Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

658

By ,,

Editeur: Librairie generale francaise

3.7
(1025)

Language:Français | Number of pages: | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) Spanish , English , Catalan , Italian , German , Chi traditional , Portuguese , Dutch , Danish , Polish , Greek , Swedish

Isbn-10: 2253162477 | Isbn-13: 9782253162476 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Aimez-vous 658 ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 3

    No siempre un Best Seller es sinónimo de buen libro y para muestra un botón, al menos para mi humilde opinión. El autor fue publicista y de ahí que haya sabido vender tan bien su libro. Regulero. ...continuer

    No siempre un Best Seller es sinónimo de buen libro y para muestra un botón, al menos para mi humilde opinión. El autor fue publicista y de ahí que haya sabido vender tan bien su libro. Regulero.

    dit le 

  • 4

    Entretenidiiiiiisimo

    http://mimoradafriki.blogspot.com.es/2014/02/se-lo-que-estas-pensando-dave-gurney-1.html

    Antes de nada os pongo en antecedentes de que me encanta la novela negra, policiaca, detectivesca, tipo ...continuer

    http://mimoradafriki.blogspot.com.es/2014/02/se-lo-que-estas-pensando-dave-gurney-1.html

    Antes de nada os pongo en antecedentes de que me encanta la novela negra, policiaca, detectivesca, tipo "thiller psicológico" o como queráis llamarla. Soy ADICTA. Así que la mayoria me los leo en apenas unas horas. Si no es así, es que no merece la pena como libro de este género. Con este, por suerte, no ha ocurrido eso y lo he devorado.

    dit le 

  • 5

    Ben scritto, con una trama coinvolgente e ottimi personaggi. Tenendo conto che si tratta di un romanzo d'esordio, lo valuto cinque stelle piene.

    dit le 

  • 4

    Nulla a che vedere – vivaddio - con l’omonima serie cinematografica horror-thriller-splatter, l’enigmista di John Verdon è un thriller ben scritto e ben congeniato, a tratti anche intrigante, ...continuer

    Nulla a che vedere – vivaddio - con l’omonima serie cinematografica horror-thriller-splatter, l’enigmista di John Verdon è un thriller ben scritto e ben congeniato, a tratti anche intrigante, che riesce comunque a catturare e tenere viva l’attenzione del lettore dall’inizio fino all’ultima pagina. Personalmente ciò che cerco nei libri di questo genere è sicuramente la scorrevolezza e l’originalità dell’intreccio, che non deve mai scadere nel banale o in lunghe noiose, digressioni descrittive. Azione pura, senza troppi fronzoli, magari con la sfida di qualche enigma da risolvere, questo è quanto. Il thriller esordisce molto bene da questo punto di vista: il detective in pensione Dave Gurney, pluridecorato agente della polizia di New York dal formidabile fiuto per i criminali, si trova suo malgrado coinvolto da un vecchio amico di università in un enigma inquietante che presto rivelerà tragici risvolti. L’uomo ha ricevuto per posta una serie di messaggi anonimi, vergati in una grafia elegante sotto forma di criptici componimenti poetici via via sempre più sinistri e minacciosi. Egli non sarà che la prima vittima di un gioco mortale in cui l’astuto serial killer, freddo, metodico, spietato e alquanto meticoloso, sembra tenere in scacco la polizia e lo stesso Gurney, rimessosi in gioco anche per motivazioni personali, fino all’imprevedibile epilogo finale. Mi è piaciuto perché il crimine efferato non è fine a sé stesso ma fa parte di un enigma – le vittime vengono uccise tutte con lo stesso modus operandi: un colpo di pistola alla carotide, una sedia da cui il killer osserva l’agonia della vittima, una bottiglia di whisky rotta – sempre la stessa marca – con cui si accanisce infine sulla gola del cadavere - che lo stesso lettore è invitato a decifrare, quasi immedesimandosi nel ruolo di detective, e malgrado siano quasi 500 pagine, non l’ho mai trovato noioso anzi decisamente coinvolgente. Non male come romanzo d’esordio, non a caso è stato definito da «Il Sole 24 Ore» “un debutto da primo della classe”, divenendo un bestseller in oltre venti paesi e un vero e proprio caso editoriale in Spagna, dove ha svettato per settimane in testa alle classifiche dei libri più venduti.

    dit le 

  • 4

    Credo sia, per il genere thriller investigativo, una buona prova narrativa e, per lo scrittore, un ottimo esordio. Personalmente preferisco più sintesi e punti di vista differenti, ma rimane una ...continuer

    Credo sia, per il genere thriller investigativo, una buona prova narrativa e, per lo scrittore, un ottimo esordio. Personalmente preferisco più sintesi e punti di vista differenti, ma rimane una piacevole e consigliabile lettura per gli amanti del genere.

    dit le 

Sorting by