Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

999. L'ultimo custode

By Carlo A. Martigli

(179)

| Others | 9788865830161

Like 999. L'ultimo custode ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

123 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    forse mezza stella in più

    Parte lento, ma anche se ci mette un po' troppo, dalla metà in poi è riuscito a catturarmi. Se lo troviamo sullo scaffale della libreria, possiamo prenderlo.

    Is this helpful?

    Luca Signorini said on Aug 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Scritto bene e abbastanza interessante. Tre stelle e mezza.

    Is this helpful?

    Bssm said on Jun 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Come lettura di svago e distrazione e molto efficace, soprattutto per chi ama le ambientazioni storiche. Rispetto a Dan Brown, Martigli è molto più fedele ai fatti storici e attento ai dettagli (abbigliamento dell'epoca, cibi, dialetti...). Altra not ...(continue)

    Come lettura di svago e distrazione e molto efficace, soprattutto per chi ama le ambientazioni storiche. Rispetto a Dan Brown, Martigli è molto più fedele ai fatti storici e attento ai dettagli (abbigliamento dell'epoca, cibi, dialetti...). Altra nota di merito: penso sia l'unico libro ad aver inserito come personaggio il grande Pico della Mirandola.
    Non do a quest'opera più di tre stelline perchè è un semplice libro di consumo come altri milioni (non mi ha lasciato nulla, ma va bene così). Non do meno di tre stelline perchè mi ha fatto passare delle ore piacevoli e mi ha fatto venire voglia di approfondire alcuni temi storici.

    Is this helpful?

    Sante said on Jun 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tre stelle che sarebbero state quattro.

    La stellina in meno è a causa dell'uso del punto di vista. I salti temporali non mi hanno creato alcun problema, e lo stile di narrazione in realtà è piuttosto fluido. Inoltre, il fatto che l'autore sia ricorso a termini più tecnici per quanto riguar ...(continue)

    La stellina in meno è a causa dell'uso del punto di vista. I salti temporali non mi hanno creato alcun problema, e lo stile di narrazione in realtà è piuttosto fluido. Inoltre, il fatto che l'autore sia ricorso a termini più tecnici per quanto riguarda l'abbigliamento di fine '400, e anche ai dialetti per caratterizzare i personaggi, mi è piaciuto molto; sono piccole finezze che apprezzo e mi rendono più verosimile un racconto.
    Purtroppo, però, il punto di vista che saltava da un personaggio a un altro nell'arco dello stesso paragrafo mi ha confusa più volte, costringendomi a rileggere i passaggi per capire chi stesse dicendo/facendo cosa, rendendomi così difficoltosa la lettura. È un problema di editing; pur di allungare il numero delle pagine (mera mossa commerciale, non certo scelta stilistica; nessuno me lo toglierà dalla testa), le frasi vanno a capo troppo spesso. Ed è una cosa che mi urta non poco, vedere l'azione di un personaggio e una frase detta nello stesso momento messe su due righe separate; tanto più se ci sono altri personaggi che potrebbero aver parlato, ingenerando così una certa confusione.
    Nel complesso, comunque, è una bella lettura, pur partendo da un'idea ormai diventata abbastanza banale; ovvero, quella di un grande segreto nascosto dalla Chiesa, che se si venisse a sapere ne provocherebbe il crollo e la rovina. Ma, d'altro canto, ci sono più modi di raccontare una stessa storia; questo è uno.
    Consigliato se si amano ambientazioni storiche (nello specifico, la fine del 1400 e gli anni subito precedenti la Seconda Guerra Mondiale) e interpretazioni diverse della religione.

    Is this helpful?

    Giliath Elenriel said on Mar 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Carino

    Io trovo che questo sia un romanzo abbastanza appassionante,coinvolgente e perchè nò...alle volte anche un po spinto, ma un po troppo pesante sotto certi aspetti.

    Is this helpful?

    Simone Mattalia said on Feb 6, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book