene Leopardi Giunta al confin del cielo scende la luna e si scolora il mondo ;
    Spariscon l'ombre , ed una oscurità la valle e il monte imbruna

    Solo che qui le lune in cielo sono due , una grande e una piccola, deforme e verdastra , l'una accanto all'altra .
    In questa dimensione enigmatica si muovono tanti piccoli mondi , che a volte collidono, si intersecano raramente e con grandi difficoltà :
    quello di Aomame *, intelligente , fredda, controllata ed efficiente , quello di Tengo * (serio candidato al premio peggior protagonista maschile , certo l'anno è ancora lungo , ma ... ;) )
    un trentenne già anziano, grigio, abitudinario, preciso , rigido - Murakami ci tiene proprio a sottolineare quanto.. -
    tanto grosso fisicamente quanto vulnerabile caratterialmente ,
    e poi il mondo misterioso e minaccioso della setta del Sakigake, quello del deforme e intuitivo detective Ushikawa , quello di Tamaru , che mi è piaciuto molto , con la sua prontezza, la sua saggezza , la sua solidità e inesorabilità ...
    Il capitolo 25 , in cui è protagonista , è quello con più adrenalina ,dopo una parte centrale quasi al rallentatore e un po' tediosa ... c'è uno scatto, un'accelerazione ,e da lì non sono più riuscita ad interrompere la lettura ,si entra in un vortice ... fino all'epilogo .
    Molte domande comunque restano aperte, alla fine ...
    che sia in cantiere un libro 4 ?

    * i nomi dei protagonisti sono davvero curiosi :)
    Aomame vuol dire Piselli verdi
    e Tengo , sembra un nome nippo-napoletano :D

    ps. nella sezione Video ho inserito un cortometraggio ispirato a 1Q84 e ad Aomame , che ne traduce bene le atmosfere, e la cosa che più mi ha colpito è che lei me la sono immaginata proprio così !

    tre stelle e mezzo

    said on 

  • 4

    La poesia continua

    Non vedevo l'ora di come andavano a finire le vicende dei primi due "libri".
    Anche se non vi è la soluzione definitiva e la storia sembra rimanere appesa, la poesia del racconto rimane.
    Bella lettura, ...continue

    Non vedevo l'ora di come andavano a finire le vicende dei primi due "libri".
    Anche se non vi è la soluzione definitiva e la storia sembra rimanere appesa, la poesia del racconto rimane.
    Bella lettura, che ti fa rimanere dentro tante sensazioni forti...

    said on 

Sorting by
Sorting by