Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

A CB

A Carmelo Bene

Di

Editore: Editoria & Spettacolo

3.9
(12)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 156 | Formato: Altri

Isbn-10: 8889036095 | Isbn-13: 9788889036099 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Gioia Costa

Ti piace A CB?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    mani sulla memoria

    '...la maschera pubblica tanta ombra dava alla sua limpidissima
    visione, alla sua lucente opera, alla sua voce struggente, a quel gusto di vivere appartato fra l'edera, gli angeli di gesso del Bernini, i broccati, gli argenti, i cristalli delle sue lunghe notti. C B era turco come i tramont ...continua

    '...la maschera pubblica tanta ombra dava alla sua limpidissima
    visione, alla sua lucente opera, alla sua voce struggente, a quel gusto di vivere appartato fra l'edera, gli angeli di gesso del Bernini, i broccati, gli argenti, i cristalli delle sue lunghe notti. C B era turco come i tramonti sul bosforo, senza cuore come chi lo ha maciullato.
    ma era anche amorevole, fedele, generoso. e tutto questo, come ha scritto jean-paul manganaro, di lui non si sa. tutto questo è
    deposto nelle parole che sceglieva, nella perfezione delle scene, nella cura dei dettagli. in quella trama di letture, di conversazioni e di ostinata ricerca che solo chi ha lavorato accanto a lui, chi lo ha visto provare, chi con lui ha cenato o chi ha avuto la fortuna di tacere quando non capiva, aspettando di capire, solo loro sanno e possono dire...'

    '...il fotografo sandro becchetti, dandomi la bella immagine di
    CB che è in queste pagine, mi ha detto: -Sa perché carmelo amava incondizionatamente le donne? me lo disse quel
    giorno: perché sono la cosa vivente più vicina alla morte- ...'

    ha scritto il 

  • 4

    semplicemente è bellissimo che un libro così esista concedendoci uno sguardo da spie su un Carmelo Bene inedito, spesso privato eppure completamente aderente al disegno che la sua opera ci ha, su di lui, offerto. Testimonianze di chi lo ha conosciuto nelle sue nature più diverse. Poche banalità n ...continua

    semplicemente è bellissimo che un libro così esista concedendoci uno sguardo da spie su un Carmelo Bene inedito, spesso privato eppure completamente aderente al disegno che la sua opera ci ha, su di lui, offerto. Testimonianze di chi lo ha conosciuto nelle sue nature più diverse. Poche banalità nonostante l'alto rischio di incorrervi e anche qualche interessante spunto per lo studio del teatro.

    ha scritto il 

  • 5

    A CB sono immagini. Brani di vita. Lampi del ricordo. Suggestioni. Parole nate quando la sua voce si è spenta. Dei suoi amici, di coloro che con lui hanno scritto, composto, recitato, pensato le scene e le luci, le musiche e l'immagine della sua arte.


    Jean-Paul Manganaro, Camille Dumoulié, ...continua

    A CB sono immagini. Brani di vita. Lampi del ricordo. Suggestioni. Parole nate quando la sua voce si è spenta. Dei suoi amici, di coloro che con lui hanno scritto, composto, recitato, pensato le scene e le luci, le musiche e l'immagine della sua arte.

    Jean-Paul Manganaro, Camille Dumoulié, Antonio Attisani, Sandro Lombardi, Romeo Castellucci, Achille Brugnini, Silvia Pasello, Mauro Contini, Doriano Fasoli, Elisabetta Sgarbi, Gaetano Giani-Luporini, Gioia Costa, Giancarlo Dotto, Michela Martini, Sonia Bergamasco, Renato Nicolini, Paolo Puppa, Piero Bellugi, Paolo Pelliccia, Tiziano Fario, Franco Cuomo, Rino Maenza, Enzo Moscato, Alfonso Santagata, Lisa Ferlazzo-Natoli, Davide Iodice, Davide Riboli, Luca Buoncristiano, Enrico Ghezzi, Maurizio Grande, Piergiorgio Giacchè.

    Con il sostegno della Fondazione L'Immemoriale di Carmelo Bene.

    Era umile, sembra strano dire questo, ma era uno umile. Era un'umiltà straziata e vera, storica, come la si potrebbe pensare oggi in un santo antico, un'umiltà armata, s, un'umiltà armata d spada, armata di dolore. Era uno umile e indifeso, di cui si sentiva che andava protetto, e bisognava proteggerlo, proteggerlo dalla propria umiltà. Era antico, di un'antichità ormai difficile da reperire nei volti e nei gesti degli altri.
    Jean-Paul Manganaro

    Sento che abbiamo presto raggiunto l'assenza che già in vita marcava la presenza di Carmelo Bene. Carmelobene non c'è stato, non c'era. non ha voluto esserci.
    Enrico Ghezzi

    Carmelo Bene era la verifica dell'esistenza della possibilità, fattuale, di lasciare un segno, di segnare la realtà alla quale siamo stati consegnati prima dell'insorgere di ogni coscienza. […] avvertivo la sua voce come aureola, come ulteriorità. Era una voce che si diramava per cerchi concentrici, come càpita guardando il sasso sparire sott'acqua, così come Carmelo Bene si è ingorgato al teatro e alla realtà.
    Romeo Castellucci

    ha scritto il 

  • 4

    "A CB sono immagini. Brani di vita. Lampi del ricordo. Suggestioni. Parole nate quando la sua voce si è spenta. Dei suoi amici, di coloro che con lui hanno scritto, composto, recitato, pensato le scene e le luci, le musiche e l'immagine della sua arte."


    Interventi di:


    Jean-Paul Mang ...continua

    "A CB sono immagini. Brani di vita. Lampi del ricordo. Suggestioni. Parole nate quando la sua voce si è spenta. Dei suoi amici, di coloro che con lui hanno scritto, composto, recitato, pensato le scene e le luci, le musiche e l'immagine della sua arte."

    Interventi di:

    Jean-Paul Manganaro, Camille Dumoulié, Antonio Attisani, Sandro Lombardi, Romeo Castellucci, Achille Brugnini, Silvia Pasello, Mauro Contini, Doriano Fasoli, Elisabetta Sgarbi, Gaetano Giani-Luporini, Gioia Costa, Giancarlo Dotto, Michela Martini, Sonia Bergamasco, Renato Nicolini, Paolo Puppa, Piero Bellugi, Paolo Pelliccia, Tiziano Fario, Franco Cuomo, Rino Maenza, Enzo Moscato, Alfonso Santagata, Lisa Ferlazzo-Natoli, Davide Iodice, Davide Riboli, Luca Buoncristiano, Enrico Ghezzi, Maurizio Grande, Piergiorgio Giacchè

    ha scritto il