Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

24 Poesie

Di

3.8
(62)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 65 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804444525 | Isbn-13: 9788804444527 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Ti piace 24 Poesie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Il caro Wilde

    Ogni tanto, molto raramente per la verità, mi viene voglia di leggere poesie. Così ho ritrovato questo librino acquistato chissà quando e l'ho riletto. Una poesia soprattutto mi è rimasta impressa. Ec ...continua

    Ogni tanto, molto raramente per la verità, mi viene voglia di leggere poesie. Così ho ritrovato questo librino acquistato chissà quando e l'ho riletto. Una poesia soprattutto mi è rimasta impressa. Eccone l'inizio:
    "Chi non ha mai visto in una stanza buia
    Filtrare la luce del giorno
    -Levandosi da un corpo adorato
    Per accostare le tende..."

    e continua, sempre più dolce...

    ha scritto il 

  • 0

    "Hélas!

    È forse per potermi abbandonare | alla deriva con le mie passioni | e mutare in un liuto il mio spirito | le cui fibre risuonano a ogni vento, | forse per questo allontanai da me | la saggezza ...continua

    "Hélas!

    È forse per potermi abbandonare | alla deriva con le mie passioni | e mutare in un liuto il mio spirito | le cui fibre risuonano a ogni vento, | forse per questo allontanai da me | la saggezza e la misura di un tempo? | Come una pergamena è la mia vita: | scritta durante una festa d'infanzia, | è piena di ghirigori e di frivole | canzoni per cornamuse e per zufoli. | Queste cose non fanno che guastare | il segreto del tutto. Ma io so | che un tempo mi fu dato di levarmi | alle altezze del sole e ricavare | dall'aspra dissonanza della vita | un accordo così chiaro da giungere | alle orecchie di Dio. È forse morto | quel tempo? Ahimè, con un'umile canna | non ho potuto che sfiorarne appena | la dolcezza: e dovrò dunque lasciare | che si disperda il retaggio di un'anima? "

    ha scritto il