Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

A WRINKLE IN TIME

By

Publisher: Yearling

3.9
(137)

Language:English | Number of Pages: 224 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) Spanish

Isbn-10: 0440228395 | Isbn-13: 9780440228394 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Audio CD , Hardcover , Audio Cassette , School & Library Binding , Unbound , Others , eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like A WRINKLE IN TIME ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
General FictionLarge Print EditionIt was a dark and stormy night when Meg Murry, her brother Charles Wallace and her mother came down to the kitchen for a midnight snack and were upset by the arrival of a most disturbing stranger. The unearthly stranger spoke to them and told them there was such a thing as a tesseract a wrinkle in time . . .A Wrinkle in Time winner of the Newbery Medal in 1963 tells of the adventures of Meg, Charles Wallace and Calvin OKeefe as they search for Megs father, a scientist who disappeared while trying to solve the tesseract problem . . .
Sorting by
  • 4

    Un descubrimiento tardío

    Descubrí este libro a partir de un listado de los 100 mejores libros infantiles de todos los tiempos (en inglés por supuesto), estaba en el nº3 y no me sonaba de nada, ni el título ni la autora, buscando por internet encontré buenas críticas, que la calificaban mas allá de un libro para niños y a ...continue

    Descubrí este libro a partir de un listado de los 100 mejores libros infantiles de todos los tiempos (en inglés por supuesto), estaba en el nº3 y no me sonaba de nada, ni el título ni la autora, buscando por internet encontré buenas críticas, que la calificaban mas allá de un libro para niños y a su autora como toda una celebridad en EE.UU. La historia se completa con toda una serie de libros más, pero lamentablemente en español sólo está editado este, el primero de ellos, si bien puede leerse tranquilamente de forma independiente, aunque sería de agradecer la traducción y edición en español del resto de la saga. Tuve suerte y conseguí un ejemplar de la 2ª ed. publicada en Alfaguara a través de ebay. La historia me ha gustado, aunque creo que me hubiera gustado mucho más con unos añitos menos. Es una historia de esas que lees en la infancia-adolescencia de la que guardas tan buen recuerdo que se convierte en un libro que estás deseando que lean tus hijos, sobrinos... sólo por eso merecería la pena retroceder en el tiempo, jeje. Después de haber leído Cuando me alcances, recomiendo muy mucho la lectura de ambos libros seguidos.

    said on 

  • 3

    Più di un anno fa lessi When You Reach Me, incuriosita da un articolo sui romanzi vincitori del premio Newbery Medal (per il 2010 - nel 2009 vinse The Graveyard Book di Neil Gaiman, nel 2011 Moon Over Manifest, che ho intenzione di leggere, e quest'anno Dead End in Norvelt, che sembra davvero int ...continue

    Più di un anno fa lessi When You Reach Me, incuriosita da un articolo sui romanzi vincitori del premio Newbery Medal (per il 2010 - nel 2009 vinse The Graveyard Book di Neil Gaiman, nel 2011 Moon Over Manifest, che ho intenzione di leggere, e quest'anno Dead End in Norvelt, che sembra davvero interessante). When You Reach Me è un romanzo per ragazzi (il premio Newbery Medal è infatti dedicato alla letteratura per ragazzi) che ha come protagonista la dodicenne Miranda e include un viaggio nel tempo. L'autrice, Rebecca Stead, si è ispirata al famosissimo (negli Stati Uniti, qui in Italia non credo molto, anche se è stato tradotto negli anni Novanta da Bompiani e più recentemente dalla Giunti) A Wrinke in Time (in italiano Nelle pieghe del tempo, anch'esso vincitore del Newbery Medal), un romanzo di fantascienza per ragazzi pubblicato per la prima volta nel 1962. Anche la protagonista di When You Reach Me, Miranda, è molto appassionata al romanzo e continua a rileggerlo. All'epoca l'aneddoto mi incuriosì ma non abbastanza da recuperare e leggere il romanzo di L'Engle, evidentemente. Sabato però in libreria sono incappata proprio nella nuova edizione della Giunti e dall'incipit mi è sembrato il libro perfetto per accompagnare un week end di beata nullafacenza.

    Meg Murry si sveglia nel cuore della notte a causa del vento che infuria fuori dalla finestra della sua camera, e non appena sveglia viene assalita dalle sue molteplici preoccupazioni: Meg è una ragazza qualsiasi, un po' bruttina, con l'apparecchio ai denti, gli occhiali e dei capelli color topo che non stanno in nessun modo. Inoltre, viene costantemente rimproverata dagli insegnanti per la scarsa applicazione, dalle compagne di classe per il suo infantilismo e derisa dai compagni di scuola per il fratellino di cinque anni, Charles Wallace, che tutti considerano tonto. Se questo non bastasse, tutti gli adulti fingono partecipazione nei suoi confronti solo per estorcerle l'ultima novità riguardo a suo padre, uno scienziato impegnato in una missione per il governo, lontano da casa ormai da qualche anno. E che non sta dando notizie di sé da diversi mesi.
    Nonostante l'ambientazione iniziale molto 'cosy' la storia si sposta ben presto in mondi sconosciuti grazie appunto a un viaggio (nello spazio e nel tempo) il cui obiettivo è quello di sconfiggere il Male che sta minacciando la Terra e, incidentalmente, ritrovare e riportare a casa papà Murry.

    A Wrinkle in Time è soprattutto un romanzo distopico per ragazzi (e non mi stupisce che la Giunti lo abbia ripubblicato visto il trend inaugurato con The Hunger Games), in cui il tema del viaggio nel tempo secondo me è davvero secondario rispetto alla visita presso il pianeta Camazotz, governato dal dittatore e ipnotizzante cervello chiamato IT. Un altro tema molto importante è quello cristiano, anche se devo dire che io (forse perché sono cresciuta come cattolica?) non ho notato molto. Certo, si fa riferimento a Gesù come a una delle persone che hanno combattuto contro il Male (personificato nel romanzo da una Dark Shadow che incombe sul pianeta Terra) però insieme ad altre famose personalità non religiose (grandi artisti e scienziati di tutti i tempi). Ed è vero che le tre 'streghe' vengono definite, ad un certo punto, angeli custodi, ma non mi sembra abbastanza per affermare che il romanzo è indottrinante. Personalmente ho trovato più forti i rimandi a Shakespeare. Ed esilarante l'incipit "It was a dark and stormy night", che io conoscevo per via di Snoopy scrittore, nelle strisce a fumetti di Schultz. In realtà ho scoperto che si tratta di un famoso incipit di un romanzo vittoriano. Divenne famoso come esempio di cattiva scrittura, di una scrittura così ornata e fiorita da distogliere l'attenzione del lettore dal flusso della narrazione, e dal significato della narrazione stessa, ottenendo così il risultato opposto a quello voluto. E' proprio in questa accezione ovviamente che viene poi riutilizzata nei Peanuts.

    Devo ammettere che i libri di fantascienza non sono proprio il mio genere, ho provato When You Reach Me, Il mago di Ursula Le Guin* che è davvero un caposaldo di questo genere, e ora l'amatissimo A Wrinkle in Time e nessuno dei tre mi ha convinto. Forse sono romanzi che possono davvero affascinare in tenera età, e al libro della L'Engle sicuramente bisogna riconoscere che negli anni Sessanta scrisse (o meglio pubblicò, lei il romanzo lo scrisse molto prima) un romanzo di fantascienza con una protagonista femminile, e che protagonista! Meg è una scienziata in erba, un genietto della matematica, non particolarmente bella né particolarmente simpatica, insomma una classica signorina qualunque, in cui sicuramente ci si può identificare, e che però diventa la protagonista attiva di un'avventura tutta sua. Al di là di questi meriti però io non ho trovato il romanzo abbastanza accattivante da convincermi a provare il secondo della serie (questo è auto-conclusivo, badate bene).

    http://robertabookshelf.blogspot.it/2012/07/240-wrinkle-in-time.html

    *Edit: è vero che Ursula Le Guin è una scrittrice nota nel campo della fantascienza, però per amor di correttezza devo ammettere che Il mago è un romanzo fantasy.

    said on 

  • 2

    Why is this book so famous?

    I suspect just because back in the day there was little else to read (aside from Narnia) with a christian/fantasy slant?

    said on 

  • 0

    In Lost

    Episodio 1.18 - Numeri – Numbers (Hurley)
    Sawyer legge il libro sulla spiaggia, anche se ha un forte mal di testa accentuato dal rumore che fa Michael mentre costruisce la zattera

    said on 

  • 0

    ¿Cómo es posible que una novela que habla de física cuántica, que es un clásico en Estados Unidos, que ya ha sido llevada a la pantalla y que es sólo la primera de la serie de más éxito de su autora se haya convertido ya en un libro olvidado? Quizá la respuesta sea que nos llegó demasiado pronto. ...continue

    ¿Cómo es posible que una novela que habla de física cuántica, que es un clásico en Estados Unidos, que ya ha sido llevada a la pantalla y que es sólo la primera de la serie de más éxito de su autora se haya convertido ya en un libro olvidado? Quizá la respuesta sea que nos llegó demasiado pronto. Quizá se deba a que se trata de una historia original, extraña, diferente, ecléctica y casi inclasificable. Quizá los jóvenes lectores españoles no estuviesen preparados para leerla entonces... pero tal vez lo estemos ahora.
    Una arruga en el tiempo cuenta la historia de Meg Murry, una chica con problemas para adaptarse en el colegio; tiene un carácter peculiar, es muy inteligente y además es hija de una pareja de científicos. Su padre desapareció tiempo atrás en extrañas circunstancias, pero su madre no ha perdido la esperanza de volverlo a ver. Además Charles Wallace, su hermano pequeño, a quien la gente del pueblo toma por un retrasado, es en realidad un extraordinario niño prodigio que, a sus cuatro años, ya piensa y razona mucho mejor que la mayoría de los adultos. Su mente posee una percepción muy sensible que le permite ver más allá de las apariencias. Es por esto por lo que Charles Wallace resulta ser el primero en adivinar que detrás del trío de extravagantes ancianas conocidas como la señora Qué, la señora Cuál y la señora Quién se esconde un increíble secreto que puede llevar a ambos hermanos hasta otros mundos.

    => Sigue leyendo este artículo en http://www.eltemplodelasmilpuertas.com

    said on