A Game of Thrones

By

Publisher: Turtleback Books

4.5
(6300)

Language: English | Number of Pages: 835 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Spanish , Czech , Dutch , Chi traditional , Polish , Swedish , Italian

Isbn-10: 0606238433 | Isbn-13: 9780606238434 | Publish date: 

Also available as: Mass Market Paperback , Paperback , Audio Cassette , Others , eBook , Audio CD

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Do you like A Game of Thrones ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Now available in a specially priced edition--the first volume in an epic series by a master of contemporary fantasy, filled with mystery, intrigue, romance, and adventure.
Sorting by
  • 5

    En esta historia que nos presenta George R. R. Martin nos crea el mundo de los siete reinos y comienza por contarnos el lado de la historia de los Stark sobre cómo es la tradición, el honor, la lealad ...continue

    En esta historia que nos presenta George R. R. Martin nos crea el mundo de los siete reinos y comienza por contarnos el lado de la historia de los Stark sobre cómo es la tradición, el honor, la lealad, el poder, entre otros temas. Y todo estos temas surgen a raíz de una visita del Rey Robert quien le pedirá a Lord Stark que sea la nueva mano del rey.

    Hablando de forma subjetiva, no puedo creer que no me haya acercado a esta saga anteriormente, pues George R. R. Martin logra crear un mundo completo y hacer valer la participación de cada uno de sus personajes.

    Con este mundo y su historia, será difícil no recordar algunas de las obras de Shakespeare porque algunos de los temas como el honor, la traición, la lealtad, entre otros, harán que recordemos algunos de los pasajes de Hamlet o Macbeth. Ese aire fantasioso, pero al mismo tiempo real que sentíamos en Hamlet, podremos percibirlo en las páginas de esta entrega del autor.
    Siendo una obra tan amplia, es posible que algunos se sientan intimidados por ella, pero a decir verdad, el hecho de que sea grande y tan diversa con descripciones, varios personajes, hace que la obra sea más rica y uno se encuentre fácilmente identificado con un personaje. Otro punto a favor, es que los capítulos se van intercalando entre los puntos de vista de algunos miembros de la familia Stark, Lannister y Daenerys. (Que por cierto, eso de las casas me pareció otro detalle que hace a George R. R. Martin un gran escritor, pues se ve de lejos cómo es que planifica sus historias).

    Por mi parte, me sentí sumamente conmovida con la historia de Danerys y Tyrion Lannister fueron los personajes que más agradaron en la historia por su visión y la presencia que daban al momento de entrar en escena. La primera porque su papel como mujer, esposa y khalesi no le impidieron demostrar su voluntad y fuerza, mientras que el segundo, pese a pertenecer a una familia de gran nombre y haber nacido con baja estatura, no les impedimento para demostrar su gran intelecto.

    Sin duda alguna, le seguiré la pista a esta saga pues me sentí cercana a sus personajes (pese a que en un principio puede costar trabajo aprenderse los nombres) y sus 800 páginas no creo que sea un impedimento para leerlo. Ya saben lo que dicen por ahí: Entre más grueso el libro, mejor será la lectura.

    said on 

  • 5

    Non lasciatevelo scappare

    Sono arrivato a questa importante lettura dopo anni di sollecitazioni da parte di amici amanti del libro e della serie TV. Ne sono sempre rimasto lontano non per la mole dei libri, quanto per l'assur ...continue

    Sono arrivato a questa importante lettura dopo anni di sollecitazioni da parte di amici amanti del libro e della serie TV. Ne sono sempre rimasto lontano non per la mole dei libri, quanto per l'assurdo pregiudizio che potesse non rientrare pienamente nel mio genere. Alla fine ho ceduto, ho provato e... sono rimasto stregato. Niente a che vedere con un fantasy classico alla Tolkien - che ho amato, beninteso. Niente elfi, orchi e stregoni, ma cavalieri, re, consiglieri infidi, complotti di corte e soprattutto dinamiche umane che si intrecciano alla perfezione in un mondo credibile, vivo, pulsante, coinvolgente. È impossibile smettere di leggere una volta iniziato, è incredibile constatare come il tempo voli in compagnia dei protagonisti. Lo stile non è pomposo, ma è alla portata di tutti, con un ritmo che non conosce rallentamenti. All'inizio si è spiazzati, confusi da nomi di luoghi e persone e fatti storici, ma poi come per magia tutto diventa famigliare, ogni elemento trova il suo posto, grazie all'abilità dell'autore di accompagnarci passo a passo senza che neanche ci accorgiamo di assimilare i dettagli del suo mondo immaginario. Le descrizioni sono complete senza appesantire la narrazione, i personaggi sono realistici, gli eventi sono spesso tragici, crudi, violenti e pertanto veri. Non trovo assolutamente un difetto a questa storia, che non vedo l'ora di proseguire e che consiglio a chiunque di leggere, per farsi un regalo. E poi guardatevi anche la serie TV, che è molto aderente al testo.

    said on 

  • 5

    Un mondo sterminato

    Un'opera che trascende i generi. Non facciamoci fuorviare da draghi e creature immaginifiche, i veri protagonisti sono gli uomini, le loro emozioni, passioni, aspirazioni, amori. Martin ha creato un m ...continue

    Un'opera che trascende i generi. Non facciamoci fuorviare da draghi e creature immaginifiche, i veri protagonisti sono gli uomini, le loro emozioni, passioni, aspirazioni, amori. Martin ha creato un mondo, vastissimo e dettagliato, con il suo substrato storico e culturale. Qui muove a piacimento i suoi numerosissimi personaggi, con le sue regole, che assomigliano maledettamente a quelle del mondo reale, private però di quegli spessi strati di ipocrisia che spesso nella realtà le annacquano, celandole alla vista. Qui è tutto molto diretto, incontaminato, quasi stordente nella sua intensità. C'è un delizioso cinismo di fondo che appare come una boccata di aria pura. Il confronto con Tolken mi pare difficile : sono stili troppo diversi, ma ugualmente apprezzabili.

    said on 

  • 5

    Adorato. Ho iniziato le Cronache del ghiaccio e del fuoco dopo aver visto la serie TV perché assetata di dettagli sull'universo creato da Martin e non nego di aver fatto fatica conoscendo già la stori ...continue

    Adorato. Ho iniziato le Cronache del ghiaccio e del fuoco dopo aver visto la serie TV perché assetata di dettagli sull'universo creato da Martin e non nego di aver fatto fatica conoscendo già la storia. Come estimatrice del fantasy l'ho apprezzato molto, gli intrecci, le descrizioni così accurate dei personaggi e perché no, anche il realismo con cui si vengono descritte certe scene, sembra di esservi presenti. Unica pecca: forse pesante a momenti, specialmente per i non amanti del genere, sia per certe parti di narrativa piuttosto lunghe che per la mole del libro in sé, ma lo consiglio.

    said on 

  • 4

    Premesso che il Fantasy non è esattamente il mio genere preferito e che non ho mai guardato la serie tv, ho cominciato a leggere la saga del Trono di Spade su pressioni di vari amici (o meglio amiche. ...continue

    Premesso che il Fantasy non è esattamente il mio genere preferito e che non ho mai guardato la serie tv, ho cominciato a leggere la saga del Trono di Spade su pressioni di vari amici (o meglio amiche...) che insistevano in tal senso. Mah, l'ho trovato estremamente pesante per tutta la prima parte del libro e ho fatto un po' fatica a ritrovarmi con personaggi e situazioni (vista anche la lettura un po' discontinua che ne stavo facendo). Un po' meglio nella seconda parte, ma non l'ho trovato esaltante come mi aspettavo, per quanto la lettura alla fine sia scorrevole e la struttura in sè mi piaccia. Proverò ad andare avanti anche con gli altri libri, anche se a vedere i commenti sembra che siano ancora più pesanti del primo...

    said on 

  • 5

    Con le cronache del ghiaccio e del fuoco non so essere oggettiva: già era stato amore a prima vista con la serie tv. 5 stelle sono tante ma, per me se le merita pienamente. Poi se Martin riesce a farm ...continue

    Con le cronache del ghiaccio e del fuoco non so essere oggettiva: già era stato amore a prima vista con la serie tv. 5 stelle sono tante ma, per me se le merita pienamente. Poi se Martin riesce a farmi leggere avidamente e senza annoiarmi un volumozzo di 850 pagine che contiene una storia che conosco già come faccio a non dargli 5 stelle?! Avrei voglia di iniziare subito il volume successivo, ma i libri rimanenti li scaglionerò durante l’anno per non rischiare di finirli troppo in fretta.

    Per me è l’esempio perfetto di come dovrebbe essere la “letteratura di evasione”: scritto bene ma scorrevole, descrittivo quanto serve, con azione e tanti intrighi. Troppo spesso in un libro avviene quello che il lettore si aspetta, qui invece ci sono tanti colpi di scena ed è risaputo che Martin non esita ad ammazzare i suoi personaggi perché come dice Cersei “al gioco del trono o si vince o si muore”. Naturalmente la trama di un romanzo (o di una serie tv) potrebbe anche essere una bomba ma se dei personaggi e della loro sorte non mi frega un piffero potrebbe succedere di tutto senza farmi scomporre minimamente. E invece qua i personaggi sono dei signori personaggi, tutti credibilissimi, buoni o cattivi che siano mi piacciono quasi tutti. Una cosa che ho apprezzato parecchio è il fatto che molti personaggi sono grigi e che le guerre combattute sono più uno scontro di interessi che una lotta tra bene e male, a differenza del fantasy tradizionale.

    La mia mente è la mia arma. Come arma mio fratello ha la spada e re Robert la mazza da combattimento. Io ho la mente, e per continuare a essere un’ arma valida la mente ha bisogno dei libri quanto una spada ha bisogno della pietra per affilarla. Per questo, Jon Snow, io leggo così tanto.

    «È possibile che un uomo che ha paura possa anche essere coraggioso?» «Possibile? Bran, è quella l'unica situazione in cui si fa strada il coraggio»

    Mai dimenticare chi sei, perché di certo il mondo non lo dimenticherà. Trasforma chi sei nella tua forza, così non potrà mai essere la tua debolezza. Fanne un'armatura, e non potrà mai essere usata contro di te.

    Mostra che le loro parole possono ferirti, e non sarai più libero dalla derisione. Se proprio vogliono darti un nome, accettalo, fallo tuo, in modo che poi non possano mai più usarlo per farti del male.

    Non era un vero Stark, non lo era mai stato... ma poteva morire come uno Stark, in modo che poi dicessero che Eddard Stark di figli ne aveva avuti non tre, bensì quattro.

    Quando non c'è nulla da temere, il peggiore dei vili può essere coraggioso quanto il più valente degli uomini. E quando non c'è alcun prezzo da pagare, tutti noi sappiamo fare il nostro dovere. Eppure, presto o tardi, nella vita di ogni uomo viene un giorno in cui nulla è facile, un giorno in cui si deve compiere una scelta.

    La morte è definitiva, mentre la vita è così ricca di possibilità.

    said on 

  • 4

    Come volevasi dimostrare, il libro è comunque meglio della serie anche se quest'ultima è fatta benissimo; ma il libro è il libro.
    Primo di una lunga serie questo tomo che ho affrontato l'ho proprio le ...continue

    Come volevasi dimostrare, il libro è comunque meglio della serie anche se quest'ultima è fatta benissimo; ma il libro è il libro.
    Primo di una lunga serie questo tomo che ho affrontato l'ho proprio letto con piacere e così sono costretta, a malincuore perché ultimamente le saghe mi pesano un po, a procurarmi gli altri libri per completare questa saga magistrale.

    said on 

  • 4

    Un libro infinito, pieno di dettagli e di personaggi.
    Se non si fa attenzione e non ci si concentra a sufficienza si rischia di perdere il filo e di non capirci più niente! xD
    A parte tutto, davvero b ...continue

    Un libro infinito, pieno di dettagli e di personaggi.
    Se non si fa attenzione e non ci si concentra a sufficienza si rischia di perdere il filo e di non capirci più niente! xD
    A parte tutto, davvero ben scritto e coinvolgente.
    Tuttavia, devo dire che molti passaggi non mi hanno catturata come avrei voluto.
    Ringrazio di aver visto prima la serie tv. Temo che se non l'avessi fatto avrei faticato parecchio ad immaginare scene e, soprattutto, paesaggi meravigliosi che sarebbero rimasti ben poco impressi nella mia mente (e sarebbe stato un peccato).
    Inoltre, a mio avviso, alcuni avvenimenti (non faccio spoiler) hanno reso molto meglio sullo schermo e, soprattutto, hanno avuto su di me un impatto emotivo assai maggiore.
    Non si può comunque negare che Martin sia un genio e che abbia creato un mondo fantastico in cui vale assolutamente la pena immergersi.

    said on 

  • 5

    Bellissimo. Martin ha iniziato la sua saga nel migliore dei modi, delineando personaggi, facendone evolvere altri, lasciando col fiato sospeso il lettore sulle sorti dei personaggi che ormai amiamo o ...continue

    Bellissimo. Martin ha iniziato la sua saga nel migliore dei modi, delineando personaggi, facendone evolvere altri, lasciando col fiato sospeso il lettore sulle sorti dei personaggi che ormai amiamo o odiamo. Non vedo l'ora di leggere quello dopo, sebbene io segua la serie tv!

    said on 

  • 4

    Ho iniziato a vedere la serie per sfinimento (tutti mi dicevano “guardala, non te ne pentirai” etc) e ora mi ritrovo ad avere terminato anche il primo volume. Mi piace il modo in cui l'autore presenta ...continue

    Ho iniziato a vedere la serie per sfinimento (tutti mi dicevano “guardala, non te ne pentirai” etc) e ora mi ritrovo ad avere terminato anche il primo volume. Mi piace il modo in cui l'autore presenta i personaggi, le varie famiglie, paesaggi e luoghi. Ammiro la sua fantasia.. 
    Avvincente e sconvolgente.. sicuramente continuerò con le letture, anche se richiederà un bel po' di tempo!

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by