22-11-1963

By

Uitgever: Luitingh-Sijthoff

4.3
(3821)

Language: Nederlands | Number of Pages: 864 | Format: eBook | In other languages: (other languages) Chi simplified , English , Italian , Polish , German , Spanish , Turkish , Greek , French , Portuguese , Czech

Isbn-10: 9024533635 | Isbn-13: 9789024533633 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Hugo Kuipers

Also available as: Paperback , Hardcover

Category: Fiction & Literature , History , Science Fiction & Fantasy

Do you like 22-11-1963 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
22-11-1963, de dag dat John F. Kennedy werd vermoord en de wereld voorgoed veranderde... Wat als die fatale dag voorkomen had kunnen worden? Wat zou jij doen als je die mogelijkheid krijgt? Ga je ervoor? Grijp je die kans? Oké. Maar heb je al over de gevolgen nagedacht? Denk je echt dat de tijd zich zo gemakkelijk laat bespelen... Jake Epping ontdekt een poort in de tijd en reist naar 1958. Lukt het hem om de moord op John F. Kennedy te voorkomen? En tegen welke prijs? Jake merkt dat het verleden zich niet graag laat veranderen en dat de gevolgen onomkeerbaar zijn.
Sorting by
  • 4

    DAL LIBRO ALLA SERIE TV

    Ecco, è finito. Sono frastornata. Ho impiegato quasi un mese per leggerlo tutto. Un po' per il poco tempo e un po' perché ho voluto imprimere ogni parola dentro di me.
    Non ho dato cinque stelle, perch ...doorgaan

    Ecco, è finito. Sono frastornata. Ho impiegato quasi un mese per leggerlo tutto. Un po' per il poco tempo e un po' perché ho voluto imprimere ogni parola dentro di me.
    Non ho dato cinque stelle, perché in alcuni punti mi sembrava volesse allungare il brodo. O forse ero io, che volevo assolutamente sapere cosa sarebbe successo e ovviamente King ha ben pensato di torturarmi.

    Sto vedendo anche il telefilm. Alcune cose sono diverse, ma il grosso è quello. Solo che per me il il libro è il libro. JaKe / George e Sadie mi sono entrati nel cuore, così come la cittadina di Jodie e i suoi abitanti.

    Meraviglioso.

    gezegd op 

  • 4

    Devo premettere che a me S. King piace, ho letto molti suoi libri. Non tutti, nemmeno la metà, ma comunque una ventina. E’ sicuramente uno degli autori che ho letto di più. Questo per dire che ho senz ...doorgaan

    Devo premettere che a me S. King piace, ho letto molti suoi libri. Non tutti, nemmeno la metà, ma comunque una ventina. E’ sicuramente uno degli autori che ho letto di più. Questo per dire che ho senz’altro un pregiudizio positivo nei suoi confronti.

    Questo libro lo avevo nella mia libreria da un po’ di tempo, ma non mi decidevo a leggerlo. Non mi piaceva la copertina e non volevo immergermi nelle atmosfere della Dallas degli anni ’60 e dell’omicidio di Kennedy. Non è un argomento che mi appassiona. Però, come dicevo, King mi piace, non sono mai rimasta delusa (certo, qualche libro mi piace meno di altri) e così ho preso il coraggio a due mani e ho iniziato la lettura di più di 700 pagine. L’ho finito in due giorni. Ammetto di non aver amato i passaggi in cui descrive i movimenti di Oswald, li ho trovati noiosi e non mi interessava molto la sua storia, ma per fortuna il libro non è solo questo.

    C’è una storia d’amore (quanto amo le storie d’amore!) e ci sono elementi tipici di King e del suo “orrore”. Non mancano infatti i riferimenti a It e a un clown che uccide i bambini, alla capacità dell’essere umano di fare del male senza motivo. Una delle cose che amo dei suoi libri è che non ci sono mai buoni e cattivi assoluti: è come nella vita reale, anche il buono ha un suo lato oscuro e il cattivo una parte che a volte è luminosa. Questo mi piace, perché i cattivi puri lo sono quando sono posseduti. Restando nel mondo di King, sono le cose, le città, le macchine a essere malvagie, non le persone. Non sempre, almeno.

    Il libro inizia in una tranquilla cittadina del Maine, dove il proprietario di uno di quei diner tipicamente americani ha scoperto un portale per andare nel passato. Dal suo diner si può arrivare direttamente all’ottobre del ’58. Al, questo il nome del proprietario, convincerà Jake, un insegnante, ad andare nel passato per salvare JFK. Lui non lo può fare: ci ha provato, ma il passato non vuole essere cambiato e così lui sta per morire di cancro. Non farebbe in tempo a salvare il presidente.

    Jake accetta un po’ controvoglia e noi ci ritroviamo a seguirlo nelle sue avventure. Prima di salvare JFK fa delle prove e salva altre persone, poi si trasferisce vicino a Dallas, trova posto come insegnante e i suoi 5 anni di fatto volano, così come a me sono volate le più-di-settecento-pagine.

    Non c’è molto da dire sulla scrittura di King, vende milioni di copie da decenni e le ragioni a me paiono evidenti. Le sue descrizioni, il modo di raccontare i personaggi e le loro azioni, le ambientazioni, sono sempre semplici, ma precise.

    “…dissi, con assurda cortesia da cocktail party” rende benissimo l’idea, senza bisogno di aggiungere altro.

    La ripetizione di filastrocche il cui testo è un non-sense, ma che ci ricorda altre filastrocche a noi familiari e altrettanto non-sense, in contesti inquietanti o degradati, da una parte ci tranquillizza, dall’altra ci mette sul chi-va-là. E la naturalezza con cui King mescola il tutto, lo rende unico.

    Nel frattempo è uscita una serie televisiva tratta dal romanzo alla cui stesura lo stesso King ha contribuito. Ho guardato la prima puntata: a differenza di molte altre trasposizioni televisive o cinematografiche, qui hanno voluto mantenere il senso e alcuni aspetti principali, ma la storia si sviluppa in maniera molto diversa, a partire dall’anno di “atterraggio”, il ’60 anziché il ’58. Anche in questo ravvedo un po’ di “genialità”. Solitamente noi lettori ci annoiamo a vedere un film tratto da un libro che abbiamo già letto: non in questo caso, perché la storia è la stessa, eppure è diversa.

    gezegd op 

  • 5

    JimLaah!!

    What a novel! WHAT A NOVEL!!
    I want to pay my respect and give my thanks to Stephen King. He has been able to explain me in 30 hours of listening the true essence of writing: to create a world where y ...doorgaan

    What a novel! WHAT A NOVEL!!
    I want to pay my respect and give my thanks to Stephen King. He has been able to explain me in 30 hours of listening the true essence of writing: to create a world where you are accompanied to the treshold of and left alone to wander, and wonder, the kind of magic that written words are able to accomplish.
    When you listen to an audiobook for 30 (!) hours and you keep on thinking that 30 hours aren't just enough, that you'd like it to go on a bit more, just a bit more, then you understand why books, literature, novels, romance are things that make lives better.
    JIMLAAAH!!!

    gezegd op 

  • 5

    Il passato si armonizza...e sono cazzi!!

    Qui la recensione:
    https://librodelmartedi.wordpress.com/2016/05/10/221163-di-stephen-king/

    gezegd op 

  • 4

    Un vorticoso viaggio nel tempo per cambiare il passato e il corso della storia. Ma non sempre le cose vanno come si immagina. Ennesimo, affascinante lavoro di quel geniaccio di Stephen King, magistral ...doorgaan

    Un vorticoso viaggio nel tempo per cambiare il passato e il corso della storia. Ma non sempre le cose vanno come si immagina. Ennesimo, affascinante lavoro di quel geniaccio di Stephen King, magistralmente tradotto da Wu Ming 1.

    gezegd op 

  • 4

    Lo ammetto sono di parte,a me King è sempre piaciuto,fin da adolescente mi sono innamorata del suo modo di scrivere,shining,it,carrie ecc ecc...e questo libro è King al 100%,una prosa affascinante,una ...doorgaan

    Lo ammetto sono di parte,a me King è sempre piaciuto,fin da adolescente mi sono innamorata del suo modo di scrivere,shining,it,carrie ecc ecc...e questo libro è King al 100%,una prosa affascinante,una trama avvincente,una storia d'amore intensa (si perché nonostante sia il re del brivido non ci possiamo scordare mucchio d'ossa oppure la zona morta) e un finale non banale.
    Presente come sempre accade nei suoi libri il paranormale,ma in qesto romanzo in particolare è ben dosato.
    Mi è piaciuto davvero tanto e ho trovato bellissimi i riferimenti a Derry (in particolare quando Jake trova Richie e Beverly Marsh entrambi protagonisti del romanzo It mentre ballano).
    Scorrevolissimo e di piacevole lettura.

    gezegd op 

  • 4

    22/11/'63

    Letto, come tanti, prima di vederne la riduzione televisiva, sperando che la stessa non si risolva nell'incredibile e confusa riduzione di The Dome, ampliato e modificato a dismisura, fono a perderen ...doorgaan

    Letto, come tanti, prima di vederne la riduzione televisiva, sperando che la stessa non si risolva nell'incredibile e confusa riduzione di The Dome, ampliato e modificato a dismisura, fono a perderene le tracce originali (perlomeno fino ad inizio terza stagione, oltre il quale è davvero difficile continuare a vederlo).
    Che dire, la storia si sviluppa all'inizio in modo affascinante, tipico dello scrittore. E la curiosità maggiore sta nel vedere in che modo potrebbe risolvere le domande che quasi tutti si pongono quando si ha a che fare con i viaggi nel tempo e con le loro ripercussioni. Per quasi 700 pagine il libro scorre ma poi, opinione assolutamente personale, il suo termine, peraltro non del tutto inatteso, a rigor di logica, giunge frettoloso e senza grandi trovate narrative - e essendo un romanzo, cosa su cui ci si trova d'accordo sin dall'inizio, l'autore avrebbe potuto osare di più.
    Ciò non toglie che la storia non sia ben costruita e avvincente, ma ....

    gezegd op 

  • 5

    La programmazione Sky preannunciava per aprile la messa in onda di una serie tratta da 22/11/'63 di King. Ho pensato che fosse giunto il momento di leggerlo. Ho fatto molto bene, perché il libro merit ...doorgaan

    La programmazione Sky preannunciava per aprile la messa in onda di una serie tratta da 22/11/'63 di King. Ho pensato che fosse giunto il momento di leggerlo. Ho fatto molto bene, perché il libro merita eccome: per trama, scrittura, stati d'animo prodotti, riflessioni suscitate, e poi perché Kennedy e Dallas appartengono alla storia di tutti noi. Così, mentre ritengo che non sia proprio un gran che l'adattamento televisivo, penso che le pagine di King meritino di essere lette e soppesate. Per molte pagine mi sono chiesta come sarebbe terminato il libro, non era facile in una storia densa fatta di desideri,amore,storia, di "tornare indietro" nel tempo per avere un mondo migliore. Non sono stata minimamente delusa. Gran libro.

    gezegd op 

Sorting by
Sorting by