Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

3096 giorni

Di

Editore: Bompiani/Rcs

3.8
(470)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 295 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Francese , Chi tradizionale , Spagnolo , Norvegese , Svedese , Olandese

Isbn-10: 8858704703 | Isbn-13: 9788858704707 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: F. Gabelli

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Biography , Crime , Non-fiction

Ti piace 3096 giorni?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Natascha Kampush ha dieci anni quando viene rapita. Troverà la libertà dopo 3096 giorni, oltre otto anni dopo, riuscendo a fuggire dall'appartamento in cui veniva segregata. Il rapitore, disperato per l'abbandono, si suicida. Il loro non era, infatti, un "semplice" rapporto di violenza e sottomissione. Tutta la lunga prigionia alterna momenti di violenza a momenti di tenerezza. Il rapitore vede crescere Natasha, la vede trasformarsi da bambina a ragazza. Le concede a un certo punto di uscire dalla cantina in cui era rinchiusa, per salire nell'appartamento di lui e farsi un bagno, talvolta invitandola nel suo letto per avere affetto e tenerezza, ma poi la picchia e la umilia, arrivando a negarle il cibo. L'atteggiamento dell'uomo (che per altri versi le concede di disegnare, di usare il computer) è simile a quello del mitico Pigmalione, disgustato dalle donne reali e deciso a costruirsene una perfetta con le proprie mani. Il loro lungo rapporto va avanti cos" per più di otto anni: Natasha riesce evidentemente ad avere un ascendente su di lui, in un rapporto di dipendenza reciproca che gli psichiatri conoscono. Fino a che Natasha, dopo molte riflessioni, decide di "abbandonarlo" e di fuggire, trovando finalmente la libertà e, lentamente, una sua nuova vita. Quasi normale.
Ordina per
  • 4

    No podía parar de leer. Supongo que por curiosidad y por incredulidad de ver hasta donde puede llegar el ser humano, tanto en su locura psíquica como en su afán por la supervivencia. Es increíble.

    El ...continua

    No podía parar de leer. Supongo que por curiosidad y por incredulidad de ver hasta donde puede llegar el ser humano, tanto en su locura psíquica como en su afán por la supervivencia. Es increíble.

    El libro me ha gustado mucho. Supongo que, aunque lo haya escrito ella se lo habrán corregido. No es que esté muy bien escrito, pero tampoco es que sea eso lo que fundamentalmente se pide en este tipo de libros. Yo lo recomendaría, es impactante.

    ha scritto il 

  • 3

    3096 GIORNI

    “3096 giorni” è la triste storia di Natascha Kampusch. Rapita all’età di dieci anni da Wolfgang Priklopil, uno psicopatico dall’aspetto esteriormente innocuo tanto da non destare sospetti, Natascha ri ...continua

    “3096 giorni” è la triste storia di Natascha Kampusch. Rapita all’età di dieci anni da Wolfgang Priklopil, uno psicopatico dall’aspetto esteriormente innocuo tanto da non destare sospetti, Natascha riuscì a liberarsi otto anni dopo, trovando una via di fuga e condannando al suicidio il suo carceriere. Sequestrata mentre andava a scuola, la piccola fu relegata in un vero e proprio bunker costruito sotto la villetta di Priklopil e impossibile a vedersi dal di fuori perché protetto da diversi sistemi d’allarme e da porte blindate sulle quali poggiavano mobili che nascondevano ogni apertura. Natascha, costretta a crescere e diventare donna alla mercè del suo rapitore, cerca in ogni modo di sopravvivere instaurando con lui un rapporto che molti, dopo la sua liberazione, hanno osato definire Sindrome di Stoccolma ma che la ragazza ha sempre respinto con forza spiegando che adattarsi a quella terribile situazione era l’unica reazione giusta per assicurarsi la sopravvivenza essendo l’uomo l’unico suo punto di riferimento con l’esterno, l’unico da cui dipendeva la sua vita anche se sottoposta a forme estreme di torture fisiche e psichiche. Natascha capisce che se vuole continuare a vivere, anche in questo orribile nuovo mondo, deve mettersi dalla parte del suo rapitore e lei, proveniente già da una difficile infanzia, pur bambina, è in grado di comprendere che “un cane bastonato non può mordere la mano che lo picchia perché è la stessa che lo nutre” e che lottare contro di lui corrisponderebbe ad una condanna a morte. Con questo suo libro, scritto nel 2010, dopo quattro anni dalla sua liberazione, Natascha, con toni sempre pacati di bambina cresciuta troppo in fretta nonostante l’isolamento dal mondo esterno a cui accedeva solo con i libri, la radio e la televisione, ci fa calare nel suo inferno personale ricco di riflessioni assolutamente logiche e razionali, al centro della sua forza di persona, di donna che sembra fragile perché soverchiata da un destino ingrato ma che in effetti è forte, intelligente e coraggiosa. Un attimo di distrazione del suo carceriere che, con l’avanzare dell’età le concede qualche uscita insieme a lui, sicuro di averne dominato con la paura la mente tanto da renderla inadatta ad ogni concepimento d’azione di fuga, e Natascha riesce a liberarsi e a tornare nel mondo esterno, quel mondo che ha commesso molti sbagli nei suoi confronti e che non ha saputo né proteggerla né cercarla nonostante i forti indizi e le testimonianze che all’epoca avrebbero permesso che fosse liberata nel giro di poche ore. Una volta libera, Natascha da vittima si trasforma agli occhi dell’opinione pubblica in profittatrice. Il suo carceriere è morto e lei è oggetto di malevolenze: la gente non vuole che dica che il male assoluto non esiste, che non vi è una netta distinzione tra il bianco e nero e che il suo rapitore era solo un essere umano che non era stato cattivo fin dall’inizio, ma lo era diventato nel corso della sua vita. Un racconto crudo, reale, privo di ogni riferimento agli abusi subiti nella sfera sessuale che la ragazza ritiene troppo privata per darla in pasto al pubblico morbosamente curioso, un racconto lucido e improntato a far capire cosa possa passare nella testa di una bambina intelligente e testarda nelle mani di un debole di mente che ossessivamente vuole ricreare le sue condizioni ideali di vita malata a discapito di un altro essere umano. Natascha non vuol passare per eterna vittima e con questo libro vuole chiudere definitivamente il capitolo più lungo e cupo della sua vita, invitandoci a non sottovalutare la violenza domestica quotidiana che da tanti e soprattutto da tante viene subita nel silenzio, dietro le porte chiuse delle case, all’interno delle famiglie. In questo libro c’è solo una parte della sua vita, ma Natascha sa che non ci si deve arrendere mai. Tante sono le sfaccettature del mondo che desidera ancora conoscere. Permettiamole di farlo e di destreggiarsi nell’esistenza in piena libertà. Ora. Subito, perché nessuno è in grado di giudicare l’altrui esistenza e forse neanche la propria.

    ha scritto il 

  • 3

    Angosciante

    Natascha era una bambina forte per poter sopportare quello che ha passato. Le auguro di essere una donna forte capace di offuscare il passato ed affrontare con positività il presente ed il futuro. Ma ...continua

    Natascha era una bambina forte per poter sopportare quello che ha passato. Le auguro di essere una donna forte capace di offuscare il passato ed affrontare con positività il presente ed il futuro. Ma sicuramente sarà così.
    La sua prigionia mi ha sconvolta, non avrei mai immaginato che una mente potesse concepire tante cattiverie e che una persona, una bambina, potesse sopportarle.

    ha scritto il 

  • 5

    很驚人的紀錄,人性的複雜永遠也無法理解,微妙的平衡和掙扎,撐過了3096天的囚禁,心境的轉變讓人心疼也令人明白,人為什麼現在可以如此茁壯,天性啊……
    究竟世人對黑與白的分際是如何批判?這本書看的我不斷顫慄,事件結束後大眾的反應更讓人明白,為何如今八卦狗仔當道,大家關心的從來就不是你背後的傷口,而是其中沾了血素材,搏版面吸睛的醜聞

    以上是閱讀玩當下的感想。

    時隔一周,再次審視這個人的3096天,很驚 ...continua

    很驚人的紀錄,人性的複雜永遠也無法理解,微妙的平衡和掙扎,撐過了3096天的囚禁,心境的轉變讓人心疼也令人明白,人為什麼現在可以如此茁壯,天性啊……
    究竟世人對黑與白的分際是如何批判?這本書看的我不斷顫慄,事件結束後大眾的反應更讓人明白,為何如今八卦狗仔當道,大家關心的從來就不是你背後的傷口,而是其中沾了血素材,搏版面吸睛的醜聞

    以上是閱讀玩當下的感想。

    時隔一周,再次審視這個人的3096天,很驚訝有些段落我依然記得很清楚,裸身跳入泳池,感受到新的力量,楚門世界般的不真實感,作者以理智平緩的文字述說著那段驚悚的日子,想必是經過了一段漫長的自我療癒,也是這份堅韌助他度過難關,看了他參予電影拍攝的一些報導,他的勇敢,真的十分令人佩服。

    ha scritto il 

  • 4

    Reading Challenge 2014 12/50

    Potete leggere la mia recensione doppia (del film e del libro) qui:

    http://giadalexy.booklikes.com/post/912125/3096-giorni-natascha-kampusch-17-06-14-18-06-14-reading-challenge-2014-12-50 ...continua

    Potete leggere la mia recensione doppia (del film e del libro) qui:

    http://giadalexy.booklikes.com/post/912125/3096-giorni-natascha-kampusch-17-06-14-18-06-14-reading-challenge-2014-12-50

    ha scritto il