Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

2666

La parte dei critici - ­La parte di Amalfitano­ - La parte di Fate

By Roberto Bolaño

(830)

| Paperback | 9788845922084

Like 2666 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Le prime tre parti del romanzo dell'autore ispanoamericano: un libro con i personaggi più diversi (un misterioso scrittore, i quattro studiosi che lo cercano in giro per il mondo, un pittore che si è tagliato una mano e vive in un manic Continue

Le prime tre parti del romanzo dell'autore ispanoamericano: un libro con i personaggi più diversi (un misterioso scrittore, i quattro studiosi che lo cercano in giro per il mondo, un pittore che si è tagliato una mano e vive in un manicomio svizzero, una donna bella e folle, un giornalista nero che capita per caso in Messico e si trova coinvolto in una inquietante vicenda di delitti seriali), un labirinto di luoghi, di segni, di incontri, di libri, di quadri, di sogni, di storie che generano altre storie.

85 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    giudizio transitorio, ma de core

    Come rimpiango I detective selvaggi!
    La lettura procede stancamente. Ho finito ieri sera "Dalla parte di Amalfitano".
    Sin da subito il confronto con I detective è partito inevitabile: pseudobiblia, amici che condividono l'ossessione per un autore fa ...(continue)

    Come rimpiango I detective selvaggi!
    La lettura procede stancamente. Ho finito ieri sera "Dalla parte di Amalfitano".
    Sin da subito il confronto con I detective è partito inevitabile: pseudobiblia, amici che condividono l'ossessione per un autore fantasma, il viaggio alla sua ricerca. Nel Sonora, anche qui.
    Ma quanto questo romanzo è più accomodante e lineare nell'ambientazione e nell'intreccio!
    Non c'è la magia, non c'è il sortilegio che ti incanta nei Detective.
    Arriverò fino in fondo, per quanto mi riguarda a caccia del mio personale fantasma, che è quello del Bolano che mi aveva regalato un'estate di stupore, due anni fa.

    Is this helpful?

    Letis said on Sep 12, 2014 | 3 feedbacks

  • 32 people find this helpful

    Precipitando

    Leggere Bolaňo dà come l'impressione, a volte, di precipitare. Precipitare in un un pozzo di parole, di immagini, di fulgidi campi lunghi di panorami americani (siano essi del Sud o del Nord del continente), di figure dinoccolate e scolpite nell'ombr ...(continue)

    Leggere Bolaňo dà come l'impressione, a volte, di precipitare. Precipitare in un un pozzo di parole, di immagini, di fulgidi campi lunghi di panorami americani (siano essi del Sud o del Nord del continente), di figure dinoccolate e scolpite nell'ombra, di uomini e donne patetici e tristi oppure animati da passioni feroci, di libri e di amanti di libri, di viaggi e di immobilità polverosa. Ci sono 3 parti in questo romanzo, una più scoppiettante e passionale nel racconto di un ménage à trois (per tacer del quarto) fra critici letterari specializzati dell'oscuro scrittore tedesco Benno von Arcinmoboldi, che è anche una ricerca; la seconda più intima e immobile legata alla figura di Amalfitano e ad un libro di geometria appeso alla corda di un bucato in giardino; e una terza più sangue e autostrade, boxe e omicidi che ha per protagonista un giornalista nero. Ma sapete una cosa? Chi cazzo se ne frega delle tre parti – e di quelle future –, del plot e di tutto il resto. Quello che soddisfa, quello che fa piacere è il precipitare stesso, è l'abbandonarsi al gusto di raccontare di Bolaňo, al suo essere sudamericano nello stile ma al contempo europeo e statunitense, in una sintesi che mi riesce difficile riscontrare altrove. Quello che mi ritrovo ad ammirare è la capacità di questo scrittore di scrivere di incisi e di pieghe nella storia che sembrerebbero inutili e superflue ma che invece si aggiungono al meglio a ciò che è già in moto, alimentandosi da sole come la dinamo della bici mentre pedali. Quello che ti accoglie nel libro è questa voce morbida del narratore, fuori dal tempo, ma soprattutto lontana dalla fretta, dal voler essere precisi e indispensabili. Quello che ti fa piacere è, ripeto, il precipitare così come a volte nei viaggi è il viaggio stesso quello che ti aggiunge qualcosa e così anche il precipitare, allo stesso modo del naufragare per il poeta, può rivelarsi dolce.
    «La mano della ragazza le parve tiepida, una temperatura che evocava altri scenari ma che evocava o comprendeva anche quello squallore.»(pag.402)

    Is this helpful?

    Roberten73 said on Jul 10, 2014 | 26 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Questo romanzo composto da 5 romanzi in due volumi è opera di un bravo scrittore un po' fuori di testa e fuori di testa devono esserlo anche i lettori che, come me, l'hanno letto tutto.

    Is this helpful?

    Rachbee said on Jan 18, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Scelgo di commentare questa prima parte anche se l'edizione che ho in ebook le comprende tutte e due con i cinque romanzi.
    Inizialmente sono rimasta molto perplessa sul primo "La parte dei critici" nel quale, però, nel proseguimento della lettura deg ...(continue)

    Scelgo di commentare questa prima parte anche se l'edizione che ho in ebook le comprende tutte e due con i cinque romanzi.
    Inizialmente sono rimasta molto perplessa sul primo "La parte dei critici" nel quale, però, nel proseguimento della lettura degli altri due, mi sono resa conto che l'abilità dell'autore è stata soprattutto quella di narrare fatti che si basano sul nulla: il protagonista non c'è e non si trova, non si conosce il contenuto delle sue opere ed i quattro critici che conducono le vicende non hanno, di fatto, nessuna personalità. Il secondo romanzo "La parte di Amalfitano" viene descritta in qualche review come onirica, mentre a mio parere, è fin troppo iperealistica, non c'è sogno ed è tutto estremamente plausibile. Il terzo "La parte di Fate", forse perché romanzo centrale, è di raccordo agli altri due e, molto probabilmente ai seguenti.

    Avevo già avuto modo di apprezzare lo stile di Bolaño in Stella distante che mi aveva impressionato per la sua freschezza. Questo è, al momento, un po' più cupo, più prolisso e lento, ma sono anche 900 pagine e sono a metà; cinque storie condotte dal filo rosso della sparizione di donne in una cittadina messicana, al momento ben intrecciate, capaci di svelare a poco a poco le interconnessioni, dense di zoomate che innestano romanzi nei romanzi del romanzo.

    Ho seguito la scansione di lettura così come proposta nell'indice che si è rivelata al momento la migliore.

    Is this helpful?

    melamela said on Sep 22, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Video Recensione: http://www.youtube.com/watch?v=Wjx9Oo_XPTc

    Facevo qualcosa di utile comunque la si guardi. Leggere è come pensare, come pregare, come parlare con un amico, come esporre le tue idee, come ascoltare le idee degli altri, come ascoltar ...(continue)

    Video Recensione: http://www.youtube.com/watch?v=Wjx9Oo_XPTc

    Facevo qualcosa di utile comunque la si guardi. Leggere è come pensare, come pregare, come parlare con un amico, come esporre le tue idee, come ascoltare le idee degli altri, come ascoltare musica (sì, sì) come contemplare un paesaggio, come uscire a fare una passeggiata sulla spiaggia.

    Is this helpful?

    Andrea Pennywise said on Sep 2, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (830)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 433 Pages
  • ISBN-10: 8845922081
  • ISBN-13: 9788845922084
  • Publisher: Adelphi (Fabula, 188)
  • Publish date: 2007-09-01
Improve_data of this book