A Thousand Splendid Suns

By

Publisher: Riverhead Books

4.4
(18322)

Language: English | Number of Pages: 372 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) German , Italian , Chi simplified , Norwegian , Dutch , Swedish , Spanish , French , Chi traditional , Catalan , Portuguese , Japanese , Slovenian , Finnish , Danish , Korean , Russian

Isbn-10: 1594489505 | Isbn-13: 9781594489501 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Others , Audio CD , eBook

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Do you like A Thousand Splendid Suns ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
From Publishers WeeklyStarred Review. Afghan-American novelist Hosseini follows up his bestselling The Kite Runner with another searing epic of Afghanistan in turmoil. The story covers three decades of anti-Soviet jihad, civil war and Taliban tyranny through the lives of two women. Mariam is the scorned illegitimate daughter of a wealthy businessman, forced at age 15 into marrying the 40-year-old Rasheed, who grows increasingly brutal as she fails to produce a child. Eighteen later, Rasheed takes another wife, 14-year-old Laila, a smart and spirited girl whose only other options, after her parents are killed by rocket fire, are prostitution or starvation. Against a backdrop of unending war, Mariam and Laila become allies in an asymmetrical battle with Rasheed, whose violent misogyny—"There was no cursing, no screaming, no pleading, no surprised yelps, only the systematic business of beating and being beaten"—is endorsed by custom and law. Hosseini gives a forceful but nuanced portrait of a patriarchal despotism where women are agonizingly dependent on fathers, husbands and especially sons, the bearing of male children being their sole path to social status. His tale is a powerful, harrowing depiction of Afghanistan, but also a lyrical evocation of the lives and enduring hopes of its resilient characters. (May) Copyright © Reed Business Information, a division of Reed Elsevier Inc. All rights reserved. From Booklist*Starred Review* Hosseini's follow-up to his best-selling debut, The Kite Runner (2003) views the plight of Afghanistan during the last half-century through the eyes of two women. Mariam is the illegitimate daughter of a maid and a businessman, who is given away in marriage at 15 to Rasheed, a man three times her age; their union is not a loving one. Laila is born to educated, liberal parents in Kabul the night the Communists take over Afghanistan. Adored by her father but neglected in favor of her older brothers by her mother, Laila finds her true love early on in Tariq, a thoughtful, chivalrous boy who lost a leg in an explosion. But when tensions between the Communists and the mujahideen make the city unsafe, Tariq and his family flee to Pakistan. A devastating tragedy brings Laila to the house of Rasheed and Mariam, where she is forced to make a horrific choice to secure her future. At the heart of the novel is the bond between Mariam and Laila, two very different women brought together by dire circumstances. Unimaginably tragic, Hosseini's magnificent second novel is a sad and beautiful testament to both Afghani suffering and strength. Readers who lost themselves in The Kite Runner will not want to miss this unforgettable follow-up. Kristine HuntleyCopyright © American Library Association. All rights reserved [강컴닷컴 제공]
Sorting by
  • 5

    Toccante e commovente, dolore e speranza si fondono in questa storia tutta al femminile. A mio parere, forse perché donna io stessa, mi ha presa ancora di più del Cacciatore di aquiloni.

    said on 

  • 4

    Una storia che dimostra come sentimenti quali l'amicizia e la solidarietà possano nascere anche in situazioni tragiche come la guerra e la violenza. Mariam e Laila sono donne diverse segnate da passat ...continue

    Una storia che dimostra come sentimenti quali l'amicizia e la solidarietà possano nascere anche in situazioni tragiche come la guerra e la violenza. Mariam e Laila sono donne diverse segnate da passati tragici ma riescono a creare un legame profondo e solidale. Le loro storie si sviluppano parallele a quella dell'Afghanistan devastato da continue guerre.

    said on 

  • 5

    Ingredienti: un mondo maschilista governato da onore e orgoglio, due donne nemiche-amiche che non si rassegnano alla propria condizione, 30 anni di storia afghana narrati attraverso episodi quotidiani ...continue

    Ingredienti: un mondo maschilista governato da onore e orgoglio, due donne nemiche-amiche che non si rassegnano alla propria condizione, 30 anni di storia afghana narrati attraverso episodi quotidiani, l’amore e la speranza di un popolo devastato da guerre interne, invasioni, integralismi.
    Consigliato: a chi lotta contro un destino già scritto da altri, a chi attraversa lutti, violenze e umiliazioni alla conquista della felicità.

    said on 

  • 3

    pugno allo stomaco

    un bel libro. che non concede nulla al lettore: è nudo e crudo e purtroppo vero. Da leggere in momenti tranquilli....

    said on 

  • 5

    Un libro che mi ha fatto arrabbiare e piangere. Un libro duro sulla (non) vita delle donne in Afghanistan. Due personaggi femminili forti ed indimenticabili anche se Mariam è la mia preferita

    said on 

  • 5

    Dolorosamente avvincente

    Storia di donne in Afghanistan nel corso di 30 anni di guerriglia e guerra, storia di speranza e di dolore. Storia di rabbia, amore e odio. Istruttivo, mi sono vergognata della mia ignoranza e ho ring ...continue

    Storia di donne in Afghanistan nel corso di 30 anni di guerriglia e guerra, storia di speranza e di dolore. Storia di rabbia, amore e odio. Istruttivo, mi sono vergognata della mia ignoranza e ho ringraziato per la mia fortuna. Mi sono affezionata alle protagoniste, ho tifato per loro e ho sofferto con loro. Molto bello.

    said on 

  • 4

    Dolore e rabbia

    Fare il confronto con il precedente, Cacciatore di aquiloni non è semplice perché sono due libri molto diversi, anche se io preferisco più il primo. Questa storia è più incentrata sulla "vita coniugal ...continue

    Fare il confronto con il precedente, Cacciatore di aquiloni non è semplice perché sono due libri molto diversi, anche se io preferisco più il primo. Questa storia è più incentrata sulla "vita coniugale" a cui due donne sono state costrette. La narrazione si svolge su due rami, su due donne appunto. La prima è Mariam, nata da una relazione extraconiugale e per questo non riconosciuta e costretta a vivere con sua madre in una piccola casina fuori paese. Alla morte della madre viene data in sposa a un uomo più grande e si trasferisce a Kabul. Stesso paese dove vive Laila, una ragazza, innamorata del suo amico Tariq. In circostanze tragiche i destini delle due donne si incontreranno,quasi a fornarne uno solo. Saranno unite nel dolore e nella sofferenza. Infatti tratti caratteristici di questo libro sono appunto il dolore e la sofferenza. Ma traspaiono anche i valori dell'amicizia, del sacrifico e dell'amore.
    Sullo sfondo passano anche decenni di storia Afgana, dall'invasione Sovietica alla comparsa di Bin Laden.
    Altro punto su cui soffermarsi è anche la descrizione delle condizioni di migliaia , se non milioni di afgani costretti a scappare dal loro paese, l'orrore della guerra.
    In definitiva un libro che non lo si prende alla leggera e lascia (almeno a me) un senso di rabbia per la condizione delle donne afgane e dolore per ciò che quel popolo è costretto a subire per la stupidità di gente che crede di combattere per il bene, o come si legge : credono di fare la Jihad!

    said on 

  • 4

    Splendido

    Hosseini si conferma, anzi si supera: ho trovato il romanzo ancora più coinvolgente del cacciatore di aquiloni, anche se ho sentito dire, forse non a torto, che gli uomini tendenzialmente preferiscan ...continue

    Hosseini si conferma, anzi si supera: ho trovato il romanzo ancora più coinvolgente del cacciatore di aquiloni, anche se ho sentito dire, forse non a torto, che gli uomini tendenzialmente preferiscano il cacciatore di aquiloni mentre le donne mille splendi soli. In genere non amo le storie ambientate in mondi lontani e diversi, come l'Oriente, ma Hosseini riesce sempre a trascinarmi a tal punto nelle sue storie, tanto da farmi stare inchiodata al libro, una pagina dopo l'altra, dalla prima all'ultima. Un libro duro, ma che si legge d'un fiato e che ti rimane nel cuore.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    5

    Mai sottovalutare Hosseini.

    Anche il suo secondo romanzo affronta un aspetto della quotidianità di un mondo che ci appare lontano, ma che in questo modo ci viene sbattuto in faccia per essere vissuto quasi sulla nostra stessa pe ...continue

    Anche il suo secondo romanzo affronta un aspetto della quotidianità di un mondo che ci appare lontano, ma che in questo modo ci viene sbattuto in faccia per essere vissuto quasi sulla nostra stessa pelle.
    Questa volta la storia è incentrata su ciò che si ritrova a dover affrontare una giovane donna, seconda moglie, madre e innamorata ma.. non di suo marito.
    Anche qui c'è una speranza che si intravede dal finale, speranza che Hosseini non si fa mai sfuggire.

    said on 

Sorting by
Sorting by