Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

A-ulì-ulè

Filastrocche, conte, ninnenanne

Di

Editore: Salani

4.3
(6)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 156 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8862565151 | Isbn-13: 9788862565158 | Data di pubblicazione: 

Illustratore o Matitista: Bruno Munari

Disponibile anche come: Altri

Genere: Children , Fiction & Literature

Ti piace A-ulì-ulè?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Pubblicata per la prima volta nel 1972, questa raccolta di filastrocche, conte e ninnenanne è la stella polare della poesia per bambini, arricchita dalle storiche, uniche illustrazioni di Bruno Munari. Gli indimenticabili personaggi della nostra infanzia, da Crapa Pelata a Teresa Teresina, dalle civette sul comò alla favola dell'oca che 'è bella ma è poca' ci prendono delicatamente per mano e ci aiutano a intrattenere e a far sognare i nostri figli, nipoti, fratelli e alunni. Un libro che è ormai considerato un classico della letteratura italiana. Età di lettura: da 3 anni.
Ordina per
  • 3

    filastrocche per bambini di ogni età

    Questo libro di "Filastrocche, conte, ninnenanne" non è certo nuovissimo: la prima edizione è infatti del 1972. Non per nulla mi chiedevo come facesse a essere illustrato da Bruno Munari... Il ...continua

    Questo libro di "Filastrocche, conte, ninnenanne" non è certo nuovissimo: la prima edizione è infatti del 1972. Non per nulla mi chiedevo come facesse a essere illustrato da Bruno Munari... Il libro contiene quasi centocinquanta filastrocche, scelte con l'ottimo sistema "quelle che mi piacciono" (Orengo non aveva ancora trent'anni al tempo: non che conti molto, ma magari più in là con gli anni la sua scelta sarebbe stata diversa). Le filastrocche hanno un ovvio target, i bambini a cui raccontarle: e magari ne conoscete già qualcuna, con le parole però leggermente diverse. A me almeno è capitato così. La cosa che però mi ha stupito di più è vedere come alcuni dei testi sono davvero truculenti: un po' come i cartoni animati della nostra infanzia, dove al povero Silvestro (o Tom, o il Vile E. Coyote) capitano sempre le peggio cose. Spero che i nostri poveri bimbi non prendano delle brutte idee, insomma... ma secondo me vale comunque la pena di leggere loro una paginetta per volta!

    ha scritto il