Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

1Q84: Book 3

Book 3

By

Publisher: Random House

3.9
(5382)

Language:English | Number of Pages: 464 | Format: eBook | In other languages: (other languages) Japanese , Chi traditional , Korean , Chi simplified , Dutch , Spanish , German , Catalan , Swedish , French , Galego , Italian , Portuguese , Polish

Isbn-10: 1446484203 | Isbn-13: 9781446484203 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Paperback

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like 1Q84: Book 3 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

Book Two of 1Q84 ended with Aomame standing on the Metropolitan Expressway with a gun between her lips.





She knows she is being hunted, and that she has put herself in terrible danger in order to save the man she loves.





But things are moving forward, and Aomame does not yet know that she and Tengo are more closely bound than ever.





Tengo is searching for Aomame, and he must find her before this world's rules loosen up too much.





He must find her before someone else does.

Sorting by
  • 3

    Una bomba a metà

    Il terzo libro di 1q84 https://goo.gl/JdQG0R si distingue per tempi decisamente più serrati rispetto ai primi 2 libri. Le parti in gioco si mescolano costantemente mettendo in fibrillazione il lettore ...continue

    Il terzo libro di 1q84 https://goo.gl/JdQG0R si distingue per tempi decisamente più serrati rispetto ai primi 2 libri. Le parti in gioco si mescolano costantemente mettendo in fibrillazione il lettore.
    E' vero che al sig. Murakami ogni tanto gli prendeva un po' la mano, con delle esagerazioni che non danno nulla in più al libro.
    Il finale non è la bomba atomica che tutti si aspettavano (purtroppo) e lascia molte domande senza risposta.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Non lo definirei assolutamente un capolavoro

    L'ho trovato ridondante, in certi passi anche noioso, era quasi perfetta la storia, i personaggi, volendo anche il mondo parallelo. Però la spiegazione della Crisalide d'aria era quasi del tutto incom ...continue

    L'ho trovato ridondante, in certi passi anche noioso, era quasi perfetta la storia, i personaggi, volendo anche il mondo parallelo. Però la spiegazione della Crisalide d'aria era quasi del tutto incomprensibile, siamo a un surrealismo spinto da essere patetico, il coinvolgimento della setta del Sakigake doveva essere entusiasmante, e invece si è dissolta in un nonnulla che sinceramente non mi aspettavo, tutta questa suspense per poi finire troppo bene. Insomma chiamare la trilogia di 1Q84 un capolavoro, mi sembra davvero troppo!

    said on 

  • 3

    OK, con il volume precedente ero giunta alla conclusione che l'autore non mi piacesse, o meglio, non mi piace come stile. L'emblema di questo mio blocco personale è il fatto che una setta giapponese c ...continue

    OK, con il volume precedente ero giunta alla conclusione che l'autore non mi piacesse, o meglio, non mi piace come stile. L'emblema di questo mio blocco personale è il fatto che una setta giapponese chiami le voci "little people", che più inglese non si può... Vabbé.
    Ho terminato la trilogia perché ho odiato come si è concluso il libro 1 e 2,e speravo in un miglioramento. Per fortuna è stato così, l'autore è stato meno contemplativo e più scorrevole, anche se rimane troppo ripetitivo.

    said on 

  • 3

    1Q84 – Dati della data.

    Qualche numero, perché quel posso spettegolare sugli ultimi tre mesi di 1Q84 è compreso in quel che ho spettegolato a proposito dei primi sei.

    Utilizzando Anobii come fonte di dati, dalle notazioni ar ...continue

    Qualche numero, perché quel posso spettegolare sugli ultimi tre mesi di 1Q84 è compreso in quel che ho spettegolato a proposito dei primi sei.

    Utilizzando Anobii come fonte di dati, dalle notazioni artimetiche qualche evidenza materiale ottiene. Per carità, niente di matematico, per quello bastano le lezioni di Tengo alla scuola di preparazione, e scrivere per oltre mille pagine di un personaggio che si guadagna il pane insegnando matematica senza mai scivolare nell’obbrobrio di scrivere di matematica è un altro degli indiscitubili pregi comici di Murakami.
    L’edizione italiana di 1Q84 di Murakami al momento su Anobii ha questi numeri:

    1) 1Q84, primo volume (sei mesi, da aprile a settembre):
    9841 utenti che dichiarano di averne una copia;
    324 utenti che dichiarano di starselo leggendo adesso;
    1298 utenti che hanno avuto qualcosa da dire in merito; che ne abbiano detto bene o male, capirai la differenza:

    2) 1Q84, secondo volume (tre mesi, da ottobre a dicembre):
    5211 utenti che dichiarano di averne una copia;
    69 utenti che dichiarano di starselo leggendo adesso;
    854 utenti che hanno avuto qualcosa da dire in merito;

    3) 1Q84, edizione unica;
    66 utenti che dichiarano di averne una copia;
    9 utenti che dichiarano di starselo leggendo adesso;
    55 utenti che hanno avuto qualcosa da dire in merito

    Tra chi possiede il primo volume del romanzo e chi possiede anche il secondo c’è una voragine di circa quattromila lettori. Prima ipotesi: i Little People si stanno sbarazzando di tutti i lettori del romanzo; i Little People si sa, sono lentini, quindi più della metà dei lettori del romanzo il tempo di leggersi anche la seconda perte ce l’hanno avuto. Seconda ipotesi: nonostante tantissima buona volontà, dopo 700 pagine una caterva di lettori l’ha capito, che nelle prossime 400 non ci avrebbero trovato niente che già non ci fosse nemmeno nelle prime 700. Menzione d’onore speciale a quei 66 lettori che hanno avuto il coraggio di comprarsi le 1100 pagine tutte d’un colpo.

    Complessivamente, il romanzo ha venduto tantissimo, manco fosse “La crisalide d’aria” di Fukaeri. Ai quasi 9000 lettori che hanno in biblioteca la prima parte del romanzo Murakami andrebbero sommati i 66 che hanno l’edizione completa, e non i cinquemila che possiedono anche la seconda parte, perché mi fa strano immaginare qualcuno che compra la seconda parte del romanzo e non la prima, sebbene questa sarebbe la decisione migliore: se uno si legge le ultime 400 pagine e basta forse qualche passaggio se lo perde, ma qualche passaggio se lo perde comunque anche se le legge tutte e 1100, le pagine, Murakami l’ha voluto proprio così il romanzo, con le falle, e in definitiva a me gli ultimi tre mesi sono parsi anche scritti meglio (parliamo di percentili) dei sei mesi precedenti, nonostante qualche intervento extra quasi offensivo di Murakami, del tipo “Questo ve lo spiego io perbene, altrimenti non si capisce perché A e B non hanno fatto C nella volta D ma dovevano aspettare l’intervento di E per far succedere tutto al punto G. E la F? Eh, un buco, un’acqua fredda, una pietra che si ribalta, una cornacchia, le dita alle tempie, la tigre nel motore, un sudore di ascelle, sapete, le solite cose.”

    Su 1Q84 solo su Anobii ci sono 2200 e più impressioni di lettura, di cui due mie. Quanto tanto persone sono in qualche modo coinvolte in un’opera di una foliazione decisamente robusta, beh, piaccia, non piaccia, quell’opera è diventata un piccolo pezzo di mondo, e il 1Q84 è diventato moooolto più reale di tante altre epoche, siano essere storiche o inventate o tutt’e due, come ogni epoca.

    said on 

  • 4

    L'entrata in voce della terza voce, quella di Ushikawa, mi ha disturbata. E' come se avesse interrotto la magia ipnotica del primo libro. A parte questo piccolo particolare rimane intatta l'ipnoticità ...continue

    L'entrata in voce della terza voce, quella di Ushikawa, mi ha disturbata. E' come se avesse interrotto la magia ipnotica del primo libro. A parte questo piccolo particolare rimane intatta l'ipnoticità dei cerchi concentrici che lentamente, molto lentamente, avvicinano Tengo e Aomame. Leggere questi due libri è stato come immergersi in una ipnotica spirale che ti trascina a fondo senza possibilità di scampo. Ipnotizzata, è così che mi sono sentita per tutta la durata di questa lettura. Continuo a ripeterlo, lo so, ma è davvero quello che ho provato. Avrei continuato a leggere all'infinito, senza possibilità di scampo. E' stato come galleggiare in un bozzolo completamente surreale, inquietante e nello stesso tempo del tutto tranquillizzante. Sono convinta che Murakami sia un mago. Bellissimo. Fa dimenticare quale sia la realtà, perchè la realtà con Murakami non esiste.

    said on 

  • 3

    Smemoratezza....il lungo intervalllo trascorso fra I precedenti libri della trilogia e questo non mi ha permesso di gustarlo in pieno.Come dire Che non mi ricordavo la solita cippa. meglio avrebbero f ...continue

    Smemoratezza....il lungo intervalllo trascorso fra I precedenti libri della trilogia e questo non mi ha permesso di gustarlo in pieno.Come dire Che non mi ricordavo la solita cippa. meglio avrebbero fatto a pubblicare un solo volume

    said on 

  • 3

    看完後還是有許多無法解釋的謎題,就跟稍早看過的海邊卡夫卡有異曲同工之妙,不過作品還是毫不保留的揮灑文字的美感。他的書使我感覺到能僅僅使用最簡單的字彙拼湊出預期之外強大而深沉的情感,這就是村上春樹的魅力。

    said on 

  • 4

    Dei tre libri questo è quello che mi è piaciuto di più, il ritmo è più incalzante grazie anche al personaggio di Ushikava ed è come se l'autore si sbilancesse verso parole più calde e meno asettiche. ...continue

    Dei tre libri questo è quello che mi è piaciuto di più, il ritmo è più incalzante grazie anche al personaggio di Ushikava ed è come se l'autore si sbilancesse verso parole più calde e meno asettiche.

    said on 

Sorting by