Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

A Jane Austen Education

How Six Novels Taught Me about Love, Friendship, and the Things That Really Matter

By

Publisher: Penguin Press

3.7
(124)

Language:English | Number of Pages: 272 | Format: Others | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 1594202885 | Isbn-13: 9781594202889 | Publish date: 

Also available as: Paperback

Category: Education & Teaching , Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Do you like A Jane Austen Education ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
The author of Jane Austen and the Romantic Poets explains how six of Austen's novels taught him life-changing lessons.
Sorting by
  • 3

    Un po' pretestuoso, l'autore dice qualcosa d'interessante qui e là, ma è tutta roba rimasticata e a volte dà l'impressione di conoscere poco la Austen (ha letto la biografia di Claire Tomalin e basta, ...continue

    Un po' pretestuoso, l'autore dice qualcosa d'interessante qui e là, ma è tutta roba rimasticata e a volte dà l'impressione di conoscere poco la Austen (ha letto la biografia di Claire Tomalin e basta, credo). Il traduttore è uno spasso, non ha letto neanche un romanzo di Jane Austen, si limita a copiare dalle traduzioni italiane in commercio, quindi escono perle come queste: "i Bates", "Isabel Thorpe" (decine di volte, forse pensava che Isabella fosse italianizzato, dubito che nei passaggi citati dall'edizione Garzanti fosse Isabel), "le quattro presuntuose, affascinanti cugine Bertram".

    said on 

  • 3

    <<.. La Austen mi chiedeva di prestare attenzione a ciò che spesso sfugge o che non si stima abbastanza, nei romanzi come nella vita: piccole, "futili" cose quotidiane che accadono ora dopo ora a ...continue

    <<.. La Austen mi chiedeva di prestare attenzione a ciò che spesso sfugge o che non si stima abbastanza, nei romanzi come nella vita: piccole, "futili" cose quotidiane che accadono ora dopo ora a chi ci è accanto, cosa ha detto un nipote, cosa ha sentito un amico, cosa ha fatto un vicino. Questo, mi stava dicendo: il tessuto di cui sono fatti gli anni di una persona. La vita è questo.>>

    Nonostante la grafica possa forse apparire un po' frivola, come è capitato a me ad una prima svista, scambiare questo volumetto per una storiella superficiale è un enorme errore! Si tratta di un saggio in cui l'autore commenta, scardina, ricostruisce fino all'ultimo dettaglio le sei opere compiute della Austen. Interessante, è scritto in modo semplice e la lettura, soprattutto per chi ha già letto questi sei romanzi e/o sia una austeniana convinta, risulta scorrevole.

    said on 

  • 4

    Non è un romanzo (come invece avevo creduto dalle presentazioni), ma un saggio sui romanzi di Jane Austen. Il titolo tradotto è fuorviante e non adatto, secondo me, non calza certamente quanto l'origi ...continue

    Non è un romanzo (come invece avevo creduto dalle presentazioni), ma un saggio sui romanzi di Jane Austen. Il titolo tradotto è fuorviante e non adatto, secondo me, non calza certamente quanto l'originale.
    Un'analisi interessante ed esposta in modo semplice delle tematiche presenti negli scritti della Austen (non solo i suoi libri)

    said on 

  • 4

    Lezioni di vita Austeniane

    Avevo adocchiato questo saggio più o meno dalla sua uscita, ma una serie di cose ha fatto sì che potessi averlo solamente adesso.

    Mi intrigava molto l'idea di un saggio sul valore umano degli scritti ...continue

    Avevo adocchiato questo saggio più o meno dalla sua uscita, ma una serie di cose ha fatto sì che potessi averlo solamente adesso.

    Mi intrigava molto l'idea di un saggio sul valore umano degli scritti della Austen, soprattutto m'incuriosiva che fosse un uomo a scriverne, poiché generalmente la "zitella illetterata" più conosciuta di tutta la letteratura viene spesso maggiormente apprezzata dal gentilsesso piuttosto che dagli uomini, i quali, in questo campo, si trovano in minoranza.

    Deresiewicz narra vicende della sua vita privata nelle quali ha potuto riscontrare l'attualità degli insegnamenti della sopracitata Autrice e aprrezzarne l'utilità; inoltre in ogni capitolo, dedicato ad una differente opera, analizza in modo critico personaggi ed ambientazioni, esponendo il proprio punto di vista riguardo a tutto ciò con parole semplici ed uno stile scorrevole.

    Nonostante l'apprezzamento generale, mi sono trovata in disaccordo su alcune interpretazioni, ma le diverse opinioni sono sempre ben accette, dunque non ho problemi ad accettarle.

    In definitiva trovo La vita secondo Jane Austen un libro che tutti gli appassionati della zia Jane dovrebbero leggere, prima o poi.

    http://therestlessreadersroom.blogspot.it/2013/11/recensione-la-vita-secondo-jane-austen.html

    said on 

  • 1

    Amo troppo Jane Austen per poter leggere simili testi

    Jane Austen è forse la mia scrittrice preferita e, avendola conosciuta ed amata sin dall'adolescenza, mi è ancora più cara.
    Perciò ero consapevole fin dal principio del rischio che avrei corso inizian ...continue

    Jane Austen è forse la mia scrittrice preferita e, avendola conosciuta ed amata sin dall'adolescenza, mi è ancora più cara.
    Perciò ero consapevole fin dal principio del rischio che avrei corso iniziando un'opera che riguardasse lei e i suoi scritti.

    Ammetto di aver interrotto quasi subito la lettura, arrivata al banale riassuntino che era stato fatto di 'Orgoglio e Pregiudizio' - uno dei miei libri preferiti in assoluto - ho compreso che andare avanti sarebbe stato un atto di puro masochismo.

    said on 

  • 4

    Molto interessante

    Libro illuminante che suggerisce nuove chiavi di lettura dei romanzi della zia Jane, facendo considerazioni tutt'altro che banali e notando sfumature che ad una lettura superficiale sfuggono.

    Credo ch ...continue

    Libro illuminante che suggerisce nuove chiavi di lettura dei romanzi della zia Jane, facendo considerazioni tutt'altro che banali e notando sfumature che ad una lettura superficiale sfuggono.

    Credo che rileggerò (di nuovo!) tutte e sei le opere, facendo caso a queste sfumature che non ho mai notato.
    Sinceramente di tutti i romanzi della Austen ho sempre apprezzato la vivacità, la caratterizzazione dei personaggi,l'ironia e l'arguzia di certi passaggi e moltissimo, forse per prima cosa, il fatto che sono vere e proprie finestre aperte sui salotti dell'epoca regency.

    Avevo notato una certa povertà di trama, un certo "non succede niente", con quelle chiacchiere e pettegolezzi sulla bocca di molti personaggi che fanno andare avanti il libro con niente ed ho pensato che, vabbé, non sono libri d'avventura, la trama è quello che è ma quello che avvince sono la scrittura e l'atmosfera.

    Grazie a questo libro ho scoperto quanto sbagliavo: tutti e sei i romanzi dicono molto più di quanto percepisca uno sguardo distratto, ed è stato veramente affascinante scoprirlo, nessun personaggio, nemmeno quelli secondari, ha caratteristiche casuali.

    In questi libri c'è quanto l'autrice pensava della vita, dell'amore, dell'amicizia, della crescita.

    Mi si è aperto un mondo.

    said on 

  • 3

    un bell'approfondimento

    Veramente interessante leggere lo studio interiore e il cammino di crescita intrapreso e portato avanti dall'autore.
    L'amore maturato a poco a poco per le opere di Jane Austen ha aperto un mondo nuovo ...continue

    Veramente interessante leggere lo studio interiore e il cammino di crescita intrapreso e portato avanti dall'autore.
    L'amore maturato a poco a poco per le opere di Jane Austen ha aperto un mondo nuovo ma soprattutto migliore!
    come tutti i janite più si rileggono le sue opere più si approfondise e più si comprende e si scoprono messaggi nuovi che la Austen cercava di trasmetterci.
    Certo mi è mancato un pò l'intreccio e il coinvolgimento che solo un romanzo può dare, diciamo che l'ho percepito come un saggio, uno studio, ma ben fatto!

    said on