A Pesca Nelle Pozze Più Profonde

Meditazioni sull'arte di scrivere racconti

Voto medio di 189
| 63 contributi totali di cui 47 recensioni , 9 citazioni , 2 immagini , 5 note , 0 video
«A un certo punto del mio apprendistato mi misi in testa che, se volevo diventare un bravo scrittore di racconti, dovevo imparare a pescare». Un’educazione letteraria e sentimentale. Paolo Cognetti, probabilmente il più apprezzato scrittore italiano ...Continua
Elymomo
Ha scritto il 20/02/18
Confortante
Lo dico subito: io amo Cognetti. Lo amo perché scrive proprio come piace a me e in questo piccolo libricino mette nero su bianco convinzioni e spunti sull'arte del racconto. Forse perché letto mentre affronto un corso di scrittura, ho trovato il suo...Continua
Agostino Letardi
Ha scritto il 09/11/17
Something glimpsed
Qualcosa di intravisto: l'arte della narrazione per brevi racconti interpretata da Cognetti rileggendo la lunga tradizione, specialmente nordamericana, delle short stories. In appendice, 4 brevissimi e fulminanti, brevi visioni delle storie di Sofia...Continua
Paolo Gibellini
Ha scritto il 08/10/17
Un saggio un po' atipico sui racconti degli scrittori americani più noti, scritto in maniera abbastanza brillante. Non mi hanno entusiasmato invece i racconti proposti in appendice: dopo tanti esempi positivi danno l'impressione di non essere assolut...Continua
Leone di Cleopatra
Ha scritto il 04/07/17
Un libro di difficile collocazione..pensieri e riflessioni sull'arte di scrivere racconti, tanti spunti per successivi approfondimenti verso altri autori. E qualche bel raccontro extra di Sofia. Mi piace lo stile di Cognetti..non è sicuramente del li...Continua
Alessia Scurati
Ha scritto il 28/06/17
Niente di nuovo, tanto riciclaggio
Ci sono libri che non sono fatti per essere letti da me. Per cui, questo forse meriterebbe 3, 4 stelle (5 no per quella cosa fatta sul finale, dopo ci torno). Solo che io gliene do 2. Per due motivi. Il primo è che avrei voluto qualcosa di più person...Continua

Draffaela
Ha scritto il Mar 21, 2015, 16:21
Ttutto quello che voglio, disse una volta Edward Hopper, è dipingere la luce del sole sul muro di una casa. Da scrittore di racconti la sposo in pieno. Come cade la luce e ci mostra il mondo, le domande nascoste dove la luce non arriva: di che altro...Continua
dariocet
Ha scritto il Jan 11, 2015, 16:07
Scrivere di donne è un atto politico, diceva. Ascoltare chi non viene ascoltato da nessuno: ecco cos'è politico. (su Grace Paley)
Pag. 69
dariocet
Ha scritto il Jan 11, 2015, 14:02
io dissi che mi sarebbe piaciuto entrarle dentro con tutto il corpo. Cioè, non solo con un pezzo. Entrarci tutto. Tipo, un parto all'incontrario?, chiese Sofia. Non ci avevo mai pensato in questi termini, ma ammisi che l'immagine funzionava. Dissi ch...Continua
Pag. 104
dariocet
Ha scritto il Jan 09, 2015, 18:43
Una casa parla di chi la abita, è lei stessa una forma di scrittura. E per quanto mi riguarda è una fonte inesauribile d'ispirazione.
Pag. 31
dariocet
Ha scritto il Jan 08, 2015, 19:36
una ragazza che mi voleva bene, e che credeva nell'importanza dei sogni altrui, mi regalò una bellissima canna da pesca.
Pag. 11

Libricciola e...
Ha scritto il Jun 12, 2015, 07:21
Libricciola e...
Ha scritto il Jun 12, 2015, 07:21

Ola
Ha scritto il Feb 01, 2015, 14:58
Io entro in una storia e mi ci muovo. Mi sposto da una stanza all'altra e guardo. Scrivere non è costruire una casa: è visitarla, abitarci dentro. La casa esiste già, ed è una casa piena di segreti; a noi tocca il compito di scrutare nell'armadio e s...Continua
Pag. 4
Ola
Ha scritto il Feb 01, 2015, 14:53
Siamo camere oscure dotate di una bizzarra lastra fotografica - la memoria- che si rifiuta di obbedire agli ordini, s'impressiona quando pare a lei e ci restituisce vecchie immagini che non le abbiamo chiesto di tenere, obbligando noi a chiederci pe...Continua
Pag. 27
Ola
Ha scritto il Feb 01, 2015, 14:50
Raccontiamo quello che vediamo, e noi vediamo quello che sta alla luce: dunque è la luce che scrive, noi siamo la pellicola che impressiona
Pag. 25
Ola
Ha scritto il Feb 01, 2015, 14:45
Something glimpsed, qualcosa d'intravisto - ma anche, nel senso più antico del termine, qualcosa di illuminato solo per un istante - è una definizione che a Carver piaceva molto. Come accendere e spegnere la luce in una stanza buia, o cogliere una sc...Continua
Pag. 18
Ola
Ha scritto il Feb 01, 2015, 14:33
Leggere l'acqua ...Basta vedere una cosa evidente che ti spinge a notare una cosa che non avevi notato, che a sua volta ti permette di vedere una cosa che non è nemmeno visibile. Vedere l'invisibile attraverso il poco che si vede
Pag. 13

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi