Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

A Thousand Splendid Suns

By

Publisher: Riverhead Books

4.4
(17653)

Language:English | Number of Pages: 372 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) German , Italian , Chi simplified , Norwegian , Dutch , Swedish , Spanish , French , Chi traditional , Catalan , Portuguese , Japanese , Slovenian , Finnish , Danish , Korean , Russian

Isbn-10: 1594489505 | Isbn-13: 9781594489501 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Others , Audio CD , eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Do you like A Thousand Splendid Suns ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
From Publishers WeeklyStarred Review. Afghan-American novelist Hosseini follows up his bestselling The Kite Runner with another searing epic of Afghanistan in turmoil. The story covers three decades of anti-Soviet jihad, civil war and Taliban tyranny through the lives of two women. Mariam is the scorned illegitimate daughter of a wealthy businessman, forced at age 15 into marrying the 40-year-old Rasheed, who grows increasingly brutal as she fails to produce a child. Eighteen later, Rasheed takes another wife, 14-year-old Laila, a smart and spirited girl whose only other options, after her parents are killed by rocket fire, are prostitution or starvation. Against a backdrop of unending war, Mariam and Laila become allies in an asymmetrical battle with Rasheed, whose violent misogyny—"There was no cursing, no screaming, no pleading, no surprised yelps, only the systematic business of beating and being beaten"—is endorsed by custom and law. Hosseini gives a forceful but nuanced portrait of a patriarchal despotism where women are agonizingly dependent on fathers, husbands and especially sons, the bearing of male children being their sole path to social status. His tale is a powerful, harrowing depiction of Afghanistan, but also a lyrical evocation of the lives and enduring hopes of its resilient characters. (May) Copyright © Reed Business Information, a division of Reed Elsevier Inc. All rights reserved. From Booklist*Starred Review* Hosseini's follow-up to his best-selling debut, The Kite Runner (2003) views the plight of Afghanistan during the last half-century through the eyes of two women. Mariam is the illegitimate daughter of a maid and a businessman, who is given away in marriage at 15 to Rasheed, a man three times her age; their union is not a loving one. Laila is born to educated, liberal parents in Kabul the night the Communists take over Afghanistan. Adored by her father but neglected in favor of her older brothers by her mother, Laila finds her true love early on in Tariq, a thoughtful, chivalrous boy who lost a leg in an explosion. But when tensions between the Communists and the mujahideen make the city unsafe, Tariq and his family flee to Pakistan. A devastating tragedy brings Laila to the house of Rasheed and Mariam, where she is forced to make a horrific choice to secure her future. At the heart of the novel is the bond between Mariam and Laila, two very different women brought together by dire circumstances. Unimaginably tragic, Hosseini's magnificent second novel is a sad and beautiful testament to both Afghani suffering and strength. Readers who lost themselves in The Kite Runner will not want to miss this unforgettable follow-up. Kristine HuntleyCopyright © American Library Association. All rights reserved [강컴닷컴 제공]
Sorting by
  • 4

    Stupendo

    ..Libro meraviglioso..due donne che prima si odiano..e poi diventano amiche..fino a diventare l'una essenziale per l'altra!! ..storie sicuramente realmente accadute..realtà veritiere per quanto..per n ...continue

    ..Libro meraviglioso..due donne che prima si odiano..e poi diventano amiche..fino a diventare l'una essenziale per l'altra!! ..storie sicuramente realmente accadute..realtà veritiere per quanto..per noi.. assurde! Un libro sicuramente da leggere!!

    said on 

  • 4

    Emozionante e triste. Non è facile immedesimarsi nelle donne protagoniste del romanzo eppure quello che capita a loro ci viene trasmesso con forte emozione dalla penna dello scrittore. A distanza di t ...continue

    Emozionante e triste. Non è facile immedesimarsi nelle donne protagoniste del romanzo eppure quello che capita a loro ci viene trasmesso con forte emozione dalla penna dello scrittore. A distanza di tempo riesco a percepire le stesse sensazioni ripensando alle parole che ho letto in questo capolavoro.

    said on 

  • 5

    non delude

    c'è chi ha detto che non è all'altezza del primo libro dell'autore, io credo che assolutamente non deluda, le atmosfere ed i personaggi con le loro storie segnano l'anima a distanza di anni sento anco ...continue

    c'è chi ha detto che non è all'altezza del primo libro dell'autore, io credo che assolutamente non deluda, le atmosfere ed i personaggi con le loro storie segnano l'anima a distanza di anni sento ancora le emozioni che mi ha provocato, cosa chiedere di più ad un libro!

    said on 

  • 4

    Leggere un romanzo sapendo che quelle narrate sono vicende ispirate a fatti realmente accaduti, anzi a vicende di cui hai visto reportage in tv, non è semplice. Non è semplice sapere che negli anni in ...continue

    Leggere un romanzo sapendo che quelle narrate sono vicende ispirate a fatti realmente accaduti, anzi a vicende di cui hai visto reportage in tv, non è semplice. Non è semplice sapere che negli anni in cui tu ti angosciavi per una amicizia sbagliata, per un esame universitario andato male, c'erano bambine che vivevano quotidianamente violenze e orrori che forse non avevano vissuto neanche i tuoi nonni durante la seconda guerra mondiale. Sapere che mentre nel resto del mondo ci si preoccupava del prossimo look di Madonna, c'erano territori bombardati, famiglie distrutte e sogni di normalità infranti, ti fa sentire impotente e ti fa tornare con i piedi per terra.
    La prima parte sembra un po' noiosa ma questo finché non si entra nel vivo della storia e allora tutta la bellezza della storia e dei personaggi ti travolge.

    said on 

  • 4

    Toccante

    Distesa sul divano, con le mani tra le ginocchia, Mariam fissava i mulinelli di neve che turbinavano fuori dalla finestra.
    Una volta Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una d ...continue

    Distesa sul divano, con le mani tra le ginocchia, Mariam fissava i mulinelli di neve che turbinavano fuori dalla finestra.
    Una volta Nana le aveva detto che ogni fiocco di neve era il sospiro di una donna infelice da qualche parte del mondo. Che tutti i sospiri che si elevavano al cielo si raccoglievano a formare le nubi, e poi si spezzavano in minuti frantumi, cadendo silenziosamente sulla gente.
    “A ricordo di come soffrono le donne come noi” aveva detto. “Di come sopportiamo in silenzio tutto ciò che ci cade addosso”.
    La mia recensione continua qui: http://disequilibro.com/2015/03/08/mille-splendidi-soli-di-khaled-hosseini/

    said on 

  • 4

    L'Afghanistan con gli occhi degli afgani

    Mariam è figlia illegittima di un ricco commerciante di Herat, e sogna i giardini meravigliosi a lei preclusi descritti dal padre quando va a farle visita. A quindici anni, dopo la morte della madre, ...continue

    Mariam è figlia illegittima di un ricco commerciante di Herat, e sogna i giardini meravigliosi a lei preclusi descritti dal padre quando va a farle visita. A quindici anni, dopo la morte della madre, è data in sposa a un calzolaio di Kabul, un uomo rozzo, violento e tradizionalista che la picchia e la maltratta. I genitori di Laila sono istruiti e intelligenti, la mandano a scuola, le lasciano indossare abiti occidentali e frequentare amici. Sarà la guerra a fare incontrare le due donne e a intrecciare strettamente i loro destini, unite nella reciproca solidarietà. La storia è ben costruita, lo stile è piacevolmente scorrevole, anche se il finale è ampiamente prevedibile per offrire al lettore ciò che è maggiormente gradito: il trionfo della bontà e della giustizia. E’ un romanzo sicuramente destinato più ai favori del pubblico femminile che maschile. Questo racconto ha comunque il merito di presentare un Afghanistan visto dall’interno con gli occhi e i sentimenti della sua popolazione, fatta d’individui distinti e non considerata, come nei racconti degli occidentali, un’unica entità miserabile, corrotta e fanatica, un gruppo di terroristi da combattere ed eliminare. Questa potrebbe anche essere una storia dell’Italia rurale negli anni ’40: i “figli della colpa”, il maschilismo, la donna sposa e madre destinata a servire e accudire l’uomo in ogni suo desiderio, l’intransigenza religiosa, la povertà e l’ignoranza. E, su tutto, c’è lo sfondo della guerra civile, una lotta spietata con vendette e delazioni, i bombardamenti, la fame, gli eserciti invasori in lotta x la conquista del territorio, incuranti della popolazione civile. Forse l’Afghanistan non è poi così lontano.

    said on 

  • 3

    Un libro che procede tra alti e bassi e scene a volte sin troppo scontate a volte per nulla. Nel complesso è un buon libro che consente di conoscere il disgraziato destino dell'Afghanistan attraverso ...continue

    Un libro che procede tra alti e bassi e scene a volte sin troppo scontate a volte per nulla. Nel complesso è un buon libro che consente di conoscere il disgraziato destino dell'Afghanistan attraverso la vita di due donne molto diverse tra loro.

    said on 

Sorting by