Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

44 Scotland Street

Di

Editore: TEA

3.3
(521)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 384 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Tedesco

Isbn-10: 8850224036 | Isbn-13: 9788850224036 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Humor , Mystery & Thrillers

Ti piace 44 Scotland Street?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando spinge il portone del 44 di Scotland Street, nel centro di Edimburgo, Pat non vede l'ora di cominciare tutto daccapo. È al suo secondo anno sabbatico e una casa e un lavoro nuovi sono quello che ci vuole per ripartire. Da lì in poi dividerà l'appartamento con l'insopportabile Bruce, agente immobiliare bello e vanitoso; troverà lavoro nella galleria d'arte di Matthew, un giovane delicato ma inconcludente che di arte non capisce nulla; trascorrerà piacevoli serate con l'eccentrica vicina di casa Domenica, un'anziana antropologa dispensatrice di storie esotiche e saggi consigli sugli uomini. Intanto al piano di sotto Bertie, inquieto bambino prodigio, cerca di far capire alla madre, Irene, che preferirebbe rugby e trenini elettrici ai corsi di yoga, sassofono e italiano. A unire tutti un misterioso tentativo di furto e la caccia a un quadro che potrebbe essere una crosta o valere una fortuna...
Ordina per
  • 0

    Ci sono dei momenti in cui pare di leggere Woodehouse e Jerome.
    In linea di massima è spiritoso e fresco senza essere leggero, anzi. Certo, introduce e incuriosisce ma poi non dice moltissimo... Non è ...continua

    Ci sono dei momenti in cui pare di leggere Woodehouse e Jerome.
    In linea di massima è spiritoso e fresco senza essere leggero, anzi. Certo, introduce e incuriosisce ma poi non dice moltissimo... Non è un giallo e non è un noir o un poliziesco... Non ci sono misteri da risolvere (se non il "Peploe?") ma è una versione frivola di quello che forse è "La vie mode d'Emploi".
    Chissà, l'ipotesi di un Perec spensierato...

    ha scritto il 

  • 4

    Bella scoperta.

    Ho appena finito di leggere il mio primo libro di Alexander MaCcall Smith.
    E' un libro leggero, che si legge in maniera molto scorrevole. Descrive molto bene la città di Edimburgo, e a tratti lo stile ...continua

    Ho appena finito di leggere il mio primo libro di Alexander MaCcall Smith.
    E' un libro leggero, che si legge in maniera molto scorrevole. Descrive molto bene la città di Edimburgo, e a tratti lo stile di vita Edimburghese. Il libro è ricco di personaggi interesseanti e sono descritti benissimo, mi sono affezionato da subito ad alcuni (il piccolo Bertie, e il gallerista Matthew).
    Ho appreso molto da questo libro, nuovi termini e nuove concetti. Sono rimasto piacevolmente sorpreso. Ho rischiato bene.
    Ovviamente continuerò con questa serie del 44 di Scotland Street per vedere come và a finire!

    ha scritto il 

  • 0

    Apparentemente è una serie carina ma sinceramente avrei dimezzato il numero di pagine totali. Ad un certo punto infatti la storia è proseguita con notevole lentezza e ho fatto fatica ad arrivare alla ...continua

    Apparentemente è una serie carina ma sinceramente avrei dimezzato il numero di pagine totali. Ad un certo punto infatti la storia è proseguita con notevole lentezza e ho fatto fatica ad arrivare alla fine. I personaggi non sono tutti interessanti, anzi, alcuni li ho trovati piatti, tipo Matthew e Bruce, anche la stessa Pat non è che brilli particolarmente, ma Bertie devo dire che mi è piaciuto molto. Anche Domenica, la vicina di casa è se non altro più vivace degli altri, stessa cosa Big Lou, barista ma soprattutto grande lettrice. Una menzione a parte la merita Cyril, cane con dente d’oro, che fa l’occhiolino alle donne e beve birra al pub. Questo mi sa che è il mio personaggio preferito di questo libro, compare sporadicamente, ma quando lo fa si fa notare. Non so se il suo proprietario Angus Lordie comparirà anche nei successivi volumi di questa serie…potrei provare con il secondo per vedere se c’è ancora e soprattutto se la lettura migliora, altrimenti l’abbandonerò senza troppi problemi. McCall Smith lo seguirò comunque con le letture delle altre due serie soprattutto quella di Precious che adoro.

    Piccola curiosità: ad un certo punto nella storia compare anche uno scrittore, Ian Iankin, non ho capito per quale motivo l'autore abbia voluto inserire lui invece di una persona non conosciuta, ma va bene lo stesso.

    ha scritto il 

  • 4

    Un condominio assai singolare in 44 Scotland Street a Edimburgo. Popolato da personaggi particolari come Domenica, un'anziana antropologa dispensatrice di storie esotiche e saggi consigli sugli uomini ...continua

    Un condominio assai singolare in 44 Scotland Street a Edimburgo. Popolato da personaggi particolari come Domenica, un'anziana antropologa dispensatrice di storie esotiche e saggi consigli sugli uomini. Bruce, un giocatore di rughby vanesio e spaccone che prima o poi riceve la giusta punizione per il suo comportamento beffardo.
    Bertie, un bimbo dolcissimo, soffocato da una mamma che, pur amando la psicanalisi, non riesce a crescerlo come un bimbo normale...
    E alla fine arriva Cyril il simpatico cane con un dente d'oro di Angus Lordie, amico di Domenica che alla fine tenterà di aiutare il padrone della galleria

    ha scritto il 

  • 2

    Si capiva subito la lettura leggerina, ma si è rivelata pure noiosa e senza senso.
    Praticamente senza trama, solo aneddoti a caso di una manciata di personaggi sciapi e molto superficiali.
    Sono andata ...continua

    Si capiva subito la lettura leggerina, ma si è rivelata pure noiosa e senza senso.
    Praticamente senza trama, solo aneddoti a caso di una manciata di personaggi sciapi e molto superficiali.
    Sono andata avanti perchè mi aspettavo una qualche svolta, mi sembrava impossibile fosse tutto lì e invece...
    Libro davvero inutile!

    ha scritto il 

  • 3

    Frizzante vita di condominio

    E così ho cominciato anche questa terza serie scritta da McCall Smith e questo è il primo dei sette romanzi.
    E' una storia molto diversa dalle altre; chi è abituato al Botswana dove tutto scorre lento ...continua

    E così ho cominciato anche questa terza serie scritta da McCall Smith e questo è il primo dei sette romanzi.
    E' una storia molto diversa dalle altre; chi è abituato al Botswana dove tutto scorre lento e placido e i protagonisti sono sempre quei pochi personaggi sarà sorpreso dalla maggiore “complessità” di questo.
    Qui i personaggi sono parecchi, tutti abitanti del condominio in Scotland Street e sono uno diverso dall'altro. C'è la ragazza ventenne che non sa che direzione dare alla sua vita e si prende il secondo anno sabbatico per decidere, c'è l'immobiliarista vanitoso e sciupafemmine, il bambino prodigio che a 5 anni sa già suonare saxofono e parlare perfettamente una seconda lingua (italiano, lingua inutile per uno straniero), l'anziana antropologa che dà consigli sulla vita e il proprietario di una galleria d'arte.
    Ma secondo me la vera protagonista è Edimburgo, questa splendida città con panorami mozzafiato, con una cultura storica e delle arti così predominante e con i suoi abitanti raffinati, eccentrici, sicuramente più fortunati della media visto che possono vivere in una terra che offre loro molto, dalla sicurezza economica al gusto estetico presente ovunque.
    Complimenti come al solito a questo autore, che ormai sento come un componente della mia famiglia!

    ha scritto il 

  • 3

    Molto piacevole

    Ho letto alcuni romanzi di Maccall Smith all'inizio del 2012 e sono stati come le noccioline: finito uno, dovevo subito iniziarne un altro! Sono storie semplici, con personaggi positivi, raccontate co ...continua

    Ho letto alcuni romanzi di Maccall Smith all'inizio del 2012 e sono stati come le noccioline: finito uno, dovevo subito iniziarne un altro! Sono storie semplici, con personaggi positivi, raccontate con ironia. L'ambientazione ad Edimburgo è ben descritta e fa venire voglia di partire subito. Se si ha voglia di leggere storie leggere e spensierate e che mettano buon umore, lo consiglio.

    ha scritto il 

Ordina per