Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

A Christmas Carol

By

Publisher: HarperCollins (Collins Classics)

4.2
(5150)

Language:English | Number of Pages: 128 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , German , Italian , Finnish , French , Spanish , Turkish , Galego , Chi simplified , Catalan , Japanese , Basque , Dutch , Polish , Portuguese

Isbn-10: 0007350864 | Isbn-13: 9780007350865 | Publish date: 

Also available as: Audio Cassette , Softcover and Stapled , Library Binding , Audio CD , Hardcover , School & Library Binding , Others , Unbound , Mass Market Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Religion & Spirituality , Science Fiction & Fantasy

Do you like A Christmas Carol ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
′I am the Ghost of Christmas Present,′ said the Spirit. ′Look upon me!′ A celebration of Christmas, a tale of redemption and a critique on Victorian society, Dickens′ atmospheric novella follows the miserly, penny-pinching Ebenezer Scrooge who views Christmas as ′humbug′. It is only through a series of eerie, life-changing visits from the ghost of his deceased business partner Marley and the spirits of Christmas past, present and future that he begins to see the error of his ways. With heart-rending characters, rich imagery and evocative language, the message of A CHRISTMAS CAROL remains as significant today as when it was first published.
Sorting by
  • 4

    Un must

    Dopo una poltrona per due, mamma ho perso l'aereo, il piccolo lord, miracolo nella 34esima strada e Natale allo zenzero di Elio, il vero must del Natale. Letto per la prima volta, sebbene (come ...continue

    Dopo una poltrona per due, mamma ho perso l'aereo, il piccolo lord, miracolo nella 34esima strada e Natale allo zenzero di Elio, il vero must del Natale. Letto per la prima volta, sebbene (come tutti) ne conoscessi già la storia. Una bella favola, in cui lo scorbutico di turno diventa una specie di San Francesco. Io continuo, invece, a considerare il 25 dicembre un giorno come un altro.

    said on 

  • 4

    A dire il vero già conoscevo la storia, appresa soprattutto grazie a film targati Walt Disney e "S.O.S. Fantasmi" (nonché un episodio della Serie tv "Quantum Leap"). Nonostante tutto, è stato ...continue

    A dire il vero già conoscevo la storia, appresa soprattutto grazie a film targati Walt Disney e "S.O.S. Fantasmi" (nonché un episodio della Serie tv "Quantum Leap"). Nonostante tutto, è stato comunque piacevole scoprire i dettagli del racconto originale, scritto in modo accessibile a tutti, a tal punto da potere, a mio parere, essere letto senza problemi da grandi e piccini. Unico neo: fin troppo scorrevole la lettura, ci ho messo solo due ore per finirlo.

    said on 

  • 3

    Canto di Natale, Charles Dickens

    Devo ammetterlo: non mi ha conquistato granché. Questo è stato il primo tentativo con Dickens, di cui avevo sempre sentito parlare benissimo, e per qualche ragione mi ero convinta che avrei trovato ...continue

    Devo ammetterlo: non mi ha conquistato granché. Questo è stato il primo tentativo con Dickens, di cui avevo sempre sentito parlare benissimo, e per qualche ragione mi ero convinta che avrei trovato una stile scorrevole e "moderno". In realtà mi sbagliavo. Si lascia leggere, sì, ma non è riuscito a catturarmi. Lo stile è stato un ostacolo non indifferente, per i miei gusti. La storia ovviamente è molto carina, con una morale profonda, ma devo ammettere, anche qui, di avere avuto un problema: i continui paragoni col film della Disney! Cresciuta a pane e Topolino, ho visto quel cartone animato ogni anno per almeno quindici anni ed è stato difficile non dare a Scrooge il volto di Zio Paperone o a Marley quello di Pippo! Ebbene sì: Dickens 0 - Disney 1!

    said on 

  • 3

    Ultimamente mi sento un pò polemica... sarà mica il tempo? Forse si, visto che ad agosto ho deciso di leggere un libro Natalizio. "Canto di natale" è il classico dei classici da leggere almeno ...continue

    Ultimamente mi sento un pò polemica... sarà mica il tempo? Forse si, visto che ad agosto ho deciso di leggere un libro Natalizio. "Canto di natale" è il classico dei classici da leggere almeno una volta nella vita. Perchè? Perchè parla di bontà, di sentimenti buoni e dell'incredibile cambiamento di un uomo duro. Non è male come storia, un pò lento quando parla di tutte le sue considerazioni però.... è scritto in un modo così diverso da quello a cui sono abituata che ostia, prima di finirlo sono passati giorni! Non è quindi una lettura consigliata a tutti...

    said on 

  • 5

    Esa breve y reconocida historia que todos deberíamos leer, una de las mayores historias con mayor trasfondo. http://www.atrapadaenunashojasdepapel.com/2014/03/cuento-de-navidad-charles-dickens.html ...continue

    Esa breve y reconocida historia que todos deberíamos leer, una de las mayores historias con mayor trasfondo. http://www.atrapadaenunashojasdepapel.com/2014/03/cuento-de-navidad-charles-dickens.html

    said on 

  • 0

    Delusa dalla fatica che ho fatto a leggerlo in lingua originale. Un libretto così si finisce in un pomeriggio e invece a me ha richiesto una settimana. Very ashamed of myself.

    said on 

  • 4

    Ebenezer è un usuraio di una certa età, con un gran senso pratico, preso dal pensiero degli affari, un tipo solitario, burbero, taccagno, egoista, incline ad adirarsi facilmente, poco propenso a ...continue

    Ebenezer è un usuraio di una certa età, con un gran senso pratico, preso dal pensiero degli affari, un tipo solitario, burbero, taccagno, egoista, incline ad adirarsi facilmente, poco propenso a dare e ricevere carinerie di vario genere. Lui non si lascia coinvolgere nè dall'euforia dei pranzi di Natale, in cui il buon cibo, un bel bicchiere di vino e lo stare insieme danno senso allo spirito natalizio, nè dalla pretesa voglia di essere più generosi del solito, facendo offerte a chi è meno fortunato...! Riuscirà lo spirito natalizio, che splende con forza nei cuori e nei visi di tante persone che Scrooge conosce e che da sempre hanno parole buone per lui, a coinvolgerlo e a intenerire il suo cuore, gelido e arido? Per ogni uomo c'è possibilità di ravvedimento, di rivedere e considerare le proprie azioni e cambiare rotta, per essere felici con se stessi e con gli altri.

    Un racconto breve ma intenso, che colpisce per l'abilità dell'Autore nel tratteggiare i personaggi, le loro azioni, tanto da sembrarci vivi e reali sotto i nostri occhi; un racconto, che è un po' una favola, dal "piacevole sapore" gotico, che fa riflettere su tante tematiche sempre attuali (lotta alla povertà, sfruttamento del lavoro minorile....) e che alla fine disegna un sorriso di tenerezza sul viso del lettore.

    said on 

Sorting by