A Sul da Fronteira, A Oeste do Sol

Por

Editor: Casa das Letras

4.0
(6397)

Language: Português | Number of Páginas: 241 | Format: Mass Market Paperback | Em outros idiomas: (outros idiomas) English , Chi simplified , Chi traditional , Spanish , Japanese , Catalan , French , German , Italian , Russian , Dutch , Slovenian , Romanian , Croatian , Czech , Korean

Isbn-10: 9724618625 | Isbn-13: 9789724618623 | Data de publicação:  | Edition 1

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like A Sul da Fronteira, A Oeste do Sol ?
Junte-se ao aNobii para ver se os seus amigos já o leram, e descubra livros semelhantes!

Registe-se gratuitamente
Descrição do livro
Na primeira semana do primeiro mês do primeiro ano da segunda metade do século XX, ao protagonista, que também faz as vezes de narrador, é dado o nome de Hajime, que significa "início". Filho único de uma normal família japonesa, Hajime vive numa província um pouco sonolenta, como normalmente todas as províncias o são. Nos seus tempos de rapazinho faz amizade com Shimamoto, também ela filha única e rapariga brilhante na escola, com quem reparte interesses pela lietura e pela música. Juntos, têm por hábito escutar a coleçcão de discos do pai dela, sobretudo "South of the Border, West of the Sun", tema de Nat King Cole que dá título ao romance.Mas o destino faz com que os dois companheiros de escola sejam obrigados a separar-se. Os anos passam, Hajime segue a sua vida. A lembrança de Shimamoto, porém, permanece viva, tanto como aquilo que poderia ter sido como aquilo que não foi. De um dia para outro, vinte anos mais tarde, Shimamoto reaparece certa noite na vida de Hajime. Para além de ser uma mulher de grande beleza e rara intensidade, a sua simples presença encontra-se envolta em mistério. Da noite para o dia, Hajime vê-se catapultado para o passado, colocando tudo o que tem, todo o seu presente em risco.
Sorting by
  • 2

    Mi ha lasciato un senso di incompiuto. Come se ci fosse molto altro dietro, da raccontare, e Murakami avesse voluto coscientemente lasciare tutto sospeso.
    Di alcuni personaggi, prima tra tutti Shimamo ...continuar

    Mi ha lasciato un senso di incompiuto. Come se ci fosse molto altro dietro, da raccontare, e Murakami avesse voluto coscientemente lasciare tutto sospeso.
    Di alcuni personaggi, prima tra tutti Shimamoto, avrei voluto sapere di più; di altri, come la fidanzatina del liceo (Izumi) o il suocero, non ne ho capito l'utilità.
    Ci sono queste sensazioni di malinconia e tristezza che aleggiano su tutto il romanzo, sensazioni che Murakami è molto bravo a tratteggiare ma che, a differenza di Norwegian Wood, non è riuscito a trasmettermi, o meglio: non sono riuscita ad entrare in empatia con i vari personaggi.
    Forse il senso di tutto è che non si può continuare a rivangare il passato, a chiederci continuamente come sarebbe stata la nostra vita se solo; forse, anche solo farsi queste domande, allontana la nostra realtà "reale" confondendola con quella "immaginaria" che ci siamo costruiti. Il fatto è che questa spiegazione non è così chiara, è solo ciò a cui sono arrivata io e non è detto che sia l'esatto obiettivo di Murakami.
    Dopo "Norwegian Wood", che mi era piaciuto moltissimo, questo "A sud del confine..." mi ha deluso un po'.

    dito em 

  • 4

    Come al solito ... un bel libro, inquietante nel suo svolgimento. Murakami riesce sempre a coinvolgerti e farti entrare in situazioni strane, ma nello stesso tempo molto reali. È vero che non raggiung ...continuar

    Come al solito ... un bel libro, inquietante nel suo svolgimento. Murakami riesce sempre a coinvolgerti e farti entrare in situazioni strane, ma nello stesso tempo molto reali. È vero che non raggiunge i livelli di un "Kafka sulla spiaggia", però son contento di averlo letto.

    dito em 

  • 0

    Non sono assolutamente d'accordo con la maggior parte delle recensioni qui sotto. A mio parere, a sud del confine a ovest del sole è un romanzo ben riuscito, coinvolgente. Che, a modo suo, fa riflette ...continuar

    Non sono assolutamente d'accordo con la maggior parte delle recensioni qui sotto. A mio parere, a sud del confine a ovest del sole è un romanzo ben riuscito, coinvolgente. Che, a modo suo, fa riflettere. In queste pagine di Murakami il tema della solitudine s'intreccia con l'amore, il ricordo, l'attesa. Di certo, se siete abituati ai 'romanzi' di Coehlo o Sparks il cui finale è già intuibile dalla prima pagina, lo detesterete. Se invece saprete leggerlo senza pregiudizi, lasciandovi trasportare dalle emozioni, scoprirete un autore di incredibile sensibilità, e dolcezza, che pone domande senza dare risposte, come, a mio parere, tutta la grande letteratura dovrebbe fare, lasciando al lettore la facoltà, e senz'altro il piacere, di ricavare il bandolo della matassa.

    dito em 

  • 4

    A sud del confine
    A ovest del sole
    Murakami

    Hajime è nato nell'epoca sbagliata, i figli unici non erano ben visti dalla società.
    Venivano considerati viziati, prepotenti e fannulloni, questa colpa l' ...continuar

    A sud del confine
    A ovest del sole
    Murakami

    Hajime è nato nell'epoca sbagliata, i figli unici non erano ben visti dalla società.
    Venivano considerati viziati, prepotenti e fannulloni, questa colpa l'ha fatto sentire sempre fuori posto, stava bene solo in compagnia di Shimanoto.
    Però gli eventi hanno voluto che andasse a studiare lontano e che si perdessero di vista.
    Nel frattempo passa da una storia all'altra, facendo soffrire chiunque si accosta a lui, non che lo fa a posta però accade sempre.
    A trent'anni trova il suo equilibrio si sposa ha due figlie, nonostante ciò continua a pensare al suo passato, sente che qualcosa non va...
    Un bel giorno il passato bussa alla sua porta, e si trova a mettere in discussione tutto ciò che ha creato negli ultimi anni.
    Non è tutto bianco o nero, esistono le sfumature, anche nell'amore.
    Esistono amori differenti, a volte è difficile capire fino in fondo, questo è ciò che accade a Hajime.

    dito em 

  • 4

    Bel libro occhio allo SPOILER nell'introduzione

    L'introduzione mi ha rovinato la lettura, non capisco il senso di raccontare parte dei fatti! Fate una postfazione!

    dito em 

  • 4

    Molto molto bello, non una storia tipicamente sua dato che lui non è abituato a parlare tanto d'amore. Tutti quanti sottolineano la poca profondità e la poca accuratezza e la pochissima conoscenza che ...continuar

    Molto molto bello, non una storia tipicamente sua dato che lui non è abituato a parlare tanto d'amore. Tutti quanti sottolineano la poca profondità e la poca accuratezza e la pochissima conoscenza che si ha di Shimamoto...ma credo che in questo racconto le cose importanti siano diverse dai singoli personaggi. Per me Murakami ha sottolineato come delle volte gli amori che si susseguono nel corso di una vita (quello di bambini - quello adolescenziale è traumatico) possano poi influire ed influenzare negativamente un rapporto "maturo". Alla fine lui ritorna sempre al pensiero di cosa non è stato, di chi
    Non ha avuto, ferendo la famiglia...e la riflessione finale basata sul "proverò a cambiare per questa famiglia", a partecipare di più, a chiedere di più rappresenta una presa di coscienza. Per me è stato un ottimo romanzo.

    dito em 

  • 3

    Murakami realistico ma non troppo

    Un Murakami insolito molto ben ancorato alla realtà ma non troppo.Una storia d'amore con un tocco di mistero.mi ha lasciata perplessa ma ho apprezzato le pagine dedicate al tema della solitudine.3 ste ...continuar

    Un Murakami insolito molto ben ancorato alla realtà ma non troppo.Una storia d'amore con un tocco di mistero.mi ha lasciata perplessa ma ho apprezzato le pagine dedicate al tema della solitudine.3 stelline rosicate.

    dito em 

  • 2

    Due stelle per colpa di un protagonista che proprio non mi ha ispirato nessuna simpatia/empatia...Troppi, troppi misteri sulla figura di Shimamoto, che invece era un personaggio interessante, ma che d ...continuar

    Due stelle per colpa di un protagonista che proprio non mi ha ispirato nessuna simpatia/empatia...Troppi, troppi misteri sulla figura di Shimamoto, che invece era un personaggio interessante, ma che diventa un grosso punto di domanda a fine romanzo. Insomma, di Murakami ho preferito altri libri.

    dito em 

  • 3

    Murakami non è un romantico, ma nel raccontare questa storia d'amore trasmette stabilità, serenità. Un libriccino gradevole che scorre via, ma che lascia qualche bel pensiero.

    dito em 

Sorting by